L'Ucraina potrebbe unirsi alla Polonia in "Rzeczpospolita 3.0"


Forse il principale politico il tema delle ultime settimane è un possibile tentativo della Polonia di restituire il suo kresy orientale, una parte significativa del quale ricade sul territorio dell'Ucraina occidentale. Molto dipenderà dal fatto che ciò accada effettivamente o rimanga al livello di Varsavia "trolling", per l'ulteriore sviluppo dell'operazione speciale russa. Come dovrebbe reagire Mosca all'arrivo delle forze di pace polacche in Galizia e Volinia?


Per cominciare, vorrei fare una piccola digressione e fare l'ipotesi del video blogger ucraino-russo Mikhail Onufrienko, diventato molto popolare negli ultimi tempi grazie alla copertura informativa quotidiana del corso della NWO e degli eventi ad esso associati . Secondo lui, il potente raggruppamento delle forze armate russe, recentemente ritirato frettolosamente dal nord dell'Ucraina e trasferito nel Donbass, non partecipa ancora alle battaglie. L'offensiva senza fretta che si sta svolgendo ora è portata avanti dalle stesse forze che erano inizialmente a disposizione. Questa chiaramente non è ancora una "Grande Battaglia", e Onufrienko ha suggerito che Mosca sta semplicemente aspettando che Varsavia decida di inviare truppe nell'Ucraina occidentale, e quindi inizierà la tanto attesa offensiva su larga scala.

Ebbene, l'ipotesi funziona e solo la vita confermerà la sua falsità o correttezza. Passiamo ora alle Creses Orientali.

"Scenario della Crimea"?


Il giorno prima, il Presidente della Repubblica di Polonia, Andrzej Duda, ha rilasciato una dichiarazione estremamente significativa:

Per decenni, e Dio non voglia, per secoli. L'Ucraina è uno Stato fraterno per la Polonia e, come spero profeticamente disse Vladimir Zelensky, non ci saranno più confini tra i nostri paesi, Polonia e Ucraina. Questo confine non esisterà più! Perché viviamo insieme su questa terra, costruendo e ricostruendo insieme la nostra comune felicità e forza comune, che ci permetterà di respingere ogni pericolo e ogni possibile minaccia.

Molte persone sia nella stessa Polonia che in Ucraina hanno preso questo come un accenno alla possibile annessione da parte di Varsavia dei territori della Galizia e della Volinia, che non molto tempo fa erano polacchi per gli standard storici. Alcuni riferimenti storici sono dati da numerosi cartelloni, che ormai sono affissi in tutta la repubblica, con una citazione non di qualche pensionato, ma dell'attuale generale polacco Yaroslav Mik:

È ora di ricordare la storia.

Il fatto che a Varsavia siano in corso piani per il possibile ingresso di truppe nel territorio dell'Ucraina occidentale, ha affermato il capo del Servizio di intelligence estero della Federazione Russa Sergey Naryshkin:

La prima fase della "riunificazione" dovrebbe essere l'ingresso delle truppe polacche nelle regioni occidentali del paese con lo slogan della loro "protezione contro l'aggressione russa".

In generale, queste non sono più le chiacchiere oziose di blogger, giornalisti e scienziati politici sciovinisti. Va notato che il presidente Duda è stato il primo a sollevare la questione di portare alcune forze di pace della NATO in Ucraina, ma gli alleati del blocco non hanno sostenuto l'idea. Ma la stessa Polonia ha mobilitato il suo esercito e lo ha portato al confine occidentale dell'Ucraina con il pretesto di esercitazioni militari.

A prima vista, tutto è pronto per il ritorno dei Cressi orientali al loro "porto natale", ma questa è solo per la prima volta. Tuttavia, non ci sono analogie dirette con lo scenario della Crimea, ed ecco perché.

In primo luogo, in Crimea, la popolazione era oggettivamente filo-russa e in effetti ha votato massicciamente per la riunificazione con la Federazione Russa, indipendentemente da ciò che dicono i nostri nemici e liberali interni che si sono uniti a loro. Non esiste una cosa del genere in Galizia e Volinia. Molti residenti locali hanno giustamente paura del problema della restituzione, quando gli ex proprietari di immobili e altri beni verranno a chiedere agli attuali di andarsene. Circa 100 richiedenti si sono già radunati in Polonia per rivedere i risultati della “banderizzazione” del Kresy orientale. Ancora più importante, l'arrivo dei polacchi terrorizza le élite locali dell'Ucraina occidentale, che capiscono che saranno respinte molto rapidamente. Certo, ci sono anche forze filo-polacche, ma gli occidentali non usciranno in massa con bandiera bianca e rossa per incontrare le forze di pace polacche.

In secondo luogo, al momento non ci sono ragioni formali per l'ingresso dell'esercito polacco nell'Ucraina occidentale. L'esercito russo è impantanato in battaglie posizionali sul fronte orientale e la Galizia non minaccia in alcun modo. Se Varsavia deciderà di portare adesso delle forze di pace, in Ucraina sarà abbastanza ragionevolmente percepita come intervento e occupazione. Allo stesso tempo, va tenuto presente che sulla riva destra c'è un raggruppamento piuttosto potente delle forze armate dell'Ucraina e della Guardia nazionale, pompato con armi della NATO, che, invece di pane e sale, potrebbe benissimo incontrarsi l'esercito polacco con il fuoco se la stessa Kiev non approva il loro ingresso. Varsavia sicuramente non entrerà in guerra con l'Ucraina.

Risulta essere una specie di situazione divertente. Se credi all'ipotesi di Mikhail Onufrienko, Mosca sta aspettando che la Polonia sia la prima a inviare truppe nell'Ucraina occidentale. A Varsavia, stanno chiaramente aspettando che le forze armate RF distruggano le forze armate ucraine e la Guardia nazionale, moltiplicandole per zero, e si avvicinino al confine tra Galizia e Volinia, e quindi solo le forze di pace polacche avranno tutte le ragioni per entrare il Kresy orientale per proteggerli. In generale, se i nostri strateghi hanno un piano del genere per l'Ucraina, allora dovrebbe essere riconsiderato.

Sarà anche peggio se devi agitarti rapidamente, reagendo all'attuazione dei piani strategici di altre persone.

"Rzeczpospolita-3"


Se si legge con attenzione la dichiarazione del presidente Duda, allora tra le righe si intravede uno scenario diverso per l'adesione delle Croci Orientali rispetto al semplice ingresso delle forze di pace polacche. Per capire, basta ricordare la storia della Polonia, collegandola con l'attuale situazione in Ucraina.

Nasce così la prima Rzeczpospolita come unione forzata tra il Regno di Polonia e il Granducato di Lituania. L'Unione di Lublino unì due stati indipendenti in uno stato (conf)federale a causa della "minaccia moscovita", quando lo zar russo Ivan IV spaventò a morte la nobiltà polacca e lituana con una campagna militare di successo contro Polotsk. Poi è diventato chiaro a tutti che contro il "pazzo Putin, scusa, Ivan il Terribile" da solo, il Regno di Polonia o il Granducato di Lituania non possono stare da soli, è necessario scavalcare l'orgoglio e unirsi. Il nuovo stato che è apparso come risultato della stessa Unione di Lublino è diventato una fonte di una minaccia mortale permanente per il vicino orientale.

Anche oggi ci sono tutti i presupposti per una nuova unione, ora tra Kiev e Varsavia. L'Ucraina non è accettata nel blocco NATO, molto probabilmente, nonostante il discorso, non sarà nemmeno accettata nell'Unione Europea. La piazza chiede attivamente garanzie di sicurezza dalla Russia "aggressiva". Allo stesso tempo, molti in Polonia considerano come loro terre storiche non solo il Cressy orientale, ma in generale l'intero territorio dell'Ucraina fino al Dnepr e oltre. Varsavia sta promuovendo attivamente il progetto di integrazione Trimorye (Intermarium), in cui, con il sostegno degli Stati Uniti, intende suonare il primo violino.

Come parte della proposta del presidente Duda di rimuovere i confini tra Polonia e Ucraina, i due paesi potrebbero essere uniti in un'unione confederale (unione), in cui le truppe polacche (NATO) possono essere di stanza nel territorio di Nezalezhnaya. La domanda è come la Russia dovrebbe reagire a questo.

L'adesione alla Polonia della Galizia e della Volinia è valutata in diversi modi. Alcuni rimpiangono il "Kemskaya volost", altri lo considerano addirittura un vantaggio, rendendosi conto che l'Ucraina occidentale è un pezzo lungo e che molta acqua è fluita sin dal Medioevo. Ma in ogni caso, fare affidamento sull'ingresso delle forze di pace polacche, costruendo la propria strategia da questo, sarebbe il colmo dell'ingenuità. Ma lo scenario con l'unione polacco-ucraina sarebbe un esito estremamente sfavorevole per la Russia.

Tuttavia, devi in ​​qualche modo accelerare e lavorare come "primo numero".
31 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 6 può 2022 14: 41
    -3
    Questo non ha senso.
    1. Yuriy88 Офлайн Yuriy88
      Yuriy88 (Yury) 7 può 2022 21: 03
      0
      cosa c'è che non va nell'idea della Polonia Russia??? Tuttavia, non ingoieremo l'intera Ucraina, e perché?? L'Ucraina occidentale è solo una parte ostile... in ogni momento... Dimenticalo del tutto! Lascia che i polacchi lo risolvano come vogliono .. O si baciano appassionatamente o litigano, l'importante è che non siano con noi ..
      1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
        Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 8 può 2022 11: 49
        -2
        Citazione: Yuri88
        cosa c'è che non va nell'idea della Polonia Russia??? Tuttavia, non ingoieremo l'intera Ucraina, e perché??

        Perché è una stronzata. La Polonia è il secondo Paese, dopo gli Stati Uniti, per numero di armi consegnate all'Ucraina. Ciò contraddice in qualche modo le fantasie dell'autore sulle pretese dei polacchi sulle regioni occidentali. E le fantasie sul Commonwealth 3.0 si basano su una libera interpretazione delle parole di Andrzej Duda sulle frontiere aperte.
  2. Marzhetsky Online Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 6 può 2022 14: 44
    +5
    Citazione: Oleg Rambover
    Questo non ha senso.

    Non è una sciocchezza.
    1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
      Sapsan136 (Alexander) 6 può 2022 15: 53
      +2
      Sergei, è incredibile. Oggi Varsavia vorrebbe inviare truppe in Galizia, con il pretesto della protezione dalla Federazione Russa, ma Kiev è contraria, e qui, per ora, quindi ... Kyiv capisce che se i polacchi entrano, entreranno per sempre, e il popolo di Bandera apprezza l'indipendenza ... Se Varsavia introduce le truppe, senza il consenso di Kiev, ricomincerà ... già con i polacchi ... Ciò che è reale è l'Anschluss della Moldova della Romania, il presidente della Moldova è cittadino rumeno e dorme e vede di trascinarlo attraverso...
      1. Marzhetsky Online Marzhetsky
        Marzhetsky (Sergey) 6 può 2022 16: 45
        +1
        Citazione: Sapsan136
        Sergei, è incredibile. Oggi Varsavia vorrebbe inviare truppe in Galizia, con il pretesto della protezione dalla Federazione Russa, ma Kiev è contraria, e qui, per ora, quindi ... Kyiv capisce che se i polacchi entrano, entreranno per sempre, e il popolo di Bandera apprezza l'indipendenza ... Se Varsavia introduce le truppe, senza il consenso di Kiev, ricomincerà ... già con i polacchi ... Ciò che è reale è l'Anschluss della Moldova della Romania, il presidente della Moldova è cittadino rumeno e dorme e vede di trascinarlo attraverso...

        Sì, è improbabile, ma non impossibile. Questo dipenderà dalla situazione sui fronti.
        1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
          Sapsan136 (Alexander) 6 può 2022 17: 18
          +1
          L'occupazione polacca con il pretesto della protezione dalla Federazione Russa è possibile, ma questo è uno scontro di polacchi con Bandera locale, per il quale l'indipendenza è tutto ... Ho letto un articolo in cui l'autore suggerisce che Zelensky sta prosciugando il sud-est e anche il centro, ma cercheranno di mantenere l'ovest, come indipendente, con le buone o con le cattive...
    2. Michele L. Офлайн Michele L.
      Michele L. 6 può 2022 18: 35
      +2
      Una sciocchezza, una sciocchezza: è impossibile escludere l'adesione dell'Ucraina alla Polonia, come variante del suo tanto atteso ingresso nell'UE e nella NATO. Ma se i polacchi non sono desiderati nemmeno nell'Ucraina occidentale, cosa possiamo dire del centro e del sud?
    3. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
      Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 8 può 2022 11: 50
      -2
      Sì, come non una sciocchezza, se una sciocchezza.
      1. isofat Офлайн isofat
        isofat (isofat) 8 può 2022 13: 36
        0
        Oleg Ramover, 6, 7, 8 maggio... tutto bene? risata
  3. InanRom Офлайн InanRom
    InanRom (Ivan) 6 può 2022 14: 54
    +3
    Per Bandera, un'opzione completamente accettabile per la salvezza e per pshek, la realizzazione di un sogno caro a spese di hokhokholops.
    Che pshek, e non nasconderanno nulla:

    Il politologo polacco Konrad Renkas: i cittadini della Repubblica di Polonia stanno già combattendo in Ucraina, e questi non sono volontari dimostrativi, ma mercenari e militari inviati lì su ordine.
    1.00 Presidente della Polonia Anrzej Duda: non ci saranno più frontiere tra i nostri paesi - Polonia e Ucraina.

    ovviamente, solo l'Ucraina non esisterà più.
    gli Yankees si sono presentati qui:

    L'ex capo del comando delle operazioni speciali statunitensi in Europa Mike Repass:
    “È necessario che Stati Uniti, Francia, Polonia, Gran Bretagna e Germania creino un'unità militare ucraina, equivalente a una brigata. Questi paesi hanno un potenziale militare sufficiente, quindi saranno in grado di formare forze militari ucraine, equipaggiarle e addestrarle sul loro territorio”.

    questo non è più il formato del NWO, ma una guerra a tutti gli effetti, anche se non dichiarata, per distruggere la Russia. È tempo che qualcuno lo ammetta.
    Nel frattempo, Valya - "inchioda dove" - ​​Matvienko:

    La Presidente del Consiglio della Federazione Valentina Matvienko:
    “Le forze armate russe non sono in alcun modo inferiori ai migliori eserciti del mondo e addirittura li superano. Stiamo parlando della formazione professionale del personale militare e della qualità delle armi e dell'equipaggiamento militare, della capacità di usarle, dell'allenamento fisico e della forza d'animo. Nessuno è in grado di coglierci di sorpresa. Nessuno può aspettarsi che le sue intenzioni aggressive nei confronti del nostro Paese rimarranno senza conseguenze.

    Nessuno dubita dell'esercito, in particolare dello spirito e dell'indurimento. Ma su "colpo di sorpresa" e "conseguenze" - in qualche modo non suona convincente, dalle labbra di qualcuno coinvolto nella ventennale "sostituzione delle importazioni" grazie alla quale (oltre al crollo dell'industria ereditato dall'URSS ) scoperte simili si fanno su chiodi e altri simili, amicizia con "partner e colleghi" giurati e altre gioie del capitalismo burocratico-oligarchico. Rafik è di nuovo innocente.
    Dov'è un esempio delle conseguenze per i "centri decisionali", almeno ucraini?! su Western anche la domanda non vale la pena.
    Dov'è la chiusura del tubo e la cessazione della fornitura di materie prime all'UE e agli stati?

    9.50 Il transito del gas russo attraverso l'Ucraina è mantenuto a un livello prossimo al massimo: 100 milioni di metri cubi al giorno.

    cioè, gas a geyropu e denaro in Ucraina per il transito.
    Alcuni stanno pompando armi in Ucraina e addestrando soldati, altri soffrono di impotenza politica e vogliono intimidire il nemico con slogan e promesse.
    Bene, per ora, l'esercito russo deve mostrare sia forza d'animo che indurimento nelle battaglie non per la vita, ma per la morte con i nazisti. In parte, e per il fatto che dopo 30 anni di "amicizia" con "i nostri rispettati" "partner e colleghi", qualcuno è stato colto di sorpresa.
    Ma, sembrerebbe, dove sono i partner e dove sono le unghie?
    1. Ignatov Oleg Georgievich (Oleg) 8 può 2022 22: 25
      0
      IvanRom, se sia in politica che in economia sei leggermente fuori contatto, ti darò un numero che potrebbe cambiare le tue affermazioni. La Russia riceve quasi 1 miliardo di dollari al giorno dall'Occidente per le sue risorse energetiche.
  4. InanRom Офлайн InanRom
    InanRom (Ivan) 6 può 2022 15: 09
    0
    "Iena d'Europa" sa chiaramente cosa vuole e lo ottiene costantemente. Per fortuna nessuno la disturba. E questo accade anche perché da tanti anni qualcuno fa inchino e si pente per Katyn, ecc.
    Per il vostro riferimento:

    Per la prima volta, la responsabilità dell'URSS per Katyn è stata riconosciuta nel 1990. Il presidente dell'Unione Sovietica Mikhail Gorbaciov.

    poi la Duma di Stato ha osservato:

    26 novembre 2010, 12:44
    La Duma di Stato ha riconosciuto la colpa dell'URSS e di I. Stalin nell'esecuzione di Katyn dei polacchi
    La Duma di Stato della Federazione Russa ha adottato come base la dichiarazione "Sulla tragedia di Katyn e le sue vittime", riconoscendo la colpevolezza dell'URSS nell'esecuzione di ufficiali polacchi. "Nella propaganda ufficiale sovietica, la responsabilità di questa atrocità, che ha ricevuto il nome collettivo della tragedia di Katyn, è stata attribuita a criminali nazisti. Il crimine di Katyn è stato commesso per ordine diretto di Stalin e di altri leader sovietici", hanno affermato i deputati russi in un dichiarazione.

    Bravo!

    07 apr 2010 21:10
    Il primo ministro russo Vladimir Putin ritiene che l'esecuzione di massa di ufficiali polacchi vicino a Katyn potrebbe essere la vendetta di Joseph Stalin per la morte dei prigionieri di guerra sovietici durante la prigionia polacca. "Suppongo che io. Stalin ha sentito la sua responsabilità personale e ha eseguito questa esecuzione per un senso di vendetta. Ma questo non lo sappiamo per certo, e questo non è nei documenti", "È stata una nostra iniziativa, proprio per per rivelare tutte le sfumature di questa tragedia. Nell'ambito di questo lavoro, sono stati aperti 4 milioni di documenti diversi e milioni di fogli di questi documenti sono stati consegnati alla parte polacca. Questo è un caso senza precedenti nelle relazioni tra stati", ha detto il russo ha detto il primo ministro.

    ancora meglio .. "non lo sappiamo per certo, non è nei documenti", ma la colpa è di Stalin e dell'URSS. e ancora, i documenti stessi consegnati ai polacchi ... come la famigerata vedova di sottufficiale ....
    come si diceva:

    La “confessione ufficiale della colpevolezza dell'URSS”, inventata e annunciata ai tempi di Gorbaciov, è un anello di una catena senza fine di tradimenti del Paese e atti deliberati volti alla sua distruzione.

    ed è lo stesso, proseguito dalle autorità russe...purtroppo.

    Prima della celebrazione del Giorno della Vittoria del popolo sovietico sulla Germania nazista, si sentono affermazioni abbastanza comprensibili:

    Dmitry Rogozin: Non sono stati frettolosi, avendo perdonato il popolo tedesco per l'attacco al nostro paese nel 1941, perdonando i tedeschi per i massicci crimini commessi durante la Grande Guerra Patriottica? Possiamo ricordare a noi stessi e a loro cosa hanno fatto sulla nostra terra? E come è successo che la Germania moderna si stia nuovamente comportando in modo aggressivo nei confronti della Russia?

    10.50 Sergey Lavrov: Certo, dobbiamo sempre ricordare le lezioni della storia. Inoltre, ora in Occidente stanno cercando di strappare queste pagine gloriose della nostra storia, di cancellare tutto ciò che è stato fatto, stanno cercando non facile di equiparare i vincitori del nazismo con i criminali, ma di renderci i principali colpevoli di che la guerra, e in ogni modo possibile mascherare il nazismo, incoraggiano le manifestazioni naziste nell'Europa moderna.

    Non è tutto perché, dopo il crollo dell'URSS, la leadership russa si è comportata in un modo che ha dato origine a tutto quanto sopra, riscrivendo la storia, adulando l'Occidente e incolpando il dannato "scoop! per tutto ciò che è possibile e impossibile?!
    Le parole devono essere sostenute dai fatti.
    E poi vorrei una risposta alla domanda: perché i monumenti ai criminali nazisti, complici dei nazisti, hanno continuato a stare in Russia per così tanti anni, perché le strade e le organizzazioni portano i loro nomi, perché a loro sono dedicate mostre museali, perché sono pieni di bambini dagli asili ai corpi dei cadetti ?! Perché tutto questo è incoraggiato al più alto livello - basti ricordare il consiglio di Mannerheim, che è stato aperto a Leningrado, che una volta ha assediato, né più né meno, come il Ministro della Cultura della Federazione Russa e il Rappresentante del Consiglio di Sicurezza di la Federazione Russa ?! O non conoscono la storia? o non ricordi? o non vuoi?
    Anche ora, quando la Russia sta combattendo contro l'Europa unita e l'Ucraina nazista, come una volta ha combattuto l'URSS, tutti questi monumenti e così via. collaboratori e complici dei nazisti, continuano a rimanere inviolabili. Il che non può che suscitare domande, smarrimento, indignazione e rabbia nelle persone normali. Tenendo conto delle leggi apparentemente adottate per contrastare la riscrittura della storia e sulla punizione per la riabilitazione del nazismo e contro l'URSS e la Germania nazista, questo sembra generalmente mostruoso! Questo non è ciò per cui il popolo sovietico ha combattuto ed è morto!
    1. InanRom Офлайн InanRom
      InanRom (Ivan) 6 può 2022 15: 40
      0
      ps Nel 2008, l'ataman dell'All-Great Don Army, Viktor Vodolatsky, ha firmato un ordine per iniziare la "riabilitazione politica" di Petr Krasnov. Tuttavia, questa idea causò una tale risonanza che i cosacchi "si voltarono rapidamente sulle spalle". Viktor Vodolatsky - Membro della fazione Russia Unita, primo vicepresidente della commissione della Duma di Stato per gli affari della CSI, l'integrazione eurasiatica e le relazioni con i compatrioti, membro del Consiglio sotto il presidente della Federazione russa per le relazioni interetniche, membro del Consiglio sotto il Presidente della Federazione Russa per gli affari cosacchi, generale cosacco Ora è, a quanto pare, preferisce non ricordare quella storia scandalosa. Ma non dobbiamo dimenticarlo.
      solo alcuni dei "monumenti" a Krasnov e altri come lui nella Federazione Russa:

      Targa commemorativa dedicata a von Pannwitz, A. G. Shkuro, P. N. Krasnov, Sultan-Kelech-Girey, T. N. Domanov e altri - “Ai soldati dell'unione militare russa, al corpo russo, al campo cosacco, ai cosacchi del 15° corpo di cavalleria delle SS che si innamorò della fede e della patria "- la Chiesa di Tutti i Santi, Mosca, Leningradsky Prospekt, 73a. L'8 maggio 2007 il monumento è stato distrutto dagli antifascisti, ma successivamente restaurato.
      Il 4 agosto 2007, nel villaggio di Yelanskaya (regione di Rostov), ​​ha avuto luogo l'inaugurazione e la consacrazione del complesso commemorativo "Don cosacchi nella lotta contro i bolscevichi" e il monumento a PN Krasnov. Il complesso commemorativo comprende un museo e un archivio.
      Nel 1994, con la benedizione del patriarca Alessio II, fu eretto vicino alla Chiesa di Tutti i Santi un monumento ai "Generali dell'esercito imperiale russo e del movimento bianco", tra i quali sono nominati Shkuro e Krasnov.

      In conformità con le conclusioni dell'Ufficio del procuratore capo militare sul rifiuto di riabilitarli, le sentenze del Collegio militare della Corte suprema della Federazione Russa del 25 dicembre 1997, cittadini tedeschi Krasnov P.N., Shkuro A.G., Sultan Klych-Girey , Krasnov SN e cittadino dell'URSS Domanov TN sono stati riconosciuti come giustamente condannati e non soggetti a riabilitazione, di cui sono stati informati tutti i promotori di ricorsi sulla questione della riabilitazione di queste persone.
      1. Ignatov Oleg Georgievich (Oleg) 8 può 2022 23: 56
        0
        IvanRom ti sbagli!
    2. Ignatov Oleg Georgievich (Oleg) 8 può 2022 23: 09
      0
      Ivan hai saltato la storia del tuo paese a scuola? Ascolta di che sciocchezza stai parlando!
      E in generale, di cosa scrive Mazheretsky? Hai anche letto l'articolo o ti importa solo del tuo intimo? Puoi andare in chiesa?
  5. Siegfried Офлайн Siegfried
    Siegfried (Gennadia) 6 può 2022 15: 31
    +3
    Come fa la Polonia ad accumulare 30-40 milioni di ucraini? Tutti dovrebbero avere uguali diritti? Diritti elettorali? Gli ucraini potranno vivere dove vogliono? Trasferirsi in Polonia?

    Tale unione è destinata ad aggravarsi tra le due metà. La Polonia non è abbastanza ricca per comportarsi come la Repubblica federale di Germania in relazione alla DDR (c'era un popolo, una lingua e poi cosa).

    Le due metà non si uniscono. Non possono nemmeno essere inchiodati l'uno all'altro. Se la Polonia non avrà il territorio sotto il suo controllo, ma ci sarà solo qualcosa come un'unione di due stati, la Polonia stanzierà ingenti soldi per l'Ucraina, l'ascesa dell'economia, le riforme, ecc., quando il rischio di un rollback di l'unificazione sarà sempre sospesa nell'aria?

    E in generale, quale sarà? Assorbimento dell'Ucraina da parte della Polonia? Come si chiamerà il Paese? I nazisti ucraini saranno deliziati dal nome del loro paese.

    La Polonia può ingoiare solo un piccolo pezzo delle regioni occidentali, Leopoli e dintorni, dove detterà le sue condizioni alla popolazione per de-ucrainizzare il territorio.
  6. Griffitto Офлайн Griffitto
    Griffitto (Oleg) 6 può 2022 16: 24
    -3
    Quanto a me, le autorità russe stanno semplicemente riciclando la popolazione russa dell'Ucraina. Si tratta di un'operazione congiunta con gli anglosassoni, che utilizzano silenziosamente i russi da un secolo e mezzo. Per riferimento. Alla fine del XIX secolo, la popolazione di lingua russa era circa 19 volte inferiore a quella di lingua inglese. Ora 1,5 volte meno. Ecco perché hanno avviato il processo di abolizione di tutto ciò che è russo. E il governo russo, con il pretesto del patriottismo, utilizza la popolazione ucraina di lingua russa. E gli anglosassoni lo applaudono. Lo farebbe comunque. Dei 6 milioni di lingua russa, la Russia, insieme alla NATO, ne dispone meno di 300 milioni, alcuni sepolti sotto terra, altri assimilati forzatamente in Europa. Bravo.
  7. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Boris) 6 può 2022 16: 25
    +2
    È possibile solo una variante dell'alleanza tra Polonia e Ucraina, gli ucraini sotto psheks. È sempre stato così. Sfortunatamente, il popolo di Bandera ne è ben consapevole e non accetterà alcun "sindacato"
    1. zenion Офлайн zenion
      zenion (zinovy) 11 può 2022 20: 10
      0
      Sono andati a un'alleanza con i tedeschi, andranno anche a un'alleanza con i polacchi. Il punto qui non riguarda la parte povera della popolazione, che non decide nulla, ma chi li spinge in giro. Non appena saranno d'accordo sul fatto che i ricchi rimarranno ricchi, ci sarà una connessione.
  8. Marzhetsky Online Marzhetsky
    Marzhetsky (Sergey) 6 può 2022 16: 44
    0
    Citazione: Colonnello Kudasov
    È possibile solo una variante dell'alleanza tra Polonia e Ucraina, gli ucraini sotto psheks. È sempre stato così. Sfortunatamente, il popolo di Bandera ne è ben consapevole e non accetterà alcun "sindacato"

    Esattamente. Solo per la salvezza.
  9. Sergey Pavlenko Офлайн Sergey Pavlenko
    Sergey Pavlenko (Sergey Pavlenko) 6 può 2022 16: 53
    0
    Dopo la guerra, quando le mappe furono ridisegnate, 180 stemmi delle regioni occidentali dell'Ucraina furono reinsediati in Polonia... e i discendenti di questi coloni lo ricordano ancora con odio. Ho parlato con loro, una donna ha raccontato di come suo marito fosse convocato ogni giorno dalla polizia polacca e semplicemente picchiato perché era una cresta e non un polacco, sebbene fosse stato trasferito lì con la forza dalle regioni occidentali .... Questo ricordo è ancora vivo ed è improbabile che le creste occidentali siano felici del giogo polacco su di esse .... Ma aspettiamo e vediamo.
  10. gorskova.ir Офлайн gorskova.ir
    gorskova.ir (Irina Gorskova) 6 può 2022 17: 59
    +3
    Alcune osservazioni su .... L'esercito russo NON è "impantanato". Il raggruppamento dell'esercito russo (e non l'intero esercito) ha determinati compiti che svolge. Il fatto che "l'Ucraina possa unirsi" non è un'unificazione, è un tentativo dei comici di vendere il loro paese a buon mercato ai polacchi.
  11. Evdokimov Sergey Yurievich 6 può 2022 20: 50
    +1
    Sono favorevole a dare loro la Volinia e la Galizia, che si occupino degli ucraini, degli ungheresi, ecc. Ma sarebbe meglio consegnarli agli ungheresi, lasciarli combattere tra di loro. Perché abbiamo problemi. Portiamo l'infezione in Russia. Mio zio era dell'Ucraina occidentale, Biden è una bambolina in confronto a lui.
    1. matrimonio Офлайн matrimonio
      matrimonio (Kolya) 6 può 2022 21: 55
      0
      ..e molti sono per te che tu parta per Volyn, o Galizia.., hanno capito perché dobbiamo occuparci di questo, portare l'infezione in Russia? E quando lo risolverai, Sergey Yuryevich, dal momento che, rispetto alla tua famiglia, la famiglia Biden è composta da bambole .., allora non avremo nemmeno paura del ponte di Crimea ...!
  12. matrimonio Офлайн matrimonio
    matrimonio (Kolya) 6 può 2022 21: 47
    0
    ..sarebbe umiliante per Russia e Bielorussia. Nessuno permetterà alla Polonia di farlo in linea di principio, beh, in nessun modo, in nessun caso ci saranno polacchi, dalla parola "assolutamente" ... Un popolo insignificante non è nemmeno degno della sua terra ...
  13. alexey alexeyev_2 Офлайн alexey alexeyev_2
    alexey alexeyev_2 (alexey alekseev) 7 può 2022 06: 31
    +1
    Nuova educazione? Nambre 3. E chi è il terzo? Rzhach dopo un litro? richiesta Qual è il destino di questi popoli Quello che non fanno, le cose non vanno..
  14. Yatva Офлайн Yatva
    Yatva (IO) 7 può 2022 08: 30
    0
    Per prima cosa devi capire di cosa si tratta: "Il Commonwealth" !!! .., e questa non è altro che un'unione di due stati: il Granducato di Lituania (Bielorussia) e il Partito Comunista (Polonia) e l'Ucraina (Rus), oltre a Zhmud (ora "lituania") c'è solo un soggetto - letteralmente - un soggetto !!!... lol

  15. Yatva Офлайн Yatva
    Yatva (IO) 7 può 2022 08: 41
    0
    Citazione: Evdokimov Sergey Yurievich
    Mio zio era dell'Ucraina occidentale, Biden è una bambolina in confronto a lui.

    prepotente Cosa - è ancora più vecchio e più debole!???... lol
  16. 1_2 Офлайн 1_2
    1_2 (Le anatre stanno volando) 7 può 2022 23: 47
    0
    i polacchi hanno già fatto squadra con i tedeschi, ora stanno pulendo i gabinetti per i tedeschi, il paese è in bancarotta con un debito di 370 miliardi, nel 1988 il debito della Polonia era solo di 20 miliardi, così la Polonia "fiorisce" nel UE, lascia che i mendicanti polacchi e i senzatetto non scuotano la barca sulle terre russe della Piccola Russia, che hanno permesso temporaneamente di occupare negli anni '1920, altrimenti la Polonia scomparirà dalla mappa 5 volte!
  17. Andrey Leshchenko Офлайн Andrey Leshchenko
    Andrey Leshchenko (Andrey Leshchenko) 8 può 2022 09: 39
    0
    autore sognatore) sa di jeans)