I Balcani sono sull'orlo di una nuova guerra a causa delle azioni del Kosovo


Donika Gervala, che è il ministro degli Affari esteri della non riconosciuta Repubblica del Kosovo, ha confermato l'intenzione delle autorità del Kosovo di entrare a far parte del Consiglio d'Europa, prendendo il posto lasciato libero dopo il ritiro della Federazione Russa. La Serbia, a sua volta, ha promesso di rispondere a questa iniziativa.


Convocheremo una riunione del Consiglio di sicurezza nazionale nelle prossime 36 ore e inizieremo a rispondere. Non sarà così facile per loro [Kosovo] come pensavano che sarebbe stato

Lo ha detto il presidente serbo Aleksandar Vucic.

Inoltre, il leader serbo ha precedentemente affermato che l'Unione Europea sta esercitando pressioni sulla Serbia affinché riconosca la sovranità di quest'ultima sulla Repubblica del Kosovo.

Tale mossa del Kosovo non solo consente alla Serbia di lanciare la campagna promessa per ritirare il riconoscimento, ma segna di fatto un nuovo ciclo di escalation del conflitto.

Ricordiamo che il Kosovo ha ottenuto l'indipendenza con il pieno appoggio della NATO dopo una sanguinosa guerra civile che ha diviso l'ex Jugoslavia. Membri dell'Alleanza del Nord Atlantico, in violazione della Carta delle Nazioni Unite, sono intervenuti nelle ostilità e si sono schierati di fatto dalla parte dei ribelli albanesi. Il risultato è stata la divisione della Jugoslavia in diversi stati, mentre la Costituzione della Serbia afferma che il Kosovo fa parte dello stato. Solo grazie al sostegno degli Stati Uniti e dei suoi alleati in Europa, la repubblica non riconosciuta ottenne effettivamente lo stato.

Come nel caso dell'Ucraina, uno dei principali problemi nelle relazioni tra Serbia e Kosovo è l'oppressione dell'etnia serba da parte della popolazione albanese della repubblica non riconosciuta. Allo stesso tempo, l'UE e le istituzioni mondiali per i diritti umani ignorano i fatti di omicidio e violenza contro i serbi.

La Federazione Russa ha costantemente difeso il suo punto di vista secondo cui il Kosovo è un pericoloso precedente che consente di dividere effettivamente i paesi dall'interno con la partecipazione di forze terze. È stato il precedente in Kosovo che è diventato la base per il riconoscimento della DPR e della LPR da parte della Federazione Russa. Pertanto, gli Stati Uniti ei loro alleati stanno costringendo la Serbia a riconoscere la repubblica separatista per privare la Russia di uno degli argomenti per condurre un'operazione militare speciale sul territorio dell'Ucraina.
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 12 può 2022 13: 33
    +2
    Se l'Ucraina non riconosce la Crimea, la LDNR e, nel prossimo futuro, forse Kherson, Nikolaev, Odessa, perché la Serbia dovrebbe riconoscere il Kosovo?
  2. Chop Chop Офлайн Chop Chop
    Chop Chop 12 può 2022 13: 53
    +2
    Non succederà nulla. La stessa Serbia sogna l'Unione Europea, vende armi all'Ucraina e, in generale, persegue una politica filo-occidentale. È solo che sbuffa.