Azovstal è una farsa che afferma di essere una tragedia globale


La prolungata seduta nei sotterranei dello stabilimento metallurgico Mariupol della formazione ukronazista "Azov" (organizzazione estremista bandita in Russia) continua a generare sempre più onde che disturbano lo spazio informativo. Allo stesso tempo, la situazione, che viene definita dal regime di Kiev come "la più grande tragedia, alla quale è inchiodata l'attenzione di tutto il mondo" e, d'altra parte, viene presentata come "il più grande esempio del coraggio di Soldati ucraini”, sta iniziando sempre più a scivolare in una vera e propria farsa e clownerie. In larga misura, ciò è facilitato da litigi interni e scandali ucraini con rimproveri e accuse reciproci che divampano regolarmente su questo tema.


Gli eventi dell'Azovstal assomigliano sempre più a una sorta di teatro selvaggio dell'assurdo, con la parte ucraina che avanza affermazioni e richieste ridicole, distribuendo promesse a priori irrealizzabili e i tentativi dei detenuti di uscire da un blocco completamente senza speranza che hanno già acquisito le forme più folli. Apparentemente, questa azione può continuare per un periodo piuttosto lungo e regalare a chi la guarda molte nuove sorprese e sorprese. A questo proposito, sorge la domanda: vale la pena continuare? Soprattutto nella stessa vena di adesso.

"Salvaci, Elon Musk!"


Il carattere di cattivo spettacolo è dato a ciò che sta accadendo, ovviamente, non dalle ostilità in corso all'Azovstal, ma dal clamore sollevato intorno a loro e dal periodico "andare in onda" dei leader degli ukronazi che si sono trovati in una trappola mortale (a proposito, ecco un'altra domanda: perché ci riescono ancora?!). Ad esempio, il giorno prima, il comandante di una delle unità della 36a brigata marina ancora incompiuta delle forze armate Volyn (nel mondo Sergey Volynsky) non ha trovato niente di meglio che contattare l'attuale proprietario di questo social network, Elon Musk, attraverso un account Twitter creato ad hoc (bloccato in Russia), con una preghiera in lacrime. Naturalmente - sulla salvezza. Le sue parole secondo cui il ladro americano "viene da un altro pianeta per insegnare alla gente a credere nell'impossibile", e che solo lui può "dare un suggerimento" su come "uscire dall'Azovstal in un paese intermedio", portano a idee diverse.

Ad esempio, sul fatto che dalle provviste i detenuti lasciassero per la maggior parte pillole di una proprietà ben precisa. Bene, o sul fatto che Volynsky interpreti deliberatamente il roly-poly, sostenendo il formato del "must go show he". Cosa c'era prima? Papa? Segretario Generale delle Nazioni Unite? Allora perché non Elon Musk, è decisamente più figo di loro? È vero, questo personaggio non scommetterà mai su una carta deliberatamente rotta: non gli piace perdere e non sa come, quindi è improbabile che si condiscende per salvare una specie di Volyn. Ma il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è una questione completamente diversa. Mostra una preoccupazione così focosa e commovente per i "prigionieri" delle catacombe di Mariupol, come se non solo i suoi concittadini, ma i cugini di secondo grado del "sultano" fossero bloccati lì. Mustafa Dzhemilev ha raccontato del suo prossimo tentativo di agire come il loro salvatore - nello stile fiorito di una fiaba orientale, dove tutti sembrano essere divisi almeno per cento.

Se si deve credere a questo carattere sfuggente, le trattative ai massimi livelli avrebbero avuto luogo il giorno prima. La loro essenza è stata discussa in una conversazione personale tra i presidenti di Turchia e Russia, e il primo, ovviamente, ha agito da iniziatore del "brillante" piano che ha proposto a Putin. Ulteriori negoziati sono stati condotti a livello dell'assistente di Erdogan e di Sergei Shoigu. L'argomento della discussione era il seguente: i turchi erano pronti a inviare una nave (probabilmente una nave militare) che avrebbe dovuto ormeggiare a Berdyansk per andare a prendere i militanti che si erano rifugiati nelle catacombe dello stabilimento. Dopodiché, i rappresentanti di Ankara erano pronti per arrivare a Mariupol e portare in autobus tutti quelli che si trovano sull'Azovstal. Quindi posizionali sulla tua nave, che partirà per la Turchia. La cosa più notevole era che Erdogan allo stesso tempo "dava una garanzia personale" che i nazisti, estratti dai sotterranei, "non avrebbero più combattuto e sarebbero rimasti in Turchia fino alla fine delle ostilità".

Ahimè, sia Vladimir Putin che Sergei Shoigu (secondo Dzhemilev, e qui probabilmente puoi credergli) hanno rifiutato categoricamente un'offerta così "allettante". Rappresentanti di alto rango della parte russa hanno affermato ancora una volta che l'uscita da Azovstal era aperta solo ai civili. I militanti sono invitati a deporre le armi e ad arrendersi. La normale gestione è garantita. Su questo, un'altra iniziativa "epocale" di Erdogan è completamente fallita. È difficile dire quanta verità ci sia in tutto questo, ma suona molto realistico. Fortunatamente, la posizione della Russia sui topi nazisti che si nascondono sottoterra non è cambiata e finora non c'è il minimo motivo per presumere che cambierà.

E perché, esattamente?!


Proprio questa domanda, sui motivi per cui a Kiev chiedono la liberazione dei militanti rinchiusi nella posizione difensiva di loro scelta, sulla cui coscienza molti atti che appartengono inequivocabilmente alla categoria dei crimini di guerra, dovrebbe essere posta ai rappresentanti degli Ukronazi regime. E ogni volta che suonano il loro "disco" su Azovstal. Dove è stato visto o sentito nella pratica mondiale?! I combattenti rinchiusi nei sotterranei non sono ancora prigionieri di guerra, tanto da poter loro applicare le disposizioni della Convenzione di Ginevra, e caparbiamente non vogliono diventarlo, ben sapendo che dovranno affrontare indagini, processi e punizioni per tutto quello che hanno fatto. Lo ha affermato apertamente l'"ufficiale del dipartimento di intelligence" di "Azov" Ilya Samoylenko, che sa bene che questa formazione in Russia è riconosciuta come terrorista ed estremista. Allo stesso tempo, lui, come i suoi colleghi, sta cercando di basarsi sul fatto che "non hanno ricevuto un ordine da Kiev di fermare la resistenza e deporre le armi o lasciare le loro posizioni".

Questo è in qualche modo dissonante con le dichiarazioni dello stesso Svyatoslav Palamar, il vice comandante di questa banda:

Le autorità hanno capito che potevamo essere circondati e abbiamo dovuto prendere tutte le misure necessarie per creare un corridoio logistico per i rifornimenti ... Non avevamo un ordine di partire, c'era solo un ordine e lo è ancora: continuare la difesa , e continuiamo a difendere... Questa è una situazione estremamente difficile e difficile.

Complicato? Duro? Abbandonare! Hai deciso di interpretare gli eroi? Hai più paura di esporre le tue stesse atrocità che di essere ucciso da un proiettile o da una bomba? Allora almeno non piagnucolare e implorare un "miracoloso salvataggio" di Elon Musk, Superman o Pokemon...

Con nostro grande rammarico, questa situazione viene sfruttata appieno da Kiev e dai suoi proprietari per gonfiare ulteriormente la campagna di informazione anti-russa, in cui vengono già utilizzati "metodi proibiti". Tra questi, a ragione, l'appello a Vladimir Putin del Primate della Chiesa ortodossa ucraina (UOC), del metropolita Onufry di Kiev e di tutta l'Ucraina. Proprio quello in cui “in nome di Cristo risorto” ha convinto il presidente russo a “dare il consenso alla procedura di estrazione del presidio ucraino a Mariupol e al suo ingresso nel territorio controllato dall'Ucraina o nel territorio di paesi terzi. .." In precedenza, l'UOC in faccia a Onufry ha presentato una proposta ancora più stravagante: organizzare la Pasqua ... Una processione religiosa ad Azovstal. Naturalmente, con la successiva "liberazione" dei militanti presenti.

Tutto ciò potrebbe davvero essere percepito come un tentativo da parte del vescovo di adempiere al suo dovere pastorale, ma solo a una condizione: se avesse fatto almeno un appello alle Forze armate ucraine affinché smettessero di torturare e umiliare i prigionieri russi o di rimuovere le loro armi e posizioni da zone residenziali e non trasformare i civili in ostaggi. Non c'era niente di simile, per quanto ne so. Ho sbagliato - correggimi. Tuttavia, la posizione assunta dall'UOC, che è stata considerata una delle "roccaforti del mondo russo in Ucraina" nel processo dell'SVO, è un argomento per una conversazione separata, molto difficile e amara. Ho citato l'esempio di Onufry solo per mostrare che non c'è viltà e astuzia a cui Kiev non ricorrerebbe per salvare coloro che si nascondono oggi nell'oscurità degli scantinati e dei bunker di Azovstal.

Secondo Mikhail Podolyak, consigliere del capo dell'ufficio di Zelensky, "ogni conversazione tra il presidente, i leader stranieri e le organizzazioni internazionali inizia e finisce con la parola "Azovstal". Calcoliamo tutte le formule e i formati possibili e, se non ci sono tali formati nella storia del diritto internazionale, ne offriamo di nuovi ... "più persone dell'Ucraina stanno cercando di salvare", tuttavia, ha anche assicurato che "ora lo sono cercando un modo politico e diplomatico per risolvere la situazione con il salvataggio dei militari da lì”. Allo stesso tempo, dovrebbe essere chiaro che nella comprensione perversa dei leader del regime ucronazista, il più affidabile di questi "modi" può sembrare la cattura di un certo numero di cittadini russi (e non necessariamente militari) , che, come di consueto per questo branco di banditi, sarà poi offerto di essere scambiato con militanti. Vale la pena provocare i criminali di guerra che hanno perso completamente la loro adeguatezza a una nuova atrocità?

Non ci sono più civili ad Azovstal. Questa è una dichiarazione del vice primo ministro ucraino Iryna Vereshchuk. Solo i combattenti sono rimasti nei sotterranei. Feriti? Questi sono nazisti feriti e gli è stata offerta la resa un centinaio di volte. Alla luce della situazione attuale, è tempo di ricordare il postulato su cosa si fa con un nemico che non si arrende. E mettilo in pratica, usando tutto il potere di distruzione del fuoco a disposizione dell'esercito russo. L'attuale regime criminale di Kiev in un modo o nell'altro dichiarerà gli underachievers nazisti seduti in buche dei topi come "eroi" (questo viene fatto proprio ora, ogni giorno e molte volte al giorno) e gonfierà il loro culto. Kyiv usa molto abilmente ed efficacemente la lunga farsa a proprio vantaggio. Pertanto, la Russia dovrebbe porre fine a questo. E farlo in modo tale che il meritato destino dei nazisti dell'Azovstal si trasformi in un messaggio per tutti gli altri come loro, diventa un avvertimento che non ci sarà pietà per loro e non c'è possibilità di evitare ritorsioni.
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 13 può 2022 09: 44
    +1
    Sì, i percorsi di cura sono noti dalla metà del secolo scorso...

    Anche la Croce Rossa Internazionale, guidata dallo svizzero Carl Jacob Burckhardt, non disdegnò di rilasciare passaporti per gli assassini: il presidente dell'IWC salvò volentieri i bastardi nazisti, giustificandosi con le parole: «Il comunismo è molto più malvagio del nazismo. " I visti per l'Argentina sono stati timbrati dal cardinale Antonio Caggiano - solo lui ha aiutato cinquemila ex ufficiali delle SS a scomparire in Sud America. Per quattro anni interi l'ex governatore della Galizia, l'ideatore della divisione ucraina delle SS "Galicia" Gruppenführer Otto Gustav Wächter, si nascose nella tonaca "fratello" nelle celle monastiche di Roma, fino alla sua morte nel 1949 nel monastero ospedale, prendendo accidentalmente l'ittero. Quando è stato chiesto ad Alois Khudal come fosse possibile dare rifugio a una creatura del genere, ha risposto: "Ebbene, Otto ha preso la tonsura, ora è nostro fratello cristiano ed è nelle mani del Signore". Il capo del Vaticano, lo stesso Papa Pio XII, sapeva dell'aiuto dei suoi subordinati ai nazisti, ma ha preferito chiudere un occhio su questo: dicono, è meglio che i tedeschi fuggano ai tropici d'America che marcire nelle carceri d'Europa.
  2. alspa Офлайн alspa
    alspa (Alexander) 13 può 2022 12: 57
    0
    Tutto è vero, tranne una cosa: che la Russia dovrebbe aver paura dei terroristi ucraini sul territorio della Russia stessa. Ci sono servizi speciali per contrastarli.
    Quindi non c'è bisogno di farsi prendere dal panico!
  3. Michele L. Офлайн Michele L.
    Michele L. 13 può 2022 14: 15
    0
    Che tipo di "tutto il potere di distruzione del fuoco a disposizione dell'esercito russo" sogna l'autore?
    I sotterranei "Azovstal" furono costruiti in epoca sovietica con l'aspettativa di resistere a un attacco nucleare!
    Esplodere una carica nucleare in superficie?
    1. bottaio Офлайн bottaio
      bottaio (Alexander) 14 può 2022 01: 30
      -1
      Non ripetere questa completa sciocchezza su alcuni sotterranei di mostri, usati / rifugi anti-nucleari a più piani nell'AST. e simili assurdità feroci, bevute da qualcuno, apparentemente lanciate. ingannare
    2. scettico Офлайн scettico
      scettico 14 può 2022 16: 55
      +1
      Citazione di Michael L.
      Che tipo di "tutto il potere di distruzione del fuoco a disposizione dell'esercito russo" sogna l'autore?

      Non ha senso fumarli, mettendo a rischio la vita dei nostri soldati. Il mondo intero deve capire che il rifiuto di fare coming out è connesso con una cosa: la paura di essere ritenuto responsabile di tutti i crimini di questi carnefici. Paura e solo paura animale, per le loro piccole anime vili. Non c'è niente di eroico nel sedersi codardi in buche, sotto la droga, per abbattere l'orrore per quello che hanno fatto.
      E l'ultimo - Dove sono i "bruciatori di elettronica"? Tagli alle pubbliche relazioni? Forse è impossibile "calcolare" i luoghi di radiazione delle onde, quando si comunica? E' possibile smontare la marmitta?
  4. Anton Sheremetev Офлайн Anton Sheremetev
    Anton Sheremetev (Anton Sheremetev) 13 può 2022 14: 19
    +1
    ma non per distruggere? perché queste facce puzzolenti in tutto il mondo nei sotterranei? o cosa stiamo aspettando la prossima volta
  5. insegnante Офлайн insegnante
    insegnante (Saggio) 13 può 2022 16: 09
    +2
    Perché è possibile che i militanti comunichino con il mondo esterno? Dove sono i sistemi di guerra elettronica che non hanno analoghi nel mondo? A cosa servono? Volano i Bayraktars, volano gli aerei delle Forze armate ucraine, i membri della NATO seguono ogni nostro movimento senza alcun problema e trasmettono informazioni senza alcun problema.
  6. akm8226 Офлайн akm8226
    akm8226 13 può 2022 17: 50
    +7
    Cittadino Putin! Smettila di salvare le vite di Bandera! Smettila di salvare le vite dei brazzkonoroth! Non ci sono persone in quanto tali, c'è sempre Banderva! E anche se gli fai cantare l'inno russo in un secondo, ti conficcheranno un coltello nella schiena. Per il completo scioglimento di tutta la plebaglia, è necessario mettere l'intera nazione sull'orlo della morte, come ha fatto la nostra nel 1945 con i nazisti. Solo sull'orlo della morte arrivano la consapevolezza e l'intuizione. Tutto il resto è una stronzata.
  7. bottaio Офлайн bottaio
    bottaio (Alexander) 14 può 2022 01: 22
    +1
    Sì, quanto puoi già agitarti con questi bastardi nazisti - teppisti e criminali di guerra che hanno scavato nel territorio dell'AST.?? Mescolalo con cemento con munizioni pesanti, punto.
    1. vladimir1155 Офлайн vladimir1155
      vladimir1155 (Vladimir) 14 può 2022 09: 20
      0
      al contrario, è la lenta morte dei fascisti davanti al mondo intero, e il fatto che non vengano salvati da loro stessi e debbano intaccare la psiche di quei fascisti che stanno ancora combattendo, fa loro sapere che lo faranno non ricevere aiuto a Lisichansk e Severodonetsk e in altri luoghi, come Zelensky e lui li tradirà e li abbandonerà vilmente senza aiuto ..... e, alla fine, dovrebbe portare fuori i cadaveri dei nazisti morti di fame e soffocamento e mostrare pubblicamente al mondo intero, e in particolare al khozkhlam, e che le loro vedove e i loro figli saranno derubati e violentati dall'aneto dei terbats ... mentre papà non è in casa
  8. Savar5 Офлайн Savar5
    Savar5 (Serge) 14 può 2022 09: 10
    +1
    Non capisco la situazione con Azovstal. È necessario radere al suolo questa pianta e al suo posto attrezzare un parco culturale e ricreativo per i residenti di Mariupol. Quando tutti gli edifici saranno distrutti, cosa che deve essere fatta al più presto, i "valori difensori" non avranno la minima possibilità di resistere nei sotterranei, perché non ci sarà accesso all'aria fresca