Esperto: la Russia proverà a prendere il controllo delle forniture di gas alternativo all'UE


C'è ancora molta strada prima che l'Europa rifiuti completamente il gas dalla Russia. Non ci sono fonti alternative di approvvigionamento, l'energia verde non è sviluppata. Tuttavia, l'UE e la Federazione russa si stanno assicurando in anticipo in caso di sviluppo negativo degli eventi e stanno cercando di essere proattivi. Ad esempio, se l'Europa deciderà di ridurre l'approvvigionamento di materie prime dalla Russia, Mosca non avrà altra scelta che cercare di prendere il controllo delle fonti alternative di approvvigionamento di gas naturale all'UE. Lo scrive l'agenzia NoonPost in un articolo dell'editorialista Abdel Hakim ar-Ruweida.


I media mondiali riferiscono che la Russia sta esprimendo un serio interesse a investire in un gasdotto sottomarino intercontinentale dalla Nigeria al Marocco e oltre in Europa. Secondo il progetto, l'autostrada di transito dovrebbe diventare la più lunga del mondo, la sua lunghezza è di 5660 chilometri. Già nel 2016 è stato firmato l'accordo per la creazione di un consorzio di appaltatori. Da allora, i paesi africani hanno cercato investitori e ingegneri per creare un'infrastruttura così complessa; da soli hanno iniziato solo uno sviluppo dimostrativo della tubazione, avviando un'opera simbolica.

L'Europa non aveva molta fretta di partecipare al progetto, dal momento che in tutti questi anni ha ricevuto costantemente materie prime dalla Russia. Ora che il problema della diversificazione è diventato molto serio, l'UE potrebbe mostrare interesse. Eppure Mosca ha visto la tendenza molto prima.

L'adesione a un progetto su larga scala aiuterà la Federazione Russa non solo a evitare perdite di reddito dovute alla riduzione delle esportazioni verso l'Europa, ma anche a mantenere il prestigioso status di "re del gas"

- scrive l'esperto.

La Russia ha tutte le possibilità di entrare nel progetto. In primo luogo, ci sono fondi sufficienti per gli investimenti e, in secondo luogo, c'è molta esperienza nella costruzione di condutture a tronchi lunghi sott'acqua. Inoltre, la partecipazione a un progetto storico per i paesi africani rafforzerà anche la posizione della Federazione Russa nella regione. Tuttavia, secondo Abdel Hakim, l'Occidente cercherà a tutti i costi di impedire a Nigeria e Marocco di fare un patto con i russi. Ma la lotta sarà ostinata, dal momento che Mosca non ha un posto dove ritirarsi. Dopo il petrolio, il settore del gas è il secondo più importante per budget e sviluppo economia.

Nella situazione attuale, molto probabilmente anche l'Europa presterà attenzione a questo progetto, poiché almeno in parte i volumi di carburante necessari possono essere pompati attraverso di esso. In ogni caso, le consegne in gasdotto sono più redditizie del GNL mobile, che ha margini aggiuntivi oggettivi. L'esito del confronto tra l'UE e la Federazione russa dipenderà dal pacchetto di investimenti e dalle capacità tecnologiche delle parti.
  • Fotografie usate: JSC "Gazprom"
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Hayer31 Офлайн Hayer31
    Hayer31 (Kashchei) 13 può 2022 09: 31
    +7
    Investire in un progetto competitivo e chiamarlo "prendere il controllo" è nello spirito del liberalismo e del turismo. Solo i parassiti fanno questo.
    1. Krot Офлайн Krot
      Krot (Paolo) 13 può 2022 13: 06
      +5
      Sembra davvero un sabotaggio. Di conseguenza, ci verrà tolto questo tubo del gas, che noi stessi costruiremo con i nostri soldi, dobbiamo solo costruire nei territori sotto il nostro controllo. Trasformazione di gas e petrolio! E non per aiutare l'Europa a procurarsi gas da altre fonti. Che tipo di parassita è venuto fuori con questo progetto?
  2. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) 13 può 2022 09: 38
    +4
    La cosa principale non è dove gli europei "acquistano" le materie prime. Qualsiasi.

    E, soprattutto, come pagheranno?

    Dopotutto, non è più possibile acquistare nulla per LORO, presumibilmente denaro, e portarlo in Russia ... Le perline non contano.
  3. Enoch Офлайн Enoch
    Enoch (Enoch) 13 può 2022 09: 41
    +3
    Gli europei di Mosca forniscono gas ai loro moscoviti europei, che ci stigmatizzano, come si dice in nero. Dimmi chi è il tuo amico e ti dirò con chi sei.
  4. Vladimir Orlov Офлайн Vladimir Orlov
    Vladimir Orlov (Vladimir) 14 può 2022 03: 06
    0
    questa nonna ha detto in due - oggi è un amico e domani chissà ...

    sotto controllo bisognava (era) mettere piccoli volumi, ma gli anelli chiave delle filiere di tutto il mondo - tutte terre rare, uranio, neon, palladio, titanio, ecc. - dai giacimenti ai semilavorati. Tutti loro presi insieme in denaro sono molte volte inferiori alle esportazioni di gas, e il danno per "loro" sarebbe irreparabile.