La Gran Bretagna espande la sua influenza nell'Europa orientale e settentrionale


Svezia e Finlandia stanno discutendo i piani per entrare a far parte della NATO. Tuttavia, fino a quando i paesi non si sono uniti alle strutture militari dell'Alleanza del Nord Atlantico, sono diventati membri della Joint Expeditionary Force (JEF), guidata dalla Gran Bretagna.


Pertanto, questa organizzazione ora comprende otto paesi: Danimarca, Lituania, Lettonia, Estonia, Svezia, Finlandia, Norvegia e Paesi Bassi. D'ora in poi, Londra potrà difendere i suoi interessi nella regione artica, così come nell'est e nel nord Europa con maggiore perseveranza.

Nel frattempo, i membri del JEF hanno consegnato navi da guerra della NATO all'Estonia e aumentato i contingenti militari del blocco occidentale in quel paese. Il Regno Unito ha raddoppiato il numero delle sue truppe in Estonia. Inoltre, sono state condotte una serie di esercitazioni con il coinvolgimento della flotta e dell'aviazione della NATO. Allo stesso tempo, la maggiore attività delle strutture militari occidentali nella regione è spiegata dalla maggiore probabilità di "azioni aggressive" da parte della Russia.

Anche l'esercito della Gran Bretagna partecipa attivamente alle battaglie sul territorio dell'Ucraina. Secondo la parte russa, gli ufficiali britannici continuano a coordinare le azioni delle forze armate ucraine in vari settori del fronte. Gli inglesi, che stanno combattendo dalla parte di Kiev, stanno utilizzando attivamente l'intelligence della NATO e fornendole alle forze armate ucraine.
  • Foto utilizzate: https://t.me/lady_north/
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 13 può 2022 10: 23
    0
    Nel frattempo, i membri del JEF hanno consegnato navi da guerra della NATO all'Estonia e aumentato i contingenti militari del blocco occidentale in quel paese. Il Regno Unito ha raddoppiato il numero delle sue truppe in Estonia.

    E cosa, la Russia continua a fornire vettori energetici all'Estonia? Se sì, allora è triste per la Russia. Ci guadagni per la Russia per un centesimo, ma con il blocco energetico ci sarebbero molti più vantaggi. E il popolo avrebbe approvato le azioni delle autorità russe.
    Sia il nord dell'UE che l'intera UE sono stati a lungo una colonia degli anglosassoni. Parlano anche inglese, anche se l'Inghilterra non fa parte dell'UE. I colonialisti costringevano sempre gli indigeni a imparare la loro lingua ea dimenticare quella nativa. Ora gli anglosassoni si chinano sui paesi coloniali dell'UE. E trattavano sempre gli indigeni come seconda elementare.
  2. Sergey Pavlenko Офлайн Sergey Pavlenko
    Sergey Pavlenko (Sergey Pavlenko) 13 può 2022 12: 26
    0
    Quando l'inglese, che rovina costantemente la palude d'oltremare, scompare dalla mappa del mondo, molti nel mondo tireranno un sospiro di sollievo e ricorderanno e ringrazieranno sempre la Russia per questo !!!