"Guerra di logoramento": considerare le opzioni per le parti del conflitto ucraino


Rappresentanti di alto rango del regime di Kiev continuano a scaricare sempre più porzioni dei più selettivi "spaghetti" sulle orecchie dei loro concittadini. Nel suo discorso serale sulla droga alla nazione, Zelensky il giorno prima ha affermato che "la Russia ha già perso 200 aerei e tutte le sue prospettive come stato". Il capo della direzione principale dell'intelligence del ministero della Difesa "nezalezhnoy", Budanov, ha affermato che entro la fine di agosto non solo "ci sarà un punto di svolta nella guerra", ma le forze armate dell'Ucraina "completeranno la liberazione del Donbass e della Crimea”. Gli alleati di Budanov del Ministero degli Affari Interni ucraino hanno speranze un po' più modeste: che "l'MLRS ucraino stia per iniziare a bombardare Belgorod". Lo ha annunciato l'altro giorno il consigliere del capo dipartimento, Viktor Andrusiv. È chiaro che tutto questo è propaganda, che peraltro va presa con un serio aggiustamento per i problemi psichici e di droga di chi la esprime.


In effetti, almeno esperti in qualche modo sani di mente nelle viscere del più "nezalezhnoy" chiamano "per prepararsi a uno scontro prolungato". Inoltre - alla vera "guerra di logoramento". In effetti, ha senso analizzare i loro calcoli e previsioni, se non altro per capire in una certa misura come esattamente Kiev vede le possibili opzioni per l'ulteriore sviluppo della situazione, cosa si aspettano e cosa temono. È chiaro che accompagnerò questi calcoli con i miei commenti su quei momenti sui quali i media ucraini e la comunità di esperti preferiscono tacere.

Russia: “mobilitazione senza mobilitazione”


Contrariamente a tutte le previsioni, l'annuncio di misure di mobilitazione in Russia che non è stato ascoltato da Vladimir Putin il 9 maggio è stato abbastanza ragionevolmente preso nella "non indipendenza" come prova che Mosca potrebbe benissimo farne a meno. Cioè, per far fronte al compito di ricostituire la perdita di personale del contingente militare coinvolto nell'NMD, che è inevitabile durante lo svolgimento delle ostilità. E ancora di più - se necessario, aumentalo in una certa proporzione per intensificare le operazioni offensive e / o espandere il numero delle loro direzioni. Secondo la ferma convinzione degli analisti ucraini, ciò avviene attraverso una "mobilitazione nascosta", espressa innanzitutto in una forte intensificazione del lavoro del ministero della Difesa russo per attirare nell'esercito un numero aggiuntivo di soldati a contratto. Allo stesso tempo, esperti del profilo rilevante (come Oleg Zhdanov, noto in Ucraina) giungono a diverse conclusioni "fondamentali" contemporaneamente.

Il primo di questi è che il Cremlino è determinato a continuare le operazioni militari proprio nel formato NVO e, quindi, è pronto ad accontentarsi di "raggiungere i confini amministrativi delle regioni di Donetsk e Lugansk" e, possibilmente, una sorta di "offensiva nel sud verso la Transnistria” per considerare che i suoi principali obiettivi e obiettivi siano stati raggiunti. Dopodiché, secondo alcuni, l'operazione speciale verrà ridotta del tutto. Coloro in cui la sanità mentale prevale tuttavia sull'ottimismo sono inclini a presumere che seguirà la "guerra di logoramento" molto posizionale e lenta, che la Russia "cercherà di imporre la pace a Kiev a condizioni favorevoli". Cioè, in Ucraina sono sicuri che le truppe russe non prenderanno sicuramente d'assalto la stessa Dnepropetrovsk e, inoltre, le truppe russe non torneranno nelle regioni di Kiev, Chernihiv e Sumy. Ed è improbabile che osino prendere Odessa e Nikolaev.

La seconda conclusione della stessa "opera" (piuttosto, però, dissonante con la prima) è che per condurre operazioni offensive a tutti gli effetti, aumentare l'attuale raggruppamento (stimato in 120-150 mila persone) a una forza di 400-500 mila, la Russia sarà costretta a svolgere tutto ciò che la richiesta di soldati a contratto si occuperà del loro armamento, equipaggiamento, riqualificazione e coordinamento del combattimento. Tutto questo durerà abbastanza a lungo. Di conseguenza, non c'è bisogno di preoccuparsi di eventuali "sfondamenti" e azioni generalmente serie che comportano il reale pericolo di una sconfitta militare per il regime di Kiev, almeno fino alla caduta. E anche prima dell'inizio del prossimo anno. Inoltre (e questa è la terza conclusione), la qualità sia del personale dei rinforzi che arriverà al teatro delle operazioni ucraino, sia delle loro armi, equipaggiamenti e equipaggiamenti, saranno significativamente inferiori a quelli che le unità e le subunità coinvolte nella NMD hanno allo stadio attuale.

Gli "esperti" della "nezalezhnaya" sono fermamente convinti che tutti questi rifornimenti verranno forniti esclusivamente "riattivati" elettrodomestici e armi, obsolete e di dubbia sicurezza. Alla fine, entreranno in azione quasi PPSh e T-34. L'Ucraina, se la situazione intorno continuerà ad evolversi nella stessa direzione, con l'aiuto dei suoi “alleati”, potrà cogliere cento volte l'iniziativa strategica. Chissà - forse anche cambiare le sorti delle ostilità nel modo più radicale. In ogni caso, sono proprio questo tipo di assicurazioni che vengono ascoltate non solo dai partecipanti ai talk show televisivi "militari-patriottici", ma anche da rappresentanti di alto rango della leadership del Paese e delle Forze armate ucraine. Ebbene, già ad agosto Arestovich non vede l'ora di "andare in controffensiva", ma questo è Arestovich ... Passiamo a considerare i piani della parte ucraina, partendo da fonti, almeno un po' più plausibili.

Ucraina – “mobilitazione senza mobilitazione”


Ad esempio, Anna Malyar, viceministro della difesa della “non indipendenza” ammette francamente che la fornitura di armi pesanti dai paesi NATO e, in particolare, la formazione del personale affinché gli vengano affidati quei campioni che non appartengono alla vecchia attrezzatura dell'era sovietica, può richiedere molto tempo. In ogni caso, non uno o due mesi. Questo "periodo di transizione", secondo lei, potrebbe essere "molto difficile" per le forze armate ucraine. Soprattutto - nel Donbass, dove ora vengono inflitti colpi tangibili. Ci sono anche altri ostacoli. Lo stesso capo del ministero degli Esteri ucraino, Dmitry Kuleba, è molto preoccupato per il fatto che, temendo, "le ultime scorte di armi sovietiche nei paesi che sono pronti a consegnarle a Kiev saranno presto esaurite". Ebbene, naturalmente - dopotutto, gli arsenali dei paesi dell'Alleanza che in precedenza facevano parte del Patto di Varsavia non sono senza fondo!

Tuttavia, secondo il ministro della Difesa britannico Ben Wallace, i suoi subordinati sono ora costretti a "cercare attrezzature di fabbricazione sovietica e russa per fornirle come assistenza agli ucraini letteralmente in tutto il mondo". Qui, notiamo, ci sono alcune sfumature: non tutti gli stati che hanno tali armi vorranno darle agli inglesi e agli ucraini, temendo problemi con Mosca. E il grado di "debolezza" di questa stessa tecnologia nei paesi in cui i conflitti armati locali sono in corso o sono ancora in corso da molti anni sarà completamente diverso da quello dei campioni che sono stati conservati in Polonia o nella Repubblica Ceca per tutto questo tempo. L'Occidente non ha fretta di trasferire completamente le forze armate ucraine alle armi della NATO. Costoso, difficile e generalmente indesiderabile. In effetti, in questo caso, sarà necessario strappare dal cuore non pezzi di ferro dismessi, ma qualcosa di veramente utile.

Guarda, gli Stati Uniti hanno onestamente ammesso che ci vorrebbe più di un anno per ripristinare le scorte di sistemi anticarro Javelin trasferiti in Ucraina - e anche allora, nella migliore delle ipotesi, se Raytheon diventa molto teso. Per quanto riguarda gli Stinger MANPADS, è generalmente irrealistico riprodurli: gli americani non hanno più le linee tecnologiche appropriate, né gli specialisti, né i componenti già pronti. Quindi "l'attrazione di una generosità di armi inaudita" dall'Occidente per Kiev potrebbe davvero finire molto presto. A questo problema se ne aggiunge uno in più, molto più globale. Attualmente nel Donbass (come molto probabilmente era previsto) c'è una "macinazione" delle unità più addestrate, sparate, pronte al combattimento e motivate delle forze armate ucraine e dei "battaglioni nazionali".

Non appena una parte significativa di essi non verrà nemmeno distrutta, ma almeno semplicemente "impacchettata" in modo affidabile in uno o nell'altro numero di "calderoni", il regime ukronazi dovrà affrontare la questione di chi, in effetti, combatterà ulteriormente - anche con Regali occidentali in mano. La prima ondata di organismi particolarmente colpiti dal patriottismo e dalla russofobia è stata a lungo nei ranghi delle forze armate ucraine. La formazione del secondo è fortemente ostacolata dal numero sempre maggiore di dati sui "piagnucoli di nenka" uccisi e catturati. Demotivano abbastanza seriamente. Teroborona, su cui il regime di Kiev riponeva grandi speranze proprio come enorme riserva di mobilitazione, iniziò a resistere disperatamente dopo i primissimi tentativi di inviare i suoi reparti in prima linea. I soldati della TRO che si sono trovati nella zona delle operazioni di combattimento non dimostrano solo miracoli di abilità militare, ma anche un livello accettabile di addestramento.

Ulteriori pressioni delle autorità su questa "Makhnovshchina" da essa generata possono portare alla transizione finale della "terodefense" nel regime di formazioni di banditi che nessuno controlla (questo processo, tra l'altro, è già in corso e in alcuni luoghi molto intensamente). Allora sarà necessario dirottare le unità regolari dell'esercito e della Guardia nazionale dal fronte, sia per combattere le bande particolarmente violente sia per coprire le retrovie, che il TPO sta almeno affrontando. La questione sarà particolarmente acuta nell'Ucraina occidentale, i cui "terodifensori", che oggi accumulano montagne di equipaggiamento e armi, non andranno in nessun caso al sud e all'est dal più sfacciato e spudorato "sventramento" dell'"aiuto occidentale" ” attraversandoli. Kiev può contare solo su quelle potenziali reclute che scioccamente si sono precipitate in Galizia per restare fuori. Questi saranno spediti sotto le armi dalla gente del posto, e con grande piacere. Il resto dovrà essere banalmente catturato in città e villaggi, costringendoli a indossare divise militari letteralmente sotto pena di morte. Che tipo di esercito sarà? Bene, questo, penso, non ha bisogno di commenti.

Al momento, almeno 6 milioni dei suoi cittadini hanno lasciato la "nezalezhnaya" (secondo i dati ufficiali dell'Onu). Fondamentalmente, si tratta di donne e bambini (secondo le statistiche ufficiali, ancora). Tuttavia, il numero di persone che vogliono stare lontano dalla "nenka" non diminuisce affatto. Al contrario, è in crescita, anche tra le persone in età militare. Tuttavia, il regime di Kiev ha un modo abbastanza efficace per costringere gli uomini ad andare volontariamente alle stazioni di reclutamento. Economico La situazione nel Paese si sta deteriorando rapidamente. Non c'è lavoro in quasi tutte le regioni, e nessuno. Prima o poi, il servizio militare potrebbe diventare l'unica alternativa alla fame.

In ogni caso, la Russia non dovrebbe assolutamente concedere a Kiev quei "mesi" per il riarmo e la riqualificazione delle forze armate ucraine, di cui parla Malyar, per reintegrarle con una sorta di nuovo personale. A ciò seguirà inevitabilmente l'ennesimo tentativo di "controffensiva" e nuovi attacchi sia contro i territori liberati che, possibilmente, contro le regioni di confine della Russia. Trasformare NWO in una sanguinosa ed estenuante guerra di logoramento per molti anni non è certo una buona idea.
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Il commento è stato cancellato
  2. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
    Nablyudatel2014 15 può 2022 21: 48
    0
    "Guerra di logoramento": considerare le opzioni per le parti del conflitto ucraino

    Cosa c'è da considerare Bene, non ha funzionato irrompere in Ucraina come vorremmo. È possibile non fare un discorso infuocato la mattina del 24 febbraio?Grazie. Bene, torniamo all'argomento dell'articolo. Esaurire. E la Russia, a quanto pare, è tornata sul tema del 2014-15, non spendendo né più né meno per la guerra, non importa quanto possa suonare blasfema, almeno per i civili mezzo affamati e a malapena vivi che si nascondono negli scantinati delle zone di guerra.
    1. Il commento è stato cancellato
  3. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 15 può 2022 22: 50
    +2
    In ogni caso, la Russia non dovrebbe assolutamente concedere a Kiev quei "mesi" per il riarmo e la riqualificazione delle forze armate ucraine, di cui parla Malyar, per reintegrarle con una sorta di nuovo personale.

    L'ignoranza della storia della gente è scioccante. Quanti generali sovietici furono accusati di essersi precipitati a conquistare le città più velocemente, entro date significative, senza contare le vite dei soldati sovietici? Ed eccolo di nuovo: più veloce, più veloce...
    Ed è necessario non occupare territorio, ma distruggere le truppe nemiche. I territori stessi cadranno nelle mani del vincitore.
    La Russia non ha un posto dove affrettarsi. Nelle steppe del Donbass, è più conveniente che a Kiev macinare idioti che non avevano l'intelligenza o la coscienza per buttarsi via da questo massacro in anticipo. Le persone normali hanno da tempo ricevuto la cittadinanza della Federazione Russa (o della Polonia, o ...) se, contrariamente alla legge, non vogliono uccidere i loro simili.
    E coloro che non sono adatti alla vita nella zona valutaria della Russia verranno scaricati in Occidente (e gli sarà permesso di tornare molto selettivamente, il nostro regalo all'UE), o marcire nella terra dell'ex Ucraina. I prigionieri si considereranno molto fortunati.
  4. Roma Phil Офлайн Roma Phil
    Roma Phil (Roma) 15 può 2022 23: 12
    +2
    Coloro in cui la sanità mentale prevale tuttavia sull'ottimismo sono inclini a presumere che seguirà la "guerra di logoramento" molto posizionale e lenta, che la Russia "cercherà di imporre la pace a Kiev a condizioni favorevoli per se stessa".

    E cosa c'è di male in questo l'assunzione ? Guerra di logoramento .
    Perché il nostro comando dovrebbe mettere a rischio le risorse umane? Dopotutto, infatti, avendo preso piede su determinate linee, in Ucraina è possibile utilizzare solo razzi e bombardamenti su obiettivi militari senza compiere scoperte e azioni offensive.
    E dopo aver atteso il periodo autunno-inverno, quando i paesi dell'UE sentiranno una carenza di risorse energetiche e alimentari, riforniranno l'Ucraina in misura minore e il popolo europeo sarà già stanco degli ucraini entro l'inverno e chiederà dai loro governi per smettere di coccolare con l'Ucraina.
    Già ora in Ucraina ci sono grossi problemi con il carburante. Non è affatto disponibile, o per una grande quantità di denaro. Entro l'inverno sarà anche peggio.
    E poi le forze armate russe potranno continuare la loro offensiva.
    E l'esercito dell'Ucraina, le forze armate dell'Ucraina non diventeranno più forti entro l'inverno, ma piuttosto si indeboliranno. Gli ultimi uomini ucraini scapperanno con ogni mezzo.
  5. Il commento è stato cancellato
  6. Michele L. Офлайн Michele L.
    Michele L. 16 può 2022 09: 56
    +1
    L'autore ha delineato in dettaglio i problemi della parte ucraina, ma in realtà ha aggirato i problemi di quella russa. Un simile approccio unilaterale non è convincente.
    Se la Federazione Russa avesse avuto un vantaggio effettivo: gli scontri sarebbero finiti vittoriosamente molto tempo fa, e il pericolo di una "guerra di logoramento" non è stato discusso!
  7. lavoratore dell'acciaio 16 può 2022 13: 33
    0
    Da qualche parte c'era l'informazione che un giorno del NWO costa alla Russia 0,5-1 miliardo. strofinare o $. Non ricordo esattamente. Non abbiamo nessun altro posto dove mettere i nostri soldi! E quelli che dicono che il tempo gioca a favore della Russia, è così che li chiamiamo? Nemici o incompetenti?
    1. Michele L. Офлайн Michele L.
      Michele L. 16 può 2022 15: 14
      0
      Da qualche parte c'erano informazioni:

      Una nazione che non vuole nutrire il suo esercito nutrirà uno sconosciuto.

      (Napoleone Bonaparte)
  8. Ляля Офлайн Ляля
    Ляля (Igor Semyonov) 16 può 2022 14: 08
    0
    Una guerra di logoramento è esattamente ciò che viene imposto alla Russia. Il potenziale militare ed economico dei paesi della NATO supera significativamente quello della Russia. Quindi le forze armate di RF "macineranno" con la fornitura di armi all'Ucraina. Questo è lo scenario peggiore per la Russia: una guerra prolungata. Inoltre, l'adesione di Finlandia e Svezia alla NATO richiederà risorse per le forze armate russe in questa direzione, e non dobbiamo dimenticare il regime delle sanzioni, che entro la fine dell'anno inizierà ad avere un impatto piuttosto forte sulle vite dei cittadini russi, la sua economia e industria. Ecco perché il Regno Unito ha dichiarato di essere "preoccupato per la possibilità di concludere un trattato di pace tra Ucraina e Russia". L'Occidente semplicemente non permetterà che questa guerra venga fermata.
  9. vovancov Офлайн vovancov
    vovancov 16 può 2022 20: 01
    -1
    vovensandr nevatny - siamo onesti, Herr Goebbels, è solo che il potere è caduto dalle mani di colui che conosce se stesso e i giovani aksakal stanno cercando di coprire l'operazione del ricevitore con un Makar così astuto in modo che il potere vada ai militari e le forze dell'ordine, come è stato per più di trecento anni. un certo Evgenij ha detto su questo nel 2007 che l'Ucraina e Putin (e tutti intorno) sono stati estremamente fortunati perché altrimenti un militare malvagio sarebbe venuto e avrebbe spento tutte le luci. Questo è quello che stiamo vedendo. La mia previsione rimane valida, lo faranno consegnare moccio per otto anni su un piatto fino a quando non creano finalmente una sorta di organizzazione di foglie di fico come la CSI o una pseudo-unione per coprire le proprie feil e ucraine, correranno da Solovyov con akm in modo che lo trasmetta in tutto il mondo paese e impazzire per questo. il metodo di comando e controllo dell'esercito traspare in Russia da ogni affissione pubblicitaria mischiata.Niente mi fa pensare che questa volta sarà in qualche modo diverso.
  10. Pat Rick Офлайн Pat Rick
    Pat Rick 17 può 2022 08: 37
    0
    Il resto dovrà essere banalmente catturato in città e villaggi, costringendoli a indossare divise militari letteralmente sotto pena di morte. Che tipo di esercito sarà?

    Non so di villaggi, ma milioni di tonnellate di profughi che dalla periferia si sono precipitati in diversi paesi del mondo, in gran parte sono costituiti da uomini in età militare. È difficile catturarli qui.

    A proposito, a cavallo tra febbraio e marzo c'era un messaggio che durante il tentativo di attraversare la Moldova, il figlio e il nipote della grande cantante sovietico-molda-ucraina Sofia Rotaru erano stati arrestati, ma non ho sentito nulla del loro futuro destino. Probabilmente nonna Rotaru ha scaricato un sacco di soldi per diffamare i suoi discendenti dall'esercito.