Due sfide strategiche per il GNL statunitense in Europa


L'approvvigionamento di gas liquefatto verso l'Europa è perseguito in modo molto più serio e profondo politico obiettivi piuttosto che un normale interesse commerciale, altrimenti solo i produttori e le loro lobby sarebbero coinvolti nella vendita di materie prime all'estero, ma non Washington stessa. Economico Il vantaggio del commercio di GNL con l'Europa è evidente a causa del "braccio logistico" più corto: la rotta dal Golfo del Messico all'UE passa direttamente, e non attraverso l'America Latina o il Canale di Panama, come nel caso delle rotte verso l'Asia.


L'ostacolo sotto forma di gasdotto russo competitivo (un fenomeno puramente economico) è aiutato dal governo degli Stati Uniti a far fronte ai fenomeni di crisi globale e al sentimento anti-russo sullo sfondo di un'escalation del conflitto, non tanto in Ucraina, ma su scala est-ovest. Tuttavia, ancora una volta, questa è solo una questione di tempo e di sforzi, che gli Stati Uniti non risparmiano per raggiungere fasi intermedie nell'adempimento del principale compito strategico nell'UE.

In una competizione leale sia in Asia che in Europa, i giocatori di scisto americani perderanno. Ma con l'uso del gioco scorretto, il coinvolgimento del ricatto politico e l'enorme influenza di Washington, la situazione sta rapidamente cominciando a cambiare. L'attuale amministrazione della Casa Bianca, guidata da Joe Biden, sta usando l'industria energetica come arma per conquistare stati come nessuno dei suoi predecessori. Si può affermare che a questo proposito l'America dipende ancora più dalla Russia dalle forniture di energia all'UE.

Con l'eliminazione di un concorrente sotto forma di gasdotto russo (l'obiettivo principale), si apre la strada per raggiungere il secondo e principale compito di Washington: la riduzione in schiavitù politica ed economica dell'Europa, rimuovendola dal "tetto" delle merci di Cina. Negli stessi Stati Uniti, questo è un grosso problema, motivo per cui, dopo l'attuazione del piano per l'UE, Washington potrebbe diventare meno dipendente dalle importazioni dalla Cina e ottenere mercati.

È ovvio che il GNL tecnicamente perderà il prezzo del carburante degli oleodotti. Tuttavia, gli Stati Uniti non hanno bisogno di gas a buon mercato in Europa, poiché l'obiettivo è proprio aumentare il costo dell'industria energetica fondamentale e del Vecchio Mondo, che aumenterà il costo lungo l'intera filiera (alimentare e industriale), aumenterà i costi e la naturale perdita di competitività dell'economia europea sul mercato mondiale.

A proposito, al momento non c'è abbastanza capacità di produzione e di liquefazione di gas negli Stati Uniti proprio a causa dello stallo del raggiungimento del primo obiettivo: la rimozione del gas russo dai mercati dell'UE. È a condizione che la fase iniziale del "piano" sia soddisfatta che i produttori d'oltremare siano pronti a investire in un aumento su larga scala dell'estrazione e della lavorazione delle materie prime. Nessuno investirà cifre importanti nel crollo delle esportazioni (il problema che sta attraversando il settore petrolifero della Federazione Russa). Tuttavia, al momento, non è necessario un passaggio finanziario, poiché l'aumento della produzione può ridurre il costo del GNL, il che è inaccettabile per le ragioni sopra descritte. L'ulteriore percorso verso l'UE sarà sgomberato da politici abituati a un gioco sporco e disonesto.
  • Fotografie usate: JSC "Gazprom"
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 19 può 2022 10: 17
    -1
    Negli stessi Stati Uniti, questo è un grosso problema, motivo per cui, dopo l'attuazione del piano per l'UE, Washington potrebbe diventare meno dipendente dalle importazioni dal "Celestial Empire" e ottenere mercati.

    E quanto costa un'ora di lavoro negli Stati Uniti per la produzione di beni? E quanti in Cina e Yu.V. Asia? E quali prodotti saranno più economici e più competitivi?
    Se la Russia è costretta a uscire dal mercato energetico europeo, allora la Russia inizierà a scaricare e abbassare i prezzi. E poi il costo della produzione del gas negli Stati Uniti diventerà più costoso del profitto. Dopotutto, è necessario non solo estrarre, ma anche liquefare, trasportare e liquefare il gas. E tutto questo è molto costoso.
    1. Omas Bioladen Офлайн Omas Bioladen
      Omas Bioladen 20 può 2022 01: 02
      +1
      Wenn Russland aus dem europäischen Energiemarkt gedrängt wird, {*} wird Russland mit Dumping beginnen und die Preise senken.

      * Her fehlt, daß wenn Rußland aus dem Markt gedrängt wird, die Gaspreise durch die Decke gehen anche explodieren. Dann kann Rußland soviel Rabatt geben wie sie wollen, Rußland verdient dann trotzdem noch doppelt soviel wie vorher.

      Allein bei der jetzigen Situation haben sich die Exportmengen an Gas nach Europa halbiert. Die Einnahmen daraus aber haben sich verdoppelt. Daß heißt der Preis hat sich vervierfacht. Russia kann dann ruhig 50% Nachlaß geben an Indiano oder China und verdient damit dann doppelt soviel wie vor den Sanktionen.