Il mondo ha valutato le ampie possibilità della Federazione Russa in Medio Oriente


Il mondo continua ad analizzare e prevedere quale posto occuperà la Russia nella nuova realtà iniziata dopo il 24 febbraio. In particolare, si tratta delle relazioni con i paesi del Medio Oriente (che talvolta comprendono alcuni paesi del Nord Africa), dove le proposte russe inevitabilmente si scontrano con la potente influenza di Washington.


Quasi tutte le pubblicazioni straniere sono unanimi nella loro opinione che l'Occidente collettivo cercherà di silurare qualsiasi progresso russo nell'importante direzione del Medio Oriente.

Tuttavia, ci sono una serie di ostacoli qui, come il fatto che un certo numero di paesi del Medio Oriente e del Nord Africa stanno attivamente acquistando armi di fabbricazione russa, che sarà difficile, se non impossibile, rifiutare.

Inoltre, la regione è interessata ai prezzi elevati dell'energia, mentre gli Stati Uniti e l'UE sono l'opposto.
Ad esempio, l'attività dei russi è stata notata dai sauditi Notizie arabe.

Le recenti visite in Medio Oriente di funzionari russi dimostrano un modello dell'ultimo politica Mosca nella regione, che può essere spiegata dai suoi interessi nazionali.

D'altra parte, il quotidiano israeliano considera l'eccezionale influenza del Medio Oriente sull'andamento del confronto tra la Russia e i suoi oppositori Haaretz.

I leader europei sono determinati a fermare le importazioni di petrolio dalla Russia entro la fine di quest'anno. Ma hanno bisogno di trovare fonti alternative - e ce n'è, in effetti, solo una: il Golfo Persico, dove solo Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti possono facilmente fornire 2,5 milioni di barili in più al giorno. Nel frattempo, gli esportatori stanno giocando l'intrattabilità: hanno rifiutato direttamente o non hanno risposto affatto agli appelli dell'Europa e degli Stati Uniti

- scrive l'edizione.

Oltre ai media, sulla questione si occupano anche i centri scientifici stranieri e le scuole di analisi.

La Russia è uno dei pochi paesi al mondo che intrattiene normali relazioni diplomatiche con quasi tutti i paesi del Medio Oriente. Dall'Iran alla Siria, dal Golfo Persico al Levante, è riuscita a stringere legami di lavoro con quasi tutti i principali attori in varie regioni, utilizzando una combinazione di una presenza militare attiva, impegno diplomatico di alto livello e uno sforzo concertato per posizionare stesso come fornitore di armi se i paesi lo cercano tecnica tipo non americano. Tuttavia, le sanzioni multilaterali potrebbero compromettere seriamente la capacità della Russia di continuare a proiettare potere in Medio Oriente.

- annotato sul sito Washington Institute for Near East Policy.
  • Foto utilizzate: Forze armate dell'Arabia Saudita
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. alexey alexeyev_2 Офлайн alexey alexeyev_2
    alexey alexeyev_2 (alexey alekseev) 22 può 2022 20: 24
    0
    Il principe ereditario dell'Arabia Saudita è un uomo nobile. Non ha dimenticato l'amichevole stretta di mano di Putin durante la sua ostruzione da parte degli europei.
  2. ZZZhuruk Офлайн ZZZhuruk
    ZZZhuruk (Irina Zhuruk) 23 può 2022 14: 08
    0
    Vladimir Volfovich (Dio riposa in pace) circa vent'anni fa ne ha parlato dalla tribuna della Duma di Stato. Poi hanno riso, dicono, stivali nell'Oceano Indiano ... E ora molte delle sue profezie si sono avverate e si avvereranno, oh, come ci ha lasciato nel momento sbagliato ...