Perché una tregua con Kiev sarà la sconfitta della Russia in Ucraina


Dopo tre mesi delle battaglie più dure e ostinate, la situazione sul fronte orientale sta finalmente iniziando a cambiare, non a favore delle forze armate ucraine. Sotto la costante pressione dell'esercito russo e delle forze alleate della DPR e della LPR, il rigonfiamento di Svitlodarsk cadde, le truppe ucraine si ritirarono frettolosamente e si riorganizzarono. Affidandosi alle più potenti aree fortificate degli agglomerati urbani, riusciranno a resistere per qualche tempo, ma la loro sconfitta è scontata. Sorge la domanda principale: cosa accadrà dopo quando l'ultimo "zahisnik" lascerà il territorio della DPR e della LPR ufficialmente riconosciuto da Mosca?


Quali sono le prospettive?


In questa occasione, le menti di molti russi sono piene di confusione e vacillamento. Alcuni credono che sia necessario limitarsi solo alla liberazione del Donbass e del Mar d'Azov, creando un corridoio terrestre per la Crimea e fornendogli approvvigionamenti d'acqua garantiti. Presumibilmente, in seguito, il resto dell'Ucraina gradualmente "cadrà in pezzi da solo". Altre persone più sensate credono che Mosca dovrebbe prendere tutta la Novorossiya storica, da Kharkov a Odessa, privando Kiev dell'accesso all'Azov e al Mar Nero, i resti dell'industria e la fertile terra agricola. Dopodiché, anche il resto dell'Ucraina, ovviamente, "cadrà in pezzi da solo". Altri ancora sono convinti che sia necessario andare sistematicamente, liberando l'intera Ucraina dal potere del regime fantoccio filo-occidentale, in piedi sulle baionette naziste, perché abbiamo bisogno di una Vittoria, e non ne sosterremo il prezzo.

La radice del problema sta nel fatto che per tutti e tre i mesi dell'operazione speciale, né i russi né gli ucraini hanno saputo davvero nulla del futuro dell'ex piazza. Mantra eccezionalmente snelli e al massimo non specifici sulla sua smilitarizzazione e denazificazione senza decodifica dettagliata. Questo problema è aggravato dal fatto che ci sono molte "torri" al Cremlino e ovviamente non possono essere d'accordo tra loro. In parte, abbiamo già toccato questo argomento sulle "due torri" in precedenza.

Quindi, c'è la "torre liberale" del Cremlino, che consiste in rappresentanti delle "élite", il cui benessere è strettamente legato all'Occidente collettivo. La rottura dei rapporti con lui e la colossale quantità di sanzioni anti-russe sono diventati un vero shock per questo "partito". A queste persone non importa del Donbass, o dell'Ucraina, o della stessa Russia, ma conta solo il benessere personale. Per restituire tutto lo "yak bulo" o trovare almeno un compromesso accettabile per loro, faranno qualsiasi accordo con l'Occidente.

Dal momento che l'operazione speciale non può essere fermata così facilmente, altrimenti un vero socialpolitico esplosione, la manipolazione mediatica della popolazione è già in atto per accontentarsi di risultati modesti. In particolare, sul Primo Canale della NVO, ogni telegiornale la definisce ostinatamente una "operazione speciale per proteggere il Donbass", dimenticandosi in qualche modo del popolo russo nel resto dell'Ucraina. È facile vedere parallelismi diretti con la sostituzione dei concetti avvenuta nel 2014. Poi la "primavera russa" a Novorossiya è stata tecnicamente ribattezzata "primavera di Crimea", la DPR e la LPR non sono state riconosciute, ma hanno riconosciuto il regime neonazista filoamericano a Kiev e dopo 8 anni abbiamo ottenuto un sanguinoso massacro in Ucraina .

Ma su tutti i canali televisivi federali, l'emigrante politico ucraino Ilya Kiva è ora attivamente promosso come presumibilmente "riformato". E questo, per un momento, è uno degli ex leader del Settore Destro (organizzazione estremista bandita nella Federazione Russa) e partecipante attivo del cosiddetto ATO nel Donbass. Quello che pensa veramente della Russia e del popolo russo può essere facilmente trovato e visualizzato sui siti di hosting video. Così nei media nazionali, a spese del bilancio federale, plasmano l'immagine di una nuova Ucraina, stretta di mano e “riforgiata”. Oh bene…

Ma c'è un'altra “torre del Cremlino”, una potente. I suoi rappresentanti più importanti possono essere chiamati il ​​capo della Repubblica cecena Ramzan Kadyrov, che, grazie alla sua posizione, ha guadagnato una popolarità insolita tra il popolo russo e il capo del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa, Nikolai Patrushev. Degno di nota è anche Yunus-Bek Yevkurov, viceministro della Difesa della Federazione Russa, che non fa dichiarazioni ad alta voce, ma ha recentemente perso il nipote, morto eroicamente durante la liberazione dell'Ucraina:

Il comandante della compagnia d'assalto aviotrasportato, il capitano Adam Khamkhoev, è morto in Ucraina nella notte tra il 20 e il 21 maggio. Si era diplomato alla Ryazan Higher Command School of the Airborne Forces, prestò servizio nell'esercito a Ulyanovsk. Nelle forze aviotrasportate, è stato caratterizzato come un brillante ufficiale e comandante competente.

Non ha scusato il suo parente, che ha svolto onestamente il suo dovere militare, dal partecipare a vere ostilità. Le nostre più sincere condoglianze alla famiglia di Yevkurov e agli altri eroi russi che liberano l'Ucraina.

Nikolai Patrushev, che in precedenza ha ricoperto la carica di capo dell'FSB, ha già rilasciato una serie di dichiarazioni dure sul futuro destino dell'Ucraina, avvertendo che per lei la continuazione della guerra con la Russia potrebbe finire con una divisione in più parti. A intervista Ad Argumenty i Fakty, il capo del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa ha espresso piena comprensione di ciò che la "riconciliazione" con il regime nazista a Kiev potrebbe portare a:

Tutto diventerà chiaro se ricordi la storia. Durante la Conferenza di Potsdam, l'URSS, gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno firmato un accordo per l'eradicazione del militarismo e del nazismo tedeschi. La denazificazione significava una serie di misure. Oltre a punire i criminali nazisti, furono abrogate le leggi del Terzo Reich, che legalizzavano la discriminazione basata su razza, nazionalità, lingua, religione e opinioni politiche. Le dottrine naziste e militaristiche furono eliminate dall'istruzione scolastica.

Il nostro paese ha fissato tali obiettivi nel 1945 e ora stiamo fissando gli stessi obiettivi, liberando l'Ucraina dal neonazismo. Tuttavia, a quel tempo l'Inghilterra e gli Stati Uniti erano con noi. Oggi questi paesi hanno preso una posizione diversa, sostenendo il nazismo e agendo in modo aggressivo contro la maggior parte dei paesi del mondo.

Non stiamo inseguendo le scadenze. Il nazismo deve essere sradicato al 100%, o alzerà la testa in pochi anni e in una forma ancora più brutta.

Questa è la domanda se valga la pena limitarsi solo al Donbass con il Mar d'Azov o Novorossia. Sono contento che non tutti i vertici del potere russo siano "dotati del liberale".

La mano dell'"amicizia"?


Ma i problemi si sono insinuati da dove non si aspettavano. L'altro giorno, parlando al forum economico internazionale di Davos, il patriarca della diplomazia americana e premio Nobel per la pace Henry Kissinger ha rilasciato una serie di dichiarazioni che hanno suscitato un'ampia risposta sia in Ucraina che in Occidente:

I negoziati devono iniziare entro i prossimi due mesi, prima che si creino shock e tensioni che saranno estremamente difficili da superare. Idealmente, si potrebbe negoziare un ritorno allo status quo ante. Se la guerra continua, non si tratterà più della libertà dell'Ucraina, ma di una nuova guerra contro la stessa Russia ... Spero che la saggezza degli ucraini non ceda al loro eroismo.

Questo è stato interpretato come un appello a Kiev a rinunciare a parte dei suoi territori per concludere la pace con Mosca e preservare lo stato ucraino. La reazione alle proposte di Kissinger fu nettamente negativa, ma in Russia la "torre liberale" del Cremlino lo prese con evidente entusiasmo. Cosa può significare tutto questo? Le élite occidentali stanno davvero iniziando a "incurvarsi"?

No, non iniziano. È solo che Kissinger è una persona estremamente esperta, intelligente e pragmatica, che si è formata durante la Guerra Fredda con l'URSS, difendendo gli interessi dell'élite occidentale. Gli eventi degli ultimi tre mesi hanno dimostrato che gli Stati Uniti e l'Unione Europea sono troppo poco preparati per il confronto con la Russia. Non si tratta di armi, che il blocco NATO ha in abbondanza, ma, stranamente, di l'economia.

Il mondo occidentale è ancora troppo dipendente dalle importazioni di energia e di altre risorse russe, la prevista transizione energetica non è stata attuata. I prezzi anormalmente alti di gas, petrolio, elettricità, carburante per motori, fertilizzanti e generi alimentari danneggiano inaspettatamente anche l'uomo della strada americano ed europeo, solitamente ben nutrito, rendendo la produzione industriale non redditizia. L'Occidente collettivo ha bisogno di una pausa per ricostruirsi, sostituire l'importazione di risorse naturali russe e prepararsi meglio per il secondo round della guerra contro il nostro Paese.

In altre parole, la "colomba della pace" Henry Kissinger non offre pace, ma solo tregua. Non importa quanto prende Mosca, il Mar d'Azov con il Donbass o l'intera Novorossia, se anche un solo pezzo di terra ucraina rimane sotto il dominio del regime nazista filo-occidentale, la guerra con la Russia riprenderà non appena gli USA e l'UE completano il processo di sostituzione delle importazioni. Le forze armate ucraine saranno rifornite delle migliori armi e la guerra, ancora più crudele e sanguinosa, riprenderà. Puoi anche stimare il lasso di tempo entro il quale ciò accadrà, se, ovviamente, ora la "torre liberale" coglie l'opportunità per firmare una sorta di accordo con Kiev. Saranno necessari 3-5 anni per riformare l'industria del gas negli Stati Uniti e in Europa e costruire una potente flotta di navi cisterna per GNL. Dopo essersi liberato della dipendenza critica dalla Russia per le risorse naturali, l'Occidente collettivo riprenderà la fase calda della guerra sul territorio dell'Ucraina.

Questo è esattamente ciò che accadrà se il Cremlino decide di accontentarsi di poco: Donbass e il Mar d'Azov. Una tetta nelle mani ora si trasformerà in fiumi di sangue ancora più grandi in pochi anni. Qualsiasi risultato intermedio, ad eccezione della completa liberazione dell'intero territorio dell'Ucraina, purtroppo, sarà la sconfitta della Russia, non importa quello che qualcuno dice con la schiuma in bocca al riguardo.
29 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 26 può 2022 12: 13
    +2
    Sono d'accordo con l'autore in quasi tutto, ma la cosa principale è che il garante stesso fa sempre formulazioni snelle dei compiti impostati (puoi, ovviamente, cancellarlo di nuovo per HPP), ma ecco perché le torri si scontrano e gli obiettivi non sono completamente compresi e i funzionari fanno costantemente dichiarazioni idiote. Ma il fatto che la guerra "mondiale" con i nazisti sarà una guerra posticipata è comprensibile per il mio sciocco, e 8 anni di Minsk-2 lo confermano, ma il fatto che finirà a favore della Russia non è affatto un dato di fatto
  2. Muscoloso Офлайн Muscoloso
    Muscoloso (Gloria) 26 può 2022 12: 26
    +4
    mi iscriverò. O POLYANAYA capitolazione dell'Ucraina, buttando fuori tutti i burattini occidentali e chi li impressiona.
    Condizioni rigorose per tipo: avere un esercito di non più di 50mila persone, solo truppe interne, restrizioni sui tipi di armi, ecc.
    Altrimenti, il tritacarne sarà peggio.
    1. Sydor Kovpak Офлайн Sydor Kovpak
      Sydor Kovpak 26 può 2022 16: 47
      +1
      Anche nel 2014, questo non avrebbe aiutato. È passato molto tempo, tipo 8 anni, ma in realtà molto. Questo cancro fascista sta solo maturando e guadagnando forza. Nessuna indipendenza o autonomia. Per cento anni di storia dell'Ucraina, solo come parte dell'URSS, ha rappresentato un paese degno con una storia e un futuro. Da 30 anni di INDIPENDENZA non è successo niente, solo degrado!
  3. Vdars Офлайн Vdars
    Vdars (Vincitore) 26 può 2022 12: 30
    +5
    Qualsiasi risultato intermedio, ad eccezione della completa liberazione dell'intero territorio dell'Ucraina, purtroppo, sarà la sconfitta della Russia.

    - Bo in futuro richiederà troppa forza e sangue, forza e sangue per eliminare completamente questa infezione di ukronazism!
  4. Expert_Analyst_Forecaster 26 può 2022 12: 58
    -4
    Buon articolo. Buon argomento, come sempre con questo autore.
    E ti dirò di più: se riportiamo la Crimea a Kiev, sarà la sconfitta della Russia.
    Tuttavia, l'autore ne scriverà meglio. Gli do questo nuovo e rilevante argomento.
    Probabilmente mi descriverà in modo più bello e competente di quanto sia negativo il ritorno della Crimea alla giunta di Kiev.
  5. Dimy4 Офлайн Dimy4
    Dimy4 (Dmitry) 26 può 2022 13: 13
    +1
    Al Cremlino, non solo ci sono molte torri, ma semplicemente non c'è nessun Maestro che, anche con un accenno di trattative con i banditi, manderebbe un tale suggerimento per abbattere la foresta per 10 anni con la completa confisca dei beni.
  6. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 26 può 2022 13: 22
    +5
    Perché una tregua con Kiev sarà la sconfitta della Russia in Ucraina

    Perché né la denazificazione né la smilitarizzazione seguiranno, e l'ucrainizzazione e la russofobia riceveranno un potente stimolo e fioriranno più che mai, per non parlare dell'economia politica e di altre conseguenze come la mancata promozione, il mancato schieramento e il ritorno della NATO ai confini del 1979.
    La vittoria della Federazione Russa non è in una tregua: una guerra posticipata, non nella divisione dell'Ucraina e nella creazione di Novorossiya-Piccola Russia, ma nella sua completa occupazione, privazione della statualità e aumento del numero di regioni amministrative di L'Ucraina nei soggetti della Federazione Russa.
    Solo in questo caso si potrà parlare di vittoria, denazificazione e smilitarizzazione, e del tentativo avviato dalla Federazione Russa di negoziare con i nazionalisti ucraini sulla denazificazione e lo status neutrale dell'Ucraina, purtroppo dice il contrario e suscita preoccupazione per il loro futuro tra la popolazione dei territori occupati durante un'operazione militare speciale e si parla di vittoria tra i nazionalisti.
  7. Michele L. Офлайн Michele L.
    Michele L. 26 può 2022 13: 33
    -4
    L'autore teme un ritardo in una guerra su larga scala con l'Ucraina.
    Ma non ha paura di una guerriglia sul suo territorio, come quella afgana, che servì da catalizzatore per il crollo dell'URSS?
    Tagliata fuori dal mare, l'Ucraina marcirà durante il "ritardo" proposto da H. Kissinger.
    Non è un caso che Kiev ufficiale abbia accolto la sua proposta con ostilità!
    1. ospite Офлайн ospite
      ospite 26 può 2022 14: 03
      +2
      Non c'è bisogno di spaventarci con l'afghanizzazione, una guerriglia è probabile solo nell'ovest dell'Ucraina. Per questo territorio, sarà possibile e sarà possibile contrattare con l'Occidente in seguito, ma solo a condizioni molto difficili, inclusa la completa smilitarizzazione e la neutralità incondizionata di questo territorio.
      1. Michele L. Офлайн Michele L.
        Michele L. 26 può 2022 16: 27
        -2
        Se l'Occidente fornirà armi agli insorti, ciò non sarà limitato al territorio dell'Ucraina occidentale.
        E quando mettono un coltello alla gola: non contrattare!
        1. opportunista Офлайн opportunista
          opportunista (fioco) 27 può 2022 11: 03
          0
          praticamente solo la guerriglia del mondo russo è realistica e non viceversa
  8. Expert_Analyst_Forecaster 26 può 2022 13: 41
    +2
    Citazione di Michael L.
    Ma non ha paura di una guerriglia sul suo territorio, come quella afgana, che servì da catalizzatore per il crollo dell'URSS?

    Non ci sarà la guerriglia. Non ci sono prerequisiti. Ci saranno molti gruppi di guerriglia, resistenza urbana, vendicatori, ecc. su Internet. In un paio di - tre mesi e svaniranno, ad eccezione di coloro che vivranno fuori dai confini dell'ex Ucraina.
    I fatti individuali, ovviamente, lo saranno. Sistematicamente, no. Non quella gente.
    Ricorda le battute apparse molto prima del 2014.
    1. Michele L. Офлайн Michele L.
      Michele L. 26 può 2022 16: 24
      0
      Aneddoti fino al 2014 - argomento indiscutibile - nessuna partita per l'UPA e il banditismo fino alla metà degli anni '50!
      1. Expert_Analyst_Forecaster 26 può 2022 16: 42
        -1
        Le mie argomentazioni sono più fresche delle tue. Azov ne è un esempio.
        E questo "fino alla metà degli anni '50" in realtà significa non la presenza di una lotta sistemica e numerosa contro il potere sovietico, ma la presenza di fatti isolati di resistenza. Il che, assolutamente, non comportava alcuna minaccia al potere sovietico nell'Ucraina occidentale. Sgradevole? Sì. Ma non di più.
        1. Michele L. Офлайн Michele L.
          Michele L. 26 può 2022 19: 21
          -1
          Non c'è bisogno di attribuirmi le emozioni desiderate.
          Stratega del divano: "gettiamo cappelli"?
          L'esempio più "fresco" della dichiarazione odierna di Eduard Basurin
          (addetto stampa del comando militare della DPR): i coscritti dell'Ucraina occidentale non vogliono combattere, ed è il popolo dell'Ucraina orientale filorussa a opporre una feroce resistenza!
  9. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 26 può 2022 13: 55
    -7
    Ancora una volta, l'autore diffonde sentimenti disfattisti.
    1. isofat Офлайн isofat
      isofat (isofat) 26 può 2022 14: 09
      +1
      Oleg Ramover, l'autore ha espresso la sua opinione, e tu hai diffuso calunnia contro di lui o, in breve, calunnia. sì

      Probabilmente brama gli anni Trenta e la lotta contro i "nemici" del popolo?
      1. Expert_Analyst_Forecaster 26 può 2022 14: 22
        -2
        L'autore ha espresso la sua opinione, il lettore ha espresso la sua opinione (con la quale sono d'accordo).
        Qual è la calunnia qui? Stai solo cercando di chiudere la bocca? O il vocabolario è piccolo e usi la prima parola che trovi?
        1. isofat Офлайн isofat
          isofat (isofat) 26 può 2022 15: 17
          -2
          Esperto, calunnia nonostante questa sia già la mia opinione su ciò che effettivamente fa Oleg Ramover. risata
          1. Il commento è stato cancellato
            1. Il commento è stato cancellato
              1. Il commento è stato cancellato
  10. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 26 può 2022 14: 15
    0
    Che spreco di cui preoccuparsi. Come dice il Cremlino, così sia.

    Ha detto - in Siria abbiamo sconfitto tutti e ci stiamo ritirando - questo significa che abbiamo vinto.

    Ha detto - Endogan è un killer e un terrorista - questo significa un terrorista, ha detto - e ora un partner strategico significa un partner.

    Presto verrà introdotto il telecomando, non dovrai nemmeno annuire in TV.
  11. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Boris) 26 può 2022 14: 17
    +1
    Si possono costruire piani napoleonici. Ma hanno alle spalle il sangue dei soldati russi (Pensateci
  12. vlad127490 Офлайн vlad127490
    vlad127490 (Vlad Gor) 26 può 2022 16: 54
    -2
    Abbiamo urgente bisogno di una legge sull'Ucraina.
    È necessario legiferare che il territorio dell'Ucraina, sequestrato dai separatisti con l'aiuto della NATO, è di proprietà della Russia.
    Quindi, in conformità con la legge, l'operazione militare condotta dalla Russia in Ucraina è la liberazione del territorio della Russia occupato dai separatisti, il ripristino dell'integrità territoriale della Russia.
    L'esistenza della legge darà certezza sul futuro dell'Ucraina ai cittadini della Federazione Russa e ai cittadini dell'Ucraina. I cittadini che vivono sul territorio dell'Ucraina non dovranno temere in futuro per se stessi, per la persecuzione del regime fascista. La legge non consentirà alla Federazione Russa di impegnarsi nella manipolazione di politici senza scrupoli.
    Tutte le azioni dell'esercito russo sul territorio dell'Ucraina rispetteranno la legge. La legge non consentirà alla NATO di intervenire, di portare truppe dalla Polonia, Romania, Ungheria nel territorio dell'Ucraina e l'annessione dell'Ucraina da parte di questi paesi scomparirà automaticamente.
    L'appello unilaterale adottato il 5 dicembre 1991 dal Consiglio supremo dell'Ucraina "Ai parlamenti e ai popoli del mondo", con il quale annunciava che "l'Ucraina considera il Trattato del 1922 sull'istituzione dell'Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche rispetto a stesso nullo” è nulla, poiché nel 1936 una nuova Costituzione dell'URSS, con l'entrata in vigore della quale la Costituzione dell'URSS del 1924 ha cessato di funzionare, compreso il Trattato sulla formazione dell'URSS del 1922. Il trattato sulla formazione dell'URSS del 1922 non esisteva come documento legale indipendente.
    Il ritiro della Repubblica d'Ucraina dall'URSS è stato possibile solo con una decisione positiva ricevuta al referendum dell'URSS e l'attuazione della legge sull'URSS del 3 aprile 1990 n. 1410-I "Sulla procedura per la risoluzione delle questioni relative al ritiro di una repubblica sindacale dall'URSS”.
    La costituzione dell'URSS del 1977 è stata adottata da tutti i popoli dell'URSS e solo l'intero popolo dell'URSS poteva autorizzare l'Ucraina a lasciare l'URSS.
    L'uscita dall'Ucraina senza referendum nazionale in URSS e il mancato rispetto della legge del 3 aprile 1990 n. 1410-I è un reato senza prescrizione.
    Il Trattato "Sull'amicizia, la cooperazione e il partenariato tra la Federazione Russa e l'Ucraina" del 31 maggio 1997 ha cessato di essere valido il 1 aprile 2019 a causa della sua denuncia da parte dell'Ucraina. La cessazione del presente Trattato esonera la Federazione Russa da ogni obbligo nei confronti dell'Ucraina.
    L'URSS - il successore - il giusto successore dell'Impero russo, e la Federazione Russa-Russia il successore - il giusto successore dell'URSS. Tutti loro sono lo stesso soggetto di storia e diritto internazionale (RF), che ha un nuovo nome e un diverso sistema socio-politico. La Federazione Russa-Russia e l'URSS hanno saldato tutti i debiti, compresi quelli dell'Impero russo, per i quali esistono decisioni giudiziarie o altri documenti giustificativi. Ad esempio, tra il 1997 e al 2000 Dal bilancio della Federazione Russa sono stati effettuati pagamenti per un importo totale di 400 milioni di dollari USA a favore del governo della Repubblica francese per i debiti del governo dell'Impero russo. Nell'agosto 2006, la Federazione Russa ha completamente rimborsato il debito di prestito e locazione agli Stati Uniti. Non ci sono debiti in essere, non consideriamo i prestiti moderni. Questo è un fatto che la Federazione Russa ha assunto unilateralmente l'obbligo di essere il successore - successore dell'Impero russo e dell'URSS.
    La Russia non ha trasferito, venduto o donato i suoi territori all'ex repubblica sovietica dell'URSS Ucraina, così come i suoi beni esteri.
    È urgente che la Federazione Russa-Russia, in quanto successore dell'Impero russo e dell'URSS, e in quanto proprietaria del territorio dell'ex repubblica sovietica dell'Ucraina, assicuri la proprietà russa di questo territorio con mezzi legislativi, unilateralmente.
    Ad esempio, nel 2005, la Cina ha approvato la "Legge sull'antisecessione dello Stato". Secondo il documento, in caso di minaccia alla riunificazione pacifica della terraferma e di Taiwan, il governo della Repubblica popolare cinese è obbligato a ricorrere alla forza e ad altri metodi necessari per preservare la sua integrità territoriale.
    L'assenza di una legge che affermi che il territorio dell'Ucraina è di proprietà della Russia consente ai nemici della Russia di interpretare l'operazione militare speciale in corso come aggressione e occupazione da parte della Russia e consente ai paesi della NATO di annettere questo territorio di nessuno.
    C'è solo una decisione sull'Ucraina a favore del popolo russo. Lo stato dell'Ucraina deve cessare di esistere. L'intero territorio dell'Ucraina dovrebbe tornare alla Russia, sotto forma di regioni e repubbliche. Non c'è bisogno di chiedere il permesso a nessuno, tutto deve essere fatto unilateralmente. Non c'è stato dell'Ucraina, non ci sono debiti, non c'è governo dell'Ucraina in esilio, non ci sono partecipanti ucraini in varie organizzazioni internazionali, non c'è stato ostile al confine con la Russia.
    Se lo stato dell'Ucraina viene lasciato, oggi e in futuro la Russia avrà sempre mal di testa. L'Ucraina entrerà sicuramente a far parte della NATO. Tutto ciò che è promesso e sarà esplicitato nella Costituzione dell'Ucraina, nei suoi documenti, l'Ucraina cambierà, nel modo che è vantaggioso per gli Stati Uniti e i suoi satelliti.
  13. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Boris) 26 può 2022 17: 36
    +1
    Alcuni credono che sia necessario limitarsi solo alla liberazione del Donbass e del Mar d'Azov, creando un corridoio terrestre per la Crimea e fornendogli approvvigionamenti d'acqua garantiti. Presumibilmente, dopo di ciò, il resto dell'Ucraina gradualmente "cadrà in pezzi da solo".

    Se continuiamo a fornire al "resto dell'Ucraina" gas, petrolio e prodotti petroliferi, allora "non si sgretolerà da solo")
  14. Vox populi Офлайн Vox populi
    Vox populi (Vox populi) 29 può 2022 19: 42
    +1
    Ai "liberatori" di Internet M. Sinelnikov-Orishak:

    "Ucraina" potrebbe non essere successo se non fosse stato per Krusciov. Sì, sì, non solo ha dato "Crimea", ma ha anche cambiato il "segno". Ciò che era stato pianificato da "Dorogomilovskaya" (nel progetto era elencato "Edificio di hotel a Dorogomilov") è diventato "Ucraina". La ragione formale è la stessa: il 300° anniversario della Pereyaslav Rada (1954 - l'inizio della costruzione), considerata in URSS "la riunificazione dei due popoli". Attenzione, non “persone” e “persone inventate”, ma “due popoli”.

    https://svpressa.ru/society/article/335077/
  15. Awaz Офлайн Awaz
    Awaz (Walery) 29 può 2022 19: 49
    0
    Certo, siete tutti fantastici, ma chi combatterà allora? Ma ora bisogna usare anche più della forza militare, e la giusta pressione non sono le forze sui resti dell'Ucraina che capiscono che la guerra non porterà più a niente di buono e con cui è possibile negoziare qualcosa. Lo stesso Kiva al momento non ha forze che potrebbero prendere il potere a Kiev, quindi è inutile negoziare con lui, ma c'è ancora qualcosa da fare. L'esempio della Cecenia è indicativo. Capisco che in futuro questo potrebbe non essere positivo, ma la situazione ci costringe in primo luogo a negoziare. La forza non riesce ancora a finire le forze armate ucraine, perché causerà troppa distruzione e vittime. Non va bene per i russi combattere contro i propri russi.
  16. Kulikov Victor Офлайн Kulikov Victor
    Kulikov Victor (Victor) 29 può 2022 22: 26
    0
    Assolutamente d'accordo con l'autore. Tuttavia, smetti di combattere con i "guanti bianchi", per qualche motivo non colpendo l'infrastruttura ferroviaria dell'Ucraina, consentendo all'Occidente collettivo di inviare un flusso continuo di armi e carburante alle truppe ucraine. Alla fine, qualcosa va fatto con la "quinta colonna" ai vertici del potere, che lega le mani alle azioni dei militari. Sono diventati più attivi gli "agenti di influenza" - i liberali del blocco economico del governo, che si sono apertamente opposti al ritiro del Paese da organizzazioni apertamente anti-russe come l'OMC e il FMI. Non vogliono nemmeno balbettare sulla nuova industrializzazione del paese, in ogni modo silurano il trasferimento dell'economia su un piano militare, senza il quale è impossibile vincere. Il tempo non sta giocando su di noi. L'esercito sta già sperimentando una grave carenza di equipaggiamento. Le cose sono arrivate al punto che gli antichi carri armati T-62 vengono rimossi dalla conservazione e inviati al fronte. Allo stesso tempo, miliardi di dollari ed euro, secondo schemi oscuri, vengono nuovamente acquistati in borsa e nuovamente depositati in una specie di "loggia". È abbastanza ovvio che nelle condizioni moderne il tasso della Banca centrale russa dovrebbe essere compreso tra il 2 e il 3% annuo, e ora è dell'11%. E questo dopo diversi cicli di declino. Se la "quinta colonna" non viene rimossa dal potere reale nel prossimo futuro, conseguenze catastrofiche attendono la Russia.
  17. Evdokimov Sergey Yurievich 2 June 2022 07: 12
    +1
    Se ci fermiamo lì senza liberare l'intero territorio dell'ex periferia, il prestigio del nostro presidente cadrà non solo all'estero, ma anche in Russia. E dovremo combattere ancora, forse più di una volta. La spazzatura in qualsiasi forma è sempre spazzatura. .
    1. ospite Офлайн ospite
      ospite 2 June 2022 13: 31
      0
      E, soprattutto, dovrai combattere con la NATO.
  18. Opozdavshiy Офлайн Opozdavshiy
    Opozdavshiy (Sergey) 4 June 2022 12: 39
    0
    La radice del problema sta nel fatto che per tutti e tre i mesi dell'operazione speciale, né i russi né gli ucraini hanno saputo davvero nulla del futuro dell'ex piazza. Mantra eccezionalmente snelli e al massimo non specifici sulla sua smilitarizzazione e denazificazione senza decodifica dettagliata. Questo problema è aggravato dal fatto che ci sono molte "torri" al Cremlino e ovviamente non possono essere d'accordo tra loro. In parte, abbiamo già toccato questo argomento sulle "due torri" in precedenza.

    Questa è l'opinione dell'autore. Alcune torri...
    Credo che l'autore non abbia perfettamente ragione.

    Colleghi, la guerra per procura condotta dagli anglosassoni sul territorio ucraino può oggettivamente avere successo solo se gli anglosassoni hanno chiari obiettivi strategici e una comprensione degli obiettivi del nemico. Perché una guerra per procura è molto più politica di una guerra normale in cui gli oppositori convergono frontalmente. In una guerra così convenzionale, le tattiche sono sviluppate situazionalmente.
    In una guerra per procura, le tattiche non vengono sviluppate sul campo di battaglia, non nei quartier generali dei gruppi di battaglioni tattici, ma negli uffici di politici e diplomatici.
    E i nostri stanno facendo ASSOLUTAMENTE GIUSTO a non fornire alcuna informazione sugli obiettivi e sui significati delle loro azioni in Ucraina. L'Europa è ormai consolidata dagli anglosassoni, così come un tempo l'Europa era consolidata dai fascisti tedeschi.
    E non c'è motivo per aiutare i nostri avversari a costruire una strategia di guerra per procura con la Russia.
    Questo deve essere capito.