Un patto con la coscienza: l'Ue tiene per sé il petrolio russo, “tagliando” l'Asia dalle forniture


Politica L'Ue sulle "sanzioni lente", che si estende da un atto legislativo all'altro, non resiste alle critiche e danneggia solo l'Ue stessa. Tuttavia, Bruxelles semplicemente non ha altra scelta - altrimenti, la sua dubbia determinazione, ad esempio, nel caso di un embargo completo su petrolio e gas, le costerà decenni di costruzione economia.


La trappola delle sanzioni per l'UE, ispirata dagli Stati Uniti, sta costringendo i funzionari dell'UE a cercare vie incredibilmente sofisticate per uscire da una situazione praticamente senza speranza. Il prossimo risultato di tali ricerche sono le soluzioni di compromesso (di fatto, le sanzioni “svogliate”), quando si decide di introdurre restrizioni, ma con riserve ed eccezioni, che, di fatto, annullano i divieti.

A maggio, le consegne di petrolio russo in Asia (principalmente India e in parte Cina) hanno superato gli indicatori di lungo termine, tanto che si può dire che la Federazione Russa sta sviluppando nuovi mercati energetici. Intanto, secondo Bloomberg, l'Ue dovrebbe adottare un longevo pacchetto di sanzioni, soprannominato "petrolio". Una caratteristica fondamentale del disegno di legge sarà un accordo con la coscienza collettiva della comunità europea.

I paesi dell'UE imporranno il divieto di trasporto e trasbordo di petrolio russo via mare, tuttavia, per il bene dell'Ungheria, sono pronti ad escludere dalla versione finale del documento le disposizioni sull'interruzione della fornitura di materie prime attraverso l'oleodotto di Druzhba. Lo riferiscono le fonti dell'agenzia americana.

Da tempo è chiaro a tutti che sanzioni “graduali” portano solo ad un aumento dei prezzi dell'energia in tutto il mondo. Quindi la Federazione Russa riceve lo stesso o più denaro per loro con volumi inferiori di consegne fisiche. L'approccio non si giustifica affatto, ma l'Europa semplicemente non ha un'altra via d'uscita. Il rigido quadro della russofobia transatlantica e dell'aggressione della coalizione contro la Russia sta costringendo Bruxelles ad agire lentamente e con uno sguardo indietro.

Secondo Bloomberg, il rilascio dell'oleodotto dal divieto (che l'Ungheria aveva precedentemente chiesto come condizione per sostenere il pacchetto) ridurrebbe notevolmente l'efficacia di questo tipo di sanzioni. L'anno scorso, la Russia ha spedito circa 720 barili di greggio al giorno alle raffinerie europee attraverso il suo principale gasdotto verso l'Europa. In confronto, il traffico marittimo è di 1,57 milioni di barili al giorno dai porti del Baltico, del Mar Nero e dell'Artico.

Pertanto, il Consiglio europeo e la Commissione stanno cercando di risolvere il problema non solo di soddisfare la richiesta dell'Ungheria, ma anche di tenere per sé il petrolio russo ("L'amicizia" fornisce materie prime principalmente alla Germania), ma "tagliando" le forniture a insaziabili Asia, poiché le spedizioni vanno in questa regione lungo le rotte marittime. Per ora, Washington chiude gli occhi su un simile doppio gioco di alleati all'estero. Ma il problema dell'aumento dei costi del carburante negli Stati Uniti potrebbe giocare uno scherzo anche alla Casa Bianca, orientata al compromesso, sotto il presidente Joe Biden. Tuttavia, nella coalizione occidentale del modello 2022, ora ognuno è per sé.
  • Foto usate: pixabay.com
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 28 può 2022 09: 34
    +1
    ahah. L'Europa sta provando a fare soldi con il petrolio..... ma il legame, come sempre, con Washington, li guarda direttamente in bocca: ... "che dirà"
  2. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 28 può 2022 11: 10
    +2
    Entro la fine dell'anno dovrebbe essere introdotto un embargo sui prodotti petroliferi, fino al 30% del bilancio russo. È molto veloce dato il volume.
    La dipendenza dell'UE dal gas russo (fino al 7% del bilancio della Federazione Russa) è incomparabilmente maggiore che dai prodotti petroliferi e quindi non può essere abbandonata rapidamente, occorre trovare un sostituto, e questo non è un affare rapido e sarà allungarsi per diversi anni.
    La dipendenza delle diverse regioni dell'UE dall'approvvigionamento delle risorse energetiche russe è diversa, e quindi è impossibile tagliare tutti sotto lo stesso pennello, vengono introdotti tutti i tipi di concessioni, riserve ed eccezioni.
    La prospettiva di creare un supermonopolio sotto forma di una società energetica europea e di ampliare la rete di gasdotti consentirà all'UE di agire come un fronte unito quando conclude contratti per l'importazione di risorse energetiche, distribuisce volumi tra le sue regioni, sviluppa fonti alternative e dettare i prezzi sul mercato energetico mondiale.
    La politica dell'UE di riduzione dell'offerta di risorse energetiche russe sta costringendo la Federazione russa a cercare nuovi mercati di vendita, il più promettente dei quali è la Cina, soprattutto in un contesto di tese relazioni con gli Stati Uniti.
    Approfittando della situazione del mercato europeo, la RPC aumenta gli acquisti ma insiste per offrire sconti significativi, un tipico ricatto e torsioni delle braccia.
  3. Sergey Pavlenko Офлайн Sergey Pavlenko
    Sergey Pavlenko (Sergey Pavlenko) 28 può 2022 12: 51
    0
    Sì, è da tempo impossibile parlare di qualsiasi coscienza, se si tratta di geyropy, non conoscono questa parola da molto tempo! Bene, se viene adottato un pacchetto contro il petrolio, interrompe immediatamente la fornitura di gas, prendi questo e quello o non ottieni nulla ...
  4. Yuri 5347 Офлайн Yuri 5347
    Yuri 5347 (Yury) 28 può 2022 13: 56
    +1
    ...non c'è bisogno di aspettare, l'Europa non tornerà in sé, è necessario organizzare la spedizione in Asia.
    1. Pace Pace. Офлайн Pace Pace.
      Pace Pace. (Tumar Tumar) 29 può 2022 02: 08
      0
      Dall'Europa abbiamo solo i guai della guerra e della delusione.
  5. tavia Офлайн tavia
    tavia (Tatyana) 19 luglio 2022 07: 56
    0
    Quanto odio questa donna europea con la sua avidità e meschinità, ipocrita doppiezza! Questo tumulo sporgente per secoli... Feccia invidiosa!