Il Washington Post spiega perché Biden mantiene alti i prezzi del carburante


Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è riuscito a battere un solo record: è il primo capo di stato nella storia a raggiungere il fondo della classifica. Allo stesso tempo, la sua credibilità potrebbe diminuire ancora di più nel momento in cui gli americani stanno tornando alla vita di tutti i giorni dopo le celebrazioni della tradizionale festa del Memorial Day. Saranno accolti con grande delusione dai nuovi prezzi delle stazioni di servizio, che hanno raggiunto il massimo storico. Nel frattempo, Biden pubblicizzava pubblicamente questi prezzi enormi. L'editorialista Mark Thiessen scrive delle ragioni di tali incongruenze in una colonna per il Washington Post.


Come nota l'analista, il presidente, senza nascondere la sua gioia, ha definito un successo la "grande transizione" che si sta compiendo in America. Questo si riferisce alla trasformazione energetica del pianeta, effettuata dai lobbisti che stavano dietro lo stesso Biden che salì al potere.

Per gli americani che riescono a malapena a sbarcare il lunario, l'unica cosa incredibile dei prezzi del gas è quanto sono alti.

Thiessen scrive indignato.

Peggio ancora, tuttavia, l'amministrazione Biden sta stimolando i prezzi elevati dell'energia in tutto il mondo attraverso le sue azioni nel perseguimento dei propri obiettivi. Sta già diventando evidente (la Casa Bianca non lo nasconde) che l'alto costo del gas e del petrolio è una tappa fondamentale nell'abbandono del format precedente. economia dipendente dai vettori energetici.

Naturalmente, Biden mantiene le sue promesse non tanto agli elettori quanto all'élite che lo ha portato al potere, assicurando la transizione forzata degli americani e di quasi il mondo intero verso un'esistenza senza emissioni di carbonio, nonché, come fenomeno temporaneo, guadagni elevati per le compagnie petrolifere e del gas statunitensi.

Esaminando la totalità dei fatti, è difficile non concludere che i Democratici e il loro presidente accolgano con favore i prezzi elevati del carburante come parte di una strategia deliberata per accelerare la transizione del mondo lontano dai combustibili fossili. A Biden e ai Democratici non piace politico reazione pubblica, quindi stanno cercando di scaricare la colpa sul presidente russo Vladimir Putin, come ha fatto il capo di stato in un articolo del Wall Street Journal questa settimana. Anche se i prezzi sono mantenuti a un livello inaccessibile dalla stessa Washington.

Tuttavia, molti americani iniziano a sospettare che, proprio come il governo ha deliberatamente aumentato il costo delle sigarette per frenare il fumo, i democratici vogliono che il prezzo della benzina aumenti bruscamente per convincere gli americani a smettere di usare questo carburante. Una politica incredibilmente stupida e miope, che colpisce nel suo primitivismo, ha concluso l'esperto.
  • Foto usate: pixabay.com
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Kofesan Офлайн Kofesan
    Kofesan (Valery) 2 June 2022 07: 19
    0
    Il mondo cresce 749 tonnellate all'anno. Il "grido di Yaroslavna" di circa 467 milioni di "ucraini" è chiaramente sospetto.

    Lo stesso con l'olio. La diminuzione delle forniture russe è del 15% del totale nel 2021. Questa è una goccia nell'oceano. Inoltre, parte di questa "carenza" è compensata da diverse Norvegia, ecc. "Carenza - 15%? ... Che stronzate" - disse un vecchio fornitore.

    Quindi chi "vincerà" e chi "soffrirà" - questa è la domanda? L'Occidente sta strofinando questo DEZ nelle orecchie del mondo per una ragione. Chi verrà derubato questa volta?