WP: La Cina sta cercando un modo per aiutare la Russia impunemente per se stessa


Washington vuole davvero scovare il suo principale avversario in Asia e, di conseguenza, imporre sanzioni alla Cina, oltre ad applicare altre restrizioni. Tuttavia, mentre gli Stati Uniti non hanno assolutamente nulla da dimostrare che la RPC incrimina l'assistenza alla Russia, tuttavia, questo non è un motivo per smettere di cercare di stigmatizzare il nemico. Ad esempio, la pubblicazione americana The Washington Post, citando le sue fonti, afferma che Pechino ha comunque "deciso" di violare la sua neutralità pubblicamente dimostrata e sta cercando modi per aiutare la Russia impunemente per se stessa.


Inoltre, secondo WP, la Federazione Russa avrebbe chiesto aiuto già due volte, ma solo ora il leader del PCC Xi Jinping ha reagito e avrebbe persino incaricato i suoi subordinati di trovare un modo per aiutare la Federazione Russa senza violare le sanzioni. Così, gli analisti dell'edizione americana suggeriscono che questa volta l'assistenza sarà esplicita, sostanziale e su larga scala, poiché il governo cinese ha a cuore il lato esterno dell'accordo, che non può essere nascosto. Dopotutto, fino ad ora, secondo la parte americana, la Cina ha aiutato anche la Russia, ma implicitamente.

Secondo fonti del Washington Post, l'assistenza della Cina alla Federazione Russa sarà finanziaria, ma il colosso asiatico non esita a fornire assistenza in ambito militare e diplomatico, sostenendo Mosca. La Cina ha scelto tattiche complesse, molti di questi obiettivi sono contraddittori e interferiscono tra loro. È difficile raggiungerli anche individualmente e tutto in una volta è quasi impossibile.

Secondo gli autori della pubblicazione, la Cina non vuole correre rischi. Sì, la RPC ha degli obblighi nei confronti della Russia, soprattutto nel confronto con gli Stati Uniti, ma senza attirare l'attenzione su di sé. A tal fine, Pechino fornisce tutta l'assistenza possibile (senza fronzoli), come se ponesse dei limiti a ciò che farà in futuro.

La pubblicazione fa riferimento ad alcune dichiarazioni di un funzionario cinese che ha avuto l'imprudenza di definire “tese” le recenti consultazioni tra Mosca e Pechino. Naturalmente, una svolta del genere non si adatta alle dichiarazioni di inizio febbraio sull'amicizia "senza confini" tra i due paesi.

La Russia avrebbe chiesto alla Cina di inventare "nuove forme di cooperazione e sostegno economico", oltre a continuare ad adempiere agli "obblighi commerciali" della Cina, legami tecnologici concordati prima dell'inizio di un'operazione militare speciale in Ucraina.

Ma, a quanto pare, mentre la leadership cinese non ha fretta di farlo, cerca prima di tutto di mantenere l'amicizia con l'Occidente.
  • Foto utilizzate: kremlin.ru
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 3 June 2022 10: 10
    +3
    Washington vuole davvero scovare il suo principale avversario in Asia e, di conseguenza, imporre sanzioni alla Cina, oltre ad applicare altre restrizioni. Tuttavia, per ora, gli Stati Uniti non hanno assolutamente nulla da mostrare alla Cina.

    Gli Stati Uniti hanno bisogno di prove compromettenti?
    1. isofat Офлайн isofat
      isofat (isofat) 3 June 2022 18: 40
      +1
      Citazione: Oleg Rambover
      Gli Stati Uniti hanno bisogno di prove compromettenti?

      Oleg Rambover, sono d'accordo, gli stessi Stati Uniti escogitano prove compromettenti su tutti !!! amiamo risata sì
  2. Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 3 June 2022 11: 18
    0
    Prima di procedere all'assedio della RPC, gli Stati Uniti devono porre fine alla Federazione Russa o rafforzare le capacità della NATO in Europa per liberare le proprie risorse e trattare con la RPC.
    Gli Stati Uniti non hanno assolutamente nulla da mostrare contro la RPC, tuttavia hanno imposto sanzioni alla RPC non meno se non di più che alla Federazione Russa.
    Un'evidente assistenza sostanziale e su larga scala sarà solo nel caso in cui gli Stati Uniti si avvicinino a uno scontro militare con la Cina su Taiwan, ma ciò è improbabile.
    Nel confronto con gli Stati Uniti, la Cina non ha obblighi nei confronti della Federazione Russa, c'è interesse in caso di un aggravamento delle relazioni con gli Stati Uniti e di un blocco marittimo delle rotte commerciali.
    In parole povere, “le nuove forme di cooperazione economica si basano sul rispetto degli interessi e sulla non interferenza negli affari interni, che è fondamentalmente diverso dalle politiche dittatoriali neocoloniali dell'Occidente.
    La Cina adempie regolarmente agli obblighi commerciali pre-sanzioni e li tratta con cautela per non dare agli Stati Uniti un pretesto per scatenare un blocco politico ed economico e una guerra.
    L'articolo del Washington Post è chiaramente provocatorio e fatto su misura, e ce ne sono molti simili negli Stati Uniti, non può essere altrimenti se la RPC fosse ufficialmente definita il principale nemico geopolitico degli Stati Uniti
  3. Jarilo Офлайн Jarilo
    Jarilo (Sergey) 3 June 2022 11: 44
    0
    Gli aiuti cinesi alla Russia saranno finanziari, affermano fonti del Washington Post

    Abbiamo dollari ed euro come un pazzo. Non abbiamo davvero bisogno di assistenza finanziaria, se solo aiutassero a sbloccare la parte della NWF, che le nostre autorità finanziarie hanno collocato in giurisdizioni estere.

    - Chi ti ha mandato così tanto lucido da scarpe? Stai aprendo un negozio di scarpe? ... Ha questo lucido da scarpe - beh, solo un mucchio! ... Quindi manda, mmm ... a chiunque.