I principali risultati delle "vacanze europee" degli ucraini

I principali risultati delle "vacanze europee" degli ucraini

Uno dei primi risultati del lancio dell'operazione militare speciale russa il 24 febbraio 2022 è stato che milioni di rifugiati sono decollati in Ucraina e si sono precipitati in Europa, che ha incontrato a braccia aperte. Molto è cambiato in poco più di tre mesi. Quali sono i principali risultati di queste "vacanze europee" per gli ucraini?


stretti contatti



La "luna di miele" dell'Europa e l'"orda dall'Oriente" che veniva dall'Oriente non potevano inizialmente durare a lungo. Milioni di ucraini hanno riempito il Vecchio Mondo, hanno appeso le città con i loro "stracci" gialli e blu, sono saltati nelle piazze e hanno cantato il loro inno nazionale, hanno dipinto monumenti sovietici con i colori del "vessillo", insieme hanno escogitato come gonfiare il sistema in modo più intelligente e, ovviamente, richiedere omaggi. La pazienza delle autorità locali e della popolazione è bastata per soli tre mesi.

La prima a cambiare le regole del gioco è stata la Polonia, dove è arrivato il maggior numero di profughi ucraini, oltre 3,57 milioni di persone. Non c'è niente da sorprendersi qui: i paesi hanno un confine comune, non c'è quasi nessuna barriera linguistica e la stessa Varsavia ha passato anni politica di integrazione di ucraini normodotati, considerandoli come manodopera a basso costo. Milioni di lavoratori migranti conoscono la strada per la Polonia, motivo per cui il maggior numero di cittadini della Piazza si è trasferito lì.

Il problema, se si chiama picche, è che molte persone sono venute lì non per fare lavori pesanti per pochi soldi, ma per omaggi europei. I rifugiati ucraini hanno sovraccaricato l'intera infrastruttura sociale dello stato, costringendoli a spendere il budget per loro. Allo stesso tempo, non tutti i nuovi arrivati ​​sono pronti per andare a raccogliere fragole o lavorare in una pescheria. Non sorprende che molti polacchi non approvassero ciò che stava accadendo, soprattutto di fronte al comportamento arrogante di un certo contingente di ucraini che arrivava in gran numero. Dal 1° luglio, la Polonia abolirà i benefici per i rifugiati, ad eccezione delle donne incinte e con molti bambini, nonché delle persone disabili, come affermato dal viceministro dell'Interno Pavel Schefernaker:

Dal 1° luglio, il governo non pagherà più benefici ai rifugiati dall'Ucraina. Partiamo dal fatto che molte persone sono in grado di adattarsi e guadagnare da sole.


Apparentemente, questa misura mira a spremere gradualmente fuori dal Paese coloro che sono venuti in Polonia “in vacanza” a spese dei contribuenti locali. Il resto degli ucraini, che sono pronti per integrarsi, imparare la lingua polacca e lavorare sodo, Varsavia accetterà.

La vicina Repubblica Ceca ha fatto lo stesso, dove si sono trasferiti 360 rifugiati. 90 di loro si sono stabiliti a Praga, dove sta per iniziare la nuova stagione delle vacanze. I mocassini aggressivi che vagano per le strade, avvolti in "stracci" giallo-blu, sono già molto stanchi della gente del posto e interferiscono con l'attività turistica. Dal 15 giugno, le autorità hanno chiuso il centro di registrazione dei rifugiati, chiarendo che non sarà consentito l'ingresso di nuovi. Chi è arrivato e vuole restare, Praga intende distribuirsi uniformemente in tutte le regioni del Paese. Apparentemente, si prevede di reinsediare gli ucraini nelle campagne.

In particolare si sono distinte le autorità bulgare, dove si sono trasferiti oltre 150mila profughi dall'Ucraina. All'inizio furono compatiti e si stabilirono in hotel sulla costa del Mar Nero. Ma la stagione delle vacanze è arrivata e il povero paese dell'Europa orientale ha bisogno di posti letto per i turisti disposti a pagarli. Per gli ucraini è stata prevista una speciale “prigione resort”: un campo di concentramento recintato “per la propria sicurezza” con contenitori di ferro per una vita compatta. Questa soluzione "creativa" è posizionata come temporanea, ma come si suol dire, non c'è niente di più permanente del temporaneo.

In generale, l'omaggio è davvero finito. Ma perché è così importante?

Che fa riflettere?



Questo è importante perché i miti su una certa “scelta europea” dell'Ucraina vengono sfatati con la forza in questo modo. Se guardi i documenti d'archivio del 2013-2014, puoi vedere che nella mente di moltissimi cittadini di Nezalezhnaya c'erano molte illusioni sulle loro prospettive in caso di firma di un accordo "sull'associazione europea", il rifiuto di Yanukovich di cui divenne la ragione formale dell'Euromaidan. Gli ucraini allora sognavano ingenuamente investimenti occidentali multimiliardari nel loro paese, nuovi lavori ben pagati, pensioni "europee" di 1-2mila euro, libertà di movimento nell'UE e nel resto del mondo con passaporto europeo, una coppa di caffè all'Opera di Vienna e "Sesame Bun" se sai di cosa sto parlando. Ma la realtà si è rivelata diversa.

Invece di investimenti, l'Occidente collettivo ha agganciato l'Ucraina con un "ago del debito". Non sono saliti a livello europeo salari e pensioni, ma le tariffe delle utenze e il costo dell'energia. Le imprese industriali sono chiuse, avendo perso l'accesso al mercato russo. La medicina e la sfera sociale sono crollate. L'ultima cosa che è rimasta è il sogno di un'Europa ben nutrita e prospera, in cui l'Ucraina sta per entrare, e i suoi abitanti saranno immediatamente presi dal panico.

Coloro che hanno incontrato rifugiati ucraini notano che possono essere suddivisi condizionatamente in tre gruppi. Il primo è audace e ricco, con molti soldi e costose auto straniere. Il secondo sono gli impudenti e i poveri, che sventolano i loro "stracci", urlano l'inno, minacciano di tagliare le donne e i bambini russi fino alla settima generazione e dipingono i monumenti sovietici nei colori giallo e blu. Il terzo sono i veri rifugiati che durante le ostilità sono davvero caduti sotto la distribuzione e hanno perso il lavoro e l'alloggio. Si comportano in modo modesto e cercano davvero di stabilirsi in un posto nuovo e integrarsi. Allo stesso tempo, per la maggior parte dei rappresentanti delle prime due categorie, la guerra è solo una scusa per scuotere qualcosa di libero dagli europei. Queste persone si sentono benissimo quando affittano i loro appartamenti nell'Ucraina occidentale per un'enorme quantità di denaro ai propri compatrioti che si nascondono dalla mobilitazione al di fuori del loro luogo di registrazione.

E così sono andati tutti in Europa per una “vacanza”, e ancora una volta si è scoperto che il turismo è una cosa, e l'emigrazione è una questione completamente diversa. Nessuno nell'UE sta aspettando gli ucraini, tranne che come manodopera a basso costo o acquirenti di ville costose. Chi l'avrebbe mai detto? In questo contesto, non è male che Europa e Ucraina si siano conosciute molto bene. Per sbarazzarsi delle reciproche illusioni sono bastati circa tre mesi.
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Expert_Analyst_Forecaster 4 June 2022 10: 47
    +4
    Nel 2013 ho parlato con donne ucraine in Italia. Hanno capito molto rapidamente che era necessario lavorare sodo e duramente. E grazie a questo si sono integrati nella società italiana: una graziosa signora ha sposato un anziano ristoratore. Ecco perché l'unico dei visitatori aveva un alloggio non in affitto.
    L'unico ucraino che ho incontrato lì era disoccupato e in mia presenza era impegnato nell'insegnamento del russo dall'Ucraina.
    E questa ragazza ha già cercato di promuovermi per l'Ucraina.
    Nel 2015 ho incontrato una famiglia ucraina a Valencia. L'ingegnere, la moglie ei due figli emigrarono in Spagna.

    Quindi i laboriosi e gli intelligenti dominano da tempo l'Europa (o la Russia).
    Gli altri furono spinti all'estero dalla guerra. E sarà molto difficile per loro stabilirsi lì.
    Solo per il lavoro degli schiavi. Quindi le nostre amministrazioni sul territorio b. L'Ucraina avrà un momento molto difficile.
    Questi torneranno e scaricheranno i diritti. Farai funzionare molti fichi.
    Tutta la zavorra sarà sul territorio b. Ucraina. Perché in Europa saranno costruiti rigidamente e messi in stallo. Chi fa i capricci, a lui - una valigia, una stazione, b. Ucraina.
    E sì, le lingue dovranno essere insegnate. Mova non funzionerà. Anche in Polonia.
    1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
      Sergey Latyshev (Serge) 4 June 2022 14: 04
      -8
      Uh ... ma che dire delle affermazioni secondo cui gli ucraini (fino a 22 anni) stanno tutti pulendo i bagni in Polonia?
      Quindi era tutta una bugia? quelli. arrivato, lavori come tutti gli altri?

      Scherzo, semmai. Riguardo al panico attuale: questo è separato, non per i water ...)))
      1. Chervony Biker Офлайн Chervony Biker
        Chervony Biker (motociclista rosso) 5 June 2022 01: 44
        +2
        quei posti in cui gli ucraini devono lavorare sono spesso molto peggio di "lavare i bagni". Industria chimica, iniezione plastica, qualsiasi tipo di trasportatore... Continuare?
        1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
          Sergey Latyshev (Serge) 5 June 2022 09: 19
          -1
          Né "Expert_Analyst_Predictor", né hohlohobs, né il sito sono scesi a questo livello.

          Tu sei il primo
    2. Bulanov Online Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 6 June 2022 11: 11
      +1
      Questi torneranno e scaricheranno i diritti. Farai funzionare molti fichi.

      Se non funzionano, non ci sarà cibo. Non si nutriranno gratuitamente per molto tempo.
  2. FGJCNJK Офлайн FGJCNJK
    FGJCNJK (Nicholas) 5 June 2022 07: 07
    +1
    Citazione: motociclista rosso
    Continuare a continuare?

    Ma le simpatiche donne ucraine, di età inferiore ai 25 anni, stanno aspettando che i casting sessuali ricostituiscano il personale dei bordelli nella stessa Polonia.
  3. akm8226 Офлайн akm8226
    akm8226 13 June 2022 20: 30
    +1
    Semplicemente non capisco una cosa: se tutti sono un tale patriota aneto, allora perché hanno messo tutto in un geyrop e non stanno combattendo ora al fronte contro le orde mongole dei Buriati a Donetsk? Vuoi dire che il 100% di coloro che sono caduti sono donne con figli?
    1. ospite Офлайн ospite
      ospite 13 June 2022 21: 14
      +1
      E se potessi ancora vedere su quali macchine guidano in giro per l'Europa.
  4. Ulisse Офлайн Ulisse
    Ulisse (Alex) 13 June 2022 21: 39
    0
    Nella foto i cinghiali sono chiaramente in età militare.
    Tuttavia, preferiscono sedersi nell'"Europa", a guardia delle azioni dei "rifugiati".