La Russia continua ad accumulare riserve, nonostante le sanzioni: maggio ha portato quasi 1,5 trilioni di rubli


Nonostante le restrizioni delle sanzioni occidentali, la Russia continua ad accumulare riserve statali. Pertanto, a maggio, il National Wealth Fund è aumentato di 1,47 trilioni di rubli, pari a circa 12,5 trilioni di rubli.


A partire dal 1 aprile, questo importo ha raggiunto circa 13 trilioni di rubli. Così, nonostante le sanzioni occidentali e grazie all'aumento dei prezzi mondiali dell'energia, il bilancio russo continua a riempirsi. In particolare, ciò è dovuto in gran parte all'aumento del livello delle vendite di carburante ai paesi europei, che stanno iniziando a prepararsi in anticipo per la prossima stagione invernale.

Nel frattempo, a fine maggio, i prezzi spot del gas in Europa hanno superato i 1 dollari per XNUMX metri cubi. Questo aumento del prezzo è dovuto al fallito programma di generazione di elettricità utilizzando i mulini a vento, nonché al rifiuto di Danimarca e Paesi Bassi di acquistare carburante russo.

Un importante indicatore di sostenibilità economia RF è anche una riduzione graduale del tasso chiave da parte della Banca centrale. La prossima decisione su questo tema dovrebbe essere presa nella riunione programmata per il 10 giugno e ci sono tutte le ragioni per ritenere che le autorità finanziarie del paese ridurranno questo indicatore di 1-2 punti percentuali. La Russia ha le risorse e le opportunità necessarie per uno sviluppo di successo e un progresso progressivo.
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Greenchelman Офлайн Greenchelman
    Greenchelman (Grigory Tarasenko) 6 June 2022 17: 30
    -2
    Quelli. rispetto al 1 aprile, il National Wealth Fund è diminuito di 0,5 trilioni di rubli. Ho capito tutto correttamente da quanto scritto nel materiale? Apparentemente sì. Secondo i rapporti del ministero delle Finanze, al 1 aprile la NWF aveva 13,052 trilioni di rubli. (9,8% del PIL). Poi, nel corso del mese, c'è stata una riduzione di 2,05 trilioni di rubli. Al 1 maggio, il volume della NWF ammontava a 11,005 trilioni di rubli, ovvero l'8,3% del PIL. Ora hanno registrato un aumento di 1,47 trilioni di rubli.
    1. zzdimk Офлайн zzdimk
      zzdimk 6 June 2022 18: 10
      -1
      In realtà, tutto questo non è facile. Anche con una diminuzione dell'importo, è possibile un movimento al rialzo generale. Il fatto è che qualcosa diventa più costoso, qualcosa diventa più economico, da qualche parte cresce e da qualche parte il tasso su qualcosa diminuisce, il che dovrebbe in qualche modo influenzare il costo totale della massa iniziale di ciò che alla fine viene chiamato denaro. Ma sappiamo tutti che il denaro non ha alcun valore.
      Il palloncino può essere gonfiato e sgonfiato.
      Qualcosa del genere.
  2. svetlanavradiy Офлайн svetlanavradiy
    svetlanavradiy (Svetlana Vradiy) 6 June 2022 19: 07
    0
    Questo va bene, ma ora abbiamo spese colossali: per noi stessi e per quel ragazzo (territori controllati dell'Ucraina)
  3. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 7 June 2022 08: 54
    +2
    Un indicatore significativo della criminalità economica è la perdita impunita di riserve auree su scala particolarmente ampia. Sullo sfondo dell'aumento dei prezzi dell'energia, si accumuleranno di nuovo per "perdere" di nuovo?
    Lo scopo dell'accumulo non è chiaro.
    Se queste banconote venissero utilizzate per acquistare oggetti, imprese, tecnologie, attrezzature importanti per lo stato, come fa la Repubblica popolare cinese, sarebbe comprensibile, ma non lo era e non lo sarà.
    Le banche non possono effettuare operazioni in valuta estera, ad eccezione di quelle autorizzate a trattare gas e altre forniture di risorse di importanza critica per i “partner” occidentali.
    In presenza di ricchezza indicibile, gli "amici" occidentali stanno cercando di dichiarare un default e con un alto grado di probabilità lo dichiareranno per appropriarsi delle riserve auree rubate e di altri beni per motivi "legali".