La Russia ha sconfitto l'inflazione e ora rischia la deflazione


Nel maggio di quest'anno, l'inflazione in Russia è scesa al massimo storico dello 0,12% ed è diventata la più bassa per questo mese dal 1991. A maggio 2021 era più alto e ammontava allo 0,74%. Rossat ha informato il pubblico di questo.


Va notato che in termini annuali l'inflazione è scesa al 17,10% dal 17,83% dell'aprile precedente, il livello più alto da gennaio 2002. Negli ultimi mesi del 2022, l'inflazione era la seguente: a gennaio - 0,99%, a febbraio - 1,17%, a marzo - 7,61%, ad aprile - 1,56%. Allo stesso tempo, tra gennaio e maggio, i prezzi in Russia sono aumentati dell'11,80%.

I dati di maggio aprono una buona opportunità per la Banca Centrale della Federazione Russa di ridurre il tasso chiave di almeno 3 punti percentuali nella prossima riunione del 10 giugno, dall'11% all'8%. Non è noto se il prudente regolatore russo lo farà, ma il 26 maggio ha abbassato il tasso chiave dal 14% all'11%, il che significa che esiste la possibilità di una tale decisione.

Molti esperti ritengono che la Banca centrale della Federazione Russa potrebbe ora fissare il tasso chiave al livello del 2-3%. Ciò aiuterebbe a far ripartire i prestiti di mercato sia nel settore consumer che corporate, che sarebbero l'impulso per la stessa "trasformazione strutturale" economiadi cui ora è di moda parlare.

I risultati di maggio indicano che la Russia ha battuto l'inflazione. Tuttavia, ora rischia di andare incontro a una deflazione mensile in agosto-settembre, dopo la vendemmia, che si prevede sarà buona. Prima di questo, quest'anno veniva registrata solo la deflazione settimanale, e questo era episodico.

A questo proposito, si può prevedere che, secondo i risultati del 2022, l'inflazione in Russia sarà a un livello non superiore al 13-14%. Questo sarà un ottimo risultato, tenendo conto della guerra delle sanzioni dichiarata dall'Occidente contro Mosca.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com/
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Monster_Fat Офлайн Monster_Fat
    Monster_Fat (Qual è la differenza) 9 June 2022 10: 41
    -2
    Affidati ai dati delle cosiddette "statistiche" russe - beh, questo è ... È come se misurassero la sostituzione delle importazioni nelle auto Lada - in base al peso e non all'importanza dei componenti. lol Ma la realtà è che quando il rublo è crollato a 120 rubli per dollaro, i prezzi sono stati aumentati ovunque fino all'80-100% e per alcune cose anche del 200%. Sì, sono congelati. Alcuni, di fronte a un calo catastrofico del potere d'acquisto per il loro tipo di prodotto, hanno abbassato leggermente i prezzi, di circa il 15-25%. Ma rimangono comunque rialzati di almeno il 50-80% del livello di febbraio. Inoltre, la Banca Centrale, mantenendo artificialmente il tasso di cambio del dollaro a un livello basso, crea una situazione in cui quei cittadini che hanno mantenuto i propri risparmi in valuta estera non vogliono convertirli in rubli e spenderli, poiché subiranno grandi perdite, che naturalmente riduce la domanda nel mercato interno. Se parliamo di prezzi, allora non pensano nemmeno a diminuire, anzi, crescono solo. Lo si vede chiaramente nel mini store Lenta al mio fianco. Solo ieri ho comprato lì pane senza lievito per 69 rubli e ieri già - 77 rubli. Non ci sono pani a meno di 50 rubli (ed erano solo per 38-46 rubli). Non compro una pagnotta di "365" perché le persone normali non la mangiano, un paio di giorni fa costava 13 rubli 80 copechi e ieri era già -15 rubli 20 copechi Dov'è la "deflazione" qui? Al contrario, i prezzi aumenteranno perché ora gli importatori hanno aumentato i costi per le importazioni parallele, la doppia tripla logistica e i rivenditori, devono pagare di più per la doppia o addirittura la tripla conversione quando si scambiano valute, l'assicurazione è più costosa, ecc. Ieri è stato segnalato che i prezzi al dettaglio nei negozi in Russia per alcuni prodotti hanno già superato in modo significativo gli stessi prezzi nei negozi, ad esempio, in un paese non economico come la Gran Bretagna. .
    1. GIS Офлайн GIS
      GIS (Ildo) 9 June 2022 10: 57
      -1
      Anche questo mi sorprende: COME GIUSTIFICARE I PREZZI ALTI SUI PRODOTTI BASE? in cui non c'è importazione, beh, a meno che non si conti il ​​destinatario finale del profitto, la cui vita è in euro/dollari o altri tugrik, MA NON IN RUBLI. latte e pane, cereali e zucchero: tutto questo non proviene da componenti importati. qualcuno obietterà: e l'attrezzatura? e il trattore? sono importati. Risponderò: li cambi ogni anno con quelli nuovi e quelli vecchi per lo smaltimento in rottami metallici ??? inoltre, una parte delle imprese sta ancora lavorando sul patrimonio SOVIETICO (!!!!!).
      Sono anche sorpreso dal silenzio del governo e dalla faccia su questo tema.
      fai benzina e diesel 2 volte più economici e poi segui i markup lungo tutta la catena. per questo non serve un duro, basta spiegare perché vogliamo far crescere il nostro Paese a chi è sulla nostra stessa strada. il resto....un rimprovero con entrata in causa
      1. Monster_Fat Офлайн Monster_Fat
        Monster_Fat (Qual è la differenza) 9 June 2022 11: 19
        -1
        A proposito, è un'illusione credere che non ci sia una "componente di importazione" nei principali prodotti alimentari. La componente di importazione è ovunque, a partire dalle turbine Siemens che generano elettricità, i fili attraverso i quali viene consegnata al consumatore, le apparecchiature elettriche di commutazione dell'azienda AEG, ecc., nei pezzi di ricambio per le macchine che consegnano e trasportano ingredienti e prodotti finiti prodotti, negli additivi per olio e nel carburante per queste auto, nell'attrezzatura stessa, ad esempio, per impastare e cuocere il pane, nell'acciaio inossidabile stesso per vari tipi di stampi e pallet, ecc. E anche nel lavoro di tagiko-uzbeko che sono impiegati lì e poi convertono il loro stipendio russo in dollari e li mandano a casa tua. Di recente sono andato al mercato di Yunona (c'è un tale mercato universale a San Pietroburgo), c'è un negozio di attrezzature professionali per bar, ristoranti, panetterie e lavorazione di prodotti agricoli, quindi in questo negozio non c'è niente dall'attrezzatura prodotto in Russia, ad eccezione di pentole e vassoi che, a giudicare dai sigilli e dalle iscrizioni, sono realizzati su licenza. E i prezzi per tutto quello che c'è sono raddoppiati rispetto a gennaio.
        1. GIS Офлайн GIS
          GIS (Ildo) 9 June 2022 15: 47
          0
          Ho subito risposto a questo:

          qualcuno obietterà: e l'attrezzatura? che ne dici di un trattore? sono importati. Risponderò: li cambi ogni anno con quelli nuovi e quelli vecchi per lo smaltimento in rottami metallici ???

          proprio ora, secondo FM, hanno correttamente affermato "tutti i venditori hanno stabilito i rischi per la turbolenza, cioè in avanti del 100-150 percento" - questo è quello che credo.
          quanto al tuo:

          A proposito, è un'illusione credere che non ci sia una "componente di importazione" nei principali prodotti alimentari. La componente di importazione è ovunque, a partire dalle turbine Siemens che generano elettricità, i fili attraverso i quali viene consegnata al consumatore, ...

          l'attrezzatura importata, che è GIÀ FUNZIONANTE, è probabilmente GIÀ INCLUSA nella parte di spesa del prezzo del prodotto. e tornando all'inizio

          li cambi ogni anno con quelli nuovi e quelli vecchi per lo smaltimento in rottami metallici ???
    2. Serzh Офлайн Serzh
      Serzh (Sergey Ilic) 9 June 2022 17: 15
      0
      Ciò che è classicamente significativo è che i dati ufficiali non riflettono il quadro reale di ciò che sta accadendo!