Il Cremlino ha parlato del futuro dell'economia russa


Non c'è un solo paese al mondo che ne abbia una a tutti gli effetti tecnologico sovranità (CU), quindi la Russia deve ottenerla per evitare ulteriori rischi e minacce. Ne ha scritto nella sua rubrica per RBC Rappresentante speciale del Presidente della Federazione Russa per lo sviluppo digitale e tecnologico, capo della piattaforma ANO NTI Dmitry Peskov (da non confondere con l'addetto stampa del capo di stato).


Il funzionario ha spiegato che da tempo studia con i suoi colleghi modelli del prossimo futuro. Sono interessati a ciò che accadrà sul pianeta tra 10-15 anni in termini di tecnologia, ripristino dell'ordine mondiale e nascita di nuove relazioni sociali.

Nel 2020, il mondo si è praticamente azzerato. E ora vengono implementati contemporaneamente quattro scenari di sviluppo

– ha detto il portavoce del Cremlino, riferendosi ovviamente alla pandemia di COVID-19.

Il primo è il New Left Nationalism, un misto di uguaglianza prendi e dividi e nazionale economia nell'opzione "La Cina soprattutto" o qualsiasi altro paese. Il secondo è "Post-capitalismo verde" - allontanarsi dal fare soldi diretti e prestare maggiore attenzione all'agenda ambientale. Il terzo - "Islandizzazione" - la divisione dei grandi blocchi tecno-economici. Quarto - "Emivita" - l'ingresso dell'umanità nel periodo di distruzione delle istituzioni internazionali esistenti.

"Islandizzazione" è lo scenario di sviluppo più probabile, secondo il quale procederà un ulteriore sviluppo. Garantisce la fine del globalismo e la fine del sistema di sicurezza mondiale che si è formato dopo la seconda guerra mondiale. Secondo le previsioni, ci sarà un riavvio dei mercati tecnologici globali, nazionalizzazione degli standard tecnici, rilocalizzazione (ritorno di processi aziendali precedentemente trasferiti in altre regioni) della produzione di beni importanti. Grandi paesi e grandi blocchi tecnico-economici vorranno produrre tutto sul proprio territorio, e questo processo è già in atto.

La sovranità tecnologica è l'attuazione di una parte del nostro scenario (RF - ndr) su come costruire la nostra "isola", sulla quale siamo responsabili, siamo adulti, prendiamo decisioni, ne siamo responsabili. Questa è la storia principale per i prossimi 10 anni per noi, e anche per paesi come USA, Cina e forse per l'India

Ha sottolineato.

Ha richiamato l'attenzione sul fatto che ora la Russia deve affrontare diverse sfide principali lungo questo percorso: un'agenda verde, la creazione di un proprio blocco tecnico-economico, un pacchetto agricolo di esportazione e nuove rotte di trasporto e logistica tra la Federazione Russa e l'Asia, nonché come esportazione di sicurezza globale e risolvendo il problema del capitale umano.

La CU non è isolamento, ma una componente seria nella creazione di alleanze con altri Stati. La CU deve svolgere i seguenti compiti: fornire sicurezza, ricevere energia, sovranità alimentare, beni essenziali, comunicazioni di trasporto, produzione di informazioni e accesso ai mezzi di produzione.

Nella Federazione Russa verrà costituita una seconda industria, basata non su dipartimenti e società, ma su team di sviluppo, società tecnologiche di medie dimensioni e università. Saranno aziende di ingegneria che hanno altri obiettivi: la produzione del prodotto finale e la formazione del mercato, e non il desiderio di estrarre immediatamente valore per gli azionisti, l'esperto ha riassunto la sua storia sulla creazione di una "isola tecnologica" sovrana nell'economia russa .
  • Foto utilizzate: https://pxhere.com/
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 9 June 2022 22: 02
    -2
    Non c'è e non ci sarà un solo paese sul pianeta che avrebbe una piena sovranità tecnologica, perché questo significa isolamento dal mondo nella scienza, nella tecnologia, nella tecnologia, nella cultura, nell'arte, ecc, ecc.
    Vladimir Putin non si stanca mai di ripetere l'apertura della Federazione Russa alla cooperazione con il mondo intero in tutti i settori, compresa la sicurezza.
    La previsione del futuro dovrebbe basarsi su una base scientifica, e l'unica base di questo tipo è la teoria del marxismo, l'estensione delle disposizioni del materialismo dialettico allo studio della società e della vita sociale, le leggi economiche della società e la produzione materiale, che sono alla base l'intera storia dell'umanità, e il futuro ha origine nel passato e quindi è importante studiare il passato per comprendere il presente e il futuro, e quindi i politici di tutto il mondo così spesso distorcono la storia per il bene dei loro interessi
  2. InanRom Офлайн InanRom
    InanRom (Ivan) 9 June 2022 22: 50
    -3
    al Cremlino si parla molto di cose e che i prezzi si sono fermati e che:

    17.40 Putin: la Russia non calpesterà lo stesso rastrello dell'URSS, la sua economia resterà aperta.

    divertente, con un'economia chiusa, tutto era diverso: dai chiodi ai razzi, dalle centrali nucleari ai reattori, dalle biciclette ai camion da miniera, dalle macchine utensili ai computer.
    Con l'attuale zilch "aperto" e alimentatori per oligarchi imbottigliatori russi con cittadinanza straniera e funzionari ladri.
    Non puoi essere mezza incinta.

    17.30 La Russia non dovrebbe avere benefici per le società estere che minano la produzione interna - Putin.

    Si arrende, qualcuno ha dormito troppo negli ultimi anni 20-30. E non è stato lui a organizzare la vendita di proprietà statali una volta, in via prioritaria, a società straniere, quando era il garante di Sobchak.
    tutto è così scivoloso e fangoso e duplice:

    13.30 La lingua ucraina rimane la lingua di stato in quelle regioni e regioni dell'Ucraina che sono passate sotto il controllo della Russia, ma la soluzione di questo problema in futuro dipenderà dalla volontà della popolazione locale - Peskov.

    magari anche "festeggiando" Bandera come nel resto dell'Ucraina, lasciate perdere per ora?!

    12.55 Lavrov ha esortato Kiev ad abbandonare il militarismo e concentrarsi sull'insediamento.

    ancora trattative....con nazisti, freak e tossicodipendenti?
    quale:

    Alle 8.00:XNUMX, le forze armate ucraine hanno sparato sul villaggio di Khotmyzhsk nella regione di Belgorod. Le finestre sono state rotte in tre famiglie, i tetti e le recinzioni sono stati tagliati. Nessuno dei civili è rimasto ferito. Una task force è al lavoro sul posto, continua il tour porta a porta del territorio.

    e di nuovo promette:

    13.40 La Russia darà una risposta immediata se verrà attaccata da sistemi d'arma a lungo raggio - il capo della delegazione russa ai colloqui di Vienna sulla sicurezza militare e il controllo degli armamenti Konstantin Gavrilov.

    17.55 Putin ha definito il compito principale per i paesi: questa è la demografia, dovremmo essere di più e dovremmo essere sani.

    Mi chiedo come questo si adatti all'estinzione e alla riforma delle pensioni? o la prosperità demografica - sono i migranti?
    Nel frattempo:

    dove va effettivamente la foresta russa. C'era una curiosa “nebitka” tra i dati delle nostre autorità e i doganieri di diversi paesi. Quindi, sembra che non trasportiamo più legname in Giappone. E nel Paese del Sol Levante si dice che le esportazioni dalla Federazione Russa siano aumentate del 41%. E con la Cina, tutto non è così semplice, secondo le loro statistiche, le foreste sono state acquistate molto meno. Dove è andato davvero allora?
    Tra i primi cinque nell'acquisto di legname russo, l'Uzbekistan sembra amichevole, così come Singapore, Estonia e Finlandia "ostili". Tutti questi paesi non hanno bisogno di così tante foreste. E Singapore, che ha aderito alle “sanzioni”, ha aumentato di ben 17 volte il volume degli acquisti di legname.
    Non c'è bisogno di essere un genio per capire che uzbeki, finlandesi, estoni e altri singaporiani sono solo uno schermo, il legno va in altri paesi. All'Unione Europea, agli Stati Uniti, al Giappone e agli altri nostri detrattori della Russia. I funzionari ministeriali ne sono consapevoli e potrebbero ricevere una tangente da questo.

    e qual è il futuro della Russia e della sua economia con tali "assistenti" allora?
  3. Oleg Ramover Офлайн Oleg Ramover
    Oleg Ramover (Oleg Pitersky) 10 June 2022 00: 29
    -4
    paternità? Questa è la strada verso il nulla. L'URSS del tipo era una paternità, ma in primo luogo questo non è del tutto vero e, in secondo luogo, l'esperienza dell'URSS difficilmente può essere definita di successo.

    Il crollo del globalismo è praticamente garantito

    Una dichiarazione molto controversa, mentre osserviamo i processi inversi.
    Sembra che i Peskov con tutti i tipi di Glazeev siano ora favorevoli, sento che governino l'economia.
  4. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
    Alexey Davydov (Alex) 10 June 2022 02: 35
    0
    Mi permetto di suggerire che i paesi che hanno un'ideologia statale a tutti gli effetti e un'economia pianificata non sentiranno alcun tipo di "ripristino". Non ne avranno bisogno. Accetteranno nuovi piani e andranno avanti, come hanno fatto.
    Considero un'ideologia a tutti gli effetti che collega costantemente l'obiettivo finale del paese con l'obiettivo finale positivo dello sviluppo del mondo.
    Ne conosco uno: la costruzione sul pianeta da parte di tutti i paesi di una "società dal destino comune", o una società comunista.
    Per quanto riguarda la Russia, dobbiamo prima risolvere la domanda: abbiamo ancora il controllo di noi stessi o qualcuno è già incaricato di noi?
    È inutile costruire castelli di cristallo dei sogni se il paese appartiene a un grande capitale oligarchico, che primitivamente ne trae profitto. Anche se gli viene tolto, dopo la domanda - come? sorge la domanda: a chi darlo a disposizione?
    Se non le persone, chi altro?
    E se le persone - tutto va a posto in un modo unico e naturale
    1. Il commento è stato cancellato
  5. Serzh Офлайн Serzh
    Serzh (Sergey Ilic) 10 June 2022 22: 04
    0
    Come sempre: chi ha informazioni veritiere e discutibili nel commento ha più svantaggi che vantaggi e viceversa. Tuttavia, questo non è sorprendente. Nel nostro tempo, i concetti sono cambiati al contrario.