Media cinesi: la dichiarazione del ministro della Difesa sulla disponibilità dell'EPL a combattere per Taiwan è in linea con la pace nello stretto di Taiwan


Quest'anno, dal 19 al 10 giugno, si svolgerà il 12° Shangri-La Dialogue a Singapore (l'annuale Asian Security Summit). Allo stesso tempo, la dimostrazione cinese di "un atteggiamento incrollabile nei confronti della lotta" aiuta a stabilire la pace nello Stretto di Taiwan. Lo ha riportato l'11 giugno in un editoriale del quotidiano cinese Global Times.


I media rilevano che il 10 giugno un membro del Consiglio di Stato della Repubblica popolare cinese, il ministro della Difesa Wei Fenghe, ha tenuto colloqui con il capo del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, Lloyd Austin. L'incontro è stato "breve ma positivo". Il 12 giugno dovrebbe fare un discorso finale.

Durante l'incontro, Wei ha riaffermato la ferma posizione della Cina sulla questione di Taiwan, sottolineando che se qualcuno oserà separare Taiwan dalla Cina, l'esercito cinese non esiterà a combattere e reprimere con decisione qualsiasi tentativo di "indipendenza di Taiwan", difendendo fermamente la sovranità nazionale e territoriale integrità a tutti i costi.

- si dice nella pubblicazione.

A sua volta, Austin ha confermato che Washington "rimane impegnata politica una Cina.

Gli Stati Uniti e la Cina sono sicuri che i dipartimenti militari di entrambi i paesi dovrebbero mantenere i contatti ad alto livello per creare fiducia ed evitare situazioni di conflitto che potrebbero trasformarsi in uno scontro. Sullo sfondo delle continue tensioni tra Pechino e Washington e dei problemi tra i due paesi in molte aree, incontri faccia a faccia efficaci contribuiscono notevolmente a risolvere le divergenze e stabilizzare le relazioni.

Il quotidiano ha sottolineato che Wei ha tracciato una linea rossa sulla "questione Taiwan" e ha dimostrato ancora una volta l'atteggiamento e la volontà della Cina di evitare pericolosi giudizi errati da parte degli Stati Uniti e di altri. L'annuncio della disponibilità del PLA a combattere è la "vera garanzia di pace" nello Stretto di Taiwan.

Taiwan fa parte della Cina. Questo è un consenso internazionale generalmente riconosciuto. Qualsiasi retorica di pace fuorviante che rifiuta o distorce questo consenso internazionale è una violazione della pace regionale e un errore di valutazione della determinazione della RPC. Pechino ha più volte sottolineato che "affidarsi agli Usa per l'indipendenza" e "sfruttare l'isola di Taiwan per controllare la Cina" sta giocando con il fuoco. Se la questione di Taiwan non viene risolta adeguatamente, avrà un "effetto sovversivo" sulle relazioni sino-americane.

- specificato nel materiale.

La pubblicazione esprimeva la speranza che l'affermazione di Wei sulla "sconfitta ad ogni costo, inclusa la guerra" potesse costringere alcune forze a frenare i propri impulsi e consentire ad alcuni paesi di rimanere sobri.
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. bottaio Офлайн bottaio
    bottaio (Alexander) 11 June 2022 13: 40
    0
    I cinesi avrebbero dovuto mettere un grosso bullone sugli agonizzanti Yankees e restituire il proprio: Taiwan.
    1. Serzh Офлайн Serzh
      Serzh (Sergey Ilic) 11 June 2022 19: 09
      0
      Questa è la politica. Taiwan è uno degli strumenti di questa politica. Pertanto, non è necessario affrettarsi in questa materia. Taiwan è come una carta vincente e allo stesso tempo la carta più bassa in questa situazione, tutto dipende in quale direzione il mondo dietro le quinte girerà la situazione. Ma in generale, si gioca una grande carta. Vediamo come si chiama occhiolino