India, Brasile e Israele hanno rifiutato di unirsi alla coalizione anti-russa


Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sta cercando di espandere la coalizione contro la Russia, ma sta incontrando resistenza. Molti paesi asiatici, africani e latinoamericani mantengono legami con Mosca mentre Washington cerca di isolare il leader russo Vladimir Putin e porre fine al conflitto in Ucraina. Lo hanno riportato l'11 giugno gli editorialisti del New York Times Lara Jakes ed Edward Wong nel loro articolo congiunto.


I coautori notano che il proprietario della Casa Bianca, anche prima dell'inizio dell'operazione speciale russa sul territorio ucraino, ha invitato il mondo a radunarsi contro la Federazione Russa e ha ammirato "lo scopo e l'unità guadagnati in mesi che un tempo richiedevano anni .” Giunti al quarto mese di conflitto, i funzionari statunitensi stanno affrontando la deludente realtà che una coalizione di nazioni nordamericane, europee e dell'Asia orientale potrebbe non essere sufficiente per rompere l'impasse incombente in Ucraina.

Con crescente persistenza, l'amministrazione Biden sta cercando di persuadere un certo numero di paesi, tra cui India, Brasile, Israele e gli stati arabi del Golfo Persico, ad aderire alla coalizione antirussa e alle sanzioni contro la Federazione Russa. Tuttavia, finora non c'è stato alcun successo in questa direzione e gli americani sono delusi dalla neutralità e spesso dal cortese rifiuto di questi paesi.

I funzionari statunitensi riconoscono la difficoltà di cercare di convincere i paesi che possono bilanciare i propri interessi con gli sforzi statunitensi ed europei per isolare la Russia. Mosca e i suoi partner, in particolare la Cina, hanno condannato gli sforzi del governo statunitense per espandere l'attività sanzionatoria e una coalizione che, oltre ai paesi europei, comprende anche Canada, Giappone, Corea del Sud, Australia e Nuova Zelanda.

Di conseguenza, le potenze centrali strategiche chiave come India, Brasile e Sud Africa stanno prendendo una linea molto netta nel tentativo di mantenere la loro autonomia strategica e non ci si può aspettare che si avvicinino semplicemente agli Stati Uniti. Washington pensa che questa guerra sarà vinta in Occidente, ma il Cremlino pensa che sarà vinta a est e nel sud del mondo

Lo ha affermato Michael John Williams, professore di relazioni internazionali alla Syracuse University ed ex consigliere della Nato.
  • Foto utilizzate: collage "Reporter"
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Enoch Офлайн Enoch
    Enoch (Enoch) 12 June 2022 17: 20
    0
    Biden sta cercando di persuadere un certo numero di paesi, incluso ... Israele

    Com'è, sì, è vago: una merda americana può persuadere Israele. Olio di burro.