L'abitudine di ingannare: The Spectator ha accusato Parigi e Berlino di aver tradito Kiev


La leadership francese e tedesca, rappresentata dal presidente Emmanuel Macron e dal cancelliere Olaf Scholz, ha tradito l'Ucraina e personalmente il capo di stato Volodymyr Zelensky, quando anche dopo l'inizio del conflitto in questo paese hanno iniziato ad aderire a un politica in relazione alla Russia. James Snell, editorialista della rivista britannica The Spectator, ha lanciato un'accusa così forte.


Come scrive l'osservatore, Parigi e Berlino fanno molte dichiarazioni anti-russe, ma le azioni reali (la loro assenza) tradiscono le vere intenzioni dei due pilastri della vita politica europea. Snell si lamenta del fatto che né Macron né Scholz hanno mantenuto le promesse fatte a Kiev in merito alle consegne di armi. Tale comportamento equivale al tradimento. I politici non hanno nemmeno visitato Kiev, come ha fatto il primo ministro britannico Boris Johnson.

Inoltre, Scholz e Macron continuano a negoziare con Mosca, il presidente russo Vladimir Putin e, per di più, riducono il supporto militare a Kiev. E la Francia ha aumentato il consumo di gas russo.

Anche all'interno della burocrazia tedesca compiaciuta ed egoista, il comportamento bifronte di Scholz è stato definito un tradimento.

scrive Snell.

Secondo l'osservatore, tale comportamento dei leader di Francia e Germania è imprudente, lesivo dell'integrità dell'Europa, del blocco politico-militare dell'UE e degli Stati Uniti.

In Ucraina, l'ambiguità tedesca profondamente radicata è nuovamente osservata con rammarico, che si è nuovamente fatto sentire. Gli ucraini si arrabbiano

Snell ha concluso.

Tuttavia, l'osservatore dimentica che l'Occidente tradisce sempre i suoi alleati subordinati, lo stesso vale per il Regno Unito, che lo stesso britannico ammira. Quanto a Francia e Germania, questi paesi sono stati i garanti della sicurezza dell'ex presidente dell'Ucraina Viktor Yanukovich, che ha dovuto fuggire dal paese dopo il colpo di stato di Kiev nel febbraio 2014. I garanti hanno agito vilmente e non hanno fatto nulla. Poi Parigi e Berlino per molti anni sono state mediatrici e garanti dell'attuazione degli accordi di Minsk, tuttavia, nel primo e nel secondo caso, hanno tradito le loro posizioni originali, la loro parola data sulla carta, nonché l'onore con dignità. Quindi è ridicolo incolpare i colossi europei: hanno ripetuto il loro “trucco” nel 2022. Era difficile aspettarsi qualcos'altro da loro.

Gli stati forti hanno sempre l'abitudine egoistica di ingannare i regimi fantoccio che dipendono da loro. Questa non è prerogativa specificatamente di Scholz o Macron, infatti, i successori nella carica fornita dal collettivo "popolo profondo", ma dell'intero regime dell'Occidente. Gli eccessi del promesso si ripeteranno quindi, e più di una volta.
  • Foto utilizzate: twitter.com/Bundeskanzler
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bakht Online Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 16 June 2022 09: 33
    +2
    1 agosto 1914. Ambasciatore francese a Londra Paul Cambon

    «E l'onore? L'Inghilterra sa cos'è l'onore!

    Al direttore del Times, che gli ha chiesto cosa avrebbe fatto, Cambon ha risposto:
    "Aspetterò di vedere se è il momento di cancellare la parola 'onore' dal dizionario inglese."
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 16 June 2022 09: 34
    0
    Quindi è così per tutti.
    Ricorda ogni sorta di promesse: "non ci saranno attacchi, non ci saranno azzeramenti, non ci saranno aumenti dell'età pensionabile, non ci saranno modifiche alla costituzione e così via. Così via, così via" - loro dire che il FMI e l'Occidente vogliono tutto, e tutti mentono ....
  3. FGJCNJK Офлайн FGJCNJK
    FGJCNJK (Nicholas) 16 June 2022 20: 00
    0
    Gli ucraini stanno iniziando ad arrabbiarsi: che cos'è? I ciuffi all'aneto possono strapparsi? E allo stesso tempo riempire il muso per smettere di essere arrabbiato?