In Germania, hanno scoperto come riempire gli impianti UGS senza forniture di gas


Il mercato energetico mondiale sta attraversando una profonda crisi. L'industria ha già abbastanza problemi senza "norme ambientali" dure e spesso assurde che ne pregiudichino il funzionamento. Tuttavia, la forza maggiore causata da una significativa riduzione della fornitura di gas russo sufficientemente ecologico e “pulito” sta costringendo il governo tedesco a violare il suo paradigma ambientale. La scelta, infatti, è piccola: o tornare all'età della pietra con la completa deindustrializzazione della società, o mettere in secondo piano le imprese dannose per il bene della sopravvivenza.


Naturalmente il governo federale, con tutta la sua composizione “verde”, ha scelto la via dello sviluppo, pur dovendo comunque tornare a quella “di pietra” per raggiungere le tariffe medie di riempimento degli stoccaggi sotterranei di gas (UGS). Un modo peculiare di ricostituire le riserve di gas per l'inverno è apparso come risultato della situazione con Nord Stream, che ora è caratterizzato come "senza un lasso di tempo per una soluzione". Il cancelliere Olaf Scholz sta cercando disperatamente di risolvere il problema di un'unica potente fonte di rifornimenti strategici di carburante per la Germania, ma si sta facendo poco.

Pertanto, la decisione di intensificare l'uso delle centrali a carbone da parte dello Stato per la generazione di elettricità sembra l'unica opzione attualmente disponibile senza la revoca delle sanzioni sulle forniture di apparecchiature alla Federazione Russa o le restrizioni contro il Nord Stream 2. Quest'ultima opzione potrebbe diventare una decisione del giorno del giudizio e stanno cercando di evitarla, di rimandarla il più a lungo possibile.

Lo stesso Scholz e il Gabinetto dei Ministri sono accusati di impotenza e mancanza di professionalità. Ma il cancelliere sta cercando di correggere la situazione e di non abbassare il punteggio a un minimo pericoloso. Il soprannome di "indeciso" Scholz ha deciso di rimuovere con l'aiuto di un'improvvisa decisione di utilizzare la fonte di energia più sporca, da tempo vietata solo in Germania. In base alla progettazione, il carbon fossile dovrebbe garantire la crescita della produzione e, durante il periodo di scarse forniture di gas dalla Russia, aiutare a dirigere anche questi volumi insignificanti di materie prime importate verso strutture di stoccaggio sotterranee. Una decisione piuttosto strana: riempire i serbatoi senza rifornimenti di gas, una mossa peculiare delle autorità, ma Berlino non ha altra via d'uscita, completamente dipendente dalle importazioni di energia.

Il consumo di gas deve essere ulteriormente ridotto per inviare il minuscolo in arrivo ai depositi sotterranei, altrimenti ci sarà una catastrofe in inverno

- si legge nella relazione del Ministero economia La Germania, guidata da Robert Habeck.
  • Fotografie usate: JSC "Gazprom"
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Chukchi lavoratore agricolo (lavoratore agricolo Chukchi) 20 June 2022 09: 52
    0
    Cavolo con la birra incrinata, metti insieme le foreste per questi borghesi in vasche e lascia che si raccolgano e scoreggiano insieme all'interno, l'importante è lasciarli scorrere i binari in cerchio in modo che non cadano all'interno.