FT: Gli uomini d'affari russi studiano l'esperienza dell'Iran sotto le sanzioni statunitensi


Gli uomini d'affari russi colpiti dalle sanzioni occidentali hanno iniziato a recarsi in Iran per studiare l'esperienza del paese sotto le sanzioni statunitensi. Lo riporta il Financial Times. Dopo le sanzioni occidentali alle società russe, è diventato fondamentale per loro imparare come gli iraniani sopravvivono e fanno affari sotto gli anni di restrizioni di Washington.


La pubblicazione occidentale fa riferimento al suo informatore in Iran di nome Ali, che si occupa di turismo e trasporto passeggeri. Solo il mese scorso, ha detto, ha portato a Teheran 160 russi, per lo più uomini d'affari, anche se in precedenza questa cifra era stata diversa: non più di 40 turisti russi in un mese normale durante la pandemia di coronavirus.

Gli uomini d'affari russi visitavano l'Iran per vendere prodotti, mentre disprezzavano le imprese locali. Ma ora tendono ad acquistare prodotti iraniani

- dice l'interlocutore FT.

Per lo più i russi sono interessati ai pezzi di ricambio pesanti attrezzatura e materiali da costruzione, ha aggiunto. Si noti che le sanzioni statunitensi hanno effettivamente interrotto i legami dell'Iran con il sistema finanziario globale. Tuttavia, i prodotti occidentali disponibili per la vendita gratuita sono ampiamente rappresentati nel paese. E sebbene predominano i marchi cinesi, puoi anche acquistare prodotti di importanti aziende occidentali come Philips e Bosch e altri marchi.

In generale, i russi, secondo il giornale, sono interessati a come esattamente le merci arrivano in Iran: alcune possono essere introdotte di contrabbando, altre da individui dall'estero, il resto delle merci arriva attraverso canali battuti dal governo. In questo caso, si presume che la Turchia e l'Iraq settentrionale siano rotte popolari per aggirare le sanzioni statunitensi.

I russi sono molto indietro rispetto agli iraniani in termini di connessioni e accesso ai mercati neri globali per acquistare parti e beni di fabbricazione europea e americana.

- dice la fonte della pubblicazione.

Economia Anche l'Iran ha subito sanzioni, con un'inflazione tradizionalmente alta e alti livelli di povertà, ma la capacità delle imprese iraniane di esportare e importare attorno alle sanzioni aiuta a ridurre l'impatto delle restrizioni, scrive FT. Le autorità iraniane vedono nuove opportunità nelle relazioni con la Russia di fronte alle sanzioni contro di essa. In particolare, l'Iran sta già beneficiando dell'aumento dei prezzi mondiali del petrolio, conclude il quotidiano.
  • Foto utilizzate: https://pixabay.com/
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. zzdimk Офлайн zzdimk
    zzdimk 20 June 2022 10: 02
    +2
    Stordito! La Russia non ha la sua strada? Perché, dai tempi di Pietro il Grande, impariamo dall'Occidente, poi dall'Oriente?
  2. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 21 June 2022 07: 09
    0
    FT: Gli uomini d'affari russi studiano l'esperienza dell'Iran sotto le sanzioni statunitensi

    - Bene, le sanzioni sono una cosa - molto, molto duratura! - quindi è possibile padroneggiare le lingue dello swahili, degli antichi Maya, degli Aztechi, ecc. - padroneggiare!
    - Ora sarà sur - i nostri venditori ambulanti inizieranno improvvisamente a parlare in queste "lingue esotiche"!
    - E potranno anche lavorare come traduttori - almeno ci sarà un po' di senso da parte loro!