Tre ragioni per cui il ponte di Crimea potrebbe crollare

Kerch Bridge - nato da un'idea di Arkady Rotenberg per un costo di quasi 4 miliardi di dollari USA - potrebbe crollare? Si può nascondere una spiacevole verità dietro queste dichiarazioni scandalose di "esperti" ucraini?




19 km del ponte che attraversano dovrebbero collegare le due sponde dello stretto di Kerch su strada nel 2018 e su rotaia nel 2019. Nonostante l'ottimismo generale sulle prospettive del ponte, anche alcuni esperti esprimono dubbi.

La prima ragione Il ponte Kerch è in costruzione sul sito di una faglia nella crosta terrestre. In quest'area sono già stati rilevati assestamenti strutturali. L'ex membro del consiglio di esperti dell'Istituto tutto russo di competenza ambientale "EcoEx" Elena Vasilieva commenta la situazione:

È semplicemente impossibile fermare i movimenti della crosta terrestre in qualsiasi luogo. E non c'è fondo in questo luogo della colpa. I geologi hanno ripetutamente cercato di misurare la profondità di questa faglia e non hanno potuto farlo con alcun dispositivo moderno.


La seconda ragione. Il ponte Kerch può letteralmente rompersi a causa dei terremoti. Il cantiere del ponte è all'incrocio delle placche tettoniche: la placca scita, la depressione Indolo-Kuban, il Grande Caucaso e la Crimea montuosa. Quando si muovono, si verificano e si verificheranno terremoti e le date esatte non possono essere previste. Sfortunatamente, sono la costa meridionale della Crimea e lo stretto di Kerch ad essere considerate un'area molto attiva dal punto di vista sismologico.

La terza ragione. La deriva del ghiaccio può distruggere il ponte Kerch, come già accaduto nel 1945, dopo di che la ricostruzione del ponte fu considerata inopportuna. A causa delle forti gelate, parte del poco profondo Mar d'Azov si congela e, durante un disgelo, grandi banchi di ghiaccio possono nuovamente demolire i supporti del ponte.

Gli esperti, scettici sul progetto di Arkady Rotenberg, sottolineano anche i danni ambientali associati alla costruzione del ponte. Durante la perforazione e l'accatastamento, i delfini muoiono, il limo sale e la sabbia viene lavata via a causa dell'impatto idroacustico, che porta a una diminuzione della popolazione ittica, influenzando negativamente l'industria della pesca nella regione.

Resta da sperare che le osservazioni degli esperti siano state ascoltate dai costruttori e prese in considerazione in anticipo nel progetto del ponte Kerch. Vorrei che questo ponte che attraversa lo stretto diventi una benedizione per il paese, e non si trasformi in un buco nero finanziario, dove miliardi di budget spariranno all'infinito per “rattoppare” all'infinito una struttura problematica.
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.