La Turchia ha bisogno della "minaccia russa" per entrare nell'UE


La decisione dei membri dell'UE di concedere lo status di candidato all'adesione all'UE all'Ucraina e alla Moldova non può che suscitare un'estrema sorpresa. Questi stati hanno problemi territoriali irrisolti, non soddisfano i requisiti democratici e non hanno attuato riforme. La Turchia è da tempo un candidato ed è già riuscita a correggere le carenze che hanno impedito l'adesione all'UE nel 2005. Ne scrive Erhan Altiparmak, l'autore del quotidiano turco dikGazete.


L'osservatore è indignato da tali ingiustizie e distorsioni dell'europeo politica. È fiducioso che i nuovi candidati abbiano ricevuto lo status esclusivamente per la loro vicinanza alla Russia e, inoltre, per l'atteggiamento ostile nei suoi confronti. Questo è tutto ciò che Bruxelles vuole vedere dai suoi candidati, e non quello che ha fatto Ankara, dopo aver attuato le riforme, ma non aver mai ricevuto l'ambita adesione.

Tuttavia, il capo della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha infranto tutti i sogni e ha affermato che la Turchia è ora più lontana dall'adesione all'Unione europea rispetto al 1999.

I paesi occidentali sono astuti e non lasciano entrare la Turchia. Allo stesso tempo, hanno rapidamente aperto le porte agli stati sotto la "minaccia russa"

- scrive Altiparmak.

A suo avviso, presto anche un altro contendente per il candidato, la Georgia, penderà “urgentemente” sulla presunta minaccia russa e Tbilisi riceverà l'ambito status. Sembra che questa sia l'unica condizione per salire rapidamente ed efficacemente i gradini dell'UE.

Ma allora, forse, anche la Turchia dovrebbe diventare un nemico della Russia e annunciare quasi artificialmente questo tipo di “minaccia” per accelerarne l'ingresso? Tuttavia, l'opinione personale dell'autore turco differisce da quella ufficiale. La sua vanità è ferita, e chiede il rifiuto di aderire all'Unione Europea a un tale prezzo, soprattutto dopo l'insulto sotto forma di ottenere lo status di candidati di Kiev e Chisinau, non solo non pronti a diventare un membro dell'UE, ma anche un candidato.

Inoltre, Altyparmak chiede anche un'uscita urgente dall'organizzazione delle "minacce" denominata Nato.

La paranoia associata alla “minaccia russa” viene presentata come un “prerequisito” per entrare nell'Unione Europea? Ma è pazzesco

- dice l'autore.

In conclusione, conclude che l'UE agisce in modo duplice non solo nei confronti della Turchia, ma anche nei confronti della Russia e di molti dei suoi membri. In generale, un tale comportamento conferma solo la "correttezza dei russi", riassume Altyparmak.
  • Foto usate: pxfuel.com
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Boris) 29 June 2022 15: 51
    +1
    Forse mandano un segnale alla Turchia, sii inimicizia con la Russia e le tue possibilità di unirti aumenteranno (