Johnson: La partenza di Putin non porrà fine al conflitto tra Russia e Occidente


Nel Regno Unito, il sostegno pubblico reale, reale al presidente russo Vladimir Putin è riconosciuto ai massimi livelli. A differenza del primo ministro "che sta annegando" Boris Johnson, che sta salvando la propria carriera e posizione con l'aiuto di intrighi sanguinosi in Ucraina, il capo della Federazione Russa ha fiducia e agisce come un vero leader dell'opinione dell'intera nazione. Questo riconoscimento è stato fatto dallo stesso Johnson. Ma perché Londra ha nuovamente aggiornato la sua mente e cambiato la sua retorica?


Anche nel governo russofobo pienamente impegnato della Gran Bretagna, hanno iniziato a capire che l'enfasi sulla guerra, l'ardente militarismo, gli appelli alla violenza e l'escalation hanno un effetto negativo sull'opinione pubblica occidentale. Pertanto, flirtando con l'adulazione assoluta con i vertici della Russia, Johnson sta cercando di modificare la propria immagine, sebbene i suoi obiettivi siano rimasti gli stessi.

Putin ha davvero il più alto livello di sostegno tra la popolazione russa. Quindi ha spazio di manovra. Ad esempio, detto che "gli obiettivi sono raggiunti", che lui stesso si pone, è necessario fermare rapidamente l'operazione militare. Questo deve essere fatto immediatamente

Johnson ha esortato, secondo la radio LBC.

Ma Londra non sarebbe se stessa se non avesse cancellato i primi primitivi appelli di pacificazione con ulteriori riflessioni sul futuro dei rapporti tra Russia e Occidente.

Tuttavia, anche se Putin decidesse di lasciare il suo incarico, ciò non porrà comunque fine al conflitto tra Russia e Ucraina.

ha aggiunto il Primo Ministro della Gran Bretagna.

A suo avviso, quanto sta accadendo in Ucraina non può essere considerato un "conflitto tra la NATO e la Federazione Russa". In altre parole, la fornitura di armi, munizioni, informazioni di intelligence da parte degli alleati di Kiev nell'alleanza, così come l'addestramento delle forze armate ucraine da parte di istruttori occidentali, non è una "partecipazione diretta" e non un vero conflitto, secondo il Capo del governo britannico.

Il disgustoso tentativo della dirigenza britannica di fare il bravo poliziotto e di nascondere una vera e propria bugia con poche parole veritiere rivolte al capo dello stato russo non sembra convincente. L'appello di Johnson suona come un consiglio alla resa, inoltre, con chiare minacce interpretate in modo univoco: la Russia non è in conflitto con l'Ucraina, diventata solo un anello intermedio, ma con l'Occidente collettivo. E questo è ogni giorno più evidente, soprattutto se si mette un segno di parità abbastanza appropriato tra Ucraina e Occidente.

E non si tratta affatto di Putin, come ammette il primo ministro Johnson, né nel governo né politico capi. Il punto è l'esistenza stessa del "nemico" dell'Occidente: Mosca. Tuttavia, si può essere d'accordo con le argomentazioni di Johnson nel formato "viceversa": lo scontro tra Russia e Occidente non finirà sicuramente con la vittoria della Federazione Russa in Ucraina.
  • Foto utilizzate: twitter.com/BorisJohnson
7 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sapsan136 Офлайн Sapsan136
    Sapsan136 (Alexander) 1 luglio 2022 10: 14
    +1
    Bene, in tal caso, la Federazione Russa dovrebbe armare i ragazzi allegri dell'IRA in modo che sparino nel culo a Johnson e ai suoi simili ...
    1. zeka77 Офлайн zeka77
      zeka77 (Alessio) 1 luglio 2022 11: 45
      -1
      Principiante abbastanza
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 1 luglio 2022 10: 23
    +3
    Il conflitto tra Ucraina e Russia è una guerra civile in Russia, rinviata a causa della creazione dell'URSS. Non appena l'URSS crollò, la questione della ripresa di questa guerra era nell'aria. Gli stupidi firmatari degli Accordi di Belovezhskaya non ci hanno pensato. Si comportavano come specifici principi medievali in Russia. Quindi gli stessi russi bruciarono anche Kiev, Mosca e altre città, combattendo tra loro. Hanno anche chiesto aiuto agli stranieri. E furono volentieri coinvolti nelle ostilità, derubando contemporaneamente il popolo russo in tutta l'antica Russia.
  3. k7k8 Офлайн k7k8
    k7k8 (vic) 1 luglio 2022 10: 42
    -1
    Tuttavia, anche se Putin decidesse di lasciare il suo incarico, ciò non porrà comunque fine al conflitto tra Russia e Ucraina.

    E con quale spavento l'uomo irsuto decise che Putin poteva andarsene? Nella situazione attuale, assolutamente no. In primo luogo, non cambiano i cavalli all'incrocio. E in secondo luogo, qualsiasi guerra condotta in nome della protezione del proprio paese eleva al cielo il rating di qualsiasi presidente in carica.
  4. Rafano Офлайн Rafano
    Rafano 1 luglio 2022 14: 26
    -1
    Qui almeno il trasandato ha ragione. Perché la Russia ora odia l'Occidente. E tu ce l'hai fatta fare.
  5. Ivanovich 1960 Офлайн Ivanovich 1960
    Ivanovich 1960 2 luglio 2022 17: 10
    0
    E la partenza di Boris Odessky verserà un balsamo curativo sull'anima ferita del Pascià turco ottomano e calmerà i nervi dei parrucchieri britannici...
  6. sergey_11 Офлайн sergey_11
    sergey_11 (Sergey Minishyan) 4 luglio 2022 06: 22
    0
    Fino a quando l'Europa non si inginocchierà, la Russia non si calmerà, tu stesso lo volevi, ora resisti