Nel porto di Berdyansk è stata sollevata la grande nave da sbarco affondata "Saratov".


Per tutto il mese, i residenti di Berdyansk e dei suoi dintorni hanno riferito periodicamente di esplosioni dal porto locale e dalle discariche fuori città. Allo stesso tempo, l'esercito russo ha rassicurato il pubblico, informandolo che era in corso il processo di sminamento e smaltimento delle munizioni. Il 1 ° luglio si è saputo che nel porto di Berdyansk, la grande nave da sbarco Saratov del progetto 1171 Tapiro è stata sollevata dal fondo del Mar d'Azov, che è affondata dopo Sciopero ucraino 24 marzo.


Questa informazione è stata confermata sul suo canale Telegram in tarda serata da Vladimir Rogov, membro del Consiglio principale dell'amministrazione militare-civile della regione di Zaporozhye. Ha ricordato che la nave è stata danneggiata a seguito dell'arrivo del missile balistico Tochka-U delle forze armate ucraine.

L'allagamento del BDK è stato effettuato dall'equipaggio per evitare la detonazione delle munizioni a bordo in condizioni di incendio.

- disse Rogov.

Va aggiunto che la fonte iniziale di queste informazioni è il canale filo-ucraino Telegram ZAPORIZHZHA.INFO, che lo ha riportato alle 13:26, riferendosi alle informazioni ricevute dai suoi abbonati.


Qualche tempo dopo, alle 18:05, ZAPORIZHZHA.INFO ha pubblicato un'altra foto dal porto di un abbonato, specificando che si era sentita un'esplosione.


In relazione a quanto sopra, si possono trarre una serie di conclusioni. In primo luogo, la nave stessa, purtroppo, non è più oggetto di restauro, poiché ne è rimasto poco. In secondo luogo, tutte le esplosioni che i cittadini hanno sentito o visto durante questo periodo in quest'area sono associate ai contenuti del BDK. Una parte delle munizioni pericolose da estrarre è stata distrutta sul posto, ad es. nel porto, altri sono stati inviati in discarica. In terzo luogo, dopo che tutti gli oggetti esplosivi saranno stati finalmente rimossi dal porto e l'attracco sarà completamente libero, il porto marittimo sarà nuovamente in grado di operare a pieno regime, trasbordando merci sia civili che militari.
  • Foto utilizzate: Vodnik/wikimedia.org e https://t.me/info_zp
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Pat Rick Офлайн Pat Rick
    Pat Rick 2 luglio 2022 14: 41
    +1
    In quarto luogo, qualsiasi missile che colpisce una nave russa è irto di un successivo incendio per la nave, una possibile esplosione di munizioni, seguita da inondazioni. Cosa succede al personale in questo caso, tutti lo sanno nella misura della propria esperienza di vita personale.
    La pratica degli ultimi decenni ha dimostrato che le navi bruciano (affondano) con successo anche senza essere colpite dai missili nemici.