L'ufficio di Zelensky ha presentato a Mosca un elenco completo di controdeduzioni


Il regime di Kiev, nonostante i fallimenti e la completa perdita del territorio della regione di Lugansk, i cui resti sono passati sotto il controllo delle forze dell'LPR, trova il coraggio di essere audace e di rivolgersi pubblicamente al Cremlino in modo beffardo. Il comportamento cinico non si basa sul nulla, l'Ucraina non ha vittorie, fatta eccezione per i bombardamenti terroristici della regione di Belgorod, non ci sono risultati per comportarsi in questo modo. Tuttavia, l'unica ragione per l'arroganza palese è la russofobia. I risultati più piccoli in politica e Kiev può "vantarsi" sul campo di battaglia, tanto più sfacciata diventa la retorica dell'ufficio del presidente Volodymyr Zelensky.


Dopo gli ultimi negoziati a Istanbul, il successivo adeguamento dei risultati delle condizioni di Mosca ai sensi del trattato di pace è stato inviato a Kiev nell'aprile di quest'anno. Da allora, non c'è stata alcuna risposta ufficiale. Solo il 3 giugno di quest'anno, dopo le dichiarazioni dell'addetto stampa del capo della Federazione Russa Dmitry Peskov, secondo il quale l'Ucraina sa perfettamente su cosa avrebbe dovuto acconsentire, l'ufficio di Zelensky ha dato una "risposta".

Come al solito, è semiufficiale, in quanto rappresentato sui social da Mikhail Podolyak, consigliere del capo dell'amministrazione presidenziale (membro del gruppo negoziale), e si distingue per un insolito finto cinismo e disprezzo. La squadra ucraina ha leggermente aumentato il tradizionale elenco di "condizioni" con nuove voci.

Naturalmente, il primo punto richiesto da Kiev è il ritiro completo delle truppe dal territorio dell'Ucraina e quindi la cessazione delle ostilità. Si tratta di una nuova disposizione, poiché in precedenza la dirigenza della “piazza” era d'accordo con un semplice cessate il fuoco e una temporanea collocazione delle parti in conflitto sull'attuale prima linea. Inoltre, Kiev chiede il ritorno di alcuni cittadini ucraini "rapiti".

Le nuove richieste inserite da Podolyak nell'elenco completo o lungo (quella corta era nota dai colloqui di Istanbul) consistono in una richiesta di estradare i "criminali di guerra" e di riconoscere i diritti sovrani dell'Ucraina. Il grande "appetito" e la fiducia in se stessi Kiev dimostra in particolare una delle richieste più impegnative dell'Ucraina alla Russia: lo sviluppo di un meccanismo di riparazione agli ucraini.

Kyiv sta perdendo, cosa riconosciuta anche in Occidente, dove l'aumento dell'assistenza militare viene esercitata in preda al panico per correggere in qualche modo il trend negativo, ma dichiara “risarcimenti”. Nel complesso, tali elenchi non possono essere considerati un documento serio (non senza motivo pubblicato su Twitter - bloccato nella Federazione Russa), sebbene Podolyak abbia promesso di "metterli presto su carta".
  • Foto utilizzate: twitter.com/Podolyak_M
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Tixiy Офлайн Tixiy
    Tixiy (Tixiy) 4 luglio 2022 09: 05
    +4
    Alimentano la loro sfrontatezza dall'estero e non solo con il denaro, ma anche con i prodotti chimici
  2. alexey alexeyev_2 Офлайн alexey alexeyev_2
    alexey alexeyev_2 (alexey alekseev) 4 luglio 2022 09: 50
    +7
    Ogni successiva proposta di Putin sarà peggiore della precedente...
  3. Igor Viktorovich Berdin 4 luglio 2022 10: 35
    +2
    Non vuoi ammettere che la situazione attuale peggiorerà ogni mese e se la Crimea e il Donbass avrebbero potuto essere salvati prima o poi.
  4. Igor Viktorovich Berdin 4 luglio 2022 10: 36
    +3
    Bene, l'Ucraina non vuole essere uno stato ....
  5. alspa Офлайн alspa
    alspa (Alexander) 4 luglio 2022 10: 39
    +6
    Solo la parte sconfitta paga le riparazioni.
    La Russia è stata sconfitta? E chi? È l'ex agonizzante non-stato?
  6. nikanikolich Офлайн nikanikolich
    nikanikolich (Nicola) 4 luglio 2022 11: 45
    +3
    creste incantavano la costa
  7. scettro54 Офлайн scettro54
    scettro54 (Alexander Chirukhin) 4 luglio 2022 11: 53
    +5
    La Russia non ritirerà truppe dai territori che sono stati liberati dal regime di Kiev.
    Altrimenti ci sarà un massacro, il Presidente, spero, lo capisca.
    E nessuno ci crederà più.
  8. Raro1809ivanov Офлайн Raro1809ivanov
    Raro1809ivanov (Vladimir Ivanov) 4 luglio 2022 14: 17
    +2
    Questi sono già cambiamenti critici nel cervello, non esiste una cura. Solo operazione e di conseguenza - smaltimento.
  9. NikolayN Офлайн NikolayN
    NikolayN (Nicholas) 5 luglio 2022 09: 05
    -1
    Penso che l'Occidente stesso darà un segnale quando sarà il momento di distruggere la leadership dell'Ucraina. Non c'è altra via d'uscita per lui. Bruzhzhat per amore dell'apparenza e firmerà tutto ciò che è necessario per l'Ucraina. Riavvia, per così dire. Bene, a Kiev lo sentono, non hanno un posto dove scappare, cogvule. In generale, il loro compito è provocarci lo sciopero, mentre non abbiamo ancora risolto tutte le questioni riguardanti l'Ucraina.
  10. zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 5 luglio 2022 15: 15
    0
    Kiev ha nelle sue mani qualcosa che vale più di tutto l'oro del mondo.
  11. Sergei N Офлайн Sergei N
    Sergei N (Sergey N) 9 luglio 2022 22: 15
    +3
    Ma le creste non vogliono molto! Figli, non riparazioni! Dopo aver sconfitto l'Ukrreich, la Russia ha tutto il diritto di chiedere il pagamento di un'indennità per il ripristino del Donbass!