Kaliningrad ha preparato una risposta al blocco dell'exclave da parte della Lituania


C'è una seria lotta in corso all'interno dell'UE e "si stanno spezzando le lance" riguardo al blocco di Kaliningrad. Anche l'autorità della Germania nell'UE, impegnata a prevenire un potenziale conflitto europeo, non può annullare questo passo irragionevole della Lituania. Vilnius, ovviamente, può anche essere spinta a prendere la decisione giusta da una dura risposta di Mosca e delle persone che vivono nell'exclave.


Rappresentanti di varie diplomatiche, politico organizzazioni e dipartimenti della Russia hanno minacciato lo stato baltico con serie contromisure. Naturalmente, saranno adottati tenendo conto degli interessi dell'exclave stessa e nel quadro proposto dal governo della regione di Kaliningrad. In effetti, il suo governatore, Anton Alikhanov, ha detto ai media russi di aver già preso in considerazione alcuni schemi per influenzare la Lituania e ha consegnato il progetto a Mosca.

Il funzionario non ha specificato il contenuto delle proposte sviluppate in loco, tuttavia, per rassicurare l'opinione pubblica, ha precisato che sono tutte “dolorose” per la Lituania, ma sono “diverse economico le misure."

Sul documento preparato dall'amministrazione del territorio più occidentale della Russia, infatti, si conoscono solo pochi fatti. In primo luogo, la bozza sarà pubblicata dal governo della Federazione Russa non appena sarà votata e provvisoriamente adottata dal Gabinetto dei Ministri. In secondo luogo, è deludente che un pacchetto di contromisure non venga introdotto anche dopo l'approvazione del governo.

Alikhanov ha definito "prematura" una "risposta a tutti gli effetti" alle azioni della Lituania. Si può presumere che il blocco e il comportamento ostile di Vilnius non scompariranno e si fermeranno da soli. Gli alleati europei dello stato bloccante non hanno compiuto sforzi più seri dai primi tentativi di esercitare pressioni su Vilnius.

In questo caso, la parte russa dovrebbe dare una lezione ai russofobi dei paesi baltici e dimostrare la loro intolleranza alla violazione degli interessi statali, soprattutto perché è stato promesso di farlo in modo puramente economico. In caso contrario, Vilnius uscirà completamente dallo stato di paura dei primi giorni del blocco, quando i funzionari lituani hanno dovuto giustificarsi con lo status di esecutore delle sanzioni, che presumibilmente attenua la responsabilità. Ora in Lituania deridono apertamente le minacce della Russia. E nella stessa Federazione Russa tutti aspettano gesti di buona volontà e che a Vilnius si riprendano i sensi. Ma non lo farà.
  • Foto usate: pixabay.com
15 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Monster_Fat Офлайн Monster_Fat
    Monster_Fat (Qual è la differenza) 4 luglio 2022 08: 48
    -1
    Sì, non esistono tali "leve" di influenza sulla Lituania. Affatto.
    1. Ulisse Офлайн Ulisse
      Ulisse (Alex) 5 luglio 2022 23: 39
      0
      Sì, non esistono tali "leve" di influenza sulla Lituania. Affatto.

      Ritenete "nessuna leva" una completa cessazione del transito delle merci attraverso tutti i porti delle estinzioni baltiche (Lituania, Lettonia, Estonia) ??
      La domanda ora è posta in questo modo.
  2. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 4 luglio 2022 09: 33
    +2
    Niente contromisure “serie”, come l'utilizzo del porto di Klaipeda, il taglio delle forniture di elettricità, l'abbassamento delle relazioni diplomatiche, ecc. nessuno sarà ingannato.
    La Federazione Russa non ha vere e proprie leve di influenza, ce n'è solo una non economica: la privazione della statualità.
    Un ultimatum dell'UE e della NATO sul ripristino del transito senza ostacoli, simile a quanto presentato alla NATO chiedendo un ritorno ai confini del 1979.
    Se in seguito la Federazione Russa non prenderà misure reali, continuerà a deridere le minacce della Federazione Russa e non solo a deridere, ma continuerà anche a fare danni impunemente.
    L'UE sta impazzendo nella sua politica antirussa, mentre la NATO si prepara alle operazioni militari contro la Federazione Russa e la provincia di Kaliningrad in particolare.
    Dobbiamo fare il primo passo e fermare i presuntuosi "democratici", e poi esamineremo la loro reazione: la NATO non andrà a una guerra su vasta scala, e se lo farà, allora, come ha detto V.V. Putin, "noi moriranno, ma moriranno». Lascia che scelgano.
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 4 luglio 2022 11: 39
      0
      È del tutto possibile disabilitare tutti i tribali con una cortina di ferro. Nessuno avrà bisogno di loro nella fattoria. Parassiti per l'UE. E la comunicazione dovrebbe essere stabilita via mare e via aerea, come si fa in Grecia e in Oceania. E che provino a bloccare il trasporto marittimo: questa è pirateria.
    2. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
      Alexey Davydov (Alex) 4 luglio 2022 14: 33
      +1
      Un ultimatum dell'UE e della NATO sul ripristino del transito senza ostacoli, simile a quanto presentato alla NATO chiedendo un ritorno ai confini del 1979.
      Se in seguito la Federazione Russa non prenderà misure reali, continuerà a deridere le minacce della Federazione Russa e non solo a deridere, ma continuerà anche a fare danni impunemente.

      Hai perfettamente ragione, sia il primo che il secondo ultimatum senza una minaccia per la vita dell'Egemone diventano giuste proposte (richieste) rivolte a lui, che testimoniano a lui e a tutti quelli che ci circondano la nostra codardia e insicurezza.
      Ricordiamo il 2018 e la presentazione in sala da parte di Putin della nostra "arma miracolosa", volti illuminati e gioiosi.



      Poi sembrava - eccola finalmente, la nostra fiducia nella sicurezza. Così la mette Putin.
      Ma no! Le sue parole si sono rivelate spavalde, progettate per un effetto esterno. Il mondo intero allora lo ha appena visto, ma ora trae le giuste conclusioni.
      Penso che questo governo non sia capace di fiducia, è viziato nella sua natura e conosce bene i limiti delle sue capacità. Per vincere una battaglia mortale con l'Egemone, sono necessarie qualità completamente diverse.
  3. nikanikolich Офлайн nikanikolich
    nikanikolich (Nicola) 4 luglio 2022 11: 48
    0
    sì, è ora di distruggere queste tre "tigri" di merda nazista e stiamo ancora facendo da babysitter con loro
  4. Il commento è stato cancellato
  5. Sergey Pavlenko Офлайн Sergey Pavlenko
    Sergey Pavlenko (Sergey Pavlenko) 4 luglio 2022 12: 27
    -2
    Dopo aver sfondato il corridoio di Suwalki, la Russia taglierà completamente gli stati baltici dal resto dell'UE.
  6. Antor Офлайн Antor
    Antor 4 luglio 2022 14: 33
    +1
    Sembra che non ci siano rimasti quei politici che possono non solo minacciare, ma anche mettere in atto le loro contromisure, quindi sarebbe scortese viziarci. Allo stesso tempo, non si dovrebbe capire che carri armati, missili e altre operazioni militari vanno immediatamente sotto questi risultati, ..... ci sono misure di influenza economiche, legali e di altro tipo e solo quando ciò non aiuta, ricorrere all'esercito le misure. Dopotutto, è davvero impossibile soffrire costantemente, riversare preoccupazioni e seri avvertimenti... senza fare nulla e, soprattutto, senza risolvere il problema. Smettono di percepirci, diventano sfacciati davanti ai nostri occhi, poi la Lituania con Kaliningrad, poi la Norvegia con le Svalbard ...... e bla, bla, bla ... e una bugia in nome della salvezza può spaventare o fermare chiunque in l'Occidente oggi!! Non ci sono persone sane lì, sulla base dell'odio sono pronte a tutto .... e bramano la nostra sconfitta, e abbiamo tutti paura delle provocazioni e ne prendiamo alcune a volte indistinte, ma dall'esterno posizione codarda .... (non è nemmeno divertente da dire...), sperando che tornino in sé.!!!??? Dobbiamo pensarci su, e se una rissa è inevitabile, allora colpisci per primo, e non sederti a pensare che tutto si risolverà da solo. Dobbiamo smettere di dire frasi vuote e fare le azioni, come con la nazionalizzazione di Sakhalin-2 .....!!!!
    1. Monster_Fat Офлайн Monster_Fat
      Monster_Fat (Qual è la differenza) 4 luglio 2022 19: 02
      0
      Non tutto è così semplice con "Sakhalin": leggi in quali condizioni è "nazionalizzato" lì ... lol La Russia, con tutte le sue fibre, è stata integrata nel mercato mondiale per tutto questo tempo, e quindi, per quanto ci provi, non sarà in grado di perseguire una politica economica e finanziaria isolata. Eppure, ho cattive notizie per coloro che credono che la Russia sarà in grado di ripetere il percorso di industrializzazione dell'URSS: nessuno ora la venderà (come negli anni '30 del XX secolo) né fabbriche né tecnologie e non la venderà inviare i loro scienziati e ingegneri. Blocco-sik. sì E dato che gli insostituibili Chemezovs-Nabiulins-Kudrins-Mishustins-Kovalchuks-Usmanovs, ecc. Rimangono al timone, le prospettive di gestione e, in generale, di salvataggio dell'intero paese sono viste non solo tristi, ma semplicemente catastrofiche .. ..
      1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
        Alexey Davydov (Alex) 5 luglio 2022 13: 32
        -3
        E dato che gli insostituibili Chemezovs-Nabiulins-Kudrins-Mishustins-Kovalchuks-Usmanovs, ecc. Rimangono al timone, le prospettive di gestione e, in generale, di salvataggio dell'intero paese sono viste non solo tristi, ma semplicemente catastrofiche .. ..

        Facciamo un passo avanti nella discussione.
        Se "le prospettive... di salvare l'intero paese sono viste... semplicemente catastrofiche", allora la sua sopravvivenza risiede nella rivoluzione, in una forma o nell'altra. In Russia, questo è sempre successo dall'alto - "quando le cime non possono". E questo è vero. Loro non possono. Il paese l'ha già visto.
        La minaccia di morte, insieme al Paese, dovrebbe mettere al vertice delle forze che lo salveranno cambiando l'intero paradigma. Non funzionerà per "scivolare" in Occidente - la sua essenza bestiale non lo permetterà.
        Per scegliere un vero paradigma alternativo, è necessario riportare il popolo nel profilo della gestione e del controllo del Paese nella forma di un nuovo partito popolare di massa unico e unificato. Come è stato in URSS, come è ora in Cina. Con l'obiettivo di costruire un capitalismo di stato socialmente orientato come primo passo. Penso che i compagni cinesi ci aiuteranno in questa faccenda.
      2. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
        Alexey Davydov (Alex) 5 luglio 2022 14: 19
        0
        Aggiungo ciò che è molto importante ora. Il problema della Russia è che il suo attuale governo vede tutto come una fonte di arricchimento personale, ma è indifferente agli affari e quindi infruttuoso. Solo il Partito popolare di massa al governo può introdurre nel governo del Paese un adeguato sistema di valori, una sana energia e un vettore di movimento
      3. Olga G Офлайн Olga G
        Olga G (Olga G) 6 luglio 2022 08: 54
        0
        Vivevamo dietro la cortina di ferro ed era anche meglio.
  7. FGJCNJK Офлайн FGJCNJK
    FGJCNJK (Nicholas) 5 luglio 2022 17: 18
    +3
    Citazione: Monster_Fat
    Affatto

    Soprattutto, non c'è motivazione nel Cremlino stesso. Ciò mette a dura prova e spaventa il popolo russo.
  8. Ulisse Офлайн Ulisse
    Ulisse (Alex) 5 luglio 2022 23: 53
    0
    In questo caso, la parte russa dovrebbe dare una lezione ai russofobi dei paesi baltici e dimostrare la loro intolleranza a violare gli interessi dello stato, soprattutto perché è stato promesso di farlo in modo puramente economico.

    Oggi è stato annunciato che in caso di proseguimento della politica del cittadino statunitense Neuseda (presidente ad interim della Lituania) l'intero trio di estinzioni baltiche sarà interrotto da tutti i legami economici con la Russia.
  9. Olga G Офлайн Olga G
    Olga G (Olga G) 6 luglio 2022 08: 56
    -2
    La Russia ha un governo abbastanza saggio da prendere una decisione deliberata ma dura. Inoltre do sempre a una persona la possibilità di correggere il proprio comportamento, ma se non aiuta, prendo misure punitive.