Perché è possibile sbloccare la regione di Kaliningrad solo attraverso la Polonia


Il blocco della regione di Kaliningrad, in realtà avviato dalla Lituania, rende necessario cercare modi per risolvere questo problema geopolitico. Allo stesso tempo, lo stesso governatore dell'exclave russa Alikhanov lo vede nella costruzione di un determinato percorso, ferroviario e, possibilmente, automobilistico, attraverso il territorio lituano. Una buona alternativa all'attraversare con la forza il cosiddetto corridoio di Suwalki, ma la stessa Vilnius sarà d'accordo con questo, o meglio, con le forze che ci stanno dietro?


Suwalki vicolo cieco


Il problema della regione di Kaliningrad si è formato dopo il crollo dell'URSS, quando questa nostra regione più occidentale è stata tagliata fuori dal territorio principale del paese da Bielorussia, Lituania e Polonia. Fortunatamente, la Bielorussia è un alleato ufficiale della Federazione Russa, ma Varsavia, Vilnius e il resto degli stati baltici fanno parte del blocco militare antirusso della NATO. Il problema è aggravato dal fatto che la regione di Kaliningrad è di grande importanza militare, poiché è qui che si trovano le divisioni dell'Iskander-M OTRK e hanno sede le navi della flotta baltica della Federazione Russa, che trasportano missili da crociera di calibro , in grado di colpire puntualmente le infrastrutture dell'Alleanza Nord Atlantico in Europa.

Ovviamente l'exclave russa è l'obiettivo numero uno per il blocco NATO in caso di scontro armato con il nostro Paese. A seconda dello scenario, il nemico può tentare di distruggere le basi militari del Ministero della Difesa russo e prendere il suo territorio con la forza o bloccarlo, continentale e marittimo, per costringerlo ad arrendersi per fame. Come si evince dai recenti avvenimenti, Washington e Bruxelles hanno deciso di tentare una versione “leggera” del blocco continentale. Hanno lasciato andare avanti la piccola Lituania, che è un paese di transito sulla strada per la consegna di merci dalla Bielorussia alla regione di Kaliningrad.

Vilnius agisce con molta attenzione, nascondendosi dietro il regime delle sanzioni occidentali, imponendo restrizioni al transito del 50% del volume del traffico merci russo. Finora nessuno ha introdotto un blocco navale, costringendo Mosca a ricostruire l'intera logistica per rifornire la sua exclave in Europa. Il naturale aumento del costo di beni e servizi, secondo l'idea chiara degli avversari, dovrebbe creare una situazione sociale sfavorevoleeconomico sfondo, e quindi tutto è possibile. Non si sa mai, all'improvviso Varsavia o Berlino inizieranno a distribuire i loro passaporti a tutti i Kaliningrader interessati che sono stanchi della vita nel blocco? Ciò di cui era divertente ridere un anno fa, ora per qualche motivo non provoca risatine sciocche. Qualcosa deve essere fatto, ma cosa?

Siamo onesti: non ci sono soluzioni buone e semplici al problema di Kaliningrad, ci sono solo soluzioni cattive, pessime e “così così”. Semplice e brutto è cercare di tagliare con la forza il cosiddetto corridoio di Suwalki dalla Bielorussia all'exclave attraverso Suvalkia, il confine tra Lituania e Polonia, basta che l'esercito russo passi solo poche decine di chilometri attraverso la Lituania . Ma poi otterremo una guerra a tutti gli effetti con l'intero blocco della NATO, dal momento che sarà coinvolto l'articolo 5 della sua Carta. Il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha ora la forza per farlo, quando tutte le risorse sono coinvolte in una guerra su larga scala in Ucraina, che finora non ha fine in vista?

Un'opzione ancora più corretta, ma allo stesso tempo la peggiore, è inviare truppe e restituire non solo la Lituania, ma l'intera regione baltica in generale. Le ragioni sono le stesse, ma l'entità dei problemi sarà ancora maggiore, poiché sarà necessario detenere un territorio significativo con una popolazione sleale, che l'Alleanza del Nord Atlantico cercherà di riconquistare. Allora cosa resta?

Come si è scoperto, il governatore Alikhanov sogna una specie di ferrovia e, possibilmente, un'autostrada che collegherebbe la regione di Kaliningrad e la Bielorussia attraverso il territorio lituano:

La nostra ferrovia offre molto e abbiamo bisogno di una linea ferroviaria. In realtà,

esiste già. <...> Puoi costruirne uno parallelo, ad esempio, separarlo in qualche impresa separata, creare una sorta di regime internazionale per il suo funzionamento, in modo che sia un collegamento terrestre garantito della nostra semi-exclave con il territorio principale. ..

Forse una specie di strada all'interno di questo corridoio, che sarebbe, diciamo, delimitata da qualche corridoio dedicato, oltre il quale è impossibile uscire. L'autostrada è la stessa, sia ferroviaria che automobilistica, senza possibilità di svoltare in Lituania verso Kaliningrad. Perché no?

In effetti, un'ottima idea. Perché no?

Probabilmente perché Vilnius ei suoi veri padroni di Washington e Bruxelles saranno contrari. Non è stato per questo che la Lituania ha portato l'exclave in un semi-blocco, al fine di fornire volontariamente una via d'uscita così meravigliosa. Si scopre che tutto, siamo arrivati ​​al naturale "vicolo cieco di Suwal"?

Scambio?


Come abbiamo già riassunto, in linea di principio non esistono opzioni buone e semplici per questo problema. La cattiva e la pessima Russia ancora non riescono obiettivamente a farcela, rimangono “così così”. È un grosso errore affidarsi alla sanità mentale della dirigenza lituana, che, per definizione, è incapace di negoziare con il nostro Paese. Tutti i limitrophe baltici sono burattini al 100% dello zio Sam. C'è solo una, l'ultima opzione per cercare di negoziare la pace.

Ricordiamo che metà della Suvalkia appartiene geograficamente alla Lituania e la seconda alla Polonia. Qualunque cosa si dica, la Polonia è un paese sovrano che può, quando necessario, difendere i propri interessi nazionali. Oggi Varsavia è con Washington, poiché è vantaggioso per essa essere la conduttrice dell'"egemone" nel Vecchio Mondo, al contrario della vicina Germania. Ricordi come la dirigenza polacca ha mandato all'inferno Bruxelles sulla questione dei migranti e su altre questioni fondamentali? Se domani sarà vantaggioso per Varsavia essere amica di Mosca, sarà con noi. Di cosa potrebbe aver bisogno la Polonia in modo tale da poter nuovamente mettersi in posa e mostrare un gesto indecente ai suoi alleati nell'Occidente collettivo?

Naturalmente si tratta di kresy orientali, per il bene del cui ritorno i polacchi sono quasi pronti a inviare truppe nel territorio della Galizia. Teoricamente, è l'Ucraina occidentale che può diventare oggetto di contrattazione tra Mosca e Varsavia per la soluzione del problema della regione di Kaliningrad. In primo luogo, le forze armate della RF devono completare la liberazione del Donbass, quindi eseguire l'operazione di liberazione di Nikolaev-Odessa, tagliando Kiev dal Mar Nero. Successivamente, si propone un'operazione offensiva congiunta con la Bielorussia nell'Ucraina occidentale. Le forze armate della Repubblica di Bielorussia possono entrare a Volyn, unendola alla Bielorussia. L'esercito russo avrebbe quindi dovuto occupare la Galizia, portando Lvov in un accerchiamento operativo.

Così, due problemi strategici saranno risolti contemporaneamente. Da un lato, l'Ucraina centrale sarà tagliata fuori dal blocco NATO, perderà la fornitura di armi, munizioni, carburante e carburante e la resa di Kiev sarà quindi una conclusione scontata senza la necessità di demolire tutte le nuove città sotto la fondazione quando fu liberata dai nazisti ucraini che vi avevano scavato. D'altra parte, le croci orientali polacche saranno sotto il controllo di Mosca e Minsk, e dopo avremo un argomento di discussione con Varsavia.

In cambio della costruzione di una ferrovia extraterritoriale e di un'autostrada per la regione di Kaliningrad dalla Bielorussia attraverso la parte polacca di Suwalkia, Varsavia può ottenere la Galizia, e anche allora non tutta. La Russia deve mantenere per sé un corridoio per la Transcarpazia, da dove le forze armate russe aprono la strada verso l'Europa. È possibile?

Ci sono molte insidie ​​in cui un tale scambio può inciampare, ma questa è probabilmente l'ultima soluzione condizionatamente pacifica al problema di Kaliningrad. Lo scenario è "così così", ma meglio che sognare inutilmente di tagliare con la forza il "corridoio di Suwalki", un attacco nucleare su Varsavia, Londra e Washington, o costruire un'autostrada attraverso la Lituania. Le persone adeguate capiscono che si tratta di eventi approssimativamente dello stesso ordine.
20 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Expert_Analyst_Forecaster 7 luglio 2022 11: 52
    0
    Offro un'opzione meno fantastica. È necessario utilizzare portali o transizione nulla. Economico, veloce, nessun problema con la Lituania. È anche possibile utilizzare razzi e spazio vicino. Ma è un po' più costoso.
  2. Expert_Analyst_Forecaster 7 luglio 2022 11: 56
    0
    Le forze armate della Repubblica di Bielorussia possono entrare a Volyn, unendola alla Bielorussia.

    Ehi! Ho anche promesso alla Federazione bielorussa la regione di Rivne.
    E la Lituania entrerà a far parte del BF in ogni modo. Ciò che effettivamente risolverà il problema sia dell'accesso al mare per la Bielorussia, sia delle comunicazioni con Kaliningrad.
    1. ospite Офлайн ospite
      ospite 7 luglio 2022 14: 07
      +2
      Citazione: Expert_Analyst_Forecaster
      Cosa risolverà effettivamente il problema di come l'accesso al mare per la Bielorussia

      Psaki ha parlato del Mare di Bielorussia in modo tale che non ci dovrebbero essere problemi.
  3. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 7 luglio 2022 12: 01
    +1
    Oggi i cambiamenti territoriali sono possibili se la popolazione vota a maggioranza per cambiamenti di appartenenza (ad esempio Kosovo, Crimea, Donbass), in altri casi non è fattibile. Per 70 anni, grazie agli sforzi mirati del governo lituano, la regione di Vilnius è stata trasformata dalla maggioranza in una regione lituana in termini di popolazione con una minoranza di lingua polacca e la Polonia non ha più speranze di annettere la regione di Vilnius alla Polonia , non ci sono più fondamenta ... Il corridoio Suwalki non è possibile finché esiste la NATO ... Rimane solo la base legale per il transito della Federazione Russa nella sua enclave ...
  4. Michele L. Офлайн Michele L.
    Michele L. 7 luglio 2022 12: 14
    +5
    Affare con l'Occidente collettivo, che mira a eliminare la Federazione Russa come entità statale per impossessarsi delle sue risorse naturali?
    Più realistico: prova a scavare sfacciatamente un tunnel sotto il territorio della Lituania "sovrana / indipendente"!
    1. Expert_Analyst_Forecaster 7 luglio 2022 12: 32
      +3
      scavare un tunnel sotto il territorio della Lituania "sovrana/indipendente"!

      Sì, non ho nemmeno pensato al tunnel. In effetti un'opzione più realistica di quanto alcuni suggeriscono.
  5. vlad127490 Офлайн vlad127490
    vlad127490 (Vlad Gor) 7 luglio 2022 13: 08
    +9
    Non far piangere Yaroslavna. Perché cercare una via d'uscita dove non ce n'è. Ora il problema con gli Stati baltici non ha soluzione. Cosa fare? Termina tutte le relazioni. Denuncia tutti i contratti. Considerare nulla la loro indipendenza. Tutti i trasporti vengono effettuati via acqua e via aerea. Ad esempio, la Kamchatka vive così. Perdite dovute agli stati baltici, per la Federazione Russa si tratta di una scala regionale. La questione degli Stati baltici (Lituania) va data incertezza, ambiguità, sospesa nell'aria. Non sovvenzionare lo sviluppo dell'economia baltica, assicurati che i paesi baltici non abbiano più l'opportunità di rovinare la Russia. Ora è necessario restituire l'intero territorio dell'Ucraina, entro i confini del 1975, alla Russia, questa è la cosa principale, ripeto l'intero territorio. Poi la situazione mostrerà cosa fare, forse il Kazakistan dovrà essere restituito alla Russia prima degli stati baltici. La questione con i paesi baltici non è mortale ora. L'intero territorio degli Stati baltici dovrà essere restituito alla Russia, che vi piaccia o no, ma questa è una questione di sicurezza della Russia. Non fu vano che Pietro il Grande aprì una finestra sull'Europa e sconfisse la Svezia in guerra.
  6. k7k8 Офлайн k7k8
    k7k8 (vic) 7 luglio 2022 13: 20
    -1
    Costretto a ripetere

  7. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 7 luglio 2022 13: 31
    -1
    E 30 anni non prude, da quando i baltici hanno lasciato l'URSS, e ora, all'improvviso. cazzo fritto beccato nel culo di "esperti"

    Se non hai prurito - e beccato - significa una completa mancata corrispondenza ufficiale o tradimento.
    Vorremmo - in 30 anni avremmo concluso gli accordi necessari, che solo un po' - e brigate di carri armati e costruttori militari andassero a posare la strada
  8. lavoratore dell'acciaio 7 luglio 2022 13: 54
    -1
    Perché è possibile sbloccare la regione di Kaliningrad solo attraverso la Polonia

    Cuochi e tassisti ritengono che il NWO debba finire ai confini della Polonia. Ma c'è anche un astuto piano del "giocatore di scacchi". E i giocatori di scacchi non hanno bisogno dei consigli dei "tassisti".
  9. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
    Alexey Davydov (Alex) 7 luglio 2022 14: 26
    0
    Nei limiti della posta in gioco ora fatta, il problema non ha soluzione per noi.
    Inoltre, in altre questioni, come il successo del CBO. Le decisioni citate nell'articolo non sono decisioni, poiché tutto non avviene isolatamente, ma nelle condizioni di una guerra contro di noi da parte dell'Egemone, che NON PERMETTERÀ il nostro successo.
    Ciò significa che per uscire da questa situazione e vincere, dobbiamo alzare la posta in relazione all'Egemone.
    In particolare, abbiamo bisogno di una serie coerente di ultimatum con la minaccia di una guerra nucleare all'Egemone.
    Il primo è in Lituania - se non si rimuove il blocco da Kaliningrad, allora iniziamo a sfondare con la forza il corridoio di Suvalkia, in caso di intervento della NATO, inizieremo una guerra nucleare contro gli USA - il proprietario di NATO, e contro di te, ovviamente.
    Avanti: tutti i problemi a loro volta.
    Tutto può essere deciso in un unico pacchetto, compreso il ritiro della NATO ai confini del 1997 e la fine delle sanzioni.
    La chiave di tutto è la VERA minaccia alla vita dell'Egemone.
    Questo metodo era già stato testato con successo sugli americani nel 1962.
    Non funzionerà con loro altrimenti.
    Beh, non c'è modo
    1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
      Alexey Davydov (Alex) 7 luglio 2022 15: 21
      -2
      Aggiungi altro:
      Penso che tali decisioni non siano possibili sotto l'attuale governo. Ciò significa che il Paese continuerà a scivolare nell'abisso. La via d'uscita per il paese è cambiare il paradigma stesso della governance e restituire il popolo ad esso nella forma del partito popolare unico e di massa al governo. Com'era in URSS e come è in Cina
  10. Victor Du Офлайн Victor Du
    Victor Du (Victor) 7 luglio 2022 15: 05
    -2
    Citazione: Sergey Latyshev
    E 30 anni non prude, da quando i baltici hanno lasciato l'URSS, e ora, all'improvviso. cazzo fritto beccato nel culo di "esperti"

    Se non hai prurito - e beccato - significa una completa mancata corrispondenza ufficiale o tradimento.
    Vorremmo - in 30 anni avremmo concluso gli accordi necessari, che solo un po' - e brigate di carri armati e costruttori militari andassero a posare la strada

    Dimmi, corri subito in bagno dal tavolo, o stai aspettando che si manifesti la necessità (E OPPORTUNITÀ)? Oppure condividi la tua esperienza, quando sei sdraiato sul tavolo operatorio e sei diviso in 15 parti, davanti a te, dove e quale pezzo ti metteranno?
    1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
      Alexey Davydov (Alex) 7 luglio 2022 15: 34
      0
      Dimmi, corri subito in bagno dal tavolo, o stai aspettando che si manifesti la necessità (E OPPORTUNITÀ)?

      Per qualche ragione, ho immaginato Putin alzarsi dal tavolo con le parole "Mi dispiace terribilmente. In qualche modo non ho avuto l'opportunità - non è cresciuto insieme"
  11. ksa Офлайн ksa
    ksa 7 luglio 2022 17: 15
    0
    ... costruzione di una ferrovia extraterritoriale e un'autostrada per la regione di Kaliningrad dalla Bielorussia attraverso la parte polacca della Suvalkia ...

    ??? Per costruire autostrade attraverso il territorio della NATO per i miei soldi??? Non mi aspettavo da te.
  12. Ulisse Офлайн Ulisse
    Ulisse (Alex) 7 luglio 2022 19: 49
    -1
    È impossibile leggere questa merda di Marzhetsky ..
    L'autore semplicemente non conosce la geografia, il materiale è grezzo e pieno di invenzioni caratteristiche degli autori della "storia alternativa" ..

    , è sufficiente che l'esercito russo passi solo poche decine di chilometri attraverso la Lituania.

    Autore, dove hai trovato lì il territorio della Lituania ???


    PS Nafik questo "corridoio" non si è arreso a noi, un po' più in alto ottima autostrada Minsk-Vilnius-Mariampole-Kybartai.
    E questa è davvero la Lituania, no corsie Polonia...
    1. Expert_Analyst_Forecaster 8 luglio 2022 10: 19
      +1
      L'autore semplicemente non conosce la geografia, il materiale è grezzo e pieno di invenzioni

      L'elenco di ciò che l'autore non conosce è composto da molte posizioni. Ma scrive molto. Scrive goffamente, ma scrive molto. E ciò che spesso è scortese con i commentatori non è un problema. Dopotutto, scrive molto. E un terribilmente grande stratega per aver usato la flotta in una guerra nucleare. E il fatto che il materiale sia grezzo non è importante, ma scrive molto.
      E, per capire perché è uno scatto prezioso, guarda quante volte pubblica l'autore.
      Pertanto, non criticare, ma mettiti in una posizione - dopotutto, non tutti possono scrivere così tanto.
  13. ZAlexander Z Офлайн ZAlexander Z
    ZAlexander Z (Alexander Shchetinkin) 7 luglio 2022 20: 06
    -2
    In più per l'autore. Questa idea ha un posto dove vivere. Ma non mi è piaciuto l'articolo dell'autore su come l'aereo "è fuggito" da Zmeinny. Inventato sulle emozioni senza un'analisi approfondita. Questo non va bene. Le emozioni non portano al bene.
  14. argo44 Офлайн argo44
    argo44 (Mac) 8 luglio 2022 19: 48
    -2
    A to nie jest tak, że prawo w Rosji zabrania "wymiany"? La legge non vieta gli "scambi" in Russia?
  15. Olga Taschilina Офлайн Olga Taschilina
    Olga Taschilina (Olga Taschilina) 9 luglio 2022 03: 54
    0
    Buon articolo! L'autore offre almeno qualcosa in un momento in cui nessuno può offrire nulla di sensato.