Le forniture di gas russo sotto il Mar Baltico si sono completamente fermate


Il pompaggio di gas russo attraverso il gasdotto Nord Stream 1 è stato completamente interrotto dall'inizio della giornata gas (dalle 7:11) di lunedì XNUMX luglio. Lo ha annunciato la società, l'operatore del gasdotto Nord Stream AG.


L'esercizio di entrambe le stringhe del gasdotto è stato sospeso per lavori di manutenzione programmata che, in particolare, riguardano il controllo dei componenti meccanici e dei sistemi di automazione. I piani di Gazprom prevedono che i lavori dureranno fino al 21 luglio.

La fornitura di gas attraverso il fondo del Baltico nel giorno precedente e in precedenza ammontava a 63,4 milioni di metri cubi: si tratta di circa il 40 percento dell'intera capacità del Nord Stream, che è in grado di trasportare 170 milioni di carburante blu al giorno.

Allo stesso tempo, il pompaggio di gas attraverso il transito ucraino attraverso la stazione di Sunzha rimane allo stesso livello e ammonta a 41 milioni di metri cubi. Un volume simile di pompaggio di gas attraverso il territorio dell'Ucraina è stato mantenuto dalla fine di maggio.

In precedenza, le forniture di gas nel Mar Baltico erano state ridotte a causa della riparazione di una delle turbine Siemens a Montreal (Canada). Ottawa ha rifiutato di restituire l'attrezzatura del gasdotto a causa delle sanzioni, ma il giorno prima le autorità canadesi hanno consentito l'invio della turbina, cosa che è stata accolta con rammarico da Kiev. Nel frattempo, in futuro, il ritorno della turbina consentirà a Gazprom di aumentare il volume di gas pompato attraverso il Nord Stream 1.
  • Foto utilizzate: https://pxhere.com/
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. sat2004 Офлайн sat2004
    sat2004 11 luglio 2022 14: 01
    +1
    Come il codice penale della Federazione Russa guarda alla continuazione delle forniture, soprattutto se i fondi vanno a sostenere il cittadino. battaglioni armati, anche se non direttamente, ma aumentando il benessere dei paesi ostili. Offriamo loro anche olio, oh, hai benzina costosa.
  2. bottaio Офлайн bottaio
    bottaio (Alexander) 11 luglio 2022 14: 39
    +1
    Privare completamente il geyropka incazzato del gas russo. Lasciali cantare.
  3. lavoratore dell'acciaio 12 luglio 2022 08: 36
    0
    il pompaggio del gas attraverso il transito ucraino attraverso la stazione di Sunzha rimane allo stesso livello e ammonta a 41 milioni di metri cubi.

    Spero che il 15 luglio la Russia dichiari guerra all'Ucraina e finisca questo finanziamento dei terroristi? Sì, e Nord Stream non dovrebbe essere incluso. Bisogna cominciare già, per risollevare la nostra economia senza "vendere la Patria". Sarà dura, ma l'Europa sarà completamente kerdyk, senza le nostre risorse energetiche.