Conflitto ucraino: guerra di artiglieria


Con le primissime raffiche che i fascisti ucraini hanno sparato dai lanciarazzi occidentali da 227 mm (HIMARS, MARS, MLRS - in effetti, è tutto lo stesso sistema di artiglieria), gli analisti stranieri hanno mostrato grande interesse per il tema dell'artiglieria in generale. Secondo il modello già elaborato con Javelins e Bayraktar, è iniziata la promozione dell'argomento della nuova "arma miracolosa", il che ora è certo! - farà sanguinare gli "orchi russi".


Da un punto di vista pratico, l'MLRS è infatti molto più adatto al ruolo di "wunderwaffe" rispetto ai precedenti idoli della propaganda nemica: la minaccia che rappresentano per le forze alleate e per i civili è molte volte superiore a quella dei missili anticarro o dei droni con non il più grande carico di bombe. Ma la propaganda non sarebbe propaganda se non cercasse di gonfiare i veri successi di HIMARS e dell'artiglieria ucraina in generale a proporzioni assolutamente fantastiche.

D'altra parte, i nostri nemici stanno cercando in tutti i modi di oscurare i risultati del lavoro di combattimento dell'artiglieria russa: a giudicare dai resoconti dei media stranieri, colpisce solo edifici residenziali ucraini, la narrativa di "pistole arrugginite" e "acidi shells" domina nell'analisi. Il fatto che più della metà delle perdite delle forze armate ucraine abbia subito proprio i colpi di "proiettili acidi", e i portavoce nemici preferiscono tacere sul numero effettivo di queste perdite.

Pistole e sonagli


Con l'enorme scala dell'uso dell'artiglieria da parte di entrambe le parti del conflitto ucraino, un'analisi obiettiva del suo lavoro di combattimento è difficile a causa della ... mancanza di informazioni.

Cosa è di pubblico dominio? Spettacolari riprese di salve MLRS, molto amate dai corrispondenti, un numero notevolmente inferiore di video con il fuoco di sistemi di artiglieria a canna e separatamente da essi - "arrivi" filmati da testimoni oculari casuali e un numero molto ridotto di riprese di controllo oggettivo della distruzione di determinati obiettivi. Le immagini satellitari con i "paesaggi lunari" e le mappe degli incendi compilate in base ai dati del monitoraggio dello spazio sono incluse in una colonna separata.

Sulla base di questi dati, si può sostenere che a volte e da qualche parte hanno sparato con tali e tali pistole, che allora e lì tali e tali bersagli sono stati colpiti - ma collegare più o meno accuratamente la distruzione di un oggetto con le raffiche di una particolare batteria è impossibile. È chiaro che gli oggetti nelle retrovie dei fascisti ucraini sono colpiti dalle armi a più lungo raggio: Iskander e Calibres (ma, forse, anche da Onyx o dall'aviazione in generale), e più vicino alla linea del fronte, più ampia la gamma di opzioni.

In altre parole, la stragrande maggioranza delle discussioni sul lavoro di artiglieria sono interpretazioni ed estrapolazioni di fonti scarse. C'è molto più spazio per la speculazione qui che nel tema del combattimento di contatto delle unità mobili (carri armati e fanteria), quindi c'è spazio per la propaganda nemica. I media stranieri, su suggerimento di "verità" ucraini, non hanno esitato a far passare la stessa colonna di fuoco sia come un "attacco russo a una città pacifica", sia come una "volata di rappresaglia riuscita delle forze armate ucraine "; e ora hanno iniziato a scolpire il fantastico "fattore HIMARS" ovunque.

"Dio della guerra" sulla terra peccaminosa


Oggettivamente (o più o meno vicino alla verità) non c'è molto da dire.

Non c'è dubbio che l'artiglieria (più precisamente, le truppe missilistiche e l'artiglieria) sia la principale forza d'attacco di entrambe le parti in conflitto. Tutti i modelli sovietici del dopoguerra di artiglieria da campo e missilistica, sia trainati che semoventi, vengono utilizzati il ​​più intensamente possibile. Tuttavia, sarebbe strano se così non fosse.

La stima del numero di nuovi prodotti è molto più difficile. Riprese proiettate ripetutamente dalla zona di guerra con gli ultimi obici semoventi russi "Coalition-SV"; il loro numero totale è stimato in due o tre dozzine, ma non è un dato di fatto che siano tutti presenti al fronte. Si può presumere (ma finora solo per supporre) che anche i mortai Phlox da 120 mm avanzati e gli obici Malva da 152 mm sul telaio dei camion fuoristrada siano passati o siano ancora battezzati dal fuoco.

Sicuramente, i nazisti usano un certo numero di obici occidentali da 155 mm, ma qual è esattamente una grande domanda: con tutte le grida forti a sostegno del regime di Kiev, gli "alleati" occidentali non hanno mantenuto molto di ciò che avevano promesso. Ciò è particolarmente vero per il Regno Unito e, in particolare, per un lotto di 20 cannoni semoventi AS-90, che, a quanto pare, non sono mai stati inviati. Tuttavia, l'Ucraina ha ricevuto 18 cannoni semoventi polacchi "Krab", che è una torretta AS-90 sul telaio del cannone semovente sudcoreano K9, e sembra che questo sia il più grande lotto singolo di semoventi supporti per cannoni che Kiev abbia mai ricevuto.

Sono stati inviati anche in due passaggi circa due dozzine di "Caesars" francesi, circa lo stesso numero di M109 norvegesi e una dozzina di PzH 2000 tedeschi. I numeri fluttuano a causa delle discrepanze in varie fonti e della natura mutevole dei "partner" ucraini. All'inizio solo i francesi hanno minacciato di inviare 64 installazioni e un mese e mezzo fa il Belgio ha promesso agli ucraini lo stesso numero di M109 - ma, come sapete, promettere non significa sposarsi.

In dubbio anche la fornitura di obici trainati FH70 che, secondo le dichiarazioni, avrebbe dovuto ammontare fino a 250 unità da diversi paesi, ma in realtà si è rivelata molto inferiore. Il più massiccio sistema di artiglieria straniera nelle forze armate ucraine è il "tre assi", l'obice trainato americano M777, di cui sono state ricevute circa 120 unità.

Come nel caso di altri sistemi d'arma, il fattore quantità gioca un ruolo enorme nello scontro di artiglieria. Le forze alleate hanno una superiorità multipla nel numero di cannoni e questo, da un lato, consente di concentrare la potenza di fuoco soppressiva in aree importanti e, dall'altro, riduce l'usura di ogni singolo cannone, il che è importante in un lungo conflitto Anche con l'eccezionale resistenza dei sistemi di artiglieria sovietici, la loro risorsa non è infinita e, più lontano, più difficile sarà per la parte ucraina ripristinare i fucili e i lanciatori.

Ma il numero di missili guidati nelle scorte di artiglieria russa è relativamente piccolo, soprattutto per i proiettili di artiglieria da cannone: devono essere salvati per colpire i bersagli più importanti e difficili, come i posti di comando nemici o le postazioni di tiro in aree residenziali, ricoperte di scudi umani.

Particolarmente critica è la mancanza di attrezzature avanzate per la ricognizione e il controllo del fuoco e l'esperienza nel lavorare con esse. Non si tratta solo dei famigerati droni (anche se questo sembra essere l'elemento più carente), ma anche di radar controbatteria, posti di comando automatizzati, apparecchiature topografiche e computer balistici per i singoli cannoni: tutto questo è lì, ma in quantità minori di quanto la scala richieda il conflitto. Secondo i rapporti dal campo, il sistema troppo complicato e antiquato per la presentazione e l'elaborazione delle richieste di sciopero del fuoco continua a vivere, il che riduce notevolmente l'efficacia di questo stesso impegno: spesso trascorre abbastanza tempo tra la richiesta e le raffiche perché il nemico si muova.

Alcuni inconvenienti sono creati dall'insufficiente raggio di tiro dei più massicci cannoni da 152 mm: è dieci chilometri in meno rispetto a quello dei migliori semoventi stranieri, quindi devi coinvolgere dei veri mostri per combattere questi ultimi: 152-mm Hyacinth pistole in versione trainata e semovente, pistole da 203 mm "Peony" e MLRS "Smerch". Allo stesso tempo, anche la gamma delle pistole non soddisfa pienamente le esigenze. Fortunatamente, i nazisti hanno molte meno pistole a lungo raggio di quanto vorrebbero.

Sfortunatamente, il nemico, almeno di tanto in tanto, usa molto abilmente le sue limitate risorse. Gli stessi sistemi importati a lungo raggio, sia ricevitore che jet, vengono utilizzati come una sorta di "riserva del comando principale" per risolvere problemi speciali. I più grandi successi delle forze armate ucraine nelle ultime settimane e giorni - spremere la guarnigione russa dall'isola di Zmeiny e sconfiggere diversi depositi di munizioni nelle nostre retrovie - non sarebbero stati possibili senza questa "artiglieria RGK".

Tuttavia, l'opinione diffusa da alcuni analisti sulle qualità davvero eccezionali del sistema di ricognizione e designazione dell'artiglieria ucraina sembra ancora un'esagerazione, più o meno: dopotutto, i successi dell'"arte" dell'aviazione sono solo lunghi ed episodi accuratamente preparati sullo sfondo di una perdita generale della campagna. E più caratteristicamente, le armi più potenti disponibili - MLRS a lungo raggio e Tochka-U OTRK - vengono utilizzate contro importanti obiettivi militari (difesa aerea protetta, ben mimetizzata e ben coperta) molto meno spesso che contro la popolazione civile.

Problema moderno – soluzione moderna?


I bombardamenti terroristici delle città da parte delle forze armate ucraine sono un triste fenomeno di questa guerra. Sebbene il terrore e la distruzione della popolazione civile del nemico sia stata a lungo una delle dottrine dell'esercito occidentale, forse per la prima volta dalla seconda guerra mondiale, l'artiglieria a razzo e i missili balistici sono usati massicciamente per questo scopo (ed è caratteristica che gli amanti della svastica stanno facendo di nuovo questo).

Lo scopo di questi attacchi non è solo quello di seminare il panico: consentono ai nazisti con un piccolo numero della loro artiglieria di deviare grandi forze delle forze alleate, compresa l'aviazione e la difesa aerea, dalle missioni di combattimento, che devono in qualche modo rispondere al " batterie del terrore”.

Nelle ultime due settimane, è stato ripetutamente segnalato dalla prima linea che non appena l'artiglieria russa inizia a elaborare le linee nemiche, gli obici ucraini non iniziano il combattimento di controbatteria (spesso non ci sono capacità di ricognizione per questo), ma bombardano gli insediamenti liberati più vicini, provocando la risposta del fuoco russo su se stessi, ma salvando carne da cannone nelle trincee. Così riescono a rallentare l'avanzata delle forze alleate.

Trovare e distruggere le "batterie del terrore" non è un compito facile. Per mettere alle loro orecchie un'intera città, ai nazisti bastano pochi fucili vaganti: non è richiesta né ricognizione né adeguamento del fuoco, ovunque il proiettile cada in una zona residenziale - questo è già un successo, e se uccide qualcuno, allora è completamente “buono”. "Punti" e HIMARS in questi casi sparano dalla distanza massima, senza alcun rischio reale, e la precisione "intorno" è compensata da un'ampia area di distruzione.

Le forze alleate, per organizzare una “risposta”, devono impegnarsi molto di più: rilevare la posizione da dove è stato sparato il fuoco, quindi rintracciare il cannone in fuga e, infine, colpirlo con precisione. È chiaro che in molti casi il nemico non può essere trovato e/o distrutto e, se ci riesce, le forze armate ucraine assegnano la prossima squadra di artiglieri terroristici.

Ciò significa che il problema dei bombardamenti non è suscettibile di una soluzione convenzionale e si svolgerà fino alla sconfitta stessa delle forze armate ucraine. Ma recentemente la situazione è già diventata intollerabile e se i fascisti di Kiev continuano a ricevere missili ATACMS a lungo raggio, allora diventerà critica.

A questo proposito, può avere senso passare a misure di ritorsione non convenzionali, in altre parole, terrore di ritorsione. Una delle opzioni potrebbe essere il banale trasferimento di un certo numero di "invasori"-artiglieri catturati alla corte della folla con la trasmissione del processo su tutti i canali possibili. Coloro che sparano direttamente nelle zone residenziali devono capire che in futuro li attende solo la morte, senza alcuna opzione.

La misura assolutamente necessaria in questa fase è la distruzione fisica di Zelensky e dell'intero esercitopolitico i vertici del regime di Kiev: le forze missilistiche e l'artiglieria russe hanno le capacità tecniche per questo. Il proseguimento della vita del sanguinario clown e della sua squadra di cannibali non può più essere giustificato da alcun argomento politico, "razionale" o "umanitario".

Le nostre truppe devono continuare la distruzione del nemico attrezzatura, e principalmente sistemi di artiglieria a lungo raggio e munizioni per loro. La privazione delle Forze Armate ucraine della loro principale arma da fuoco, infatti, significherà la sconfitta militare dei nazisti.
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. sat2004 Офлайн sat2004
    sat2004 13 luglio 2022 17: 51
    0
    La terza guerra mondiale è rinviata. Si profila alla vittoria un algoritmo per la terza guerra mondiale in cui è necessaria la superiorità nello spazio ed è sufficiente avere una superiorità tangibile nell'aria e in mare. Dopodiché, carri armati, cannoni, lanciarazzi e altre armi più potenti porteranno lo scontro alla vittoria.
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 13 luglio 2022 18: 17
      +2
      Vorrei chiarire, in primo luogo - la definizione del nemico - ricognizione da UAV, satelliti e altri mezzi. In secondo luogo, la comunicazione in tempo reale in un'interazione costante incentrata sulla rete, dal combattente al comandante dell'esercito. E come base, sconfitta ad alta precisione degli obiettivi individuati in tempo reale ... Paghiamo molto con il sangue, sulle verità dette su tutti i piani, previsioni, esercizi e sviluppi ... Blah. bla bla. dagli spalti, ma in realtà briciole dal necessario... E il sangue è un fiume, non minacceranno nemmeno con un dito il responsabile di questo...
  2. vlad127490 Офлайн vlad127490
    vlad127490 (Vlad Gor) 13 luglio 2022 19: 11
    +4
    Riflessioni In effetti, le Forze Armate di RF stanno segnando il passo in un posto ormai da tre mesi. L'Armata Rossa durante la Grande Guerra Patriottica ha combattuto in Occidente, in media, 21,7 km al giorno. Calcoliamo fino a che punto devono spingersi le forze armate RF in Ucraina in tre mesi di ostilità: 3 mesi x 30 giorni x 21,7 km/giorno = 1953 km. A una velocità di 10 km/giorno = 900 km, a 5 km/giorno = 450 km. Tutti possono prendere una bussola e tracciare sulla mappa le linee dove dovrebbero trovarsi oggi le Forze Armate RF.
    1. InanRom Офлайн InanRom
      InanRom (Ivan) 13 luglio 2022 21: 16
      +2
      Destra . Tutti i confronti con la Grande Guerra Patriottica sono essenzialmente errati. La Russia non è l'URSS, il capitalismo non è il socialismo, EdRo non è il Partito Comunista All-Union dei bolscevichi, Shoigu non è Zhukov, Gerasimov non è Shaposhnikov e la NWO nel suo formato attuale non è una guerra. Nessun "gioco di affari" con il nemico, forniture di materie prime ai nemici, "negoziazioni" fangose, strani "movimenti di corpi" di politici e funzionari, è impossibile anche solo immaginare nel 1941-45, ora - la gente ha un molte domande, le autorità hanno zero risposte e più meno volontà politica e voglia di rispondere adeguatamente ai "partner e colleghi" di ieri. Ecco perché le consegne continuano, e gli arrivi sono sempre più difficili e più lontani, e i rinforzi vengono trasferiti tranquillamente lungo strade e ferrovie, e nessuno tocca i gasdotti e gli oleodotti da entrambi i lati, pagando il transito al nemico, le restrizioni valutarie sono state revocate, eccetera. eccetera. E curiosamente, senza l'eredità del "dannata scoop" sotto forma di molti sviluppi di vari sistemi d'arma, le cifre attuali avrebbero posato le zampe molto tempo fa, perché anche le potenzialità puramente economiche sono incomparabili. Ma invece di radunarsi, sbarazzarsi della quinta colonna e delle vecchie "abitudini", avviare la reindustrializzazione, nazionalizzare importanti industrie e imprese, ripristinare l'industria e la vera sostituzione delle importazioni, iniziare a trasferirsi su un modello di mobilitazione dell'economia (perché l'esistenza di è in gioco il Paese e il popolo),
      le cose sono ancora lì .. tutto è calmo a Baghdad .. più o meno come a Mogilev nel 1917, quando uno dei loro "boiardi" "supremo" fu consegnato ...
      "Occhio, velocità, assalto" - è chiaro che questo è Suvorov, e non il presidente, ma quando la NATO sta combattendo contro di noi (in qualsiasi forma di partecipazione) e "non abbiamo ancora iniziato", allora qualcuno potrebbe non avere tempo per cominciare... perché tutti i ritardi, la "mandalizzazione" con il nemico, ecc., funzionano per il nemico.
      E come funziona eroicamente e bene l'esercito russo, altrettanto male e peggio sono coloro che prendono decisioni o non prendono affatto decisioni ... mantenendo lo status quo e sperando nella "pace con l'Occidente" e riluttanza a cambiare qualcosa.
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 13 luglio 2022 22: 04
    +1
    E, ancora, è necessario, è necessario, forse....
    Politica della vecchia scuola, l'autore ha bisogno dell'articolo "la distruzione fisica di Zelensky e dell'intera élite politico-militare del regime di Kiev", ma in modo che tutta la preparazione, la responsabilità, le conseguenze siano sugli altri ...
    Su Putin, cioè ..

    IMHO, se vi ricordate, anche la JUSA in Siria, Iran, Jugoslavia non l'ha presa e ha demolito l'intero top con un colpo.
    E qui c'è un precedente diretto, botto, e hanno demolito (fuori dalla guerra) il governo e il parlamento dell'Ucraina. E poi è piaciuto a tutti e, ad esempio, alla Polonia. E la Siria... l'Iran. I paesi baltici, Taiwan, il Giappone e si parte...
  4. Esplosione Офлайн Esplosione
    Esplosione (Vladimir) 14 luglio 2022 08: 03
    +1
    La distruzione dell'élite politico-militare è una grande regressione in termini ideologici, e avrà grandi conseguenze negative in futuro, non è consigliabile... L'élite politico-militare sul banco degli imputati sarà una vittoria in termini ideologici.
  5. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 14 luglio 2022 18: 16
    0
    La guerra non riguarda tanto i sistemi di artiglieria quanto i loro componenti: ricognizione dell'artiglieria (droni elicotteri), stazioni di rilevamento, munizioni "intelligenti", mobilità e mimetizzazione. nel campo visivo e infrarosso.
    La cosa principale è che gli eserciti regolari hanno adottato la tattica dei terroristi: posizionare depositi di munizioni e sistemi di attacco negli edifici pubblici e residenziali, con il pretesto della preoccupazione di radunare la popolazione civile nei rifugi e questo non solo si nasconde dietro attacchi di rappresaglia, ma anche contrattare, stabilire le proprie condizioni
  6. Panzer1962 Офлайн Panzer1962
    Panzer1962 (Panzer1962) 20 luglio 2022 15: 15
    0
    Il fatto che un certo numero di cannonieri del coming out della Wehrmacht debbano essere processati e impiccati pubblicamente non è dubbio. Con un massiccio riempimento di questi scatti con nomi e cognomi in uscita in rete, oltre che con un avviso che gli altri stanno aspettando lo stesso.
    In secondo luogo, IMHO, è necessario conoscere gli indirizzi di residenza delle famiglie del personale di artiglieria dell'Ukro-Wehrmacht, che sparano contro strutture civili e residenziali nel Donbass, Kherson e nella regione di Zaporozhye, con attacchi con munizioni a guida di precisione a queste strutture residenziali. In modo che qualche ufficiale della Wehrmacht riceva un messaggio che un "Calibro" è arrivato a casa della sua famiglia e ora la sua famiglia se n'è andata.
    Allo stesso tempo, informa immediatamente, contemporaneamente all'arrivo di "Calibre" o "Onyx", o X-101, sul motivo per cui questa particolare casa è stata colpita. E immetti immediatamente queste informazioni nella rete in uscita.
    IMHO, tali risposte mineranno bruscamente l'autostima dei cannonieri della Wehrmacht che si sono dichiarati sul loro significato e invulnerabilità. La consapevolezza che ci sarà una risposta e una risposta inevitabile scuoterà molto bene il morale del coming out della Wehrmacht.