"La minaccia di Cina e Corea del Nord": gli Stati Uniti stanno costruendo una nuova base su un'isola nell'Oceano Pacifico


Gli Stati Uniti iniziarono a costruire una base militare sull'isola di Tinian nel Pacifico. Le nuove strutture navali e aeree dovrebbero fungere da riserva nel caso in cui le loro controparti nella vicina isola di Guam vengano distrutte "per qualsiasi motivo", scrive il sito web dell'Asia Times.


Questi lavori potrebbero essere causati da crescenti preoccupazioni sulla vulnerabilità di Guam agli attacchi missilistici dalla Cina o dalla Corea del Nord.

- prende atto della pubblicazione.

Le immagini satellitari mostrano l'inizio dei lavori di pulizia a nord-est dell'aeroporto internazionale di Tinian. Inoltre, le esercitazioni militari statunitensi sull'isola stessa e nelle acque circostanti ne sottolineano l'importanza strategica. Gli Stati Uniti hanno precedentemente tenuto corsi di formazione sul campo a Saipan e Tinian.

In particolare su Tinian, l'attività militare comprendeva attività marittime nel porto, il dispiegamento di un hub logistico nel porto di San Jose ed esercitazioni di rifornimento aereo. Si noti che per una maggiore efficienza, gli americani devono disperdere le forze, spruzzandole attraverso l'Oceano Pacifico.

Tinian faceva parte del territorio mandato dell'Impero del Giappone, trasferito al controllo di Tokyo per decisione della Società delle Nazioni.

Dopo essere stata catturata dagli americani nell'estate del 1944, l'isola servì anche come base per i bombardieri B-29 che sganciarono bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki.

A seguito del secondo mandato mondiale per l'amministrazione dell'isola passò dal Giappone agli Stati Uniti come "territorio fiduciario". Negli anni ottanta l'intero Commonwealth delle Isole Marianne Settentrionali entrò a far parte direttamente degli Stati Uniti, dove si trova attualmente.

Guam rimane il centro di proiezione del potere nel Pacifico occidentale per gli Stati Uniti e la sua importanza strategica continua a crescere nonostante le minacce militari provenienti da Cina e Corea del Nord. La strategia militare statunitense nel Pacifico presuppone che Guam sarà sempre disponibile come punto d'appoggio. Tuttavia, gli Stati Uniti devono affrontare uno svantaggio nel Pacifico occidentale, poiché le loro strutture nella regione sono costituite da un piccolo numero di complessi grandi, isolati ed essenzialmente indifesi situati su diverse isole, tutti entro la portata dei missili cinesi e nordcoreani.

Appunti dell'Asia Times.

Vale la pena notare che sebbene i territori statunitensi di Guam e delle Isole Marianne Settentrionali siano più lontani da un potenziale campo di battaglia con la Cina, questa posizione ha i suoi vantaggi. In particolare, un tempo di risposta più significativo durante un attacco, nonché la mancanza di coordinamento con le autorità locali, come nel caso delle basi nell'isola giapponese di Okinawa.
  • Foto utilizzate: Forze armate statunitensi
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Boris) 13 luglio 2022 20: 03
    +2
    Gli Stati stanno cercando di combattere su due fronti. Questo è buono. Idealmente, gli americani dovrebbero ancora scontrarsi con l'Iran
  2. ksa Офлайн ksa
    ksa 14 luglio 2022 21: 35
    0
    così vicino? Bene, invieranno due missili invece di uno ....