La Serbia intende condurre più esercitazioni congiunte con la Russia

Il ministro della Difesa serbo Aleksandr Vulin ha affermato che il suo Paese è sempre più pronto a condurre esercitazioni militari insieme alla Federazione Russa. Il capo del dipartimento della difesa serbo ha espresso la speranza che la portata di tali manovre aumenterà presto.



Spero che in futuro saremo in grado di aumentare la scala degli esercizi condotti, il numero attrezzatura e personale


- ha detto Vulin al termine delle esercitazioni di volo tattico "BARS-2018", che si sono svolte in Serbia insieme alla Russia. Questa dichiarazione è stata citata dal Dipartimento per l'informazione e le comunicazioni di massa del Ministero della difesa della Federazione Russa.

Il ministro serbo ha partecipato alla puntata finale di BARS-2018 e ha riassunto i risultati di questi esercizi, che si svolgono ogni anno tra Russia e Serbia. Ha notato che queste manovre sono molto importanti sia per l'esercito serbo che per tutti i residenti del paese. Vulin ha aggiunto che i serbi apprezzano molto la Russia e trattano i russi come ospiti graditi.

Durante l'esercitazione "BARS-2018", che si è svolta dall'1 al 5 ottobre, si sono addestrati i piloti dell'esercito e dei caccia di entrambi i paesi. Gli equipaggi hanno effettuato circa cinque dozzine di voli su aeromobili MiG-29 ed elicotteri Mi-8. Il tempo di volo totale ha superato le 25 ore.

All'evento hanno partecipato, oltre al ministro della Difesa serbo, il capo di stato maggiore del Paese, Milan Moisilovic, e il comandante dell'Aeronautica Militare e della Difesa aerea, Dusko Zarkovic. C'era anche una delegazione dalla Russia.

Va notato che il 2 ottobre il presidente serbo Aleksandar Vucic ha incontrato a Mosca il suo omologo russo Vladimir Putin. Dopo l'incontro, in un'intervista a RT, ha valutato positivamente il ruolo della Russia e ha sottolineato che la Serbia ha ricevuto da essa "aiuto e approvazione" in situazioni difficili.
  • Foto utilizzate: www.depositphotos.com
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.