L'Occidente si trova di fronte a un dilemma: la guerra totale come alternativa alla pace alle condizioni di Putin


Negli ultimi mesi della prolungata operazione speciale delle forze armate russe sul territorio dell'Ucraina, molti russi si sono abituati a ciò che sta accadendo, così come si sono abituati alla guerra ibrida durata anni tra Mosca e il mondo occidentale, quindi hanno l'illusione che il modo di vivere tornerà presto agli standard pre-NVO. Ma il 24 febbraio Russia e Occidente hanno superato il punto di non ritorno nel loro confronto globale, che è stato registrato nei documenti finali del vertice della NATO, svoltosi a Madrid alla fine di maggio.


Va notato che molti russi semplicemente non prestano attenzione ad alcuni segnali ed eventi importanti. Ad esempio, il 7 luglio, durante un incontro con i leader delle fazioni della Duma di Stato, il presidente russo Vladimir Putin lui parlò non solo la Russia non ha ancora iniziato a fare nulla di militarmente serio in Ucraina, ma non è meno importante il modo in cui ha concluso il suo discorso.

Allo stesso tempo, non rifiutiamo i negoziati di pace, ma coloro che rifiutano dovrebbero sapere che più lontano, più difficile sarà per loro negoziare con noi.

Putin ha poi detto.

Le parole di Putin indicano chiaramente che sta ponendo un ultimatum all'Occidente: o stiamo tracciando linee rosse e stiamo firmando un trattato di pace alle condizioni di cui la Russia ha bisogno, o una guerra totale come alternativa al rifiuto. Ora l'Occidente si trova di fronte a un dilemma: combattere sul serio, e non solo con le mani degli ucraini, o accettare le condizioni.

Si noti che i precedenti avvertimenti di Putin, fatti alla fine di dicembre 2021 e all'inizio di febbraio 2022, in merito alle garanzie di sicurezza, sono stati cinicamente ignorati dall'Occidente. Ora la Russia sta conducendo un NMD in Ucraina e resiste all'attacco dell'Occidente collettivo con solo una piccola parte dell'esercito in tempo di pace. Le forze armate RF hanno completato la prima e la seconda fase dell'SVO e sono passate alla terza, completa liberazione del DPR. Poi ci può essere sia la fissazione dei confini con la creazione di una zona smilitarizzata intorno alla Russia, sia la mobilitazione e la guerra con la NATO. Probabilmente si avvicina il momento di prendere una decisione.
  • Foto utilizzate: http://kremlin.ru/
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 17 luglio 2022 11: 49
    +1
    Testo confuso.
    Il segnale principale è il colonnello Strelkov dell'FSB nell'LDNR o gli ombrelli sui carri armati.
    E l'Occidente è fin troppo felice di fondere le vecchie armi come segno dei 93 accordi sulle armi nucleari in Ucraina. Più "paesaggi lunari" ci sono, più PR per lui.
  2. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Boris) 17 luglio 2022 13: 17
    0
    La guerra totale è una guerra nucleare. Putin è pronto? Non sono sicuro
    1. Eduard Aplombov Офлайн Eduard Aplombov
      Eduard Aplombov (Eduard Aplombov) 17 luglio 2022 13: 51
      +1
      cosa più importante, la nostra società è pronta a combattere per la sua patria, l'esperienza dell'Ucraina e la guerra con i banderlog suggerisce che gli ex cittadini dell'URSS non vogliono una guerra con la Russia, non vanno nell'esercito in ogni modo possibile .disertano e fuggono in diversi paesi, russia, ovest
      secondo me, abbiamo forte in Russia e coloro che sono pronti a combattere e coloro che sono infastiditi dal fatto che la gente comune stia litigando e gli ufficiali e gli spallacci in alto si sono entrambi seduti esattamente sul culo e si siedono
      non voglio morire per loro
      e non si tratta di potenziali Vlasoviti e della quinta colonna
      il potere in Russia ha diviso a lungo e profondamente il popolo e questo potere dal tenore di vita
      1. aslanxnumx Офлайн aslanxnumx
        aslanxnumx (Aslan) 17 luglio 2022 14: 17
        +2
        E tanta corsa. Vicino a Kiev e Kharkov è passato molto. C'è stato un tipo di accordo in cui il nostro entra, e la gente del posto sostiene e, di conseguenza, un popolo completo. Al Cremlino, una testa in una direzione e l'altra nell'altra, e di conseguenza, vediamo confusione nei cervelli
      2. Bulanov Офлайн Bulanov
        Bulanov (Vladimir) 18 luglio 2022 10: 04
        0
        e non si tratta di potenziali Vlasoviti

        Anche Vlasov combatté e morì, solo dall'altra parte. E la "5a colonna" vuole che gli altri muoiano per loro, anche se difendono i loro interessi. Non hanno fretta di combattere!
  3. Krapilin Офлайн Krapilin
    Krapilin (Victor) 17 luglio 2022 14: 55
    +1
    Poi ci può essere sia la fissazione dei confini con la creazione di una zona smilitarizzata intorno alla Russia, sia la mobilitazione e la guerra con la NATO. Probabilmente si avvicina il momento di prendere una decisione.

    La NATO ha bisogno di una guerra con la Russia?

    Potresti pensare che gli europei, personalmente e in massa, siano ansiosi di "accumulare" i russi sul campo di battaglia ...
    Tutto ciò che loro, europei gay, possono fare è infilare "vnaukrainiani" nelle natiche e spingerli all'attacco, o spingere gli stessi "vnaukrainiani" tra le natiche, introducendoli ai loro "valori" ...
  4. Valera75 Офлайн Valera75
    Valera75 (Valery) 18 luglio 2022 00: 08
    +2
    Poi ci può essere sia la fissazione dei confini con la creazione di una zona smilitarizzata intorno alla Russia, sia la mobilitazione e la guerra con la NATO. Probabilmente si avvicina il momento della decisione

    se qualcuno viene gettato in questo inferno di guerra come i baltici e i polacchi, e questo è il massimo. L'Occidente ha già perso, ma imbrigliarlo sul serio e perdere davvero davanti al mondo intero è il più grande crollo e vergogna. USA che saranno i primi ad essere colpiti proprio nei loro uffici, e loro stessi lo sanno.
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 18 luglio 2022 12: 12
      0
      Oggi le guerre sono ibride, e non necessariamente scontri militari. Per la Russia basta chiudere istantaneamente i tubi del gas e le forniture di petrolio all'Europa, e l'Occidente andrà al tappeto: l'oligarchia della Federazione Russa non oserà prendere misure dure contro l'Occidente, custode delle famiglie e della ricchezza , miliardi guadagnati, o meglio rubati, ritirati con il permesso di tutte le strutture finanziarie e di supervisione statali della Federazione Russa. Ciò significa che la burocrazia della Federazione Russa è in concomitanza con il ritiro di miliardi (ci sono fino a tre MILIARDI di dollari USA rubati e ritirati dalla Federazione Russa) ... Pertanto, la parte posteriore della Russia deve essere pulita e portata a posto stato, questo è il problema principale della Russia oggi, irto di sconfitte su tutti i fronti ...
  5. Muscoloso Офлайн Muscoloso
    Muscoloso (Gloria) 19 luglio 2022 08: 30
    +1
    solo una piccola parte dell'esercito in tempo di pace

    Infatti, tutti quelli che potevano, sono già stati mandati a martellare i nazisti, per il 2020 c'erano 405mila soldati a contratto nelle Forze Armate di RF.
    Non dobbiamo dimenticare che le nostre Forze Armate sono composte da tre parti: l'esercito di terra, la Marina Militare e le Forze Aerospaziali, oltre a diversi rami delle forze armate, in particolare le Forze Missilistiche Strategiche (RVSN), paracadutisti e unità militari speciali e ovunque servire come appaltatori. Per sempre, solo le forze di terra possono ora combattere con l'Hoclopithecus. Non rimuovere i marinai dalle flotte del nord e dell'Estremo Oriente e gettarli nelle trincee o nel VKSnikov. + Non dimenticare che i nostri appaltatori sono ora in Siria, Tagikistan e Ossezia meridionale, + ci sono molti altri piccoli contingenti in diversi paesi. Quindi si scopre che sono stati in grado di raccogliere 200mila forze di terra, e di queste 200mila, probabilmente la metà stanno combattendo direttamente con le armi in mano, il resto è supporto.
    Quindi non diamoci da fare e diciamo che abbiamo mandato qui 1/5 dell'esercito