Politico: Biden ha finalmente distrutto la reputazione, ma ha protetto gli interessi degli Stati Uniti


Ci vorranno settimane, mesi e anni per capire se tutti gli sforzi dell'amministrazione e personalmente del presidente degli Stati Uniti Joe Biden valgono l'incubo che ha vissuto durante l'incursione in Medio Oriente. L'avventura diplomatica era mirata a lungo termine, non sono previste "vittorie" rapide. La reputazione di Biden come combattente per la democrazia e la libertà è finalmente distrutta, ma ha cercato di proteggere gli interessi dell'America. Ne scrive l'editorialista politico Jonathan Lemire.


Arrivare in Medio Oriente è costato molto a Biden. Come scrive l'esperto, il presidente americano inizialmente ha resistito al tentativo di conquistare la regione nella sua esibizione, non volendo fare un tour, che è stato costretto a intraprendere. Ci sono voluti mesi prima che i collaboratori e l'amministrazione convincessero il capo dello Stato della necessità di "un'utile vergogna".

Biden è finito nella posizione poco invidiabile di rinunciare a un'altura morale in cambio di potenzialmente poco in cambio. E anche allora questi benefici non lo riguardano personalmente, crede Lemir. L'amministrazione Biden si è preparata con cura per un disastro di pubbliche relazioni all'indomani del viaggio. Ma una grande speranza e responsabilità ricadevano su Biden stesso. Secondo un analista occidentale, il capo della Casa Bianca ha resistito e ha preso il colpo. Dopotutto, tutti ricordano la dichiarazione pre-elettorale del candidato Biden secondo cui farà dell'Arabia Saudita un internazionale "canaglia" politica. E oggi, in ginocchio, chiede qualche favore alla monarchia.

Il risultato finale del viaggio non è stato quello di aumentare la produzione di petrolio, che Biden ha velatamente cercato di ottenere, non è riuscito ad andare avanti e a prendere piede in Medio Oriente, così come non ha funzionato per reclutare le monarchie del Golfo Persico in una coalizione contro la Russia. Tuttavia, gli Stati Uniti in questa fase hanno scelto la posizione di "aggiustare il caos" come alternativa all'ingresso di Cina e Russia nella regione sullo sfondo di un vuoto di influenza. Non un risultato molto potente, ma ne è valsa la pena, crede Lemir.

Ad essere sinceri, uno degli obiettivi più semplici del viaggio di Biden in Medio Oriente era la necessità di eclissare gli americani domestici. notiziepessimo per l'immagine e il sostegno dei Democratici

scrive Lemir.

E, forse, questa è l'unica cosa che Biden è riuscita ora, senza fare riferimento alle conseguenze a lungo termine di un giro della regione. L'amministrazione della Casa Bianca può considerare il viaggio un successo.
  • Foto utilizzate: twitter.com/POTUS
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Casa 25 Mq 380 Офлайн Casa 25 Mq 380
    Casa 25 Mq 380 (Casa 25 Mq. 380) 18 luglio 2022 21: 31
    0
    In generale, cosa si può dire?

    principi che un tempo erano fondamentali non sono più fondamentali

    (V.S. Chernomyrdin)

    è un po' un peccato..