Approvata la tassazione dei lavoratori autonomi russi

Si è saputo che i funzionari del governo russo hanno sostenuto un pacchetto di promettenti progetti di legge sulla tassazione dei lavoratori autonomi. Questa è una nuova parola nel processo legislativo. L'obiettivo è buono: aumentare il numero di russi occupati nelle piccole e medie imprese.



Restano da spendere circa 2,26 miliardi di rubli per l'attuazione di questa innovazione. È troppo presto per giudicare il ritorno, per ragioni oggettive. Ma lo schema di interazione tra autorità fiscali e cittadini, descritto di seguito, può benissimo dare un risultato. Quello che sarà, lo dirà il tempo.

Dovrebbe essere chiaro che per lavoratore autonomo si intende un cittadino russo che non ha un datore di lavoro. E lui stesso, senza intermediari, svolge attività di produzione e vendita di beni e fornisce servizi. Per questa categoria di persone viene introdotto un limite di fatturato. Sono 2,4 milioni di rubli all'anno. Non è difficile calcolare che questo importo ammonterà a 200 mila rubli al mese. Tuttavia, se la soglia specificata viene superata, è già considerata un'imprenditorialità individuale (IE) con conclusioni appropriate.

In poche parole, se sei una tata, un costruttore o un libero professionista che guadagna meno di questi importi, non devi preoccuparti affatto. Puoi dormire la notte in modo assolutamente tranquillo e svolgere le tue attività senza registrazione di un IP.

Quindi, l'aliquota fiscale per chi lavora con i privati ​​sarà del 4% dei proventi. E per chi lavora con persone giuridiche, l'imposta sarà del 6% del ricavato. La tariffa include già l'1,5% dei contributi al MHIF (Fondo Assicurativo Sanitario Obbligatorio). E qui è necessario chiarire che su 82 milioni di cittadini normodotati russi, circa 52 milioni di persone pagano contributi previdenziali (quindi, lavoro).

Per quanto riguarda la tassazione dei lavoratori autonomi, è già previsto un esperimento in alcune regioni del paese (a Mosca, Mosca e nelle regioni di Kaluga, nonché in Tatarstan). Durerà dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2028. E le persone che sono passate a questo sistema di tassazione sono esentate dal pagamento di una serie di tasse (imposta sul reddito delle persone fisiche e IVA) con alcune riserve. Tuttavia, l'importo della multa per evasione fiscale può raggiungere il reddito annuo. E non ha senso impegnarsi in frodi, perché le banche conterà tutti.
  • Foto utilizzate: https://www.vesti.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Ex ottimista Офлайн Ex ottimista
    Ex ottimista (Ex ottimista) 6 October 2018 20: 13
    0
    Presto i nostri legislatori saranno davanti ai topi ... Beh, c'è un aneddoto simile sui Chukchi. Sarebbe stato curato l'aumento della mortalità.