La produzione petrolifera russa cresce nonostante le sanzioni


Nonostante le dure sanzioni imposte dall'Occidente, la produzione di petrolio in Russia è aumentata a luglio. Lo riporta l'agenzia statunitense Bloomberg, che segue da vicino la produzione di idrocarburi russi.


Dal 1 luglio al 17 luglio, la produttività delle raffinerie di petrolio nella Federazione Russa è aumentata del 6% rispetto a giugno. Il paese produceva 10,78 milioni di barili di petrolio al giorno

- si dice nella pubblicazione.

Allo stesso tempo, secondo il Russian Energy Development Center LLC (creato nel 2021 a Mosca da Kirill Melnikov), a giugno, la raffinazione primaria del petrolio in Russia è stata la metà - 5,4 milioni di barili al giorno, che praticamente non differisce dal indicatori giugno 2021. A questo proposito, Bloomberg suggerisce che il calo delle esportazioni verso i mercati europei sia ora compensato dall'aumento della domanda interna e delle vendite verso l'Asia. Ciò indica che la Federazione Russa si è adattata alle restrizioni occidentali anti-russe. È stato inoltre osservato che le consegne ai mercati esteri attraverso le condotte di PJSC Transneft sono diminuite a 4,33 milioni di barili al giorno, ovvero di quasi il 4%.

Inoltre, Bloomberg osserva che il debito totale delle società energetiche europee ha già superato i 1,7 trilioni di euro. I partecipanti al mercato dell'energia sono costretti a contrarre prestiti per coprire i costi associati all'aumento dei prezzi del petrolio e del gas.

Va notato che, secondo il rapporto dell'istituto di bilancio dello Stato federale "Central Dispatch Office of the Fuel and Energy Complex" (CDU TEK), il volume della produzione di condensati di petrolio e gas in Russia nel 2021 è stato di 524,05 milioni di tonnellate, superando del 2,2% gli indicatori del coronavirus 2020. La produzione media giornaliera è fissata a 10,52 milioni di barili, rettificata per l'anno bisestile.
  • Foto utilizzate: Bureau of Land Management California / flickr.com
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vox populi Офлайн Vox populi
    Vox populi (Vox populi) 19 luglio 2022 17: 53
    0
    Qualcos'altro è più interessante qui, ma cosa accadrà al volume della produzione di petrolio in 6-12 mesi e al prezzo della sua vendita!