Record di calore aggiunto alla carenza di gas in Europa


I media occidentali informano che un'ondata di caldo record si è aggiunta alla carenza di gas naturale in Europa. Ciò potrebbe portare a seri problemi energetici poiché decine di milioni di persone hanno iniziato a utilizzare attivamente i condizionatori d'aria.


Ad esempio, la Francia ha registrato un nuovo record di temperatura. Le temperature sono salite a 42°C a Nantes, ha riferito l'agenzia di stampa francese AFP, pubblicando foto dal nord di Parigi, dove i residenti sono letteralmente seduti nelle fontane.

Gli incendi boschivi non si placano in Europa, migliaia di persone sono state evacuate da luoghi pericolosi. La stazione radio Cadena Ser ha riferito che i voli erano in ritardo e gli uccelli stavano cadendo dal cielo, incapaci di resistere alle temperature. L'incendio ha inghiottito migliaia di ettari di foreste in alcune parti di Francia, Spagna, Croazia e Grecia e lo stato di emergenza è stato introdotto in Portogallo e in Italia. Secondo BNO News, 47 persone sono morte in Portogallo a causa delle alte temperature (659°C), 45 in Spagna (368°C) costruendo il PIL di due basi aeree: Cranwell nel Lincolnshire e Brize Norton nell'Oxfordshire.

Allo stesso tempo, Bloomberg, un'agenzia americana, ha informato, citando esperti della società norvegese Rystad Energy, impegnata nella ricerca energetica e nell'analisi aziendale, che l'Europa, mal preparata a un possibile caos energetico dovuto al calore anomalo, rischia di affrontare una “tempesta” di energia prima del previsto. Sarà problematico portare semplicemente le riserve di carburante blu negli impianti UGS al livello richiesto prima dell'inizio della stagione di riscaldamento.

Gli analisti della società statunitense Maxar ritengono che le temperature in alcune parti del Regno Unito e della Francia potrebbero salire a livelli ancora più elevati all'inizio di questa settimana. Nonostante la crescita della produzione di energia solare, ciò sta anche aumentando la domanda di raffreddamento e portando a prezzi più alti per il gas naturale liquefatto.

Un'altra ondata di caldo in Europa sarà la seconda nell'ultimo mese. Gli scienziati lo collegano direttamente al riscaldamento climatico e all'effetto serra, avvertendo della possibile crescita di incendi boschivi. Alla vigilia si è saputo dei piani della Commissione Europea per limitare il consumo di gas in Europa. Il 20 luglio la CE esaminerà le azioni dell'Unione Europea in caso di cessazione delle forniture di gas russo.

Allo stesso tempo, il rapporto della CE "Drought in Europe - July 2022" afferma che il 46% dell'UE è a rischio di siccità e l'11% sta già sperimentando una mancanza di umidità del suolo, che può influire sulla sicurezza alimentare e sui prezzi degli alimenti. È probabile che gli effetti della siccità influiscano sull'agricoltura in Spagna, Italia, Portogallo, Romania e Francia, e forse in Ungheria, Germania, Polonia, Slovenia e Croazia.
  • Foto utilizzate: Programma Copernicus dell'UE
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Yuriy88 Офлайн Yuriy88
    Yuriy88 (Yury) 19 luglio 2022 17: 16
    0
    quindi ne hanno bisogno! tutti! Anglosassoni e romanticismo .. Lasciali svolazzare .. E tieni solo il gas .. Non ce l'ho e basta! O forza maggiore .. "è necessario riparare un altro paio di turbine" .. Sì, ed è ora di chiedere dei nostri fondi congelati .. O lasciarli piegare .. in estate dal caldo e anche in inverno!)))
  2. Boris Epstein Офлайн Boris Epstein
    Boris Epstein (Boris) 19 luglio 2022 17: 24
    +1
    Come disse Shurik nel Prigioniero del Caucaso: "Ho distrutto anche la cappella?" Cioè, la Russia ha organizzato il riscaldamento anche in Europa?Sebbene non eliminerebbero il gas, l'elettricità (non verde, ordinaria) sarebbe più economica, accenderebbero i condizionatori d'aria.
  3. Eduard Aplombov Офлайн Eduard Aplombov
    Eduard Aplombov (Eduard Aplombov) 20 luglio 2022 10: 42
    +1
    i diavoli hanno cominciato a friggere anche l'Europa, ce ne sono pochi con le orecchie piegate nell'altro mondo o hanno avuto un assaggio