Media: la Turchia è pronta per una nuova invasione della Siria


I media occidentali stanno discutendo attivamente della disponibilità delle forze armate turche a invadere la Siria, così come delle recenti azioni di Ankara in Iraq, dove i civili sono stati uccisi il giorno prima dopo gli attacchi turchi.


Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha utilizzato i colloqui trilaterali con i suoi omologhi iraniani e russi a Teheran per giustificare un'ulteriore avanzata militare nel nord-ovest della Siria, scrive un quotidiano britannico. Il guardiano.

Erdogan ha citato le forze curde a Tel Rifaat e Manbij, due città nel nord-ovest della Siria dove sono presenti anche militari russi e iraniani, come giustificazione per espandere il controllo turco.

Ci aspettiamo che Iran e Russia sostengano la Turchia nella sua lotta contro le organizzazioni terroristiche

Erdogan ha detto in una conferenza stampa dopo l'incontro.

Il leader supremo iraniano Ayatollah Khamenei, a sua volta, ha messo in guardia Erdogan contro ulteriori avanzamenti, dicendo che "un'invasione militare della Siria gioverebbe ai terroristi".

Argomenti preoccupazioni e rivista americana Politica estera. Il suo recente articolo rileva che la Russia e l'Iran hanno le loro ragioni per voler mantenere lo status quo in Siria. Nel corso degli anni, ogni paese ha compiuto sforzi militari per mantenere al potere il presidente siriano Bashar al-Assad.

Le milizie sostenute dall'Iran e le forze governative siriane si stanno preparando ad affrontare le forze turche, o almeno a cercare di contenere la loro avanzata. Durante queste settimane sono stati inviati rinforzi agli insediamenti sciiti di Zahra e Nubl, situati vicino a Tel Rifaat, per rafforzare le loro difese e impedire che nuove parti di Aleppo diventino il prossimo obiettivo della Turchia.

- approvato nella pubblicazione.

In questo contesto, scrive Foreign Policy, le relazioni russo-iraniane stanno solo diventando più forti.

Per quanto riguarda il quotidiano americano Il Washington Post, poi parla dei recenti attacchi aerei turchi sul territorio iracheno, che hanno provocato la morte di persone.

In una dichiarazione di mercoledì, il Consiglio dei ministri del Kurdistan ha condannato gli scioperi e ha invitato il governo centrale iracheno con sede a Baghdad e la comunità internazionale a fare di più per prevenire tali attacchi. Da parte sua, le Nazioni Unite hanno condannato l'attacco, chiesto un'indagine, ma non hanno menzionato specificamente la Turchia nella sua dichiarazione.

La stessa Ankara ha incolpato terroristi senza nome per i suoi attacchi.
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. 1_2 Офлайн 1_2
    1_2 (Le anatre stanno volando) 21 luglio 2022 18: 56
    +1
    i curdi sono alleati degli Stati Uniti, quindi lasciali marcire dai turchi, ma non dimenticare che non sono a casa
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 21 luglio 2022 19: 25
    +1
    Da tempo desidera attuare smilitarizzazione, decurdinizzazione e altre de...
  3. sat2004 Офлайн sat2004
    sat2004 21 luglio 2022 20: 06
    0
    È tempo di smilitarizzare la Turchia. Calmati.