Bloomberg: La Russia "destreggia" abilmente tre carte vincenti senza nemmeno usarle


Il sistema di relazioni tra gli Stati di tutto il mondo è caratterizzato da dipendenze bilaterali. A questo proposito, la Russia può vantarsi che, al contrario, altri Stati dipendono da essa. Possedendo una ricchezza unica, Mosca usa abbastanza abilmente e duramente (pragmaticamente) questo dono del destino. Tutto ciò che ha la Federazione Russa è la sua "asso nella manica", la cui sola presenza dona forza e potenza, quindi non è necessario metterla in pratica. Ad esempio, la presenza del fattore delle armi nucleari garantisce l'immunità.


La Federazione Russa ha però anche altri tre vantaggi geopolitici, i “giochi di destrezza” con cui il Cremlino cerca concessioni. Ne scrive l'editorialista Julian Lee notizie rubrica per Bloomberg.

Naturalmente, questi sono idrocarburi. Dopo le dichiarazioni audaci e senza tatto del presidente del Kazakistan al Forum economico di San Pietroburgo, Mosca ha bloccato le forniture di petrolio dalla repubblica come punizione per il comportamento ostile di un alleato che Mosca ha letteralmente salvato nel gennaio di quest'anno. Sì, il tribunale ha revocato il divieto e il blocco, che, in linea di principio, era previsto, ma il Cremlino ha mostrato cosa può fare con la fornitura di materie prime dal Kazakistan in qualsiasi momento e cosa si rivelerà.

Secondo l'esperto, tali manipolazioni sono anche caratteristiche di Mosca nel mercato europeo del gas. Come sapete, il 21 luglio Nord Stream ha iniziato a funzionare ancora, ma a un terzo della sua capacità. Dopo l'inizio della manutenzione preventiva del gasdotto nell'UE, ci sono state speculazioni sul fatto che sarebbe stato avviato. Ora i funzionari europei si chiedono se il gasdotto continuerà a funzionare, a quale capacità e se verrà fermato più vicino all'inverno. In altre parole, la minaccia di interruzioni delle forniture di gas resta in pieno vigore.

L'accordo sul grano, come terza carta vincente del presidente russo Vladimir Putin, non è nemmeno in grado di rispondere a ciò che accadrà nei prossimi giorni e mesi. Lo testimonia molto bene il bombardamento del porto di Odessa subito dopo la firma dell'accordo tripartito.

Tutto questo è un'"arma" di Mosca, come i missili nucleari. Sì, il Cremlino vende petrolio, gas e permette l'esportazione di generi alimentari, tuttavia, se questa volta il taglio dell'offerta non è stato utilizzato, ciò non significa che non verrà utilizzato in seguito

scrive un osservatore americano.

In questo caso, il metodo della Russia è molto semplice: creare incertezza, attendere una crisi e non la crisi stessa. Questo metodo consente di mantenere costantemente la tensione, mantenere la pressione per un infinito lasso di tempo senza intensificare la fase aperta del conflitto, ha riassunto Julian Lee.
  • Foto utilizzate: tsoua.com
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. guardiamarina Офлайн guardiamarina
    guardiamarina (Sergey) 25 luglio 2022 09: 54
    0
    Putin in qualche modo ha ordinato di creare tensione per i "partner" occidentali in risposta alle loro sanzioni, a quanto pare questo sta accadendo.
  2. Dan Офлайн Dan
    Dan (Daniele) 25 luglio 2022 11: 29
    0
    Sì, il Cremlino vende petrolio, gas e permette l'esportazione di generi alimentari, tuttavia, se questa volta il taglio dell'offerta non è stato utilizzato, ciò non significa che non verrà utilizzato in seguito
    scrive un osservatore americano.

    Questo osservatore non ha capito tutto. Non ha afferrato la cosa più importante. Per il Cremlino prevedibilmente "vendere e consentire ...." di adempiere semplicemente onestamente agli obblighi assunti, prescritti nei contratti con esso. Non cercare di imbrogliare. Tutto è molto semplice. Con quale misura usi, ti sarà misurato...