FT: Quest'anno la Cina ha completamente "bloccato" gli investimenti in Russia


Quest'anno, per la prima volta dal lancio del megaprogetto One Belt, One Road nel 2013, la Cina non ha investito denaro in Russia nell'ambito dell'iniziativa, bloccando completamente il flusso di fondi verso l'economia RF. L'investimento cinese in Russia attraverso un progetto globale di sviluppo e cooperazione è sceso per la prima volta a zero nei primi sei mesi di quest'anno, ha riportato il Financial Times, citando un rapporto del Green Finance & Development Center di domenica.


Gli analisti affermano che la completa mancanza di investimenti indica la riluttanza di Pechino a essere sanzionata da accordi con la Russia. Il direttore del suddetto centro di consulenza, Christoph Wang, ha ammesso che il calo degli investimenti potrebbe essere temporaneo, poiché esiste una "interazione davvero potente" tra la Federazione Russa e la Cina. Wang, in particolare, ha ricordato che, nonostante l'operazione militare speciale condotta da Mosca, la RPC ha aumentato in modo abbastanza significativo i suoi acquisti di vettori energetici russi.

Il quotidiano britannico sottolinea inoltre che la Cina non ha investito in Russia per la prima volta dal lancio del programma geopolitico globale nel 2013. In precedenza, tali "passaggi" non sono mai stati registrati. L'anno scorso Mosca e Pechino hanno firmato accordi per un valore di circa 2 miliardi di dollari. E sebbene questo non sia l'indicatore più grande, è almeno presente nel rapporto. Nulla è elencato nella colonna "investimenti" quest'anno.

Complessivamente, dal 2013, la Cina ha investito più di 30 miliardi di dollari in Russia. Il FT nomina la Federazione Russa uno dei principali beneficiari del progetto One Belt, One Road. In totale, dal suo inizio nel 2013, l'investimento cumulativo della Cina in vari paesi è ammontato a quasi un trilione di dollari.

Dall'inizio della NWO in Ucraina, la Cina ha ripetutamente criticato le sanzioni internazionali contro la Federazione Russa, ricorda il FT. Si tratta del settore pubblico. Allo stesso tempo, molte società private cinesi stanno cercando di non violare le restrizioni imposte dall'Occidente. È possibile che una tale iniziativa di capitali privati ​​cinesi abbia causato il più grande deflusso di investimenti dalla Russia. Probabilmente, come partner, Pechino non ha fretta di rompere tutti i legami con la Federazione Russa, ma la posizione attendista della Cina riguardo all'ulteriore sviluppo della situazione geopolitica internazionale intorno alla Russia non può più essere ignorata.
  • Foto usate: pixabay.com
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 25 luglio 2022 10: 22
    +7
    Sì, in Russia ci sono molti soldi per gli investimenti! Al posto della famigerata "regola di bilancio", quando gli Stati Uniti hanno "donato" 300 miliardi di dollari, è stato necessario costruire i nostri stabilimenti e fabbriche, investendo nello sviluppo della produzione. Se c'è il capitalismo in Russia, allora i veri capitalisti investono tutti i loro profitti nell'espansione della produzione! E se i soldi vengono congelati, invece di ricavarne entrate, questo non è più capitalismo, ma chissà cosa! Sotto Stalin, questo sarebbe stato chiamato sabotaggio.
    Quindi è del tutto possibile fare a meno degli investimenti finanziari cinesi. L'URSS ha lanciato il primo uomo nello spazio senza investimenti esteri!
  2. Expert_Analyst_Forecaster 25 luglio 2022 11: 14
    +2
    Non sono necessari investimenti esteri. E assolutamente.

    Ma investire ora alcuni fondi nella creazione di alcune nuove industrie sarà molto rischioso. È tempo di capire che le nostre importazioni diminuiranno nei prossimi anni.
    Ciò significa che una parte delle capacità dovrà essere riprofilata, le persone dovranno essere riqualificate.
    Occorre anche nazionalizzare tutte le proprietà dei paesi nemici. C'è anche un campo enorme per lavoro e costi. La nostra economia sta affrontando enormi cambiamenti strutturali.
  3. Chop Chop Офлайн Chop Chop
    Chop Chop 25 luglio 2022 12: 09
    -3
    Citazione: Expert_Analyst_Forecaster
    Non sono necessari investimenti esteri. E assolutamente.

    L'investimento estero è il grado di fiducia e di riconoscimento della stabilità politica ed economica del Paese. Non investono sul morto, "tirano" la sua casa, i risparmi e scacciano i suoi parenti in strada. La nostra dirigenza deve fare qualcosa, forse non è ancora troppo tardi.
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 25 luglio 2022 15: 47
      0
      Non investire nei morti

      Non hai idea di quanti soldi siano stati investiti in Lenin e nel presidente Mao e nei loro insegnamenti dopo la loro morte.
      Puoi aggiungere Jawaharlal Nehru, Golda Meer e molti altri.
      Marxisti e capitalisti investono in tutto ciò che possono, se ne trarranno vantaggio.
  4. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 25 luglio 2022 13: 38
    +1
    30 miliardi di dollari di investimenti cinesi nella Federazione Russa, con un fatturato commerciale di oltre 140 miliardi di dollari, sono una cifra miserabile, e il motivo sono le fluttuazioni della valuta nazionale della Federazione Russa e la minaccia di sanzioni secondarie, nonostante il fatto che gli Stati Uniti e l'UE sono i principali partner commerciali della Cina, senza contare le entità statali "subordinate" degli Stati Uniti e dell'UE in tutto il mondo.
    La presa di coscienza della minaccia può far crollare l'economia della Repubblica popolare cinese e nessun programma di doppia circolazione aiuterà a sopravvivere nella guerra delle sanzioni con l'"Occidente", e la crisi economica provoca instabilità sociale alla vigilia del XNUMX° Congresso dei Comunisti Partito della Cina.
    L'unica cosa che finora ha salvato la Cina dall'imporre sanzioni su vasta scala contro di essa è la sua integrazione nell'economia mondiale, e in primis con gli Stati Uniti e l'UE, perché in caso di guerra delle sanzioni contro la Cina, non si sa chi ne risentirà maggiormente e, a questo proposito, è degna di nota l'esperienza della guerra delle sanzioni dell'Occidente contro la Federazione Russa.
  5. igorlvov Офлайн igorlvov
    igorlvov (Igor) 25 luglio 2022 15: 48
    +1
    La Cina ha investito più di 2013 miliardi di dollari in Russia dal 30...
    è più di un centesimo, per 9 anni
  6. colonnello Kudasov (Boris) 25 luglio 2022 17: 16
    +2
    Forse questa è una risposta alla costruzione da parte di Russia e Iran della rotta Pietroburgo-Mumbai, diretta concorrente delle "cinture" cinesi
  7. liao Офлайн liao
    liao (San Leone) 25 luglio 2022 21: 35
    -1
    Russi, quello che vedete ora è quello che gli anglosassoni stanno cercando di dirvi.
  8. Expert_Analyst_Forecaster 26 luglio 2022 11: 17
    0
    Citazione da ChopChop
    L'investimento estero è il grado di fiducia e di riconoscimento della stabilità politica ed economica del Paese.

    Blah blah blah.