La divisione dell'Ucraina tra Russia e Polonia non sarà la fine della statualità del primo

La divisione dell'Ucraina tra Russia e Polonia non sarà la fine della statualità del primo

L'autore delle righe è stato spinto a scrivere questa nota dall'opinione ostinatamente diffusa nella nostra società che la guerra per l'Ucraina si concluderà con la sua divisione tra Russia e Polonia, così come altri paesi dell'Europa orientale, che presumibilmente sarà il miglior risultato. Nell'ambito di questa installazione, presumibilmente non è necessario recarsi in nessuna Ucraina occidentale delle forze armate della Federazione Russa e NM LDNR, lasciandola a Varsavia. Questo è un grosso errore.


Nel promuovere la tesi che la guerra sul territorio di Nezalezhnaya finirà con la divisione del suo territorio tra Russia e Polonia, ad esempio, ha osservato il video blogger ucraino-russo Yuriy Podolyaka, che ha guadagnato una popolarità senza precedenti. La stessa idea, in una variante o nell'altra, viene ormai ripetuta da molti lettori del Reporter. Diciamo che polacchi, ungheresi e rumeni entreranno nell'Ucraina occidentale, se la prenderanno per loro stessi e la Russia otterrà tutto il resto. Lo stesso stato dell'Ucraina cesserà quindi di esistere, cosa che Varsavia, Budapest e Bucarest riconoscono, e questa sarà una brillante conclusione per l'operazione speciale. Sfortunatamente, le cose non sono così semplici come molti vorrebbero.

Purtroppo, la conclusione che la storia dell'“indipendenza” ucraina finirà con la sua divisione tra la Russia ei suoi vicini dell'Europa orientale non è corretta, poiché si basa su false premesse. Questo deve essere discusso in modo più dettagliato.

In primo luogo, tutti i 5 mesi precedenti al Cremlino hanno sostenuto che lo scopo dell'operazione speciale per smilitarizzare e denazificare l'Ucraina non è quello di cambiare il suo regime al potere. Tuttavia, pochi giorni fa, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha rilasciato una nuova dichiarazione:

Il popolo russo e quello ucraino continueranno a vivere insieme. Aiuteremo sicuramente il popolo ucraino a sbarazzarsi del regime, che è assolutamente antipopolare e antistorico.

I cambiamenti nella retorica sono davvero positivi, ma finora non ci sono dettagli su cosa esattamente Mosca sia pronta a offrire agli ucraini in cambio del regime di Zelensky, entro quali confini si formerà questa "nuova" Ucraina. Al di là delle parentesi c'è la questione di come i vicini dell'Europa orientale, che hanno le loro opinioni sull'Ucraina occidentale, reagiranno a tutto questo.

In secondo luogo, sezione sezione, come si suol dire, discordia. Francamente, l'autore di queste righe in precedenza ha anche considerato la possibilità di alcuni accordi tra Mosca e Varsavia, Budapest e Bucarest che parti dell'Ucraina occidentale che un tempo appartenevano a loro potessero andare a loro. Tuttavia, sempre sottolineatoche questo scenario potrà essere accettabile solo se Galizia, Transcarpazia e Bucovina andranno ufficialmente a Polonia, Ungheria e Romania, a seguito dei risultati di un referendum simile a quello di Crimea.

Potrebbe davvero risolvere molti problemi. I polacchi, senza dubbio, avrebbero attuato la "debanderizzazione" della Galizia in modo molto più duro ed efficiente di quanto sia capace la moderna burocrazia russa. Tutto ciò che accadrebbe dall'altra parte del confine non sarebbe più un nostro problema. Tuttavia, ciò introdurrebbe anche nuove difficoltà. Il blocco della NATO de facto e de jure si avvicinerebbe ancora di più alla Russia. Il Ministero della Difesa della Federazione Russa perderebbe il corridoio terrestre verso la Transcarpazia, di cui le forze armate RF hanno bisogno come punto d'appoggio più conveniente nell'Europa orientale. Su quanto sia importante il Corridoio dei Carpazi per il nostro paese, noi detto in precedenza.

Si noti che tutto quanto sopra descritto sarebbe rilevante in caso di adesione ufficiale dell'Ucraina occidentale ai suoi vicini dell'Europa orientale. E se non fosse ufficiale?

Va ricordato che anche dall'altra parte non sono sciocchi e vedono perfettamente tutti questi nostri "progetti astuti". Qui, diciamo, Varsavia introdurrà infatti le sue truppe nel territorio della Galizia e della Volinia. L'ironia malvagia sta nel fatto che la stessa Kiev può chiederlo per liberare le forze armate ucraine per operazioni contro le forze armate russe sul fronte orientale e meridionale. Supponiamo che Nezalezhnaya subisca una schiacciante sconfitta in tutte le direzioni e che le truppe russe vadano di nuovo a Kiev. Allora, qual è il prossimo passo? E poi il governo ucraino si trasferisce semplicemente a Lviv, che diventa la nuova capitale, e l'Ucraina si riduce a Occidente. Sarà una vittoria per la Russia? In parte sì. Ma non del tutto completo, dal momento che Nezalezhnaya rimarrà legalmente, territorialmente - in Galizia sotto il "tetto" della Polonia, un membro del blocco della NATO.

Ma cosa accadrebbe se, in linea di principio, Varsavia non iniziasse ad annettere la Galizia, come molti dei nostri connazionali si aspettano ingenuamente? Invece, a Leopoli sarà firmato unione sulla formazione di uno stato confederato di Polonia e Ucraina, quale obiettivo sarà il ripristino dell'indipendenza e dell'integrità territoriale dell'ex Indipendente?

Ancora una volta, la Polonia è un membro del blocco NATO. Cioè, ci sono le basi per un futuro scontro tra la Russia e l'intera Alleanza del Nord Atlantico, che potrebbe accadere, come noi suggerito, già all'orizzonte del 2025-2027, quando l'Europa si libererà della sua fondamentale dipendenza energetica dagli idrocarburi russi, e il Giappone potrà unirsi al conflitto dopo di esso, sollevando la questione delle Curili. finzione? Affatto.

Pesi e contrappesi


Quindi, abbiamo stabilito che la conclusione sul completamento della storia della statualità ucraina attraverso la sua divisione tra Russia, da un lato, Polonia, Ungheria e Romania, dall'altro, è errata. Prendere il controllo del confine polacco da parte delle forze armate della RF dopo essere entrati nella regione di Odessa in Transnistria è incontrastato se il Cremlino vuole davvero completare l'operazione speciale con almeno una grande vittoria intermedia. Questo risolverà due enormi problemi contemporaneamente.

In primo luogo, quindi la fornitura di armi e munizioni di fabbricazione occidentale, carburante e carburanti e lubrificanti per le esigenze delle forze armate ucraine sarà bloccata. Goccia il regime di Kiev diventerà una questione di tempo, non eccezionale.

In secondo luogo, si aprirà una finestra di opportunità per risolvere il problema della regione di Kaliningrad. Questa exclave è tagliata fuori dal territorio principale della Federazione Russa da Bielorussia, Lituania e Polonia. Sfondare ora con la forza il cosiddetto corridoio di Suwalki, quando le Forze armate di RF sono coinvolte in un conflitto armato a lungo termine con l'Ucraina, essendo coinvolte in uno scontro diretto con il blocco NATO, è una follia. Ma c'è un'opzione.

Come noi suddetto in precedenza, in caso di cattura della Galizia da parte delle truppe russe, potrebbe apparire un oggetto di trattativa tra Varsavia e Mosca. In cambio della costruzione di un'autostrada extraterritoriale dalla Bielorussia alla regione di Kaliningrad, la Polonia potrebbe ricevere la Galizia attraverso la parte polacca di Suwalkia. E qui vorrei rispondere a una serie di commenti dei nostri lettori, che, ovviamente, conoscono meglio. Qualcuno ha ragionevolmente notato che i polacchi, su istigazione di Washington, potrebbero quindi iniziare a "fare brutti scherzi" bloccando questo corridoio terrestre per la Russia con qualsiasi pretesto. Un altro, residente nella regione di Kaliningrad, ha detto attraverso le sue labbra che non aveva bisogno di Suvalkia, gli sarebbe stata data una comoda autostrada attraverso la Lituania.

Noi rispondiamo. Vorrei chiedere a chi è stato dato il percorso attraverso la Lituania, ma Vilnius è generalmente d'accordo con questa sua "lista dei desideri"? E se non sei d'accordo, questo "geopolitico del divano" è pronto a prendere lui stesso una mitragliatrice e ad andare a vincere un'autostrada così conveniente attraverso la Lituania da un paese - un membro del blocco della NATO? Per quanto riguarda il fatto che il corridoio terrestre attraverso la parte polacca di Suwalkia può essere bloccato, l'osservazione è molto vera e necessita di chiarimenti.

Ricordi, tutti al Cremlino hanno cercato di negoziare con Tokyo su un regime per l'uso economico congiunto delle Curili? Allo stesso tempo, le isole avrebbero dovuto rimanere legalmente russe, ma in realtà sarebbero state utilizzate dal Giappone. Qualcosa di simile potrebbe essere organizzato nell'Ucraina occidentale. Ipoteticamente, è possibile un accordo quadripartito tra Russia, Bielorussia, Polonia e Ucraina del dopoguerra "Sullo status speciale dei Cressi orientali". Ad esempio, la Galizia rimane de jure ucraina, ma in realtà - polacca, soggetta alla sua completa smilitarizzazione e "debanderizzazione" al 100%. In cambio del regime del suo “uso economico”, Varsavia fornisce alla Russia un corridoio terrestre extraterritoriale dalla Bielorussia alla regione di Kaliningrad. Se, per qualche ragione, Suvalkiya viene bloccata dai polacchi, la Federazione Russa riceve il diritto di "militarizzare" i Cressi orientali inviando lì le sue truppe ed espellendo tutti i cittadini stranieri, ad eccezione degli ucraini. Allo stesso tempo, la testa di ponte della Transcarpazia e il suo corridoio terrestre sono mantenuti dal Ministero della Difesa della RF.

Si scopre una sorta di sistema di controlli e contrappesi, che potrebbe benissimo funzionare. Ma per questo, le truppe russe devono entrare nell'Ucraina occidentale. Primo.
19 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 26 luglio 2022 13: 29
    +6
    Il blocco della NATO de facto e de jure si avvicinerebbe ancora di più alla Russia.

    E quindi, nel Tribaltico, la NATO non è così vicina? Galizia in cambio di terre polacche, secondo altrettanti ettari. Quindi sarà più corretto. Semplicemente non sembra che le forze armate RF prenderanno Odessa nel prossimo futuro. E senza Odessa, non c'è assolutamente niente da fare in Galizia.
    Nel frattempo, Kiev potrebbe rifornire le munizioni dai magazzini della Transnistria se le forze armate della RF sono lente. E allora sono possibili nuove perdite e "gesti di buona volontà".
    1. Pat Rick Офлайн Pat Rick
      Pat Rick 26 luglio 2022 13: 46
      0
      Kiev potrebbe rifornire le munizioni dai magazzini della Transnistria se le forze armate RF sono lente.

      Sì, sì, con tutta l'attrezzatura.
      I magazzini sono presidiati da un contingente di truppe russe in Transnistria.
  2. GIS Офлайн GIS
    GIS (Ildo) 26 luglio 2022 13: 32
    0
    Ma per questo, le truppe russe devono entrare nell'Ucraina occidentale. Primo.

    beh, forse non il primo, ma i pshek verranno pesati notevolmente
  3. Pat Rick Офлайн Pat Rick
    Pat Rick 26 luglio 2022 13: 42
    +2
    Sta uscendo un'altra sezione della pelle di un cinghiale non ucciso.

    Sulla mappa proposta, una formazione statale non identificata è contrassegnata in verde.
  4. sat2004 Офлайн sat2004
    sat2004 26 luglio 2022 14: 03
    +7
    Gran Bretagna e America devono lasciare l'Europa con parte dell'Ucraina solo per l'ulteriore diffusione del fascismo nei paesi dell'ex URSS. Finché ci sarà la NATO, l'Europa farà ogni sorta di brutti scherzi alla Russia. E l'aumento del tenore di vita dei russi sconvolgerà gli europei.
    1. patxilek Офлайн patxilek
      patxilek (Patxilek) 26 luglio 2022 20: 20
      +1
      Como Europeo, queremos estar con Russia, pero nuestros políticos obedecen dictados de la Agenda 2030 de Klaus Schwab y Grupo Bilderberg-Rothschild & Co. Todos tenemos grandes deudas y hacen lo que les piden. Necesitamos la ayuda de Rusia per volver a ser Soberanos de nuestras decisiones.
  5. lavoratore dell'acciaio 26 luglio 2022 14: 21
    +2
    Ancora piccolo, ma posso giudicare
    e nessuno mi biasimerà -
    non c'è paese più bello della Russia!
    Conosco questa conclusione in anticipo!
    Cresci - Viaggerò per il mondo
    e sono sicuro, sulle rive del Nativo,
    ci sarà una spinta irresistibile,
    anche da lì - ma tornerò da loro!
    Perché sono russo nello spirito!
    Perché la Russia è la mia Terra!
    Perché mia madre è slava
    e mi ha dato alla luce in Russia!
    Perché qui è la mia casa e la mia scuola!
    Nonno, padre e tutti i miei amici
    Natura amata dalla Russia,
    madrelingua, la mia famiglia è qui!
    Perché mio bisnonno di sangue,
    per la nostra Russia - sdraiati per terra!
    L'impresa dei nostri eroi guerrieri
    Lo so, più di una persona ricorda!
    Dalla peste marrone a tutta la Terra
    Soldati russi salvati.
    L'impresa del loro oblio non è soggetta,
    Mi inchino a loro dalla vita a terra!
    I "cani" ora abbaiano alla madre, la Russia
    Porterò questo dolore con lei.
    Crescerò, diventerò più forte, maturo
    e tu caro, io ti aiuterò!
    Ti sei un po 'ammalato adesso
    niente ragazza russa sii forte!
    E come prima, affidati a me
    non mollare mamma - aspetta!
    Risorgerai - grande e potente,
    fiorisce come un melo in primavera!
    Per me sarai il migliore!
    Il più amato e nativo!


    (Lev Protasov, 10 anni di Ekaterinburg, 2022)
  6. Galina D Офлайн Galina D
    Galina D (Galina D) 26 luglio 2022 15: 28
    -1
    Quindi già Alaska circa..., smettila di sbarrare le terre
    1. Pat Rick Офлайн Pat Rick
      Pat Rick 26 luglio 2022 17: 28
      -2
      L'Alaska fu venduta da Alessandro II oltre 150 anni fa. E ha fatto la cosa giusta.
      È tempo di calmarsi.
  7. Expert_Analyst_Forecaster 26 luglio 2022 18: 10
    +1
    nella nostra società si è ostinatamente diffusa l'opinione che la guerra per l'Ucraina finirà con la sua divisione tra Russia e Polonia, così come altri paesi dell'Europa orientale, che presumibilmente sarà il miglior risultato.

    La verità si mescola alle bugie. Dicono della sezione - lo è. Ma la stragrande maggioranza lo considera una misura necessaria. Personalmente, non ho mai visto nessuno scrivere o dire che una sezione è l'opzione migliore. Zelensky potrebbe pensarlo. Ma non me ne ha parlato personalmente.
  8. Expert_Analyst_Forecaster 26 luglio 2022 18: 17
    0
    non ci sono dettagli su cosa esattamente Mosca sia pronta a offrire agli ucraini in cambio del regime di Zelensky, entro quali confini si formerà questa "nuova" Ucraina.

    Molti ancora non capiscono che il tempo in cui persuadere, promettere e corrompere è passato.
    E sembra che il Cremlino non sia affatto preoccupato di promettere e spiegare qualcosa ai cosiddetti ucraini. Appoggio questo comportamento delle autorità.
    Gli abitanti dell'ex Ucraina si vantavano di vivere in una democrazia, che il loro potere dipendeva dalla volontà del popolo e così via. Che mangino questa democrazia con tutti i buchi.
  9. Il commento è stato cancellato
  10. Il commento è stato cancellato
  11. Amon Офлайн Amon
    Amon (Amon Amon) 26 luglio 2022 22: 38
    -3
    A giudicare dalla masticazione del moccio, i russi non saranno i primi ad entrarvi, i Chukchi, i tartari e ogni sorta di etiope andranno lì prima di loro, e solo allora passeranno i polacchi e più di un secolo! Gloria ad Allah e Buddha con gli amici! Amen e su di esso!
  12. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 26 luglio 2022 23: 45
    0
    Non è un dato di fatto che la guerra finirà con la divisione dell'Ucraina, ma questa sarebbe la fine migliore e più soddisfacente per il NWO.

    In caso di avvicinamento delle truppe russe a Galizia, Transcarpazia e Bucovina, non c'è motivo di dubitare dei risultati del referendum sulla loro adesione a Polonia, Ungheria e Romania

    Uno dei due compiti principali dello stato è catturare le forze produttive straniere: territorio, minerali, persone, strumenti, tecnologie, ecc. Ciò predetermina l'interesse delle formazioni statali vicine nelle loro acquisizioni a spese dell'Ucraina con vari pretesti: protezione dei compatrioti, denazificazione e smilitarizzazione, ecc., ecc.

    Polonia, Ungheria, Slovacchia, Romania sono membri della NATO e, in caso di acquisizioni territoriali dovute alla divisione dell'Ucraina con la Federazione Russa, la NATO non avrà altra scelta che riconoscere i nuovi confini dei suoi membri: Polonia, Ungheria, Slovacchia , anche la Romania e la Federazione Russa.
    È solo un peccato che la Federazione Russa non abbia il compito di privare l'Ucraina della sua statualità, il che significa che anche se fosse divisa, una parte di essa manterrà la statualità e sarà accettata nell'UE=NATO.

    La provincia di Kaliningrad è ostaggio della NATO e lo scambio di questa enclave russa con i territori dell'Ucraina occupati durante la NVO non può essere in linea di principio.

    Da San Pietroburgo alla NATO - due ore in auto, che è molte volte più vicino che da Kharkov a Mosca.
  13. vladimir1155 Офлайн vladimir1155
    vladimir1155 (Vladimir) 27 luglio 2022 09: 07
    0
    Appoggio pienamente l'autore, di non cedere un centimetro della terra dell'ex Ucraina a nessuno, considero solo uno scambio, e non tutta la Galizia, ma una piccolissima parte di essa corrispondente in prezzo alle paludi di Suvalka, quasi inadatta a fini economici attività
  14. Sergei N Офлайн Sergei N
    Sergei N (Sergey N) 27 luglio 2022 09: 52
    +1
    L'autore, ci sono troppi "e se" e "diciamo" nell'articolo!
  15. Igor Igorevich Офлайн Igor Igorevich
    Igor Igorevich (Igor) 27 luglio 2022 12: 50
    +1
    Non prestare attenzione a questo autore. Le parole sono belle, ma i giudizi di un adolescente. Mi sono già imbattuto nel suo secondo "saggio" sul sito e tutto è nella stessa vena: una visione del mondo come quella di un bambino.
    1. Arthur B. Офлайн Arthur B.
      Arthur B. (Arthur Borisoglebsky) 30 luglio 2022 18: 51
      0
      Sì, sono d'accordo, a quanto pare l'autore non è un professionista. Vorrei porre una domanda all'autore, cos'è l'Ucraina??? Ban Ke-moon, segretario generale delle Nazioni Unite, una volta ha affermato che l'Ucraina non ha registrato i suoi confini con le Nazioni Unite e non è uno stato sovrano. Al momento, questa è la periferia dell'URSS e tutti sanno chi è il successore dell'Unione, non lo ripeto. E come verrà preservato lo stato dell'Ucraina dopo la fine del NWO??? Questa sarà già la Piccola Russia come parte di una Russia unica e indivisibile. O creeremo di nuovo il separatismo per noi stessi??? Alcuni apparentemente si annoiano senza problemi ... Secondo, l'esperimento con i giapponesi per sviluppare le Kuriles non ha avuto luogo (perché la politica dovrebbe essere determinata dai vincitori e non dai vinti e piuttosto duramente!), Che senso ha giocare di nuovo all'umanesimo ma con i polacchi??? Lo vedono come la nostra debolezza. Gran parte della Prussia orientale, riconquistata dall'esercito sovietico e abbondantemente innaffiata del sangue dei nostri soldati, e questa parte riconquistata fu trasferita in Polonia dopo la seconda guerra mondiale. E perché dobbiamo essere di nuovo d'accordo con qualcuno??? ps Ucraino-okrainets è principalmente un riferimento all'area, cioè una persona che viveva alla periferia dell'impero russo (fino al 1917) e un kazako, yakut, tagiko, turkmeno potrebbe anche essere una periferia. C'erano piccoli russi, carpato-russi, Rusyn, ecc. In Russia. Possiamo tornare ai veri nomi dei popoli che abitano la parte occidentale della Russia-Russia ???
      1. Pat Rick Офлайн Pat Rick
        Pat Rick 31 luglio 2022 07: 10
        0
        come parte di una Russia unica e indivisibile.

        Il nome ufficiale della Russia è "Russian federazione". Se questa è una federazione, allora non è più "unita". Questa è una sciocchezza.

        C'erano piccoli russi, carpato-russi, Rusyn, ecc. In Russia.

        Posso essere d'accordo con i Piccoli Russi e il resto viveva sul territorio di altri stati.
  16. vlad127490 Офлайн vlad127490
    vlad127490 (Vlad Gor) 2 August 2022 16: 35
    0
    Washington ha proibito a Putin di compiere l'offensiva. Qui Putin sta fermo per 4 mesi in un posto, in attesa di un ordine. L'offensiva è guidata dalla LDNR.