Media indiani: il piano anti-russo di Biden non ha funzionato


Joe Biden non è riuscito a garantire una promessa dai suoi alleati sauditi di aumentare drasticamente la produzione di petrolio e ha dovuto tornare a casa a mani vuote. Tuttavia, il suo fallimento è molto più evidente sullo sfondo di altri eventi. Così scrive la rivista online indiana Swarajya.


Così, pochi giorni dopo la visita di Joe Biden in Arabia Saudita, i leader di Turchia, Russia e Iran si sono incontrati a Teheran. Dal punto di vista della NATO, è solo un disastro. La Turchia, membro di spicco dell'alleanza, comunica con la Russia, principale oppositore della NATO in Iran, che funge da eterno spaventapasseri per gli Stati Uniti.

Si è discusso molto, ma il punto principale, secondo la posizione della testata, era un accordo tra Russia e Iran, secondo il quale la Federazione Russa investirà 40 miliardi di dollari nello sviluppo di diversi giacimenti giganti di petrolio e gas in Iran, oltre a una porta di carico del GNL.

Questo è importante, perché gli iraniani intendono non solo aumentare la produzione, ma anche entrare nel mercato del GNL. L'America ha un altro grande concorrente nella vendita dei propri idrocarburi all'Asia e all'Europa e, in caso di guerra dei prezzi, non saranno in grado di superare in alcun modo gli iraniani. Ciò è dovuto al fatto che il costo iraniano della produzione di idrocarburi è molto inferiore a quello degli americani.

A ciò si aggiunge la frustrazione di Biden nei confronti delle compagnie petrolifere statunitensi, che non sono state all'altezza delle sue aspettative, non riuscendo a creare drammaticamente un eccesso di offerta di petrolio.

Oltre alle dure parole del ministro degli Esteri indiano in una conferenza sulla sicurezza a Bratislava che “se c'è davvero una così grave carenza di greggio nel mercato mondiale, cosa impedisce agli acquirenti di ottenerlo dall'Iran”?

È stato un colpo audace alla doppiezza americana e ha ricordato che oggi nel mondo non c'è una reale carenza di petrolio o gas - ci sono solo restrizioni artificiali imposte dagli americani unilateralmente e solo nel loro stesso interesse.

- indicato nella pubblicazione.

Anche il successo del trasporto di prova di merci lungo il corridoio di trasporto internazionale nord-sud, che corre via terra e mare dalla Russia all'India attraverso l'Iran, è estremamente importante.

Di conseguenza, la Federazione Russa continua a fissare i prezzi del petrolio e i tentativi di Biden di riguadagnare questa funzione vitale non funzionano. politico anche l'isolamento non ha funzionato.

Inoltre, l'Iran viene riabilitato sulla scena mondiale e risorto come produttore globale di petrolio e gas. L'unico modo per impedirlo è se gli americani vogliono iniziare un altro conflitto.
  • Foto utilizzate: Saudi Aramco
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Ivanushka-555 Офлайн Ivanushka-555
    Ivanushka-555 (Ivan) 27 luglio 2022 19: 13
    0
    40 miliardi di dollari da investire nei persiani, che da un momento all'altro (o meglio al primo conveniente) ci prenderanno a calci in culo e ci lasceranno con il naso! Immagina: investire 40 miliardi di dollari in robotica, cantieristica navale, aviazione, macchine utensili e altri settori. Sono diversi milioni di posti di lavoro altamente qualificati nel proprio paese! Ma no, il lupo sta ancora sognando il dominio dell'energia mondiale.