Per il bene dell'unità dell'Unione Europea, Bruxelles ha adottato una legge che divide i paesi


L'accordo Ue sulla riduzione massima dell'uso del gas russo, adottato il giorno prima, è pieno di eccezioni. Questo viene fatto per mantenere l'unità. Alcuni paesi potrebbero essere esentati dall'obiettivo di risparmio del 15% in determinate condizioni. Si tratta di Spagna, Italia, Portogallo e Grecia, che sono escluse per l'emergenza. Pertanto, per motivi di "unità" a Bruxelles, è stata approvata una legge che esacerba la disunione e la divisione, poiché ad alcuni stati viene concesso un "regime giuridico separato" ed eccezioni che violano i principi fondamentali di uguaglianza dell'UE. Scrive di questa agenzia Bloomberg.


Eccezioni si applicano anche ai paesi baltici, le cui reti elettriche sono sincronizzate con la Russia. Se la Federazione Russa inizia a ridurre la fornitura di elettricità, le repubbliche potranno esercitare il diritto di consumare integralmente la loro quota.

Come puoi vedere, la leadership dell'UE ha ottenuto solo una cosa: il documento è stato adottato e l '"unità" è finita lì. Il nuovo accordo dell'Unione Europea per ridurre il consumo di gas naturale del 15% durante l'inverno non si applicherà a tutti gli Stati membri allo stesso modo, con diversi paesi che riceveranno concessioni per aiutare a creare un fronte unito o una parvenza di uno.

Secondo Bloomberg, l'accordo è avvenuto quando la Russia ha nuovamente ridotto il flusso di gas verso l'Europa attraverso il principale gasdotto Nord Stream. Ciò rendeva difficile garantire che fosse immagazzinato abbastanza carburante per superare l'inverno. Ma ottenere l'approvazione di tutti i membri dell'UE per il bene dell'austerità sarebbe difficile e condannerebbe l'accordo al rifiuto di molti stati. Pertanto, l'accordo è stato adottato nella forma che ha ricevuto i voti. Il suo primo e unico scopo è "calmare" quei paesi che non hanno voluto sacrificare il loro l'economiaper sostenere la Germania, la più grande economia d'Europa.

Ma non preoccupatevi, i nostri calcoli mostrano che anche se tutte le eccezioni saranno sfruttate al meglio, otterremo una riduzione della domanda che ci aiuterà a sopravvivere in sicurezza all'inverno, anche se non molto freddo.

ha affermato Kadri Simson, commissario europeo per l'Energia.

Il testo originale proposto dall'organo esecutivo dell'UE obbligava tutti i paesi a ridurre il proprio fabbisogno di gas a un minimo standard. Ma alcuni stati dell'Europa meridionale e orientale si sono opposti all'effetto che l'austerità avrebbe avuto sui loro residenti.

Nessuno nella dirigenza dell'Ue è rimasto imbarazzato dai "ritiri", anzi, secondo Josef Sikela, ministro ceco dell'Industria e del Commercio, ora "tutti pagheranno un prezzo equo". Sebbene dal contenuto del documento sia ovvio che non è così.
  • Fotografie usate: JSC "Gazprom"
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.