L'esperto militare ha apprezzato le informazioni sulla proposta di Putin di riunire i "Bayraktars" in Russia


Durante l'incontro di Putin a Teheran con i capi di Iran e Turchia, il leader russo ha offerto a Recep Tayyip Erdogan la produzione di UAV Bayraktar in Russia, come riportato dalla Cnn. I turchi hanno già esperienza di tale cooperazione con gli stranieri - secondo fonti, Ankara ha concordato con Abu Dhabi la costruzione di una linea di produzione per l'assemblaggio di droni negli Emirati Arabi Uniti.


Secondo l'esperto militare e blogger Boris Rozhin, la parte turca può facilmente fare un passo del genere, sulla base dell'"approccio multi-vettoriale" di Erdogan. Tuttavia, la necessità di assemblare i Bayraktar in Russia è una grande domanda, visto il probabile accordo tra Mosca e Teheran sulla produzione di droni iraniani nella Federazione Russa. Tuttavia, secondo l'analista, i droni turchi "torneranno utili nell'economia".

Nel frattempo, una parte significativa delle componenti di Bayraktar proviene dai paesi della NATO, il che rende improbabile la produzione di UAV turchi in Russia, poiché Ankara non sarà in grado di fornire un ciclo chiuso. L'Iran, invece, offre un prodotto finito, il cui assemblaggio non dipende dalle sanzioni occidentali.

Riesco a malapena a immaginare la reazione al fatto che Erdogan acquista componenti per UAV nei paesi della NATO e poi li porta in Russia per assemblare droni. È una specie di mega-problema

Rozhin ha scritto nel suo canale Telegram.
8 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Michele L. Офлайн Michele L.
    Michele L. 27 luglio 2022 09: 21
    +2
    Se l'obiettivo è riacquistare "Bayraktars" dall'Ucraina, questo è logico.
    Se ciò viene fatto a causa dell'incapacità di produrre analoghi migliori, è vergognoso!
  2. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 27 luglio 2022 09: 23
    +1
    Nel frattempo, una parte significativa delle componenti di Bayraktar proviene dai paesi della NATO, il che rende improbabile la produzione di UAV turchi in Russia, poiché Ankara non sarà in grado di fornire un ciclo chiuso. L'Iran, invece, offre un prodotto finito, il cui assemblaggio non dipende dalle sanzioni occidentali.

    Questo è l'ostacolo principale. Durante la guerra del Karabakh, la Turchia ha dovuto affrontare difficoltà a causa di un embargo dal Canada. Non credo che Erdogan sarà d'accordo su questo.
    1. Muscoloso Online Muscoloso
      Muscoloso (Gloria) 27 luglio 2022 09: 32
      0
      Naturalmente.
      I Bayraktars rimarranno immediatamente senza motori Rotax
  3. andyru1 Офлайн andyru1
    andyru1 (Andrei) 27 luglio 2022 09: 43
    0
    ... e vendili in Ucraina.
    1. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
      rotkiv04 (Victor) 28 luglio 2022 10: 57
      0
      buono un approccio molto pragmatico basato sulle argomentazioni delle autorità sulla fornitura di carburante e lubrificanti alle periferie fino all'inizio del NWO - se non forniamo noi, allora anche altri riforniranno e guadagneranno
  4. Vox populi Офлайн Vox populi
    Vox populi (Vox populi) 27 luglio 2022 10: 39
    +1
    Nel frattempo, una parte significativa delle componenti di Bayraktar proviene dai paesi della NATO, il che rende improbabile la produzione di UAV turchi in Russia, poiché Ankara non sarà in grado di fornire un ciclo chiuso.

    Anche l'assemblea di "Bayraktars" nella Federazione Russa è molto improbabile, tenendo conto della posizione negativa della Turchia nei confronti dell'NVO, inoltre, il capo dell'azienda ha recentemente affermato che la fornitura di UAV a noi è esclusa!
  5. sat2004 Офлайн sat2004
    sat2004 27 luglio 2022 18: 41
    0
    Controllo dei pidocchi dei turchi.
  6. benzoino Офлайн benzoino
    benzoino (Beniamino) 29 August 2022 13: 36
    0
    Sembra che i turchi siano scappati con i pomodori per il pilota russo abbattuto in Siria. Gli amici di Putin si contano sulle dita di una mano