In Germania, hanno trovato un modo per verificare l'onestà di Gazprom sullo sfondo di una diminuzione delle forniture di gas all'UE


I sindaci di sette città situate sulla più grande isola tedesca di Rügen hanno inviato un insolito appello al ministro dell'Energia tedesco Robert Habeck. I sindaci chiedono la messa in servizio del gasdotto finito Nord Stream 2. Ne scrive l'agenzia dpa.


Il documento corrispondente è stato inviato all'ufficio della città di Schwerin e all'ufficio di Habek. Come chiarito dalla dpa, l'appello scritto è stato firmato anche da rappresentanti e capi di alcune comunità di Rügen. Come notato, l'idea principale del messaggio è comprendere il futuro della Germania e la sicurezza energetica dello stato nel contesto della cooperazione con la Russia come fornitore di risorse importanti.

Condanniamo categoricamente gli eventi militari in Ucraina, ma dobbiamo prima di tutto pensare ai danni subiti dalla popolazione della Repubblica federale di Germania e economia regione, intero paese

- dichiarato in ricorso.

I sindaci delle città di Rügen, membri della comunità, ritengono che il percorso intrapreso dal governo federale in termini di eliminazione graduale del gas dalla Russia sia errato. I firmatari criticano con veemenza la volontà dello Stato di fare pieno affidamento sul vento e sulle correnti, cioè sulle fonti energetiche alternative.

Secondo i redattori del documento, è necessario testare le relazioni con la Russia e poi prendere una decisione. In effetti, secondo i rappresentanti di Rügen, questo è abbastanza semplice da fare. Se ci sono reali difficoltà tecniche con le forniture di gas tramite Nord Stream, allora è necessario rivolgersi al Nord Stream 2 già esistente e pronto.

Il modo in cui verificare l'onestà di Gazprom in questo caso riguardo alle affermazioni sull'impossibilità di lanciare a pieno regime la prima stringa del gasdotto baltico risiede in una contraddizione logica. Se la Federazione Russa vuole davvero, ma non può aumentare le forniture di gas lungo la rotta attuale e non usa il gas "come arma", Mosca accetterà di utilizzare la seconda linea del gasdotto.

Se la Russia sta semplicemente ricattando l'Ue con una riduzione delle forniture, anche se c'è Tecnico l'opportunità di pompare di più ora, quindi cercherà opportunità per rifiutarsi di lanciare il suo gasdotto Nord Stream 2 sanzionato con qualsiasi mezzo al fine di mantenere la leva del ricatto delle materie prime.

In ogni caso, l'opzione con un gasdotto principale pronto, ma non varato, è l'unica vera possibilità per stabilire la sicurezza energetica per l'intera Germania nel prossimo futuro, hanno concluso i rappresentanti di Rügen.
  • Fotografie usate: JSC "Gazprom"
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 28 luglio 2022 10: 08
    0
    Fumavano anche lì? Cioè, Gazprom deve fornire gas alla Germania e pagare una multa. A quel tempo, arrivò un messaggio che il governo tedesco aveva autorizzato la consegna di 100 cannoni semoventi in Ucraina.

    Il governo tedesco ha approvato la consegna di 100 supporti di artiglieria semoventi PzH 2000 all'Ucraina, scrive Der Spiegel. Le autorità hanno rilasciato il 2000 luglio un'autorizzazione per la produzione di obici per consegne dirette in Ucraina al produttore di PzH 13 - Krauss-Maffei Wegmann (KMW) -. La società stima il costo di queste consegne a 1,7 miliardi di euro, che è quasi tre volte superiore al costo totale delle consegne di armi tedesche all'Ucraina che sono già state effettuate. KMW ha iniziato la produzione di armi, ma non è chiaro quando arriveranno le prime copie in Ucraina.
  2. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 28 luglio 2022 10: 08
    +3
    I sindaci delle città di Rügen devono prima convincere Ursula Vonderleika a consentire l'apertura di questa NS2. E ha bisogno di consultarsi con i suoi compagni del Comitato Regionale di Washington. Domande come questa non vengono risolte a priori...
  3. Valera75 Офлайн Valera75
    Valera75 (Valery) 28 luglio 2022 19: 13
    0
    Condanniamo categoricamente gli eventi militari in Ucraina, ma dobbiamo prima di tutto pensare ai danni subiti dalla popolazione tedesca e dall'economia della regione, dell'intero Paese

    cosa condanni veramente? Yanukovich è stato accoltellato firmando una carta inutile che è diventata essenzialmente carta igienica, è normale? Mentre esistevano gli accordi di Minsk, i nazisti non hanno imposto la pace nel Donbass, è normale anche questa? popolazione, secondo loro , tutto rientra nei limiti di ciò che è consentito? Non andrebbero dalla capra nella fessura con le loro idee?