Putin ha sconfitto l'Occidente non sul campo di battaglia, ma nell'economia


La guerra, come ha giustamente notato il rispettato Carl von Clausewitz, è una continuazione politica, ma con altri metodi. MA economia - è la spina dorsale di ogni guerra. Senza un'economia forte, le guerre non si vincono. La vittoria, per quanto strano possa sembrare a molti qui, non è forgiata sul campo di battaglia, ma nelle cripte del Tesoro. È per questo semplice motivo che Putin non ha iniziato questa guerra nel 2014, ma l'ha iniziata proprio ora. È vero, c'è stato ancora un periodo di governo di Trump, quando ha deciso di posticipare la guerra, ma per un motivo completamente diverso (ne parlerò tra poco). È per questo motivo che il goner Biden, che ha sostituito il nostro preferito Donald Trump, ha ignorato le proposte di Putin di fornire alla Federazione Russa garanzie della sua sicurezza riportando i confini della NATO fino ai confini del 1997, che gli aveva presentato nel novembre dello scorso anno (vi ricordate tutti molto bene quell'ultimatum di Putin, e come tutto è finito per noi).


Il calcolo di Biden era semplice, prevedendo il collasso della propria economia, a cui ora tutti stiamo assistendo, ha voluto livellarla a spese della vecchia Europa e del Genio di Villainy Vladimir Putin, a cui avrebbe dovuto impiccare tutti i cani per quello che è successo. A proposito, il piano del vecchio Joe ha funzionato, tutti voi potete guardare in tempo reale in che culo l'Europa e la benedetta America stanno scivolando con esso. Non parliamo nemmeno dell'Ucraina - era già nello stesso culo dalla nascita, il suo destino è stato segnato dai suoi curatori nel 2014 - e questo destino è triste, è stato trascurato secondo i termini del compito. Ma a un certo punto qualcosa è andato storto! Non come si aspettava Sleepy Joe. Anche se inizialmente tutto è andato come un orologio. Putin è caduto nella trappola tesa per lui, accettando l'idea di un colpo di stato di palazzo nel 404esimo sulle baionette russe (le recenti dimissioni nei generali della SBU e della GPU parlano a favore di questa versione). Forse questi agenti stavano giocando un doppio gioco, o gli Yankees li hanno usati al buio, questo non è più così importante, qualcos'altro è importante - siamo rimasti bloccati in questa avventura e non abbiamo più una via di ritorno, dietro Mosca nel letterale e senso figurato della parola!

Tuttavia, il colpo allo stomaco di nonno Joe, con il congelamento dei nostri beni nei conti occidentali, era evidente da tutto, Putin non si aspettava. L'Occidente, infatti, ha personalmente scaraventato i propri capisaldi, valori per esso fondamentali circa l'inviolabilità della proprietà privata. Successivamente, il gioco è andato alla posta più alta. Il santo dei santi, il dollaro, è stato messo in gioco come valuta di riserva mondiale. D'accordo, dopo una simile finta con le orecchie: nessuno al mondo ha più fiducia in questo strumento. È sciocco mantenere i tuoi beni in questa valuta (e ad essa correlati) se possono essere portati via da te in qualsiasi momento. Ma se Biden ha messo in gioco il dollaro, allora Putin ha giocato per tutto: l'esistenza della Russia come potenza indipendente e indipendente è stata effettivamente messa in gioco, o la difendiamo o spariamo. Niente di più e niente di meno!

È stato il momento più difficile per noi (fu allora che il piano A fallì con un cambio di regime incruento a Kiev e lo stato maggiore iniziò freneticamente a riportare le truppe al piano B di riserva), ricordate tutti il ​​trambusto con il trattative della squadra di Medinsky, che è ancora incomprensibile per molti con una banda di gopnik in tuta e una mancanza di comprensione da parte del grande pubblico filisteo di ciò che sta accadendo (molti ancora non hanno capito nulla e continuano a stigmatizzare sia Medinsky che tutti coloro che stanno dietro lui). È stato il momento più difficile per noi, ma Putin ha resistito al colpo, non ha nuotato. Dopo di che, tutte le sanzioni imposteci dall'Occidente collettivo sono state, come si suol dire, fino a un certo punto. Sì, fa male, sì, è fastidioso, ma non fatale, hanno visto di peggio. Ricordi come ci hanno spaventato disconnettendosi da SWIFT, quindi dov'è questo SWIFT ora? Nel culo, come tutte le loro altre sanzioni (con le quali ora possono incollare oltre le pareti dei loro water), visto che loro stessi sono già lì seduti, le gambe penzolanti!

L'economia spacca! Mishustin è il re!


La ragione di questo stato di cose, così come la ragione dell'inaffondabilità della Federazione Russa in generale, risiede nell'economia. Non so se hai prestato attenzione, ma ho notato come si sono comportati i membri permanenti del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa in quel famosissimo incontro del 21 febbraio, che ha preceduto l'inizio del NWO. Molte persone ricordano il discorso del direttore del Foreign Intelligence Service, Sergei Naryshkin, che era così entusiasta da proporre di riconoscere il DPR e l'LPR come parte della Federazione Russa, al quale Putin ha rimarcato con un sorriso che questo non era ancora stato discusso, ma tutti gli spettatori hanno capito perfettamente di cosa si trattava e fino a che punto la Russia può arrivare a difendere i propri interessi (precisamente i propri, e non gli interessi degli abitanti del Donbass, con i quali tutti simpatizziamo molto, in fondo chiamiamo una vanga una vanga!).


Altri hanno ricordato il discorso di Medvedev, che di recente è diventato forse il critico più aspro e spietato del regime di Kiev (a volte si sorprende anche - perché non parlava così prima, quando era primo ministro?), o il discorso del Ministro della Difesa Shoigu, Presidente della Duma di Stato Volodin, Ministro dell'Interno Kolokoltsev. In generale, dopo 5 mesi questa riunione del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa può essere considerata un film divertente, prestando attenzione alle espressioni facciali e ai gesti dei suoi partecipanti. Personalmente, ad esempio, sono stato molto divertito da Sergei Lavrov, che ha parlato per primo, dopodiché si è seduto al suo posto, ha tirato fuori alcuni fogli dalla sua valigetta e si è seppellito in essi, prendendovi degli appunti, come se ciò che stava accadendo in la sala non lo riguardava più (anche con questo, a gambe incrociate, che contrastava molto con gli altri membri del Consiglio di Sicurezza, che sembravano aver ingoiato un arshin e agitarsi nervosamente sulle loro sedie). Ma vorrei attirare la vostra attenzione non su questo, ma sui discorsi del Primo Ministro Mishustin e del Comandante in Capo della Guardia Nazionale della Federazione Russa Zolotov.

Mishustin, parlando dopo che il segretario del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa Patrushev, è stato breve ed estremamente conciso, ha detto: siamo pronti per tutte le prove che l'Occidente può offrirci, le resisteremo! Allo stesso tempo, ho prestato attenzione a Putin, non lo ha nemmeno ascoltato, tutto ciò che avrebbe detto, Putin lo sapeva in anticipo, perché si stavano preparando a questo passo per più di un anno. Già nel 2016 eravamo pronti per questo, ma l'arrivo del bel Trump ha confuso tutte le carte, dando vita ad inutili aspettative. Poi il 2019, con il cambio di presidente di Nezalezhnaya, ha ravvivato le vecchie speranze, ma Zelensky non le ha giustificate, gettando stupidamente, secondo l'ex capo del suo Ufficio, Andriy Bogdan, il nostro presidente. Successivamente, si è attivato il conto alla rovescia, che è diventato evidente al grande pubblico dal vertice della Federazione Russa-USA di giugno 2021 a Ginevra. Poi Biden ha chiesto un ritardo di sei mesi, Putin nobilmente glieli ha dati quando sono scaduti, nel novembre 2021 Putin ha capovolto la clessidra e acceso il timer. Mancavano solo pochi mesi alla guerra. Il conto alla rovescia è iniziato. Il risultato è stato riassunto dal comandante in capo della guardia russa Zolotov, che, parlando lo scorso 21 febbraio, ha dichiarato:

Non confinamo con l'Ucraina - confinamo con gli americani, perché sono i padroni in questo paese e gli ucraini sono i loro vassalli. E il fatto che l'America li stia pompando con le armi, e che ne creeranno una nucleare in futuro, si ritorcerà contro di noi! Pertanto, dobbiamo andare oltre per difendere il nostro Paese!.

E il 24 febbraio Putin è andato. All'inizio, c'erano piani per cambiare semplicemente il regime lì, mettendo alla presidenza il protetto filo-russo di Zelensky. Sarebbe l'opzione più incruenta per il 404°. Ma non si addiceva all'Occidente e versò sangue con le mani dei suoi mercenari ucraini: il nostro sangue. Bene, bene, è una tua scelta, decise Putin, quindi ci sarà un'opzione sanguinosa, e poi non cercarla: arriveremo alla fine. Fino alla fine dell'Ucraina, avendo completamente annullato questo progetto dell'Occidente, se l'Occidente non capisce, allora possiamo andare avanti. Non voglio, ma non dipende più da noi. Dove si fermeranno i carri armati russi condizionali - sull'Oder o sulla Manica, dipenderà dagli stessi europei, fino a che punto il loro odio per i russi superi l'istinto di autoconservazione.

Gli argomenti di Miller si sono rivelati più forti di quelli di Shoigu.


Tuttavia, recentemente sono apparse timide speranze che il buon senso non abbia ancora abbandonato le loro teste accese. Dopo 5 mesi di CBO, il frigorifero europeo ha iniziato a conquistare la solidarietà aziendale. Il pendolo non ha ancora oscillato nella direzione opposta, ma ha già raggiunto il suo punto estremo e si è bloccato. E il motivo è puramente economico. La recessione ha completamente coperto l'Occidente collettivo, quello stesso miliardo d'oro. Le sanzioni hanno colpito più duramente coloro che le hanno applicate. Un caso senza precedenti nella pratica mondiale.

Ma il vecchio Miller, parlando al Forum economico internazionale di San Pietroburgo, un mese e mezzo fa aveva avvertito che non sarebbe stato come ieri. La fiaba si è conclusa il 24 febbraio, quando Putin ha preso bruscamente il timone in un aspro confronto con l'Occidente. Ma l'Occidente collettivo, ancora nella dolce illusione della propria esclusività, non comprende che stanno assistendo alla demolizione di formazioni storiche. Si stanno verificando cambiamenti tettonici che cambieranno il mondo attuale in modo irriconoscibile, e queste persone miserabili, che rappresentano le élite europee del cosiddetto miliardo d'oro, pensano ancora che Putin sia in guerra con l'Ucraina in Ucraina. No, Putin, entrato nel sentiero di guerra, ha dichiarato guerra all'Occidente collettivo, l'Ucraina è solo un luogo di azione, un punto di applicazione degli sforzi.

Biden, a causa della sua stupidità, a quanto pare non capiva che fino al 24 febbraio la Russia discuteva con lui solo sui risultati della seconda guerra mondiale, mentre la Cina discuteva con Washington dell'ordine mondiale e del diritto di stabilirlo. Dopo il 24 febbraio la situazione è cambiata, Putin con la forza restituisce alla Russia lo status di potenza mondiale che aveva perso volontariamente nel 1991. Che gli Stati Uniti lo vogliano o no. Ora sui campi di battaglia in Ucraina, non è il destino dell'Ucraina ad essere determinato, con esso, dopo che le truppe russe sono entrate nel suo territorio, tutto è già chiaro: non ci sarà più uno stato del genere, ora sui campi del 404° , si sta determinando lo status degli Stati Uniti come egemone mondiale. Finora Putin ha gentilmente offerto a Washington lo status di pari tra i primi. Washington insiste sullo status di primo tra pari. Ebbene, se gli Stati non sono d'accordo, il Cremlino semplicemente presenterà loro stupidamente un fatto compiuto. Prendilo per buono!

E gli argomenti di Putin non provengono dalla collezione di Shoigu, ma dalla collezione di Miller e Mishustin. Ancora una volta mi stupisco dell'impenetrabile stupidità dei nostri "partner". Non hanno visto nulla nella visita di Putin a Teheran, dove è volato frettolosamente anche il sultano turco (e la Turchia è membro della NATO, non dimenticarlo!), tranne ciò a cui davvero bisogna prestare attenzione. Voi, cattivi signori, potete vedere in tempo reale la nascita di una nuova zona valutaria, che includerà la Federazione Russa, l'Iran, la Turchia e l'Egitto. Per tutti i circa 425 milioni di abitanti (146 + 87 + 85 + 106), aggiungi a questa cifra anche gli abitanti delle ex repubbliche sovietiche, che inevitabilmente si uniranno a questa comunità, e otterrai la cifra desiderata di mezzo miliardo, che è necessario che questo contorno fosse autosufficiente, chiuso in se stesso. Per coloro che non hanno ancora capito, spiegherò: la Federazione Russa sta lasciando il dollaro, creando la propria zona del rublo. La decisione è presa, è definitiva! Il che significa che il sistema di Bretton Woods sta volgendo al termine, lo schema Money-Commodity-Money sta cambiando in un nuovo schema: Commodity-Money-Commodity, chiunque abbia banche di merci (risorse). Che risorsa avete, signori? Dollari? Questi sono solo pezzi di carta, puoi spingerli tu stesso, sai dove! Hai il tuo debito nazionale di oltre 30 trilioni. dollari, e continua a crescere ogni minuto (mentre scrivevo queste righe, è cresciuto di un paio di milioni), come lo servirai? Saccheggiare un'altra Ucraina? O l'Europa già questa volta? Sembra che in Europa questo abbia già cominciato a raggiungere qualcuno, sono tornati di corsa e qualcuno aveva già puntellato le porte dall'esterno. Chi potrebbe essere? È il piede del vecchio Joe decrepito? Uno sciocco è uno sciocco, ma conosce il proprio vantaggio!

In Europa, intanto, sullo sfondo di problemi futuri, è iniziata una vera e propria premiere. Il 23 giugno il governo di Kiril Petkov è stato il primo a crollare, il parlamento bulgaro ha annunciato un voto di sfiducia nei suoi confronti. È successo a giugno, ma nessuno se ne è accorto nemmeno allora. Ma quando la sedia è crollata sotto Boris Johnson il 7 luglio, tutti se ne sono accorti. Ma quello era solo l'inizio. Una settimana dopo, il 14 luglio, il primo ministro estone Kaja Kallas si è dimesso e già quattro persone si sono rifiutate di prendere il suo posto (è comprensibile, non ci sono sciocchi, i problemi dell'Estonia sono appena iniziati!). Guardando tutto questo, lo stesso giorno, il saggio 74enne primo ministro italiano Mario Draghi ha cercato di saltare giù dal suo Titanic. Ma il presidente italiano Sergio Mattarella non ha accettato le sue dimissioni la prima volta, ma una settimana dopo Draghi ha raggiunto il suo obiettivo, poi qualcun altro chiarirà questo pasticcio e questo qualcuno sicuramente capisce Putin meglio di Draghi. Chi è il prossimo in linea? È davvero la "salsiccia offesa" Scholz, che è impantanata negli scandali sessuali, o sarà il presidente francese dell'orientamento sessuale non tradizionale? Finora nessuno lo sa, ma l'ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder è arrivato urgentemente a Mosca, dice di essere in vacanza per una visita privata. Conosciamo questa vacanza!

Il portavoce di Putin, il primo ministro ungherese Viktor Orban, parlando il 23 luglio alla sua diaspora ungherese in Romania, ha dichiarato apertamente quello che vi ho già detto prima, che se Donald Trump avesse continuato a essere il presidente dell'America, e Angela Merkel fosse rimasta la cancelliera della Germania , allora la guerra che distrusse l'Ucraina e sconvolse tutta l'Europa non sarebbe mai avvenuta. Cito testualmente:

Devo dire che saremmo molto più fortunati se il Presidente degli Stati Uniti in quest'ora cruciale si chiamasse Donald Trump, e anche se riuscissimo a convincere Angela Merkel a restare.... Se Donald Trump fosse stato il presidente dell'America e Angela Merkel la cancelliera della Germania, allora questa guerra non sarebbe mai scoppiata. Ma non siamo stati fortunati, quindi ora c'è una guerra!

- ha detto, intervenendo alla tradizionale università estiva della città di Baile Tusnad (Romania). Questa università si tiene per la 31a volta, questa volta ha partecipato più di 600 ospiti, principalmente dall'Ungheria.

Il primo ministro ha confermato che l'Ungheria resterà fuori dal conflitto, sottolineando che l'Ucraina è interessata a coinvolgere altri paesi in esso.

Continuiamo ad essere dell'opinione che questa non sia la nostra guerra. L'Ungheria è membro della NATO e partiamo dal fatto che la NATO è molto più forte della Russia. Per questo motivo, la Russia non attaccherà mai un paese membro della NATO. La tesi che loro [i russi] non si fermeranno ai confini dell'Ucraina è una debole tesi di propaganda ucraina. Li capisco, sono interessati ad attirare quanti più paesi possibile dalla loro parte in questa guerra, ma questa tesi non ha basi reali. Più armi moderne diamo all'Ucraina dalla NATO, più i russi si sposteranno in profondità nell'Ucraina. <...> E quello che stiamo facendo ora è contribuire ad aumentare la durata della guerra, che ci piaccia o no.

Secondo Viktor Orban, la parte russa “è interessata solo a garantire che non possa essere attaccata dal territorio dell'Ucraina. Ciò significa accettare l'idea che non ci saranno colloqui di pace tra Ucraina e Russia, il conflitto può essere posto fine solo dai colloqui USA-Russia".

Questa è l'opinione del primo ministro ungherese. Il suo errore è che crede che l'Ucraina possa avere almeno qualche opinione. Questa è una bambola volitiva nelle mani dei suoi burattinai occidentali, e belerà con voce caprina solo ciò che le viene detto. Mentre il suo burattinaio britannico si è sciolto per motivi tecnici, è apparsa una finestra di opportunità fino a ottobre (quando il suo successore sarà eletto al Congresso conservatore), per risolvere tutti i problemi con il suo curatore americano. Ma il debole nonno Joe, che si preoccupa solo dei propri problemi interni, vorrà parlare con Vladimir Putin? Dopotutto, è attraverso la guerra che sta cercando di risolverli. Se la guerra in Europa non bastasse per questo, è pronto a scatenarla nella regione Asia-Pacifico, dove la portaerei d'attacco Ronald Reagan con navi di scorta è già andata a sostegno di Nancy Pelosi, che stava per visitare Taipei. Sembra che Taiwan odori di fritto. È per questo motivo che il Clown è affrettato: risolvi ora i tuoi problemi con Putin con mezzi militari, perché a settembre-ottobre non dipenderà più da te. Anche il Clown lo capisce e si precipita nell'ultima decisiva battaglia suicida in direzione di Kherson. Ebbene, caro tossicodipendente, ti aspettiamo! Funerale a spese dell'ente.

Il brillante lavoro preparatorio di Mishustin ha portato al fatto che, nonostante tutte le sanzioni possibili e impossibili, la Russia non è comunque caduta, il rublo si è addirittura rafforzato, ripetendo il massimo del 2015, mentre l'economia occidentale è crollata nella recessione più profonda. In Germania, il tasso di inflazione industriale a giugno ha superato il 33%, che per i borghesi, che non sono abituati a questo, è semplicemente horror-horror, e per quanto tempo la salsiccia offesa Scholz rimarrà al suo posto non è più deciso da Scholz stesso con i suoi scandali sessuali, ma da Putin e dal suo visitatore con una petizione Schroeder. Nella stessa America, l'inflazione industriale è già in equilibrio intorno al 19-21%, e nonno Joe, per quanto faccia fatica, non può farci niente, poiché è impossibile alzare il tasso di rifinanziamento, come faceva prima, perché con un debito pubblico di 30 mila miliardi. dollari può far crollare tutti i mercati finanziari. Ed è ancora Putin a non includere le contro-sanzioni. Ma può! Questa è la vera carta vincente di Miller, che può mettere in ginocchio l'intera Europa anche senza pistole.

Zelensky, d'altra parte, sta suonando tutte le trombe su una campagna contro Kherson. E delinea anche i termini: da tre a sei settimane, l'Occidente allo stesso tempo promette di intensificare la fornitura di militari attrezzatura. Cosa dice? Il tempo gioca contro l'Occidente collettivo e il suo scagnozzo ucraino. L'inverno si avvicina e il cattivo-Putin sta avvitando beffardamente la valvola del gas. Le consegne tramite SP-1 sono già state ridotte a 33 milioni di metri cubi al giorno senza precedenti (contro i 167 milioni di metri cubi previsti). Questo è solo il 20% della capacità di progetto del tubo. Il gas non scorre più attraverso il gasdotto Yamal-EU (grazie ai polacchi), ora scorre solo nella direzione opposta dalla Germania alla Polonia (e anche allora in un piccolissimo flusso!). Il flusso "turco" rifornisce solo i paesi amici della Russia che hanno accettato di pagare in rubli (i bulgari, ad esempio, si stanno già succhiando le zampe, ci rallegreremo per loro!). Tutto ciò non poteva che incidere sul costo del carburante blu, che di recente ha sfondato il tetto di 2,5mila dollari/mille. cubi. E non è ancora finita! Pertanto, Zelensky viene spinto indietro dai suoi curatori d'oltremare: “Dai, inizia la tua offensiva, perché in autunno sarà troppo tardi! L'Europa, e guarda, andrà nella negazione.

Ma questo non basta a Putin. Proprio ora, avendo interrotto le consegne tramite SP-1 (non credo, tutto è sotto un pretesto molto plausibile: qualcosa non va nella turbina, i canadesi ne hanno riparato una e alla fine l'hanno data via, ma non aveva ancora avuto il tempo di arrivare in Russia, quando sono iniziati i problemi con la prossima turbina, e ce ne sono otto in totale, non so nemmeno come farà il povero Miller a far fronte a questo disastro, non importa come abbia dovuto chiudere il tubo per le riparazioni), e così , dopo aver avvitato la valvola su SP-1, il cattivo-Putin l'ha aperta al massimo sulla rotta ucraina (beh, solo per adempiere ai propri obblighi contrattuali nei confronti di rispettati "partner"), ma ho dimenticato di avvertire i non fratelli di questo, e le loro valvole quasi si ruppero. Che guaio! Quindi hanno pompato poco gas - era brutto, hanno iniziato a pompare di più - affermano di nuovo. Beh, non puoi accontentare direttamente questi non fratelli. Non gli piace tutto! Per otto anni non sono venuti in guerra - sono andati a puttane, combattendo con un aggressore virtuale, sono venuti - di nuovo insoddisfatti, hanno ululato al mondo intero. È difficile capire i tossicodipendenti!

Cosa fare con i cavalli guidati?


L'ex consigliere del segretario alla Difesa, il colonnello in pensione dell'esercito americano Douglas McGregor, ha recentemente pubblicato un articolo sulla rivista americana The Conservative intitolato "Dead Horse Worship". Non te lo racconterò ora, dirò solo che se ci fossero più persone come questo colonnello in pensione (o Scott Ritter, l'ufficiale dell'intelligence senior del Corpo dei Marines degli Stati Uniti, a te sconosciuto), non staremmo mai dalla parte opposta lati del mirino con l'America. Nella maggioranza vive un popolo che è comprensibile e vicino a noi, che non vuole farci del male, ma è governato da un branco di russofobi ereditari che hanno iniziato a combattere con i sovietici e ancora non riescono a fermarsi, non rendendosi conto, a causa della loro stupidità, che la Russia non è più la stessa, che era negli anni '90, magari colpendo la sopatka. Douglas McGregor lo capisce, così come alcuni militari del Pentagono (tra i quali ci sono generali a quattro stelle), ma non può ancora cambiare nulla. Dio non voglia che le cose non entrino in guerra, perché, come dice Douglas, il loro stato è guidato dal presidente più militante dopo Harry Truman, il quale, a causa del suo stato mentale non proprio adeguato, non capisce cosa sta facendo e quali giochi ha deciso di giocare con il Genio del Malvagio Vladimir Putin. Ossessionato dall'idea del suo rovesciamento, questo malato di Alzheimer non solo corre il rischio di non sopravvivergli, ma ha anche fatto precipitare l'America in una crisi che potrebbe sfociare in una guerra civile. Il principale cavallo morto, secondo Douglas McGregor, è la NATO, che alcune persone in Occidente trattano ancora come una vacca sacra, non rendendosi conto che il tempo della NATO è già passato. La NATO è morta! Prima i suoi membri lo capiranno, meno cadaveri ci saranno nel continente europeo, e data l'emergente alleanza tra Federazione Russa-Cina-Iran, e in tutto il mondo.

Biden, iniziando questo gioco nel dicembre dello scorso anno, sotto la minaccia dell'ingresso dell'Ucraina nella NATO, ha costretto Putin a essere il primo a fare la sua mossa, pianificando, attraverso sanzioni di ritorsione senza precedenti, un collasso dell'economia russa e il relativo malcontento interno nel paese, che doveva essere coronato dalle dimissioni di Putin, in Di conseguenza, ha ottenuto l'esatto contrario: con un leggero calcio del piede, Putin ha ribaltato il tavolo da gioco su cui si stava giocando, e la storia è andata avanti viceversa. Le sanzioni invece della Russia hanno colpito l'Occidente più collettivo, e ora la prima è iniziata lì, e nonno Joe non è affatto sicuro che il suo turno non arriverà a novembre. La quarta parte del 4° articolo della Costituzione degli Stati Uniti non è stata abrogata da nessuno negli Stati Uniti e nessuno può garantire che l'impeachment per motivi medici non busserà alla porta di nonno Joe e che Kamala Harris, che non è riuscita nemmeno a farcela incarichi, lo sostituirà Vice Presidente, riempiendo tutto ciò che non le era stato incaricato.

Douglas McGregor ha avvolto il tutto magnificamente in un pacco di cavalli morti, considerato il principale cavallo morto della NATO. I suoi oppositori ucraini gli hanno subito ricordato il noto paradigma sui cavalli che non vengono cambiati all'incrocio, alludendo più alla NATO che a se stessi. A cui posso obiettare: ovviamente, non cambiano cavallo all'incrocio, nessuno discute con questo, ma non si dice nulla degli asini! E nostro nonno Joe è solo il leader dei Democratici, il partito degli asini. A novembre gli asini diminuiranno ovviamente alla camera bassa del Congresso, e gli elefanti che li muovono alle elezioni di medio termine sono più inclini al compromesso e la mania dell'automutilazione, come i loro oppositori, non soffre. Stiamo aspettando l'8 novembre e la fine della guerra. Certo, se nonno Joe non lo scioglierà a Taiwan a settembre, cosa accadrà allora, non ho ancora deciso (puoi inserire le tue opzioni nei commenti).

Questo finisce e ti saluto. Tutto il meglio e una pace veloce. Il tuo signor X.
  • Foto utilizzate: kremlin.ru
48 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alexey Davydov (Alex) 31 luglio 2022 17: 17
    +3
    Voglio davvero seguire l'autore. Tuttavia, ecco il trucco.
    Clausewitz non ha mai parlato di economia. Passando dalla politica direttamente alla guerra, terminò il suo aforisma.
    Probabilmente - per una ragione. La geopolitica soggioga l'economia quando e se ne ha bisogno, e quando le armi parlano, appare un'economia completamente diversa: il supporto materiale per fare la guerra.
    Il fatto è che le chiavi di una guerra in Europa con la Russia come attore principale, purtroppo, ora sono nelle tasche dell'Egemone, che non permetterà all'economia di interferire con lui. In gioco per lui c'è il potere completo sulla parte europea del mondo. L'Europa, già imbrigliata dall'Egemone, nonostante ciò che le è destinato, ha già dimostrato di essere pronta a sopportare
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 31 luglio 2022 20: 34
      +1
      L'autore ha incasinato, mescolo salsiccia con kefir e aringhe e, oltre a pepe e aceto, in generale, un'immagine fangosa. E tutto è più semplice, V.V. Putin ha detto agli incontri dei "leader del mondo" che è tempo di rispettare la Russia, questa non è la confusione e il permissivismo di Eltsin nei confronti degli stranieri. Bene, l'Occidente ha deciso di punire brutalmente il piantagrane, ha preparato un'intera cucina con sanzioni, una piaga ucraina sanguinante e altre difficoltà provocatorie.. Non è solo così, perché c'è una resa dei conti con la Cina davanti, e questo è per mostrare cosa La Cina può aspettarsi in futuro usando l'esempio della Federazione Russa. Una sorta di gioco di guerra spagnolo di prova e dimostrativo del modello 1936-38. La storia di solito si ripete sotto forma di farsa, e viceversa con gli ipocriti...
  2. gene1 Офлайн gene1
    gene1 (Gennady) 31 luglio 2022 17: 34
    +2
    Sono assolutamente d'accordo: siamo in guerra con l'Occidente, e finché il loro potere finanziario ed economico non si esaurirà, la guerra in Ucraina continuerà. Non spezzeremo le forze armate ucraine e non prenderemo città, - le forze armate ucraine si disperderanno dalla realizzazione della completa disperazione nello stato. Caos in Ucraina. Peacekeepers per decisione delle Nazioni Unite.
  3. Krapilin Офлайн Krapilin
    Krapilin (Victor) 31 luglio 2022 17: 46
    0
    Il calcolo di Biden era semplice, prevedendo il crollo della propria economia a cui tutti ora assistiamo.

    L'autore!
    E che tipo di economia propria ha Biden e qual è il suo crollo!?
    Se l'economia statunitense è così poco professionale per un analista, allora dov'è il suo crollo?
    E "noi" è che tipo di squadra?
  4. Krapilin Офлайн Krapilin
    Krapilin (Victor) 31 luglio 2022 17: 52
    0
    tutti voi potete guardare in tempo reale in quale culo sta scivolando l'Europa e benedire l'America insieme ad essa

    L'autore!
    Scivolare nel culo dell'Europa fa parte del piano americano. La seconda parte del piano è la massima “complicazione della vita” per la Russia, che sta aiutando l'Europa a scivolare, trascinando il conflitto il più possibile “fuori dall'Ucraina”.

    E cosa c'è che non va con l'America qui?
  5. vvnab Офлайн vvnab
    vvnab (Vitali) 31 luglio 2022 18: 14
    +7
    Solo che non sono le "segreterie" a decidere, ma le forze produttive. Tecnologie, fabbriche e persone capaci di lavorarci.
    1. goncharov.62 Офлайн goncharov.62
      goncharov.62 (Andrew) 31 luglio 2022 19: 27
      +1
      forze produttive e rapporti di produzione "... E le leggi n. 223 e n. 44. Uno scherzo malvagio ...
  6. Andrej Zradinskij Офлайн Andrej Zradinskij
    Andrej Zradinskij (Andrej Zradinskij) 31 luglio 2022 18: 40
    +2
    Se prendiamo in considerazione la produzione di prodotti industriali, la quota di energia nel prezzo di costo oscilla tra il 20 e il 25%. Ma questa quota ha una sua struttura. La parte principale del prezzo dell'energia è il recupero dei costi di capitale per gli elementi infrastrutturali. Più logistica, più stipendio. Di conseguenza, la parte reale del carburante scenderà al 5-10%. Naturalmente, c'è una quota di energia nei componenti acquistati, lo stesso 5 -10%. Bene, lascia che sia il 15% in totale. Lascia che l'energia aumenti di prezzo di 2 volte (non guarderemo a questi giochi spot, questo non è serio). Un aumento dei prezzi del 15% non è un disastro. Il problema è molto indietro. Mi sembra. Correggimi, solo numeri.
    1. Expert_Analyst_Forecaster 31 luglio 2022 19: 24
      +5
      A) Perché raddoppi solo il prezzo? Come minimo, devi prendere un coefficiente - tre e più correttamente 4 -5. Ma i fichi con lui prendono un fattore tre. Cioè, da 220 a 660 (non 2500).
      E si scopre che la crescita non è più del 15%, ma del 30%. Senti la differenza.
      Ma non è neanche un disastro.
      B) Cosa succede se fisicamente non c'è abbastanza gas? Non mi piace il cartellino del prezzo di 2500, quindi prendi un caveau vuoto.
      Ciò significa la chiusura della produzione. E non importa che la quota di energia nel prodotto finale possa essere solo del 10%. Nessuna energia - nessun prodotto in vendita - chiusura della produzione.
      C) E ora sulla concorrenza. Prendiamo le macchine. Se il prezzo delle auto europee (aeromobili, ecc.) aumenta del 30%, come andranno le vendite?
      D) In ​​qualche modo ti sei dimenticato della vita. E questo non è nemmeno irrilevante. Puoi subire disagi per un mese. Un anno o due, e generalmente non è chiaro per quanto tempo - questa è indignazione e domande - perché e perché?

      Molte persone possono rimanere senza lavoro e allo stesso tempo avere un prezzo molto più alto per riscaldamento, elettricità, viaggi, cibo, ecc.
      Ora questo è un disastro.
  7. Krapilin Офлайн Krapilin
    Krapilin (Victor) 31 luglio 2022 19: 05
    -3
    Fino alla fine dell'Ucraina, avendo completamente annullato questo progetto dell'Occidente, se l'Occidente non capisce, allora possiamo andare avanti. Non voglio, ma non dipende più da noi. Dove si fermeranno i carri armati russi condizionali - sull'Oder o sulla Manica, dipenderà dagli stessi europei, fino a che punto il loro odio per i russi superi l'istinto di autoconservazione.

    L'autore!

    Quale Oder? Cos'è il Canale della Manica? Qualunque sia l'odio dei russi, l'Europa non entrerà in un accordo nucleare con la Russia. Questo odio verrà sprigionato al "livello quotidiano".

    E se si tratta di un clinch nucleare, perché guidare i carri armati attraverso un territorio contaminato radioattivamente?!

    E la prospettiva è chiara: la divisione "per l'Ucraina" e un lungo scontro economico con "sanzioni" e "anti-sanzioni". Chi sta "risanzionando" chi...
    Eppure, ahimè, possibile terrorismo nelle nostre città e nelle strutture infrastrutturali per mano di stronzi "fuori ucraini".
    1. Il commento è stato cancellato
  8. Krapilin Офлайн Krapilin
    Krapilin (Victor) 31 luglio 2022 19: 12
    -4
    Stiamo aspettando l'8 novembre e la fine della guerra. Certo, se nonno Joe non la slegherà a Taiwan a settembre, cosa accadrà allora, non ho ancora deciso.

    E l'oracolo "Your Mister X" disse:

    ... Sovrano di molti popoli, o stolto forum!
    Con tuo dolore, hai voluto sentire la mia voce.
    Sarebbe meglio se rimanessi muto per sempre.
    La giornata sarà amara quando riaprirò bocca!


    A proposito, perché "Mister" è su una risorsa in lingua russa?
  9. aslanxnumx Офлайн aslanxnumx
    aslanxnumx (Aslan) 31 luglio 2022 19: 58
    +1
    Lo zucchero in Olanda è 1 euro al kg, abbiamo più euro. Il riso va da 1,20 a 2 euro al kg, abbiamo da 1,5 e oltre, non importa cosa tifano i patrioti per la saliva, non farò un esempio di salario e dove qualcuno è cattivo
    1. GIS Офлайн GIS
      GIS (Ildo) 1 August 2022 08: 46
      0
      Ti scriverò di nuovo - i prezzi di oggi?
      Gli scaffali sono pieni oggi?
      alloggi e servizi comunali non hanno alzato il prezzo in questi tre mesi??
      1. aslanxnumx Офлайн aslanxnumx
        aslanxnumx (Aslan) 2 August 2022 08: 50
        +1
        Mia figlia vive in Olanda e i prezzi di oggi. Non c'è panico come mostrano nella scatola degli zombi
        1. GIS Офлайн GIS
          GIS (Ildo) 2 August 2022 13: 17
          +1
          Mi hai scritto circa un mese fa. solo allora hai parlato un po' diversamente
          1. aslanxnumx Офлайн aslanxnumx
            aslanxnumx (Aslan) 2 August 2022 19: 37
            +1
            E cos'altro ha detto Perché va lontano, il nasello costava 230 rubli un mese fa e ora 280 rubli, zucchero 75 rubli e dov'è la vittoria dell'economia.
            1. GIS Офлайн GIS
              GIS (Ildo) 3 August 2022 13: 02
              -1
              da dove viene?
              Ho comprato lo zucchero l'altro ieri per 60 tonnellate in una calamita. Anch'io ho pensato tra me e me: maledizione, un anno fa costava 38-90 per il titolo.
              1. aslanxnumx Офлайн aslanxnumx
                aslanxnumx (Aslan) 3 August 2022 14: 38
                +1
                a Nalčik.
  10. Expert_Analyst_Forecaster 31 luglio 2022 20: 07
    +2
    si può assistere alla nascita di una nuova area valutaria, che comprenderà la Federazione Russa, l'Iran, la Turchia e l'Egitto.

    Molto dubbioso. La probabilità è prossima allo zero.

    La Federazione Russa lascia il dollaro, creando la propria zona del rublo.

    Sul territorio della Federazione Russa, della Bielorussia e dell'ex Ucraina. Più Transnistria e Ossezia del Sud.
    Al momento, anche il Kazakistan non entrerà nella zona del rublo. Per non parlare delle altre ex repubbliche dell'URSS. Si potrebbe chiedere al Kirghizistan e al Tagikistan, ma a cosa serve la Russia?
  11. vdr5 Офлайн vdr5
    vdr5 (Elefante) 31 luglio 2022 20: 09
    +1
    Troppo ottimista nella vita reale, questo non accade.
  12. Sergey Latyshev (Serge) 31 luglio 2022 20: 26
    -5
    Ah, un'altra previsione sul crollo dell'"economia USA"
    Urge che tutti rivisitino la breve storia del dollaro...
  13. Il commento è stato cancellato
  14. Demoni Офлайн Demoni
    Demoni (Dima) 31 luglio 2022 20: 31
    -2
    Il compito principale degli anglosassoni è trascinare la Russia in guerra, in questo momento l'ATO è di moda, e fare della Russia un paese paria! Hanno realizzato il loro piano (la Russia è in guerra ed è un emarginato) come risponderemo!????
    1. John2212 Офлайн John2212
      John2212 2 August 2022 12: 14
      -4
      E chi ha trascinato la Russia in guerra? Quando l'Occidente e gli Stati Uniti svilupparono l'economia russa. I mascalzoni al potere hanno saccheggiato tutto. Ora è colpa dell'Occidente che Putin abbia scatenato la guerra.? Devi essere amico della tua testa. Gli affari occidentali non torneranno in Russia.
      1. ospite Офлайн ospite
        ospite 2 August 2022 15: 35
        +1
        Citazione: John2212
        Quando l'Occidente e gli Stati Uniti hanno sviluppato l'economia russa

        Essere amici con la tua testa è solo un tuo problema.
  15. Sergei Fonov Офлайн Sergei Fonov
    Sergei Fonov (sfondi Sergey) 31 luglio 2022 21: 56
    +4
    Autore Merce-Denaro-Merce!!! Siamo merce del gas, siamo denaro, siamo di nuovo merce del gas, e quando, invece della cartamoneta, l'Occidente ci costruirà fabbriche, come fece Stalin, vi ricordo che grazie a loro abbiamo vinto la guerra, ricordo come in 90 Koch ha affermato che nulla dipende dalla Russia, in Occidente c'è tutto, si scopre che non c'è tutto e ciò che c'è è costoso, il benessere dell'Occidente dipende dalle materie prime a basso costo provenienti dalla Russia, e questo deve essere utilizzato.
    1. GIS Офлайн GIS
      GIS (Ildo) 1 August 2022 08: 47
      0
      voooot!
      questo è un ottimo piano!
      Penso che si andrà a questo, è necessario sapere dove mettere tanti specialisti del germanio, dell'austria. non ci sarà lavoro
      1. John2212 Офлайн John2212
        John2212 2 August 2022 12: 20
        -5
        Ti preoccupi per il tuo. C'è carenza di manodopera in Germania. Quindi rimarrai senza fabbriche e fabbriche. Il tartaro ha detto il piastrellista del nord. La Corea produce 2,5 volte più prodotti di un russo. Quindi i coreani sono qui per aiutare. E i carri armati non girano più per l'Ucraina.
        1. GIS Офлайн GIS
          GIS (Ildo) 2 August 2022 13: 23
          0
          stiamo parlando di una "svolta nell'economia". Così? A questo i capitalisti ci hanno aiutato a costruire fabbriche prima della rivoluzione e dopo non ti interessa. il paese è risorto. quindi perché dovrebbe essere male adesso?
          Secondo i coreani, Khusnullin dice sempre qualcosa di sbagliato. chiaramente lobby per i flussi migratori (che parola di moda sulla corruzione è stata inventata dalla borghesia)).
          Per me i tedeschi sono migliori dei coreani. perché? perché i tedeschi non lavoreranno per un sussidio (possono ricevere un sussidio anche a casa), ma i migranti dell'est (almeno i nostri della periferia sud) saranno una leva per ridurre gli stipendi (di cui ti proponi di preoccuparti)
  16. Internet atmosferico Офлайн Internet atmosferico
    Internet atmosferico (Internet atmosferico) 31 luglio 2022 23: 35
    0
    Non male fratello... ben scritto
    1. benzoino Online benzoino
      benzoino (Beniamino) 2 August 2022 11: 55
      -1
      L'economia della Federazione Russa è diventata in ginocchio?
  17. 1_2 Офлайн 1_2
    1_2 (Le anatre stanno volando) 1 August 2022 01: 23
    -1
    Sì, Putin è un maestro (cintura nera) per colpire le economie, ma questi colpi sono soprattutto sull'economia della Federazione Russa: la perdita di riserve è di 350 miliardi, un altro aumento dei prezzi del 50%, ecco quando in Occidente si piagnucolare da un aumento del prezzo dell'8%)), mentre i prezzi sono aumentati insieme al tasso di cambio del rublo, cioè crescono sia con il calo che con l'aumento del tasso di cambio del rublo ... una fantasia che i prestigiatori liberali Naibulina e Siluanov danno vita
  18. shinobi Офлайн shinobi
    shinobi (Yury) 1 August 2022 04: 31
    -1
    Ho sostenuto e continuo a sostenere che l'Ucraina è stata avviata come una manovra diversiva dagli eventi futuri con la Cina. La Russia avrebbe dovuto impantanarsi e impantanarsi in questo conflitto. È vero, non secondo lo scenario dell'egemone, ma non è così questione. Ora stiamo assistendo all'inizio degli eventi, Taiwan è solo un comodo pretesto. In realtà per questo, Dementia Bidon e la sua squadra di idioti sono stati messi sulla sedia. Non un solo politico sano di mente si è semplicemente messo la testa in questa truffa. Qualsiasi cosa e anche da questo partito americano potrebbe uscire in nero, MA! I burattinai non sono riusciti a fermare due errori fatali. Avidità, stupidità o due in uno, non lo so. Primo, hanno sputato con i loro sponsor principali. I sauditi e il Emirati Arabi Uniti. Stupido. E il furto delle nostre riserve è doppiamente stupido. Quindi colpisci la tua immagine e fidati del dollaro. Se l'autore ha ragione, ci sono alcuni dubbi sul fatto che l'asse economico Iran-India-Russia-Cina semplicemente non lo sia abbastanza per resistere all'Occidente collettivo nella risorsa totale.
    1. John2212 Офлайн John2212
      John2212 2 August 2022 12: 27
      -5
      Gli Stati Uniti riconoscono l'integrità della Cina e questo dice tutto. E Putin ha fatto precipitare il Paese in guerra per nascondere il crollo del sistema sociale. Lui stesso ne ha parlato.
      1. shinobi Офлайн shinobi
        shinobi (Yury) 2 August 2022 14: 05
        +2
        E cosa c'entrano i bugiardi russi con questo? Biden e il suo entourage affermano apertamente che la Russia e la Cina sono nemiche. Non ci credete? È solo che la Cina ne è uscita sopra. I fatti e le cifre parlano da soli.
  19. anclevalico Офлайн anclevalico
    anclevalico (Victor) 1 August 2022 07: 46
    +2
    Un ottimista, adnaka... Ad esempio, oltre il 40% dei produttori di farmaci ha affermato di non poter fare a meno delle materie prime importate. Quello a cui ci stiamo aggrappando finora è tutto su titoli che sono finiti. Bacche avanti.
  20. Alexander Popov Офлайн Alexander Popov
    Alexander Popov (Alexander Popov) 1 August 2022 08: 21
    -2
    Putin ha sconfitto l'Occidente non sul campo di battaglia, ma nell'economia

    Esatto, i prezzi continuano a crescere ... a quanto pare, non ci sono nemmeno analoghi nel mondo ...
  21. Expert_Analyst_Forecaster 1 August 2022 11: 19
    +1
    otterrete la cifra desiderata di mezzo miliardo, necessaria perché questo circuito sia autosufficiente, chiuso in se stesso.

    La cifra di 500 milioni è presa dal tetto.
    Sì, e 500 milioni di indiani e 330 milioni di americani sono potenziali completamente diversi.
    La Grande Russia, che comprende la Federazione Russa, la Bielorussia, l'ex Ucraina + Transnistria e l'Ossezia del Sud - con una popolazione di circa 190 milioni - ha tutto per una bella vita. Tutto, assolutamente.
    Spero che le nostre autorità non si gonfino e dimostrino al mondo che siamo un leader mondiale.
    Abbastanza livello regionale.

    In generale, l'America e io non siamo nemici. Ci basta difendere la nostra indipendenza. La concorrenza è solo nella sfera del potere. Le nostre economie non sono affatto concorrenti. Penso che gli Stati Uniti siano ora in una crisi politica, che sarà superata con successo, anche riducendo le ambizioni americane (se no, allora questa è una guerra nucleare).

    L'Europa è presentata come una vittima della politica statunitense. È giusto. Ma dopo la fine del NWO, l'Europa diventerà il nostro nemico più giurato. Per una semplice ragione: hanno bisogno di risorse economiche per avere un'economia competitiva. Se gli Stati Uniti non hanno bisogno delle nostre risorse, ce ne sono abbastanza, la disponibilità di risorse a basso costo è fondamentale per l'Europa.
    Ed ecco un'altra tendenza. La necessità di riportare le industrie dall'est all'ovest. Per ridurre i rischi. E anche qui il problema è che l'Europa non ha risorse materiali. La tecnologia e la finanza esclusivamente commerciali non funzioneranno.
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 1 August 2022 22: 19
      -1
      (Esperto) Citazioni: "In generale, l'America e io non siamo nemici", "L'Europa è presentata come una vittima della politica statunitense. Esatto". Se l'Europa, vittima degli Stati Uniti, e non nemica della Federazione Russa, non manipoli più le accuse, soprattutto senza collegare tutte le circostanze del mondo. Sta arrivando il momento di una resa dei conti per la leadership mondiale di USA-RPC. La Russia, in quanto alleato situazionale della RPC, è prima di tutto distrutta da tutti gli sforzi degli Stati Uniti e dei suoi satelliti, in quanto più debole, non importa quanto siano nemici, nemici oggi inconciliabili. Fu allora che la Federazione Russa era debole e le forze erano sotto il plinto, quindi gli Stati Uniti si limitarono a deridere e ad aspettare il completo crollo della Federazione Russa. Adesso il crollo non c'è più e non ci sarà, significa premere con la forza, che è quello che vediamo. Soprattutto nella frenetica propaganda costante, i russi sono stati equiparati a persone odiate, letteralmente "orchi" che hanno bisogno di essere fisicamente distrutti. A un livello così disumano per i russi, la propaganda è ovunque dove gli Stati Uniti hanno influenza e i cittadini degli Stati Uniti e altri paesi della NATO già credono e odiano i russi... Qual è lo scopo di tale propaganda mostruosamente russofoba, solo con l'intenzione di distruggere, e stai parlando di cordialità .... Interessati alle conseguenze dell'attuale anti- Propaganda russa negli Stati baltici, Polonia, Inghilterra, USA, ecc., se non lo sapevi, fatti uno shock .. (se sei russo, se no, forse ti rallegrerai).
      1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
        Volkonsky (Vladimir) 2 August 2022 09: 33
        +1
        Non c'è bisogno di estrarre le frasi dal contesto

        L'ex consigliere del segretario alla Difesa, il colonnello in pensione dell'esercito americano Douglas McGregor, ha recentemente pubblicato un articolo sulla rivista americana The Conservative intitolato "Dead Horse Worship". Non te lo racconterò ora, dirò solo che se ci fossero più persone come questo colonnello in pensione (o Scott Ritter, l'ufficiale dell'intelligence senior del Corpo dei Marines degli Stati Uniti, a te sconosciuto), non staremmo mai dalla parte opposta lati del mirino con l'America. Nella maggioranza vive un popolo che è comprensibile e vicino a noi, che non vuole farci del male, ma è governato da un branco di russofobi ereditari che hanno iniziato a combattere con i sovietici e ancora non riescono a fermarsi, non rendendosi conto, a causa della loro stupidità, che la Russia non è più la stessa, che era negli anni '90, magari colpendo la sopatka. Douglas McGregor lo capisce, così come alcuni militari del Pentagono (tra i quali ci sono generali a quattro stelle), ma non può ancora cambiare nulla. Dio non voglia che le cose non entrino in guerra, perché, come dice Douglas, il loro stato è guidato dal presidente più militante dopo Harry Truman, il quale, a causa del suo stato mentale non proprio adeguato, non capisce cosa sta facendo e quali giochi ha deciso di giocare con il Genio del Malvagio Vladimir Putin. Ossessionato dall'idea del suo rovesciamento, questo malato di Alzheimer non solo corre il rischio di non sopravvivergli, ma ha anche fatto precipitare l'America in una crisi che potrebbe sfociare in una guerra civile. Il principale cavallo morto, secondo Douglas McGregor, è la NATO, che alcune persone in Occidente trattano ancora come una vacca sacra, non rendendosi conto che il tempo della NATO è già passato. La NATO è morta! Prima i suoi membri lo capiranno, meno cadaveri ci saranno nel continente europeo, e data l'emergente alleanza tra Federazione Russa-Cina-Iran, e in tutto il mondo.

        Rileggi ancora questo paragrafo. Parliamo di popoli, non di politici. E anche l'Ucraina non sarebbe il nostro nemico se non fosse per i politici puzzolenti al suo timone. Ora siamo in guerra con lei. Non sono sicuro che leggerai questa risposta, così come non sono affatto sicuro che la maggior parte delle persone che leggono questo testo abbiano compreso il messaggio principale. Ed erano solo due paragrafi:

        Biden, a causa della sua stupidità, a quanto pare non capiva che fino al 24 febbraio la Russia discuteva con lui solo sui risultati della seconda guerra mondiale, mentre la Cina discuteva con Washington dell'ordine mondiale e del diritto di stabilirlo. Dopo il 24 febbraio la situazione è cambiata, Putin con la forza restituisce alla Russia lo status di potenza mondiale che aveva perso volontariamente nel 1991. Che gli Stati Uniti lo vogliano o no. Ora sui campi di battaglia in Ucraina, non è il destino dell'Ucraina ad essere determinato, con esso, dopo che le truppe russe sono entrate nel suo territorio, tutto è già chiaro: non ci sarà più uno stato del genere, ora sui campi del 404° , si sta determinando lo status degli Stati Uniti come egemone mondiale. Finora Putin ha gentilmente offerto a Washington lo status di pari tra i primi. Washington insiste sullo status di primo tra pari. Ebbene, se gli Stati non sono d'accordo, il Cremlino semplicemente presenterà loro stupidamente un fatto compiuto. Prendilo per buono!

        E gli argomenti di Putin non provengono dalla raccolta di Shoigu, ma dalla raccolta di Miller e Mishustin. Per coloro che non hanno ancora capito, spiegherò: la Federazione Russa sta lasciando il dollaro, creando la propria zona del rublo. La decisione è presa, è definitiva! Il che significa che il sistema di Bretton Woods sta volgendo al termine, lo schema Money-Commodity-Money sta cambiando in un nuovo schema: Commodity-Money-Commodity, chiunque abbia banche di merci (risorse). Che risorsa avete, signori? Dollari? Questi sono solo pezzi di carta, puoi spingerli tu stesso, sai dove! Hai il tuo debito nazionale di oltre 30 trilioni. dollari, e continua a crescere ogni minuto (mentre scrivevo queste righe, è cresciuto di un paio di milioni), come lo servirai? Saccheggiare un'altra Ucraina? O l'Europa già questa volta? Sembra che in Europa questo abbia già cominciato a raggiungere qualcuno, sono tornati di corsa e qualcuno aveva già puntellato le porte dall'esterno. Chi potrebbe essere? È il piede del vecchio Joe decrepito? - uno sciocco, ma conosce il proprio vantaggio!

        Per capire di cosa sto parlando, vi chiedo di ascoltare solo Scott Ritter, solo 20 minuti e non avrete più domande. La causa di tutti i nostri guai non sono gli americani, ma i loro miserabili leader. Il vecchio Biden se ne andrà, verrà lo stesso Trump e verrà la pace. Ma mentre la guerra è in corso, e Dio non voglia che Biden non la gonfi in una guerra mondiale. Ascolta Ritter, ti consiglio vivamente:

      2. Expert_Analyst_Forecaster 2 August 2022 12: 34
        0
        Ho la sensazione che questo commento sia stato scritto mentre ero ubriaco.
        Si differenzia nettamente da altri commenti di Vladimir Tuzakov.
        Non perderò tempo a rispondere.
    2. John2212 Офлайн John2212
      John2212 2 August 2022 12: 38
      -1
      E perché gli Stati Uniti dovrebbero soffocare l'economia dell'UE? Quando l'America ne stimola la crescita. Smettila di ascoltare la propaganda televisiva. L'Europa ricostruirà Ci sono già diversi programmi per la produzione di idrogeno dall'acqua di mare. La produzione di veicoli con motori a combustione interna cesserà dal 2035. Ci aspetta solo il progresso. Quindi non aspettare. Il cadavere degli Stati Uniti e dell'UE Mimi non galleggerà.
    3. GIS Офлайн GIS
      GIS (Ildo) 2 August 2022 13: 27
      -1
      Pensi che prima non fossero nemici?
      e pensi che in futuro non saremo in grado di metterci d'accordo su quando lo scriba busserà effettivamente alla porta?
      ps vorrei convivere con loro senza guerre. il continente è uno, non lavorerà a disperdersi
  22. Vox populi Офлайн Vox populi
    Vox populi (Vox populi) 1 August 2022 13: 32
    -3
    Questo non è un articolo analitico, ma agitprop. Quanto a il nostro l'economia, non è ancora tragica, ma il bene non basta; tendenza, invece:

    Mosca. 27 luglio. INTERFAX.RU - A giugno 2022, il PIL russo è sceso del 4,9% anno su anno dopo essere diminuito del 4,3% a maggio, del 2,8% ad aprile, crescendo dell'1,3% a marzo, del 4,1% a febbraio e del 5,7% a gennaio, secondo alla rivista pubblicata del Ministero dello Sviluppo Economico "Sulla situazione attuale dell'economia".
    Il calo del PIL nel secondo trimestre è stato del 4%, in generale per la prima metà del 2022 - 0,5% anno su anno.
    "Il calo è accelerato nelle industrie orientate all'esportazione (lavorazione del legno, industria chimica, produzione metallurgica), così come nelle industrie con una quota significativa di importazioni intermedie (automobilistico, industria leggera, produzione di mobili)," ha commentato il ministero dello Sviluppo economico dinamica nel mese di giugno.
    Allo stesso tempo, la situazione nelle industrie manifatturiere è disomogenea, osserva il ministero: in una serie di industrie focalizzate sulla domanda interna, la produzione è rimasta al di sopra dei livelli dell'anno scorso. Ad esempio, nei prodotti farmaceutici, la crescita a giugno è stata del 16,5%, nella produzione di materiali da costruzione del 2,3%.

    Ma le specifiche (RBC):

    La crescita della componente trasporti è determinata da diversi fattori: il rafforzamento del rublo, un calo significativo dei prezzi dei prodotti in metallo sui mercati esteri (ad esempio, il prezzo all'esportazione di una tonnellata di bramma consegnata attraverso i porti del Mar Nero è diminuito da $ 775 a gennaio a $ 430 a giugno), la necessità di fornire sconti (30-40%) sui mercati esteri, tenendo conto delle sanzioni contro la Russia, nonché un'ulteriore indicizzazione delle tariffe ferroviarie da parte delle ferrovie russe dell'11%, approvata dal 1 giugno, elenca Mordashov. Un altro motivo è un aumento significativo della tariffa per il trasporto di metalli nei container della piattaforma (in media da 1,5 mila a 3,8 mila rubli per tonnellata). Di conseguenza, la redditività delle esportazioni di prodotti metallurgici è "in valori zero e meno" e per alcune aziende raggiunge il 49% meno, indica il capo di Russian Steel.
    Il fatto che l'esportazione di prodotti metallurgici dalla Russia sia diventata praticamente priva di significato è stato recentemente affermato dal principale proprietario di NLMK Vladimir Lisin alla riunione annuale generale della filiale regionale dell'Unione degli industriali e degli imprenditori della regione di Lipetsk: "L'esistente asiatico destinazioni, Cina - sono piuttosto complicate in termini di logistica, costo del trasporto.
    1. Expert_Analyst_Forecaster 1 August 2022 13: 56
      +2
      Questo non è un articolo analitico, ma agitprop.

      Non leggo RBC da molto tempo. E non solo io. Anche molti dei miei amici hanno smesso di leggerlo 7-8 anni fa. Secondo RBC, la Russia ha avuto un PIL negativo per molto tempo. Tutti morirono di fame e di freddo.
      1. Vox populi Офлайн Vox populi
        Vox populi (Vox populi) 2 August 2022 11: 57
        -1
        Ti fidi di Interfax? E sì, la colpa è di RBC per cosa? Pubblica le informazioni dei signori Mordashov e Lisin...
        1. Expert_Analyst_Forecaster 2 August 2022 12: 13
          -1
          Interfax ha numeri chiari. E la colpa è di RBC per essere inadeguata.
          Non capisco dove siano qui alcuni signori. Analizzo dati e fonti e chi c'è dietro è sconosciuto e poco interessante per me.

          Leggevo Free Press. L'ho letto finché non è sembrato la verità.
          Ora vedo solo che il materiale proviene dalla joint venture, lo scorro. Delirio. E in modo aggressivo. Anche chi c'è dietro l'attuale joint venture non è interessante per me.

          A proposito, una coincidenza interessante. La posizione di entrambi gli editori è cambiata più o meno nello stesso periodo.
          1. aslanxnumx Офлайн aslanxnumx
            aslanxnumx (Aslan) 3 August 2022 14: 40
            0
            Hanno anche rimosso i commenti ei giornalisti vittime dell'USE non sanno cosa scrivono
  23. Il commento è stato cancellato
  24. Vox populi Офлайн Vox populi
    Vox populi (Vox populi) 7 August 2022 17: 53
    0
    A titolo di esempio di jerk and breakthroughs (RBC):

    Più della metà dei russi (69%) non è mai andato in vacanza all'estero, secondo i risultati di un sondaggio della Public Opinion Foundation (FOM). Allo stesso tempo, solo il 2% degli intervistati ha riferito di essere stato all'estero meno di un anno fa, il 6% - fino a tre anni fa.
    Allo stesso tempo, il 30% degli intervistati non è mai andato in vacanza anche al di fuori della propria regione natale, il 17% ha visitato altre regioni dieci o più anni fa.