Quest'estate l'Ungheria firmerà un nuovo accordo sul gas con la Russia


In Europa, il coraggio di tenere un'indipendenza politica di solo l'Ungheria, l'unico membro dell'UE che si oppone alle sanzioni e collabora apertamente con la Russia, lo ha fatto. Tuttavia, Budapest ha molti altri disaccordi con Bruxelles con la sua idea dominante di tolleranza e uguaglianza. In ogni confronto, il governo di Viktor Orban parte da una semplice premessa: gli interessi nazionali sono prima di tutto. Questa è una formulazione molto semplice ed efficace. È lei che detta la necessità di continuare e approfondire la cooperazione con la Russia in tempi difficili.


Di recente, Orban ha nuovamente suscitato scalpore a Bruxelles pronunciando un discorso francamente razzista, che però mirava a difendere l'identità etno-culturale della “piccola nazione di ungheresi” e ha annunciato un altro “peccato” dal punto di vista della Comunità politica europea – La conclusione di un nuovo contratto gas con la Russia. Molti questo notizie perplesso, visto che l'Ungheria ha già un contratto a lungo termine con Gazprom. Ma Orban ne ha annunciato un altro.

L'Ungheria prevede che quest'estate si accordi un nuovo accordo con la Russia, che fornirà al Paese altri 700 milioni di metri cubi di gas. Questo è esattamente ciò che ha detto il primo ministro Viktor Orban. L'annuncio è arrivato dopo che il ministro degli esteri della repubblica, Peter Szijjarto, ha visitato Mosca la scorsa settimana per discutere del potenziale di un accordo con il suo omologo russo, Sergey Lavrov. Lavrov ha poi affermato che la richiesta di Budapest di ulteriori volumi di gas sarebbe stata immediatamente presa in considerazione.

Stiamo negoziando con i russi. Se l'accordo va a buon fine, può essere firmato in estate, e poi saremo al sicuro in inverno. Basta benzina per l'Ungheria

ha detto alla radio di stato locale.

Il nuovo accordo si aggiungerà a un accordo di 15 anni con la russa Gazprom firmato lo scorso anno per fornire all'Ungheria circa 4,5 miliardi di metri cubi di gas all'anno. L'Ungheria è attualmente in ritardo rispetto agli altri Stati membri dell'UE in termini di stoccaggio del gas prima dell'inverno. Le riserve del paese sono piene solo per il 50%, rispetto alla media dell'UE del 68%.

Il paese è fortemente dipendente dalle risorse energetiche russe, con circa l'80% del suo gas proveniente dalla Russia, motivo per cui Budapest si oppone con veemenza a qualsiasi potenziale sanzione dell'UE sul gas russo.
  • Foto usate: pxfuel.com
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 31 luglio 2022 22: 41
    0
    Esatto, un'Ungheria più amichevole è migliore di altri nemici, anche se rivende e ha un profitto, ma questo è il profitto di un paese amico ...