"Guerra d'inverno" - 1939 e un'operazione speciale in Ucraina - 2022: paralleli e differenze


La tesi che tutto nella storia si ripeta forse non è un errore. In ogni caso, se guardi più da vicino, puoi riconoscere che molti dei suoi momenti hanno i loro analoghi, più o meno accurati. Allo stesso tempo, a volte le coincidenze sono così sorprendenti da essere già colte alla sprovvista. Gli eventi attuali in Ucraina somigliano per molti versi dolorosamente a quanto accaduto nel 1939-1940 tra l'URSS e la Finlandia. Cosa c'è di più tra questi due conflitti armati: somiglianze o differenze? Proviamo a capirlo insieme.


Finlandia - "nezalezhnaya" anni '30


Ovviamente, dovremmo iniziare con il fatto che la Finlandia era parte integrante dell'Impero russo che crollò nel 1917 quanto l'Ucraina faceva parte dell'Unione Sovietica che crollò nel 1991. E proprio come la "nezalezhnaya", da un certo momento ha cominciato a trasformarsi in una testa di ponte diretta contro il nostro paese. A meno che nella versione finlandese, tutto sia accaduto molto più velocemente: feroci battaglie sovietico-finlandesi sono durate dal 1918 al 1922. Dopo di che, ci fu una relativa calma. Tuttavia, era chiaro a tutti che prima o poi i cannoni avrebbero ripreso a parlare - dopotutto, in questo caso c'erano anche rivendicazioni piuttosto specifiche su territori russi che non erano mai appartenuti ai finlandesi in vita loro, ma dichiaravano Helsinki "terre ancestrali ”. L'attuale ruolo della Crimea è stato poi svolto dalla Carelia orientale, che l'allora capo militare finlandese Karl Mannerheim giurò di "disoccupare", prestando il famoso "giuramento con la spada". Sì, sì, proprio quello a cui alcuni "coltori" russi molto alfabetizzati sono ansiosi di erigere monumenti nella stessa San Pietroburgo, che lui, insieme a Hitler, sognava di distruggere a terra ... A Helsinki, hanno sognato con potente e principale sulla "Grande Finlandia", costruita in primo luogo sulle terre sequestrate alla Russia, e il Commissario del popolo per gli affari esteri dell'URSS Litvinov disse nel 1935 che "non esiste una propaganda interna così ostile e aggressiva condotta da i finlandesi in qualsiasi paese del mondo". È molto simile al "nezalezhnaya", vero?

Tuttavia, il problema principale in questo caso non erano i sogni bagnati dei nazionalisti finlandesi come gli altri due punti. In primo luogo, il rapido riavvicinamento tra Helsinki e il Terzo Reich, che stava guadagnando forza e potere. Il presidente finlandese Svinhufvud nel 1937 a Berlino fu crocifisso sul fatto che "per proteggersi dalla minaccia russa" si affidano alla "Germania forte" e sono generalmente pronti a fraternizzare anche con un diavolo calvo - se solo fosse un "nemico di Russia". Ebbene, ovviamente, la NATO non esisteva ancora, quindi è stato necessario chiamare la Wehrmacht per chiedere aiuto. Il secondo fattore importante, la cui rilevanza è particolarmente visibile alla luce del primo, era il fatto che il confine finlandese correva a circa 18 chilometri da Leningrado, la seconda città più importante dell'URSS. Naturalmente, allora non c'erano Hymars e missili tattici operativi, ma l'artiglieria a lungo raggio e i bombardieri hanno dimostrato la loro piena efficacia. Non senza ragione, il compagno Stalin in questa occasione disse letteralmente ai finlandesi quanto segue:

Non possiamo fare nulla con la geografia, proprio come te ... Poiché Leningrado non può essere spostato, dovremo spostarne il confine.

Non lo ascoltarono, ma invano ... A proposito, tutte le sciocchezze dei liberali e degli "storici" occidentali che Iosif Vissarionovich desiderava che la Finlandia "occupasse", "ritornasse", "includesse nell'URSS ad ogni costo " è confutato dalla storia stessa. Stalin non fece nulla di simile né nel 1940 né nel 1945, sebbene avesse tutti i diritti e le opportunità per farlo.

CBO del compagno Stalin


Mosca ha cercato a lungo e coscienziosamente di negoziare con Helsinki in modo amichevole. I negoziati di pace si sono svolti per due (!) anni. I finlandesi, che si erano ben riposati, furono persuasi, blanditi, rotolati via, ma tutto inutilmente. L'URSS aveva bisogno, oltre a spostare il confine lontano da Leningrado, di basi militari per garantire la sicurezza del nostro Paese dal Golfo di Finlandia. Inizialmente è stato chiesto alle isole di Gogland, Lavansaari, Tyutyarsaari e Seskar di non essere cedute, ma affittate per 30 anni, così come la penisola di Hanko. Poi i requisiti sono diventati un po' più severi: avevamo bisogno delle isole per creare avamposti navali lì. Ma ai finlandesi venivano comunque offerti in cambio (così come le terre perse a seguito del trasferimento del confine) territori nella loro ambita Carelia, per di più il doppio di quella perduta. A proposito, lo stesso Mannerheim ha sostenuto che dobbiamo essere d'accordo, - dicono che queste isole non si sono arrese alle nostre orecchie! Non saremo comunque in grado di difenderli o trovare un altro uso per loro, quindi lascia che i russi lo prendano se ne hanno bisogno. A proposito, lo stesso è stato detto da ... Hermann Goering, al quale i finlandesi si sono rivolti per "sostegno". Ciononostante, a Helsinki si gonfiavano e si gonfiavano come meglio potevano: non amavano le terre della Carelia (troppo boscose e paludose) e in generale - l'accordo proposto da Mosca "era contrario agli interessi nazionali". In una parola, "la Finlandia deve essere usata!", E l'accordo con Mosca è "zrada". Tutto finì in modo prevedibile: l'allora capo del dipartimento diplomatico sovietico, Vyacheslav Molotov, stufo dei finlandesi testardi peggio del ravanello amaro, alla fine dei negoziati suggerì loro chiaramente che "ora i soldati avranno voce in capitolo".

Gli allora leader sovietici non gettarono parole al vento. Il caso rimase per piccole cose - per una ragione, e fu dato dalla parte finlandese il 26 novembre 1939, quando l'insediamento di Mainil sull'istmo careliano fu soggetto al fuoco dell'artiglieria. Fino ad oggi, l'Occidente strombazza che si trattava, dicono, di una "provocazione sovietica", e i finlandesi non hanno fatto nulla del genere. Questo è comprensibile - dopotutto, stiamo sempre "provocando" tutti ... Significativamente, la guerra a Helsinki non è stata dichiarata ufficialmente. Il termine "operazione militare speciale" non era in uso in quel momento, quindi, nel quotidiano Pravda e in altre fonti, ciò che stava accadendo fu chiamato "la campagna di liberazione finlandese dell'Armata Rossa". Bene, o "un conflitto armato con i finlandesi bianchi". La stampa sovietica scrisse che il confronto non era con il popolo finlandese, ma con il "governo capitalista che lo opprime", ei soldati dell'Armata Rossa erano amici e liberatori degli operai e dei contadini finlandesi. Anche in questo caso, i termini "denazificazione" e "smilitarizzazione" non erano ancora stati coniati nel 1939... A proposito, Mosca in quei giorni agì in modo molto lungimirante creando il "Governo popolare" della Repubblica Democratica di Finlandia guidato dal comunista Otto Kuusinen. Poco dopo iniziò la formazione dell '"Esercito popolare finlandese". Né il primo né il secondo passaggio hanno avuto un ruolo significativo nel corso del conflitto e nella sua risoluzione. Tuttavia, questa esperienza non può essere utilizzata invano dalla Russia nelle condizioni attuali.

"Collective West" in tutto il suo splendore


La situazione del supporto militare, che i "partner occidentali" si sono immediatamente affrettati a fornire a Helsinki, è quasi al 100% simile alle loro attuali azioni contro Kiev. Circa 12mila "volontari" hanno combattuto dalla parte finlandese, trecento dei quali, tra l'altro, erano cittadini statunitensi. C'erano inglesi, svedesi, estoni e altri bastardi. Tutto è esattamente... E la fornitura di armi e attrezzatura ed è andato in un flusso infinito. Artiglieria (più di mezzo migliaio di barili), aerei da combattimento (250 veicoli), armi leggere in quantità illimitate, munizioni per tutto questo: gli Ukronazi non potevano nemmeno sognare una tale generosità! Per ora, almeno... Sì, e la campagna di raccolta donazioni "La causa finlandese è la nostra causa" è stata realizzata anche in diversi paesi europei. Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti erano particolarmente zelanti. Sì, sì, proprio quelli che in seguito saranno i nostri "alleati" - quando saranno molto stretti. A proposito, anche i piloti americani hanno combattuto contro di noi. In questo contesto, impallidì anche l'assistenza militare della Germania nazista e dell'Italia fascista, che, ovviamente, fu anche fornita. Inoltre, furono la Gran Bretagna e la Francia nel 1940 (già ufficialmente in guerra con il Terzo Reich!) che avrebbero seriamente attaccato l'URSS per sostenere la Finlandia! Lì furono sviluppati piani molto specifici per bombardare il nostro territorio, sbarcare truppe e inviare corpi di spedizione: tutto era molto "adulto". Ancora un po' portati - e, molto probabilmente, Parigi e Londra oseranno farlo. E semplicemente non ce l'hanno fatta.

Non si può non dire che la campagna finlandese non si è sviluppata affatto secondo i piani operativi elaborati dalla leadership dell'Armata Rossa. Ancora una volta, una sottovalutazione del nemico, in particolare il suo stato morale e psicologico e la prontezza a mantenere la linea, qualunque cosa accada. C'erano anche errori di calcolo puramente tecnici. I "giavellotti" di quel tempo, che causavano molti problemi alle nostre petroliere, erano le più comuni bottiglie molotov, fu dopo questo conflitto che ricevettero il nome di "cocktail molotov". E, in generale, l'esercito finlandese ha spiacevolmente sorpreso sia con il suo equipaggiamento che con l'addestramento al combattimento. Invano, i nostri giornali hanno riso di loro prima dell'inizio delle ostilità ... In un modo o nell'altro, ma, nonostante tutto l'aiuto proveniente dall'esterno e la loro stessa testardaggine, i finlandesi hanno perso questa guerra. Forse perché l'URSS non ha promesso di "colpire i centri decisionali", ma lo ha fatto fin dai primi giorni del conflitto? A Helsinki "arrivò" abbastanza regolarmente. La linea "impregnabile" di Mannerheim fu violata e sfondata (come sta accadendo ora con le aree fortificate costruite in 8 anni nel Donbass). Ad Helsinki si sono resi conto che nessuno avrebbe combattuto per loro e che la guerra non si poteva vincere con le armi ei "volontari" di qualcun altro. Hanno chiesto la pace. È stato concluso a condizioni incommensurabilmente peggiori per la Finlandia rispetto a quelle offerte prima dell'inizio del conflitto. Lo stesso confine di Leningrado è stato spostato non di 90, ma di tutti i 150 chilometri. Il resto degli articoli era più o meno lo stesso. Ed è chiaro che i finlandesi non hanno ricevuto alcun compenso, nemmeno un pezzo della nostra terra in Carelia.

Tuttavia, i tempi allora erano più semplici e franchi. Parlando a una riunione del personale di comando dell'Armata Rossa nel 1940, il compagno Stalin disse testualmente quanto segue:

Si poteva evitare la guerra? Mi sembra che fosse impossibile. Era impossibile fare a meno della guerra. La guerra era necessaria, poiché i negoziati di pace con la Finlandia non hanno prodotto risultati e la sicurezza di Leningrado doveva essere garantita, ovviamente, perché la sua sicurezza è la sicurezza della nostra Patria ...

Questo è esattamente ciò che è successo, tuttavia, la guerra finlandese, o guerra d'inverno, si è rivelata solo un prologo per ulteriori eventi, molto più formidabili e su larga scala. L'Occidente non ha affatto abbandonato i suoi piani per distruggere l'Unione Sovietica. In Finlandia nulla è stato perdonato e dimenticato, sognando una sanguinosa vendetta. La cosa più spiacevole è che una serie di fallimenti dell'Armata Rossa in quel conflitto ha portato alcune persone lì a considerare l'URSS una potenza militarmente debole. Hitler ci definì "un colosso dai piedi d'argilla" ei suoi generali decisero che sarebbe stata una cosa da poco per loro distruggere l'Armata Rossa. A proposito, nella stessa Gran Bretagna esisteva esattamente la stessa opinione. Gli Stati Uniti hanno persino dichiarato un "embargo morale" contro l'URSS, introducendo come al solito una serie di sanzioni. Sì, e fummo anche espulsi dalla Società delle Nazioni (allora analoga dell'ONU), che, tuttavia, non fu una grande perdita.

La Finlandia durante la seconda guerra mondiale combatté ferocemente dalla parte dei nazisti, che però "lanciarono" nel 1944, quando la loro sconfitta divenne inevitabile e scontata. Questo è successo su suggerimento dello stesso Mannerheim, che a quel tempo era già "cresciuto" al presidente del Paese. Dopo la vittoria, Stalin non lo toccò, non occupò la Finlandia né la trasformò in un paese del "campo socialista". Allo stesso tempo, tutti gli anni successivi abbiamo vissuto con i finlandesi in pace e relativa armonia. Quale sarà il destino dell'Ucraina dopo il completamento dell'NMD e non diventerà anche il "prologo" di una nuova guerra, molto più brutale e distruttiva? Oggi non lo sappiamo. Ovviamente, tutto dipenderà dal risultato finale. E possiamo solo sperare che le lezioni storiche vengano prese in considerazione da coloro da cui dipende davvero.
33 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Expert_Analyst_Forecaster 1 August 2022 10: 01
    0
    Mosca in quei giorni agì in modo molto lungimirante, creando il "Governo popolare" della Repubblica Democratica di Finlandia, guidato dal comunista Otto Kuusinen. Poco dopo iniziò la formazione dell '"Esercito popolare finlandese". Né il primo né il secondo passaggio hanno svolto un ruolo significativo nel corso del conflitto e nella sua risoluzione. Tuttavia, questa esperienza non può essere utilizzata invano dalla Russia nelle condizioni attuali.

    La logica è solo un problema. "lungimetro", ma "non ha svolto un ruolo significativo" e "questa esperienza non è utilizzata invano dalla Russia".
    Viene utilizzata solo l'esperienza. Non aveva senso allora e non ha senso ora. Più seccature e problemi rispetto al ritorno previsto.

    In relazione agli abitanti dell'ex Ucraina, c'è la polizia della DPR e della LPR, puoi arruolarti nell'esercito russo.
    Perché creare un nuovo esercito? La parola "Ucraina" irrita un numero enorme di russi. Vuoi infastidirli?
    L'effetto propagandistico della creazione di un nuovo esercito sarà negativo tra i russi e insignificante tra gli abitanti dell'ex Ucraina.
    1. solista2424 Офлайн solista2424
      solista2424 (Oleg) 1 August 2022 19: 58
      0
      Gli ucraini non vengono presi nell'esercito russo, anche nella DPR e nella LPR.
  2. Expert_Analyst_Forecaster 1 August 2022 10: 10
    +1
    Non ho dubbi che l'analogia sarà completa.
    Ecco perché ora è necessario portare a termine la giunta di Kiev fino alla fine.
    Altrimenti, proprio come nel secolo scorso i finlandesi hanno combattuto contro di noi, hanno partecipato all'assedio di Leningrado, così in questo secolo le carenze usciranno fuori e ci danneggeranno come meglio possono.
    Pertanto, finire e compiere duramente e crudelmente la denazificazione. C'è pochissimo tempo.
  3. Pat Rick Офлайн Pat Rick
    Pat Rick 1 August 2022 10: 27
    -8
    ... e la sicurezza di Leningrado doveva essere assicurata, ovviamente, perché la sua sicurezza è la sicurezza della nostra Patria ...

    Il corso della successiva grande guerra dimostrò che la "sicurezza di Leningrado" non fu mai raggiunta e il suo blocco portò alla perdita di un numero enorme di vite della popolazione civile e dell'Armata Rossa.

    Parlando delle acquisizioni dell'URSS ai sensi del trattato di pace con i finlandesi, si potrebbe anche dire dei sacrifici umani che furono pagati per i territori ricevuti. Oppure non ci sono dati sulle perdite, sia allora che ora.
    1. k7k8 Офлайн k7k8
      k7k8 (vic) 1 August 2022 11: 35
      +1
      Citazione di Pat-Rick
      Oppure non ci sono dati sulle perdite, sia allora che ora

      Perchè mentire?

      Durante i 105 giorni della "guerra d'inverno", la parte sovietica perse quasi 127mila persone uccise e disperse, 246mila soldati furono feriti, colpiti da proiettili, congelamento grave e moderato. Le perdite finlandesi sono state di 26 mila persone, 43,5 mila soldati sono rimasti feriti.
      Anche l'URSS ha subito danni politici tangibili. In quanto "paese aggressore", l'Unione Sovietica fu espulsa dalla Società delle Nazioni. Hitler, che seguì da vicino il corso della guerra e vide errori di calcolo nell'organizzazione delle truppe dell'Armata Rossa e nella preparazione del suo comando, giunse alla conclusione che la Wehrmacht avrebbe potuto facilmente farcela. Così, la guerra sovietico-finlandese, che gli storici occidentali considerano parte della seconda guerra mondiale, preparò la decisione di Hitler di attaccare l'Unione Sovietica.

      Per quanto riguarda le attuali perdite dell'esercito russo, si tratta in realtà di dati riservati che potrebbero essere rivelati al termine delle ostilità e dopo il debriefing. Ad esempio, i vostri amati Stati Uniti non hanno ancora declassificato le perdite effettive né nella guerra in Afghanistan (ci sono dati solo per il 2014-2015) né in Iraq (i dati sono diversi in tutte le fonti).
      1. Pat Rick Офлайн Pat Rick
        Pat Rick 1 August 2022 12: 45
        -1
        Perchè mentire?

        L'autore dell'opera non ha fornito dati sulle perdite.

        Dalle cifre di cui sopra si può vedere che le perdite della Finlandia furono 5 volte inferiori a quelle dell'URSS.

        informazioni segrete che forse sarà aperto al termine delle ostilità e dopo il debriefing.

        Sì, sì, e un buco di ciambella. Gli archivi della seconda guerra mondiale sono classificati fino al 2042. E nessuno che vive oggi saprà mai di NWO.

        ...i tuoi USA preferiti...

        Sono tuoi proprio come i nostri.
        1. k7k8 Офлайн k7k8
          k7k8 (vic) 1 August 2022 14: 20
          -1
          Citazione di Pat-Rick
          L'autore dell'opera non ha fornito dati sulle perdite

          Sono queste le tue parole?

          Citazione di Pat-Rick
          Oppure non ci sono dati sulle perdite, sia allora che ora.

          Citazione di Pat-Rick
          Gli archivi della seconda guerra mondiale sono classificati fino al 2042

          Stai mentendo di nuovo. Solo l'ordine di accesso ad essi è stato modificato. Ma i documenti segreti vengono costantemente resi pubblici. Sì, a proposito, ci sono documenti che non verranno mai declassificati. Ma questa è una pratica globale. Non tutto dovrebbe conoscere le persone. O pensi che tutto ciò che riguarda la seconda guerra mondiale sia ormai declassificato negli USA e in Gran Bretagna? Quindi non hanno declassificato tutto sulla prima guerra mondiale!

          Citazione di Pat-Rick
          E nessuno saprà mai di NWO dai vivi

          Sei sicuro di voler sapere tutto? Sai già cosa faresti con questa conoscenza? Sei ancora molto simile al rappresentante dei popoli estremi del piccolo nord (ho confuso qualcosa?)
      2. Bakht Офлайн Bakht
        Bakht (Bakhtiyar) 1 August 2022 19: 39
        -2
        Durante i 105 giorni della "guerra d'inverno", la parte sovietica perse quasi 127mila persone uccise e disperse, 246mila soldati furono feriti, colpiti da proiettili, congelamento grave e moderato. Le perdite finlandesi sono state di 26 mila persone, 43,5 mila soldati sono rimasti feriti.

        Con tali perdite, non è chiaro perché l'esercito finlandese si arrese? Avrebbero combattuto per un altro paio di mesi e avrebbero distrutto l'Armata Rossa fino alla fine...
        1. Dart2027 Офлайн Dart2027
          Dart2027 1 August 2022 21: 47
          0
          Citazione: Bakht
          Avrebbero combattuto per un altro paio di mesi e avrebbero distrutto l'Armata Rossa fino alla fine...

          La linea difensiva è stata interrotta.
          1. Bakht Офлайн Bakht
            Bakht (Bakhtiyar) 1 August 2022 23: 22
            0
            E non erano rimaste truppe. Memorie di Mannerheim - non c'era personale. C'erano armi, rifornimenti dall'estero, volontari (per lo più norvegesi), armi emesse dall'industria. Ma non c'era abbastanza personale.
            Nel 1945, la Finlandia ha ammesso la perdita (uccisa e ferita) di oltre 100 persone.
            In totale sono state mobilitate 300-330 mila persone. Le perdite di 100mila (fino al 30% del personale) sono state fatali.
            L'URSS ha mobilitato circa 1 mila.A marzo (la fine della guerra), c'erano circa un milione in servizio. Di conseguenza, le perdite ammontano a circa 300 persone.
            Non ci sono dati esatti. Gli storici continuano a litigare. Ma il fatto è che l'esercito finlandese è stato praticamente distrutto.
            In connessione con il presente (la guerra in Ucraina), è interessante leggere le memorie di Mannerheim. Scrive direttamente che non avrebbe combattuto "fino all'ultimo finlandese". E ha preferito un trattato di pace con la perdita di territorio alla distruzione dell'esercito. Zelensky chiaramente non leggeva Mannerheim.

            Alla fine della guerra il punto più debole non era la mancanza di materiali, ma la mancanza di manodopera. Il fronte si è allungato, tutte le truppe disponibili sono già state impegnate e la gente è mortalmente stanca. Riusciremo a resistere al nemico prima che il disgelo primaverile ci dia qualche settimana di tregua? Su un lungo fronte in un terreno difficile, ciò sembrava realizzabile, ma nel principale teatro delle operazioni, dove la capacità di difesa era sull'orlo del collasso, una ritirata sembrava inevitabile. Qual è il prossimo? Il dubbio che le potenze occidentali potessero aiutarci divenne sempre più chiaro, e quando l'atteso attacco tedesco alla Francia si sarebbe concretizzato, saremmo rimasti soli. Finché l'esercito non sarà sconfitto e avremo un asso nella manica diplomatica sotto forma di minaccia di intervento da parte delle potenze occidentali, la migliore via d'uscita è cercare di fermare le ostilità. La forza irresistibile della nostra resistenza era il presupposto per una decisione che preservasse l'indipendenza del nostro Paese e ne impedisse la completa distruzione.
            1. Dart2027 Офлайн Dart2027
              Dart2027 2 August 2022 20: 11
              0
              Citazione: Bakht
              E non erano rimaste truppe.

              E anche questo, ma dopo aver sfondato le fortificazioni, anche se a quel tempo avevano subito perdite minori, le avrebbero sfidate.

              Citazione: Bakht
              Zelensky chiaramente non leggeva Mannerheim.

              Zelensky è una testa parlante.
              1. Bakht Офлайн Bakht
                Bakht (Bakhtiyar) 2 August 2022 22: 35
                -2
                Analogia con la modernità

                i negoziati sono iniziati l'8 marzo. Ryti ha letto una dichiarazione in russo, che parlava del desiderio di vivere in pace con un grande vicino. La delegazione finlandese ha chiesto moderazione nelle richieste, che "sono, a nostro avviso, troppo pesanti, e lascerebbero una profonda ferita nel cuore del popolo finlandese, mentre allo stesso tempo avrebbero l'impatto più sfavorevole sulla vita economica della Finlandia." In risposta, Molotov ha dichiarato che l'Unione Sovietica stava cercando di raggiungere risoluzione delle controversie attraverso la negoziazione e non da biasimare per lo spargimento di sangue. Ora la situazione è cambiata e la correzione unilaterale del confine è diventata inevitabile. Era chiaro fin dall'inizio che Helsinki avrebbe dovuto fare delle concessioni. Tuttavia, i finlandesi si rifiutarono di vendere Hanko e insistettero per aumentare l'affitto per l'uso della penisola da 5 a 8 milioni di marchi finlandesi. Tuttavia, la parte sovietica era malleabile solo fino a questo importo. La delegazione ha cercato di difendere la correttezza delle azioni della dirigenza del proprio Paese, ma Molotov ha descritto la situazione molto chiaramente: “Forse la Finlandia non ha pianificato e non ha concluso accordi diretti con le maggiori potenze. Tuttavia, la politica del governo finlandese era così simile e si muoveva così precisamente nella stessa direzione con la politica di diverse grandi potenze che la Finlandia era in linea con loro. Noi, a nostra volta, non abbiamo bisogno di nulla dalla Finlandia, né delle sue foreste, né delle sue terre, né della sua popolazione. Ma dobbiamo mettere in sicurezza Leningrado, la ferrovia di Murmansk e la stessa Murmansk, il nostro unico porto oceanico.

                https://regnum.ru/news/polit/2976963.html
                A mio parere, l'analogia è abbastanza chiara.

                PS Fu allora che Kirponos fu chiamato "Ice Divisional Commander". E salì su per la collina. Ha incontrato 1941 come colonnello generale e comandante del KOVO. In un anno da comandante di divisione a comandante di distretto. Non un buon comandante.
    2. solista2424 Офлайн solista2424
      solista2424 (Oleg) 1 August 2022 20: 01
      0
      Dall'inizio della seconda guerra mondiale, non sono riusciti a garantire la sicurezza di Mosca. Una grande distanza dal confine non è una garanzia assoluta di sicurezza, ma relativa.
    3. zenion Офлайн zenion
      zenion (zinovy) 25 August 2022 21: 48
      0
      Non mangiarlo senza rompere le uova!
  4. Expert_Analyst_Forecaster 1 August 2022 11: 32
    +2
    Citazione di Pat-Rick
    Il corso della successiva grande guerra dimostrò che la "sicurezza di Leningrado" non fu mai raggiunta

    Il corso della successiva grande guerra dimostrò che la "sicurezza di Leningrado" non era stata pienamente raggiunta. Ma se questa guerra non esistesse, la perdita di Leningrado sarebbe inevitabile. E questa sarebbe una sconfitta strategica per l'URSS. Fu in base ai risultati della seconda guerra mondiale che divenne chiaro che la società finlandese giustificava pienamente le perdite subite.
    E, a proposito, i territori conquistati dai finlandesi ora fanno parte della Federazione Russa, che è buona, eccellente e meravigliosa.

    L'adesione della Finlandia alla NATO comporterà la perdita di una parte del territorio attualmente disponibile.
    1. Pat Rick Офлайн Pat Rick
      Pat Rick 1 August 2022 12: 48
      -4
      Ma se questa guerra non fu, quindi la perdita di Leningrado sarebbe inevitabile. E questo sarebbe sconfitta strategica dell'URSS.

      La storia non ha stato d'animo congiuntivo. Era com'era.
      E lascia il tuo ragionamento per le persone istruite su Internet come un maggiore in pensione delle forze missilistiche strategiche.

      E quando la Finlandia entrerà a far parte della NATO, allora discuterai qui in ogni modo a cosa porterà.
      1. Expert_Analyst_Forecaster 1 August 2022 13: 28
        +1
        Le mie parole su di te non superano la censura))).

        Ho letto molte volte che "questo è un fatto storico: la Finlandia ha vinto la guerra invernale con l'URSS".

        Sei lo stesso "esperto" di storia (finalmente trovato una definizione che manca alla censura).
        1. Pat Rick Офлайн Pat Rick
          Pat Rick 1 August 2022 15: 19
          -2
          Nella guerra d'inverno con la Finlandia, l'URSS ha vinto la vittoria con perdite nella proporzione di 5 sovietici a 1 finlandese.
      2. k7k8 Офлайн k7k8
        k7k8 (vic) 1 August 2022 14: 28
        +1
        Citazione di Pat-Rick
        La storia non ha stato d'animo congiuntivo. Era com'era

        Con una tenacia degna di una migliore applicazione, continui a sostenere che l'analisi non è applicabile come metodo di ricerca alla storia stessa. Vale a dire, l'assenza di pensiero analitico e la negazione dell'analisi degli eventi storici (come, del resto, l'analisi in quanto tale) tradisce in te qualcuno il cui nome non è consentito dalla censura locale.
        1. Pat Rick Офлайн Pat Rick
          Pat Rick 1 August 2022 15: 24
          -2
          Tu, con un segno sulla fronte da berretto, non puoi in alcun modo arrivare a che un giornale online non sia affatto il formato dove devi analizzare gli eventi storici.
          Qui sei una specie di ingegnere militare, quindi fai il tuo core business, lascia la storia agli storici, la medicina ai medici, la pedagogia agli insegnanti e così via. Non ficcare il naso dove conosci le arance come l'oink-oink.
          1. k7k8 Офлайн k7k8
            k7k8 (vic) 1 August 2022 15: 57
            +1
            1.
            Citazione di Pat-Rick
            analisi di eventi storici

            Di che tipo di analisi stai sussurrando? In pratica lo neghi?
            2.
            Citazione di Pat-Rick
            fare le cose che contano per te

            Non dirmi cosa fare e non ti dirò dove andare.
            3.
            Citazione di Pat-Rick
            Qui sei come un ingegnere militare

            Ma tu non sei affatto come un troll straniero.
      3. Dart2027 Офлайн Dart2027
        Dart2027 1 August 2022 21: 48
        0
        Citazione di Pat-Rick
        E quando la Finlandia entrerà a far parte della NATO

        Ebbene, quando? Tempo fa c'erano tante urla e... Silenzio.
      4. zenion Офлайн zenion
        zenion (zinovy) 25 August 2022 21: 51
        0
        Pat Rick. Non aver paura e non sarai timido. Tu stesso hai espresso istericamente che non sei d'accordo. Cioè, non sono d'accordo su cosa potrebbe essere l'agnello, cioè non la pecora, in generale, confondi tutti, chiedi agli ucraini, ti spiegheranno cos'è un agnello.
  5. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 1 August 2022 12: 43
    -4
    E un'altra spiegazione del perché tutto è così com'è...
    Quanti altri saranno ...

    E si dice da tempo. L'imperialismo è guerra.
  6. ospite Офлайн ospite
    ospite 1 August 2022 14: 29
    +3
    Citazione di Pat-Rick
    Il corso della successiva grande guerra dimostrò che la "sicurezza di Leningrado" non fu mai raggiunta e il suo blocco portò alla perdita di un numero enorme di vite della popolazione civile e dell'Armata Rossa.

    La sicurezza completa potrebbe non essere stata raggiunta, ma se i territori che l'URSS è riuscita a restituire a seguito della guerra d'inverno fossero rimasti nelle mani del nemico, la situazione a Leningrado sarebbe stata molto peggiore e la città potrebbe persino essere completamente distrutto.
    1. Pat Rick Офлайн Pat Rick
      Pat Rick 1 August 2022 15: 30
      -2
      Pat-Rick Oggi, 12:48
      La storia non ha stato d'animo congiuntivo. Era com'era

      Già risposto a uno, il secondo scrive la stessa cosa - vorrei, vorrei, vorrei...
  7. lavoratore dell'acciaio 1 August 2022 15: 34
    0
    Di solito Alexander, scrivi articoli competenti sulla storia e imposti gli accenti giusti. Ma qui. Non c'è bisogno di confrontare l'operazione con un dito o tirare un gufo su un globo. Putin non ha condotto alcuna trattativa, ma ha solo aumentato il finanziamento del regime fascista. E nel 2014, potrebbe legalmente, se non tutta, ma la maggior parte dell'Ucraina, senza una guerra, tornare in Russia. Anche le continue violazioni degli accordi di Minsk non hanno fermato il finanziamento del regime fascista. E ora, a proposito, questo finanziamento continua. O pensi che la Russia abbia ridotto tutti gli scambi con l'Ucraina? Sì, e le nostre perdite di NWO sono catastrofiche, specialmente nell'LDNR, rispetto all'Afghanistan. Penso di sì, ma hanno combattuto lì per 10 anni.
    L'articolo sembra un adulatorio di potere. Stai scendendo al livello di Volkonsky?
    1. solista2424 Офлайн solista2424
      solista2424 (Oleg) 1 August 2022 20: 10
      -1
      Le trattative erano in corso, anche nell'autunno del 2021, quando era già inutile. Ed era giusto tornare in Ucraina nel 2014, diranno gli storici nel tempo. Perché non abbiamo dati sulla prontezza dell'industria della difesa russa in quel momento, quali accordi erano allora con Cina, India e altri paesi e non ci sono molti dati. Era possibile prendere l'Ucraina e dare incommensurabilmente di più.
    2. Dart2027 Офлайн Dart2027
      Dart2027 1 August 2022 21: 51
      -1
      Citazione: acciaio
      nel 2014 potrebbe legalmente, se non tutto, ma la maggior parte dell'Ucraina, senza una guerra

      La domanda è "niente guerra" o no.

      Citazione: acciaio
      Sì, e le nostre perdite di NWO sono catastrofiche, specialmente nell'LDNR, rispetto all'Afghanistan.

      Da dove li conosci?
  8. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 1 August 2022 16: 35
    0
    La Finlandia durante la seconda guerra mondiale combatté ferocemente dalla parte dei nazisti, i quali, però, furono "cacciati" nel 1944, quando la loro sconfitta divenne inevitabile e scontata.

    È abbastanza ovvio che alcuni degli oligarchi ucraini e delle forze armate ucraine potrebbero abbandonare Zelensky e la sua squadra quando la loro sconfitta diventerà inevitabile e ovvia. Ma quando verrà il tempo di questo 1944?
    1. Expert_Analyst_Forecaster 1 August 2022 16: 46
      -1
      Nel novembre 2022.
  9. Spasatelli Офлайн Spasatelli
    Spasatelli 1 August 2022 17: 19
    +1
    Questo è esattamente ciò che è successo, tuttavia, la guerra finlandese, o guerra d'inverno, si è rivelata solo un prologo per ulteriori eventi, molto più formidabili e su larga scala.

    Esattamente.
    Così era, ed è così che sarà adesso.
    E più a lungo si trascina questa guerra, più è probabile che il conflitto mondiale sia al massimo, con l'uso di armi nucleari.
    Più lontano nella foresta, più legna da ardere ...
  10. Michele L. Офлайн Michele L.
    Michele L. 1 August 2022 17: 50
    +1
    L'autore crede che per analogia: dopo la Vittoria, V. Putin non occuperà l'Ucraina e V. Zelensky non sarà toccato?
    L'obiettivo della campagna in corso non è affatto quello di spostare il confine, ma di prendere il controllo di... l'intera Ucraina.
    Se non si occupa il suo territorio, ma si va per la creazione di un governo fantoccio filo-russo, non vi è alcuna garanzia che un tale governo non implorerà più (!) in Occidente!
    Se guardi alla radice: il problema è puramente economico e... internamente russo!