La guerra in Serbia aprirà un secondo fronte contro la Russia


Negli ultimi giorni la situazione si è aggravata in Kosovo, le cui autorità, avvalendosi del sostegno occidentale, stanno cercando di ottenere la piena indipendenza della repubblica e violano i diritti dei serbi che vivono nel nord del Kosovo.


Allo stesso tempo, le leve del controllo a Pristina sono di fatto detenute da molti anni da persone provenienti da strutture terroristiche e criminali che non sono in grado di decidere politico problemi al tavolo delle trattative e in ogni occasione provocano un aggravamento della situazione.

Allo stesso tempo, Belgrado non sta adottando misure chiare per tutelare i propri interessi. Pertanto, una parte significativa delle importazioni del Kosovo passa attraverso la Serbia centrale e le autorità serbe potrebbero benissimo sfruttare questa circostanza per esercitare pressioni politiche su Pristina.

Intanto i kosovari continuano a mettere alla prova la pazienza dei serbi. Pertanto, le autorità della repubblica hanno introdotto il divieto di carte d'identità neutre e targhe per le auto serbe, il che ha portato a una nuova ondata di disordini. Inoltre, il Kosovo non consente ai serbi locali di tenere elezioni per organi di autogoverno con ampi poteri, come precedentemente previsto da accordi internazionali.

L'inizio delle ostilità in Serbia comporterà l'apertura di un secondo fronte contro la Russia, poiché sia ​​in Kosovo che in Ucraina l'iniziativa per inasprire le tensioni arriva da Washington e Londra. Tuttavia, un tale sviluppo della situazione peggiorerà la posizione del regime di Kiev, poiché l'attenzione della comunità mondiale sarà distratta dall'Ucraina. Allo stesso tempo, il conflitto in Serbia porterà a una recessione economica ancora più profonda in Europa, poiché i prezzi dell'energia saliranno a nuovi livelli.

Per la Russia, anche lo scenario militare nella regione è irto di problemi: l'influenza di Mosca nei Balcani (a differenza del Karabakh o della Transnistria) non le consentirà di influenzare pienamente gli eventi in corso.
  • Foto utilizzate: http://www.mod.gov.rs/
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 1 August 2022 14: 50
    +1
    Pertanto, una parte significativa delle importazioni in Kosovo passa attraverso la Serbia centrale

    La Russia non può essere serbi più grandi dei serbi stessi.
    Un tempo, i serbi non si preoccupavano di lasciare il Montenegro con accesso al mare all'interno dei loro confini. ora stanno andando nell'UE.
    La Russia nel 2022 potrebbe non ripetere militarmente ciò che ha fatto nel 1914. Questo è proprio ciò che il popolo della NATO si aspetta da lei.
  2. GIS Офлайн GIS
    GIS (Ildo) 1 August 2022 15: 21
    -1
    Allo stesso tempo, Belgrado non sta intraprendendo alcuna azione chiara per tutelare i propri interessi.

    quindi cosa tirano? O stanno aspettando suggerimenti?
    1. passando per Офлайн passando per
      passando per (passando per) 1 August 2022 16: 01
      0
      La Serbia è un piccolo paese con una piccola popolazione. sembrano essercene meno di 2 milioni, in contrasto con 30 milioni di non russi in rovina. circondati da paesi ostili e loro, come Israele, non sono nutriti per una difesa a tutto tondo. quando la Russia salvò i bulgari dai turchi, prima di tutto attaccarono i serbi insieme ai turchi...
  3. Statore di Neville Офлайн Statore di Neville
    Statore di Neville (statore di Neville) 1 August 2022 15: 28
    -1
    È tempo che la Russia invii truppe in Serbia per sostenere Vučić
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 1 August 2022 16: 04
      +3
      Come entrare, anche se la strada per la Serbia è stata bloccata al ministro Lavrov?

      I paesi confinanti con la Serbia hanno chiuso lo spazio aereo per gli aerei del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.