Ha già venduto o venderà ancora: quali sono le prospettive per il suolo nero ucraino sotto Zelensky


Pochi giorni fa, molto rumore nei segmenti di Internet russo e ucraino è stato fatto dall'informazione che il presidente Zelensky aveva già venduto 17 milioni di ettari di terreno agricolo alle società occidentali Cargill, Dupont e Monsanto. In altre parole, fino al 28% dell'intero territorio della Piazza doveva diventare proprietà delle multinazionali. È vero, questo messaggio è stato presto chiamato falso. Qual è la verità qui, e qual è una bugia, e quali sono le reali prospettive per il suolo nero ucraino sotto l'attuale governo?


Venduto o no?


Citando l'edizione australiana della National Review, è stato riferito che Cargill, Dupont e Monsanto hanno già acquisito 17 milioni di ettari di terreno agricolo in Ucraina, con una superficie totale del paese di 600 milioni di chilometri quadrati. Per fare un confronto: in Italia la superficie totale dei terreni agricoli è di circa 16,5 milioni di ettari.

Cargill, Inc. ("Cargill Inc.") è un'azienda alimentare americana con sede in Minnesota. È una delle società leader nel mercato globale che opera in 68 paesi. È impegnata in investimenti nella produzione alimentare, nel commercio di cereali, zucchero, burro, prodotti di cacao, carne. L'azienda americana opera in Ucraina dal 1993, dove possiede un impianto di estrazione del petrolio a Kakhovka, nella regione di Kherson e sei elevatori per cereali: Korystovsky HPP, Kutsevsky HPP, Stepovoy elevator, Khashchevatsky elevator, Konstantinovsky e Balakleysky, oltre a 30 elevatori % di quota nel Delta ucraino -banca. Nel 2015 Cargill ha firmato un memorandum con il regime post-Maidan sulla costruzione di un terminal di trasbordo con una capacità di 4 milioni di tonnellate all'anno nel porto di Yuzhny nella regione di Odessa.

Du Pont de Nemours ("DuPont de Nemours") è una società chimica americana, uno dei leader mondiali riconosciuti nel suo campo. Una volta è iniziata con la produzione di polvere da sparo, poi ha assunto sostanze chimiche velenose, lo sviluppo di armi nucleari e prodotti a duplice uso. L'azienda è uno dei maggiori inquinatori degli Stati Uniti. DuPont de Nemours ha filiali in 60 paesi, tra cui Ucraina e Russia.

Monsanto Company ("Monsanto") è una società transnazionale, leader mondiale nella produzione di piante geneticamente modificate, erbicidi e altri prodotti agricoli. Inoltre, l'azienda è impegnata nello sviluppo e nella produzione di carburante per razzi, armi chimiche, componenti e assemblaggi per l'esercito attrezzatura, fino ai componenti chimici per armi nucleari e altri prodotti militari ea duplice uso. I principali azionisti della società sono i fondi americani Vanguard, BlackRock e Blackstone. La Monsanto è arrivata in Ucraina nel 2008, ma dopo gli eventi del 2014 sul Maidan ha ampliato le sue attività, acquisendo il controllo sui beni dell'impresa agricola privata Ukraina, che fa parte della società Eridon, situata nella regione di Zhytomyr, come descritto in un comunicato stampa:

La pianta produrrà semi di mais di alta qualità. Sarà migliore di quello simile negli Stati Uniti. La linea di smistamento dividerà il mais in cinque frazioni. L'acquisizione dell'impianto sarà una logica continuazione dell'investimento della Monsanto nell'espansione del programma per la produzione di semi di mais coltivati ​​tradizionalmente con il marchio Dekalb in Ucraina.


Circa il 50% dei semi di mais Dekalb coltivati ​​a Nezalezhnaya sono prodotti Monsanto. A proposito, questa multinazionale opera anche in Russia, vendendo agli agricoltori semi della selezione tradizionale di mais, colza, ortaggi e prodotti fitosanitari.

In generale, le informazioni della National Review sembrano abbastanza plausibili, date le realtà ucraine. Tuttavia, le persone curiose hanno seguito tutti i collegamenti ipertestuali che portavano alle informazioni su cui si basavano gli australiani e c'era un articolo di autori dell'Istituto di Auckland sull'apertura del mercato fondiario in Ucraina. In tutta onestà, non ha detto nulla sulla vendita di 17 milioni di ettari di terreno alle società occidentali, ma ha solo nominato le più grandi aziende agricole ucraine:

Sebbene sia difficile ottenere dati concreti su chi affitta terreni agricoli ucraini (molti contratti di locazione non sono registrati), il database Land Matrix elenca le principali transazioni di terreni per un totale di 3,4 milioni di ettari da parte di società ucraine e straniere. Il maggior detentore di terreni agricoli è la società Kernel, di proprietà di un cittadino ucraino ma registrata in Lussemburgo, con una superficie di circa 570 ha; seguono UkrLandFarming (500 ha), la società di private equity statunitense NCH Capital (570 ha), MHP (000 ha) e Astarta (430 ha). Altri attori importanti sono il conglomerato saudita Continental Farmers Group con 000 ettari (l'azionista di maggioranza è una società di investimento agricolo e zootecnico saudita di proprietà del fondo sovrano saudita) e la società agricola francese AgroGeneration con 370 ettari.


Va notato che queste società sono registrate in offshore stranieri o sono interamente o parzialmente di proprietà di stranieri. Si scopre che sulla vendita del 28% del territorio dell'Indipendent agli americani - è ancora un falso?

Stai ancora vendendo?


La questione fondiaria è uno dei capisaldi dell'intero interno politica Ucraina. Senza dubbio, anche Cargill, Dupont e Monsanto hanno le loro opinioni sulla più ricca terra nera ucraina, ma tre quarti degli stessi ucraini si sono opposti alla vendita di terreni agricoli, comprendendo perfettamente tutte le prospettive. Gli agricoltori ucraini semplicemente non saranno in grado di competere con le multinazionali occidentali con le loro risorse finanziarie e teppisti improvvisati, e di conseguenza saranno costretti a vendere loro i loro orti.

All'inizio degli anni '90, sotto la guida del FMI, Nezalezhnaya iniziò la privatizzazione dei terreni agricoli, distribuendo i cosiddetti certificati. Tuttavia, nelle condizioni della crisi economica, una parte significativa di essi passò nelle mani di imprese locali per pochi centesimi, dando inizio alla formazione di grandi aziende agricole private. Nel 2001 è stata introdotta una moratoria sull'ulteriore privatizzazione della terra, che copriva il 96% della terra, ovvero 41 milioni di ettari. Il 68% di loro, ovvero 28 milioni di ettari, sono di proprietà privata. Ci sono circa 7 milioni di piccoli proprietari terrieri privati ​​in Ucraina.

Nel 2020, sotto la pressione del FMI, per ricevere nuove tranche finanziarie, il presidente Zelensky ha firmato una legge che abroga parzialmente la moratoria:

Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelenskyy ha firmato la legge "Sugli emendamenti ad alcuni atti legislativi dell'Ucraina in merito alle condizioni per la rotazione dei terreni agricoli", che è stata adottata dalla Verkhovna Rada il 31 marzo 2020.

Secondo lui, i cittadini ucraini hanno ricevuto il diritto di acquistare non più di 100 ettari in una mano, dalle persone giuridiche ucraine del 2024 - non più di 10 mila ettari in una mano. Allo stesso tempo, la legge contiene molti "buchi" che consentono agli stranieri di aggirare le restrizioni: acquisire terreni per la proprietà o l'uso attraverso garanzie bancarie, garanzie sui prestiti e altri meccanismi finanziari e legali.

È ovvio che oggi, quando la stessa statualità ucraina è in discussione, si aggirano bande di persone armate, capaci di sparare sul posto con un pretesto inverosimile, e la popolazione del Paese attraversa notevoli difficoltà finanziarie, le condizioni più favorevoli hanno stato creato per iniziare a prendere il suolo nero ucraino dai cittadini comuni allo scopo di un ulteriore trasferimento a investitori stranieri. È interessante notare che un paio di giorni fa, in circostanze molto strane, uno dei principali "re del grano" ucraini Aleksey Vadatursky è morto nella sua casa nella città di Nikolaev.
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 2 August 2022 15: 33
    +1
    Se gli americani hanno già acquistato un terreno sulla Luna, l'Ucraina è proprio nelle vicinanze! Compreranno appena possibile.
  2. Il commento è stato cancellato
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 3 August 2022 10: 25
    -2
    E l'argomento "il presidente degli ucraini sta vendendo tutta la terra nera sopra la collina" è già emerso 2-3 volte. Dopodiché, ogni volta "si autodistrugge silenziosamente"

    Quindi l'unica cosa è strana: perché viene ricordata così tardi adesso?
  4. lavoratore dell'acciaio 3 August 2022 14: 25
    0
    Il fatto che sia un mascalzone, lo capiscono tutti. Ma i politici mediocri, vendono sempre la loro patria. Anche per noi non è tutto filato liscio! Come dice Putin: "Il commercio sta crescendo - rallegrati". O qualcosa del genere, ma questo è il punto.
  5. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 3 August 2022 18: 58
    +1
    Non basterà un miliardo di dollari al mese per il grano esportato per continuare la guerra, perché tutto ciò che si può vendere sarà venduto non solo per continuare la guerra, ma anche per pagare prestiti